Riforma Cartabia: è andata male, ma poteva andare peggio

(Roberta Labonia) – L’accordo sulla schi-forma Cartabia in CdM è stato raggiunto. Ci sono state delle modifiche che l’hanno resa meno schifosa si, ma resta pur sempre una pessima riforma. Stasera Nicola Gratteri, ospite dell’accoppiata di mezze seghe Parenzo/De Gregorio, l’ha detto senza peli sulla lingua: pur prendendo atto che il lodo Conte/Draghi ha portato ad escludere i reati per mafia dall’improcedibilità (per lui peggiore della prescrizione), “questa della Cartabia è la peggiore riforma della Giustizia da che sono entrato in Magistratura”, (leggi 1986). Quando è entrata la piddina Cucchi in studio, che tanto si è gloriata della giustizia ottenuta in nome del fratello morto per torture in carcere, Gratteri l’ha freddata con questa domanda: “lei lo sa che con la Riforma Cartabia suo fratello non avrebbe mai avuto giustizia?” Il suo processo è durato 12 anni! Lei l’ha buttata in caciara. Ora, ad ascoltare le prime dichiarazioni a caldo dei capi bastone di partito, sembra che abbiano vinto tutti. In particolare sembrano aver vinto Renzi e Salvini (lo stesso che poche ore prima diceva che la Lega avrebbe votato solo la riforma come uscita dal primo CdM). Ora, non potendo intestarsi il merito di aver modificato la schi-forma, esultano entrambi perché “si chiude l’era Bonafede”. Solo da Giuseppe Conte sono arrivati accenti di verità : “non è la nostra riforma ma abbiamo contribuito a migliorarla”, ha detto “ma sono rammaricato della durissima opposizione della Lega: a parole siamo tutti contro la mafia ma quando si tratta di fatti concreti, gli slogan scappano via e non ci si trova sullo stesso fronte”

Quindi? Hanno vinto Conte e i 5 Stelle? Non hanno vinto, ma sicuramente non hanno perso, ciò che hanno ottenuto nel CdA stasera, i 4 ministri 5 Stelle sotto la ferma guida di Giuseppe Conte, è il minimo sindacale, giusto per non farci dire: oggi la Giustizia, in Italia, è morta. Le modifiche migliorative le dobbiamo TUTTE a loro: processi per mafia o collegati alla mafia, voto di scambio politico mafioso, terrorismo, violenza sessuale aggravata e traffico di droga, godranno di un regime speciale, sono stati esclusi dal regime di improcedibilità che interviene per tutti gli altri reati se il processo d’appello dura più di due anni. Per questi scatterà al sesto anno, quindi al quinto dal 2024 in poi. Ma a gridare vendetta resta la discrezionalità del Parlamento su quali reati considerare prioritari , a mancare all’appello dei reati sottratti all’improcedibilità sono i reati per corruzione e, in generale, tutti quelli verso la pubblica amministrazione: molti di questi non vedranno la fine, nonostante, sempre grazie alla spinta dei 5 Stelle, il giudice avrà la possibilità di prorogare di un anno qualsiasi processo. E non è un caso se l’armata 5 Stelle abbia trovato un muro sui reati di corruzione e verso P. A.: la casta voleva pararsi il culo e ci è riuscita. L’unica speranza che mi concedo è che prima che questa legge obbrobrio entri in vigore, cioè nel 2025, gli italiani capiscano in che mani sono finiti e voltino pagina nelle urne. Già mi arrivano alle orecchie i lamenti e le imprecazioni della base incazzata con Conte e i “governativi”. A questi vorrei far presente che stasera non esiste un 5 stelle a non esserlo, incazzato, me compresa. Ma siccome il mio cervello ancora non è succube della mia pancia, mi dico che se è vero che è andata male (o non bene, fate voi), è altrettanto vero che senza Giuseppe Conte poteva andare peggio, molto peggio.

26 replies

  1. Sono schifato ma concordo che senza Conte sarebbe finita peggio. Del resto questa accozzaglia di partiti insieme ai “migliori” è al governo per tutelare certi poteri a costo di far passare certe schifezze

    Piace a 3 people

    • Gentile CARUSOPAOLO, ammetto che ne so molto poco , cioè quel che dicono genericamente i gionali, sulla riforma cartabia e in particolare sul colpo di genio che avrebbe avuto Conte nel renderla un po’ piu’ accettabile. Mi sembra sempre strano quando si addebita ad una sola persona , come se fosse uno dotato di superpoteri , la soluzione di un caso intricato, Lo vediamo anche in altre occasioni. Nel casi in esame come è andata? Cosa ha fatto di eccezionale Conte ? Glielo chiedo senza ironia, ma ne so molto poco e non riesco a rendermi conto di quali nodi prima insormontabili siano stati dipanati. La ringrazio molto se potà rispondermi.

      "Mi piace"

  2. Bigognava far saltare tutto e tornare allo tsunami di piazza al grido di “Onestà onestà”.
    Risultato: 60% alle prossime elezioni.
    E invece: si TAV, si TAP, si Ponte sullo stretto (!!!) no giustizia, no revoca Benetton, no reati ambientali, no legge conflitto interessi, ecc…; è davvero inspiegabile (o no?) come questi si siano resi quasi fisicamente succubi dello Psico-nano, del Bomba e della congrega dei giornalai.
    LEggevo quotidianamente il blog di Grillo e poi quello delle Stelle dal lontano 2007, ma oggi posso solo dire: CHE IMMENSA DELUSIONE

    Piace a 3 people

    • Questo “Sì TAV” ha rotto le palle.
      Dove l’avete MAI VISTO?
      Si è votato e il m5s ha perso.
      Punto.
      Ecco, torna al 2007, se indietro SOLO di 14 anni.

      Piace a 3 people

    • Il ponte sullo stretto tra i 5s è sostenuto solo da un paio di buontemponi: Cancellieri (pessimo elemento), la Raffa e non so più chi altro.

      Piace a 1 persona

    • Poi, 60%? Tu sogni. A un’importante fetta di italiani, non so se la maggioranza, non gliene frega niente di questi argomenti. Quello che interessa loro è:

      1. Stare tranquilli a fare le loro attività;
      2. Non vedere “n36h3r” in giro;
      3. Andare al ristorante, in discoteca e in vacanza;
      4. Guardare le partite di calcio;
      5. Fare dispetto al vicino che gli sta sulle scatole;
      6. Farla franca;
      7. Il motto di Giulio Verme in ‘Italiano medio’ dopo aver assunto la pillola del 2%;

      Se riusciamo a ripetere il miracolo di prendere un terzo dei voti possiamo baciare a terra.

      Piace a 2 people

  3. cara Roberta,
    forse era meglio fare pressione all’ala governista (eufemismo per non definirli traditori) obbligandoli a chiedere agli iscritti quale strada politica intraprendere: uscire dal governo e tornare all’opposizione (cacciano, quindi, i traditori tetrapoltronari e usurpatori, riammettendo quelli “pintaneamente usciti a cacciat”i perché fedeli al non statuto); dire comunque no, anche a prescindere, a una schiforma sulla giustizia – scritta (dubito sia stata lei!) da una ciellina – che Di Battista ha paragonato a 100 chili di merda e che se ne togli 20 chili sempre merda resta…!!!
    ma é inutile discutere: nel mov, a quanto pare, hanno preso il potere gli usurpatori traditori, mandando affanc… la “democrazia diretta” che voleva Gianroberto!
    il mov non esiste più, il mov é morto da un pezzo e, comunque, da quando hanno tradito “gli stati generali”, voluti dalla base democratica, per tenersi un sistema verticistico – conte o non conte – che é noto si terrà ben stretta l’impunità della corruzione… come schiforma cartabia dimostra…!
    saluti rossi, di quelli veri…!!!

    Piace a 1 persona

    • ROSSI e VERI?!?! 🤣😆vabbé, ma proprio tutte le dobbiamo sentire…

      Ascò, il movimento è morto?
      Organizza il funerale, ma nelle bare mettetevici voi, che li state piangendo già da anni. 🦉
      E ve l’ha detto pure la Labonia!

      Piace a 1 persona

    • Le cose certe sono due:
      1 – Di Battista è stato fin troppo generoso, ne è stato tolto un solo kg di merda, ne restano 99;
      2 – Gianroberto si sta voltando e rivoltando di nella tomba, e già da parecchio..

      Nel 2013 le Parole Guerriere ci avevano colmato di speranza che un altro futuro per questo Paese fosse possibile… ed oggi ci ritroviamo con il Draghi grillino, il Cingolani grillino e lo Scaroni grillino (!!!), tranquilli, ci penseranno loro a riportare i cuori a rivedere le stelle!
      Chapeau a chi ne ha fiducia!

      "Mi piace"

  4. Lei ha ragione, quanta amarezza per questo accordo, dove tutti si danno un qualche merito per aver sconfitto il proprio antagonista, senza che si evidenzi che chi perde veramente e sicuramente è tutta quella schiera di cittadini onesti che segue le regole, paga le tasse anche per chi non le paga e vede, come me, nella magistratura una sorta di protezione contro tutti i delinquenti che ci circondano ad iniziare da questo ministro. Infatti, questa, che è di CL…. mi chiedo: come fa ad architettare una riforma in cui è così palese l’impunità di chi delinque a vario titolo? Ma con che faccia e quali motivazioni la portano a proporre una simile porcheria e a non correggerla, per giunta anche dopo che la schiera di magistrati in prima linea ad iniziare da Gratteri, gliel’hanno massacrata.
    In che mani siamo?

    Piace a 4 people

  5. Pessima riforma anzi la peggiore degli ultimi anni. Conte avrebbe dovuto fare dimettere i ministri 5S e votare contro la schiforma ed eventualmente presentare una mozione di sfiducia al governo. Gli elettori non sono stupidi avrebbero capito. L’unica mossa per risalire nelle votazioni con il rientro di Dibba.

    "Mi piace"

  6. Conte? Il primo a TRADIRE è stato Grillo accettando di entrare in questo governo incredibile, i secondi tutti quelli che hanno ottenuto incarichi ministeriali, i terzi tutti i ” portavoce” che l’hanno votato e tra loro metto anche Bonafede, Taverna, Toninelli che hanno subito attacchi personali da ‘sta gente e ora li appoggiano.

    Piace a 1 persona

    • P. D. R
      Ma se uno ti dice di buttarti nel tevere con una pietra legata al collo, tu che fai? Ubbidisci o lo mandi a cagare?
      Grillo è fottuto, e con lui ha fottuto il mv5 *.

      "Mi piace"

      • sono peggio di grillo. Lo potevano mandare a fare in kulo con il supporto di TUTTA LA BASE, che mai avrebbe votato draghi e comunque la NON uscita quasi immediata dal governo dei mafiosissimi.

        Il problema grillo non è il primo problema ma l’ultimo. Se il bollito avesse detto di NON entrare nel governo draghi, secondo voi, i mercenari venduti e il Presidente Conte lo ascoltavano???

        Facevano cadere il governo??? E’ ovvio che sarebbero entrati comunque nel governo draghi. Così come è ovvio che VOGLIONO ARRIVARE A FINE LEGISLATURA. Le restituzioni ve le ricordate??? SPARITE! Lo hanno capito tutti. Tranne i troll di questo blog (1) e la meschina.

        Il bollito grillo è l’ultimo problema, il primo sono i mercenari venduti con a capo il bibitaro. Conte conta poco più di grillo, cioè non conta un cazzo, e comunque non ha niente a che fare col m5s e si vede.

        Al prossimo giro vincerà l’astensione. Speriamo solo di fare come la francia, l’astensione di massa è l’ultima speranza per questo popolo merdOso strapieno di gente di me0rda.

        "Mi piace"

  7. Sono d’accordo che senza Conte sarebbe stato lo sfascio completo. Però devo fare un piccolo appunto alla giornalista Labonia, Ieri sera ho visto anch’io la trasmissione sulla 7 con Gratteri. Quando lui ha precisato che il processo del fratello sarebbe stato interrotto definitivamente dalla improcedibilità, la signora Cucchi ha immediatamente sottolineato e ribadito questo aspetto; in quel momento il gelo nello studio è calato perchè i due “aulici” conduttori si sono visti spiazzati da questo aspetto che, da pennivendoli del sistema, avrebbero voluto diluire il più possibile nella melassa abbavagliante della puntata. Tant’è che a un certo punto lo stesso Gratteri, con un sorriso tristemente amaro, si è rivolto ai 2 pseudo-giornalisti dicendo che avevano deciso di non farlo parlare sui disastri di questa riforma e di quali potevano essere le valide alternative.

    Piace a 1 persona

  8. Sarebbe andata sicuramente meglio se li avestte mandati affanculo. Ci sarebbe stato il chiarimento definitivo. La nuova casta (Di Maio e i suoi aficionados) sarebbe rimasta con la vecchia casta e i rivoluzionari avrebbero raggiunto gli espulsi e ravvivato il movimento. Comunque, il chiarimento, volenti o nolenti, avverrà dopo le elezioni comunali di ottobre. A quelpunto anche Conte dovrà decidere definitivamente se vuole fare parte della vecchia casta o diventare un vero grillino..

    "Mi piace"