Massimo Cacciari: “Il green pass? E’ come nei regimi dispotici”

(iltempo.it) – Bomba sul green pass di Massimo Cacciari: è da regime dispotico, come è autoritaria la discriminazione in corso di chi non vuole vaccinarsi. L’Istituto italiano degli studi filosofici di Napoli pubblica un clamoroso intervento di Cacciari a doppia firma con un altro importante filosofo, Giorgio Agamben. Questo il testo:

“La discriminazione di una categoria di persone, che diventano automaticamente cittadini di serie B, è di per sé un fatto gravissimo, le cui conseguenze possono essere drammatiche per la vita democratica. Lo si sta affrontando, con il cosidetto green pass, con inconsapevole leggerezza. Ogni regime dispotico ha sempre operato attraverso pratiche di discriminazione, all’inizio magari contenute e poi dilaganti. Non a caso in Cina dichiarano di voler continuare con tracciamenti e controlli anche al termine della pandemia.

E varrà la pena ricordare il ‘passaporto interno’ che per ogni spostamento dovevano esibire alle autorità i cittadini dell’Unione Sovietica. Quando poi un esponente politico giunge a rivolgersi a chi non si vaccina usando un gergo fascista come ‘li purgheremo con il green pass’ c’è davvero da temere di essere già oltre ogni garanzia costituzionale. Guai se il vaccino si trasforma in una sorta di simbolo politico-religioso. Ciò non solo rappresenterebbe una deriva anti-democratica intollerabile, ma contrasterebbe con la stessa evidenza scientifica.

Nessuno invita a non vaccinarsi! Una cosa è sostenere l’utilità, comunque, del vaccino, altra, completamente diversa, tacere del fatto che ci troviamo tuttora in una fase di ‘sperimentazione di massa’ e che su molti, fondamentali aspetti del problema il dibattito scientifico è del tutto aperto. La Gazzetta Ufficiale del Parlamento europeo del 15 giugno u.s. lo afferma con chiarezza: «È necessario evitare la discriminazione diretta o indiretta di persone che non sono vaccinate, anche di quelle che hanno scelto di non essere vaccinate». E come potrebbe essere altrimenti?

Il vaccinato non solo può contagiare, ma può ancora ammalarsi: in Inghilterra su 117 nuovi decessi 50 avevano ricevuto la doppia dose. In Israele si calcola che il vaccino copra il 64% di chi l’ha ricevuto. Le stesse case farmaceutiche hanno ufficialmente dichiarato che non è possibile prevedere i danni a lungo periodo del vaccino, non avendo avuto il tempo di effettuare tutti i test di genotossicità  e di cancerogenicità. ‘Nature’ ha calcolato che sarà comunque fisiologico che un 15% della popolazione non assuma il vaccino. Dovremo dunque stare col pass fino a quando?”.

Poi Cacciari e Agamben concludono così: “Tutti sono minacciati da pratiche discriminatorie. Paradossalmente, quelli ‘abilitati’ dal green pass più ancora dei non vaccinati (che una propaganda di regime vorrebbe far passare per ‘nemici della scienza’ e magari fautori di pratiche magiche), dal momento che tutti i loro movimenti verrebbero controllati e mai si potrebbe venire a sapere come e da chi. Il bisogno di discriminare è antico come la società, e certamente era già presente anche nella nostra, ma il renderlo oggi legge è qualcosa che la coscienza democratica non può accettare e contro cui deve subito reagire”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

18 replies

  1. Mah! Io credo che il buon Cacciari si sia definitivamente bevuto il cervello.
    Ha probabilmente dimenticato che la base di una sociatà umana, del vivere insieme, si basa quasi totalmente su dei compromessi, cioè su delle cose che necessariamente dobbiamo (o non dobbiamo) fare nostro malgrado, anche se non ne abbiamo proprio nessuna voglia o siamo profondamente contrari a farle (o non farle), quelle cose.
    Per dire, banalmente, prendiamo le cinture di sicurezza in macchina: anche se non ti piacciono le devi usare perchè è la legge che ti obbliga. Nessuno, legislatore compreso, ha mai detto che – con assoluta certezza – ti salveranno la vita: in caso di incidente puoi morire ugualmente sia con le cinture sia senza cinture: solo che il loro uso diminuisce il rischio di morire in caso di incidente grave. Tutto qui, ma se non le usi ti becchi la multa.
    Il vaccino fa la stessa cosa: diminuisce le possibilità di morire, o di finire intubati, in caso di contagio o ri-contagio. Tutto qui, ma è gia tantissimo.
    Che poi i vaccini – e tutti i medicinali – hanno effetti collaterali è la scoperta dell’acqua calda: rischiamo effetti collaterali, ogni giorno, solo usando un collirio o una crema per la pelle, ma per un vaccino che può salvarci la vita (nostra e soprattutto quelle degli altri) non vogliamo assolutamente rischiare nulla di collaterale.
    In più vaccinarsi non è obbligatorio, puoi farlo o meno, a tua discrezione, ma se non lo fai non hai il green pass e non ti puoi mescolare con le persone vaccinate. Che non è neanche una multa, è solo la consewguenza delle proprie decisioni.
    Ultima cosa: ho sentito numeri di morti e di effetti collaterali di tutte le forme e di tutte le dimensioni per ogni vaccino, ma nessuno riporta mai il numero totale di vaccinati al mondo: 3.632.274.000 (Il sole 24 ore): con questi numeri sarebbe impossibile non avere effetti collaterali o morti. Credo che – se non si viene contagiati di nuovo – sia più facile essere colpito da un fulmine che morire di vaccino.
    E non conosco nessuno che si preoccupa dei fulmini.

    Piace a 2 people

    • Eccone un altro che parla a vanvera di cinture di sicurezza.

      Queste paradossalmente non hanno in genere effetti collaterali, e comunque sia, dipendono dalla scelta o meno di andare in auto.

      Ma le cinture sono ben collaudate e ragionevolemente sicure ed efficaci.

      Qui invece abbiamo decine di migliaia di effetti avversi e migliaia di morti sospetti o confermati come dovuti al vaccino.

      QUALSIASI altro vaccino, nelle stesse condizioni, sarebbe stato ritirato da un pezzo, ce ne sono stati dopo appena una cinquantina di morti come con il vaccino della suina degli anni ’70: qui siamo a molte migliaia e si continua a far finta di niente.

      E questa la chiami coscienza civica. Ma vergognati.

      "Mi piace"

  2. Mi chiedo come si possa ancora sostenere la NON OBBLIGATORIETÀ del vaccino antiCovid con i vari complementi dei pass, green , viola, gialli etc. che siano. Perchè nessuno ha obiettato quando fu introdotta l’ispezione tecnica obbligatoria per i mezzi di trasporto oltre una certa età? Perchè evidnetemente chi circola con una macchina in cattivo stato, non solo mette in pericolo la sua vita, ma anche quella delle persone che incrocia. Il vaccino è esattamente la stessa cosa, e come se non si vuole passare l’ispezione tecnica basta non muovere il veicolo o non averlo, così chi non vuole vaccinarsi se ne stia a casa e non rompa le scatole. Queste persone sono dei fessi e degli egoisti

    Piace a 1 persona

    • X vittorio Moro:

      Manco per niente, infatti la revisione tecnica non dà effetti collaterali imprevedibili e il corpo umano non è una macchina in ogni caso.

      Quando gente come te fa questi paragoni dimostra quanto o non capite niente di quel che commentate, oppure siete in totale manafede, visti i numerosissimi casi di effetti collaterali dal serio al letale già documentati ampiamente e i nuovi di cui si ha notizia ogni giorno che passa.

      Anche la giovane Camilla pensava che fosse un impegno civico vaccinarsi. Non l’avesse fatto, con ogni probabilità adesso sarebbe viva e vegeta.

      E come lei tanti altri.

      "Mi piace"

      • “oppure siete in totale manafede”: no SM, questi ci credono assolutamente. La buona fede è irredimibile, l’aggravante peggiore!

        "Mi piace"

      • A parlare, o scrivere, a vanvera si fa presto. Ma i numeri sono lì a dimostrare che avere i vaccini ed i vaccinati è mooolto meglio che non averli, come pure le mascherine. Perchè sicuramente, egregio Stef, lei ha fatto analoga battaglia contro le mascherine. Ebbene, tornando a noi, i morti ora si contano a decine (e sarebbero meno se non ci fosse gente come lei) e non a centinaia, le UCI sono occupate al 15/20% e non al 100/110%. Come mai questo quadro mutato? Io sono credente, ma non ai miracoli, tranne, qualche volta, a quelli della scienza. Su, dia una spiegazione, avanti, cercando di mettere da parte la “manafede” con cui insulta chi , semplicemente, si affida al buon senso e a chi ne sa di più. p.s. il caso di Camilla, e di altri, rattrista tutti, evidentemente. Ma non si può, non è onesto apportare come prove singoli casi di incompatibilità mortale su milioni di vaccini inoculati. Anche la penicillina è mortale per poche persone, ma non per questo è una delle più grandi scoperte della medicina. Vadi vadi con le sue sconnesse argomentazioni catastrofiche basate su egoismo e malafede. Si rinchiuda in casa come ai bei tempi dell’isolamento quando i vaccini stavano in mente dei. Contento lei, ma non rompa le palle

        "Mi piace"

  3. La questione è quanto meno spinosa (anche senza le urla demenziali di Cacciari, intendo dire), poiché anche chi si è vaccinato ha pur il sacrosanto diritto di girare liberamente VISTO CHE SI É VACCINATO e in quanto tale, glielo si deve riconoscere in qualche maniera. Come dire? O bere o affogare: non mi pare di vedere tutta questa moltitudine di vie di mezzo!
    Io, ammetto, non so dare ancora un giudizio sull’obbligatorietà del Green Pass (che come sempre è una manovra che fa ridere nella misura in cui in questo paese si fanno le leggi a quintalate, ma poi non si capisce mai, ammesso che sia tecnicamente possibile, chi dovrebbe poi far sì che tali leggi vengano rispettate), ma, ripeto, è pur doveroso, nei confronti di coloro i quali si siano ciucciati il vaccino, che venga loro in qualche modo riconosciuto.
    Io me lo son fatto e non è che abbia fatto i salti di gioja, eh? Ma pure dovevo farmelo! Proprio per una questione, secondo me – SECONDO ME! – civica. A giorni ho la seconda dose… poi chiederò ‘sto benedetto Green Pass.

    Piace a 2 people

  4. Stef menc ecco un altro che si è bevuto e che pensa che la sua libertà dipenda da poter fare l’apericena o di andare allo stadio a sbraitare
    C’è il divieto di fumo nei locali chiusi perché il fumo.passivo danneggia chi non fuma.Per cui:chi al ristorante non può fare a meno di farsi una sigaretta si accomodi fuori.Io ho avuto già in dono dal covid una lesione all’olfatto che dopo mesi non è ancora risolta e detesto la gente che ha il cervello.foderato di prosciutto. E questo al di là del fatto che il governo sui vaccini sta partecipando.I personaggi tipo stef menc sono.liberissimi di sbraitare e poi parlano di dittatura….e si ritrovano in piazza con quelli di forza nuova

    "Mi piace"

    • Non ti preoccupare VB, SM prima o poi dovrà scegliere tra O Bella Ciao e i “piccoli Povia” e, non ti preoccupare, non avrà tentennamenti: verrà contrito tra le vostre amorevoli braccia, quelle braccia materne dove trovano rifugio i figliol prodighi, per i quali si uccide il porchetto grasso. O partigianoooo, portami viaaaa…

      "Mi piace"

      • Ormai siamo morti e sepolti, quello che vedete sono solo fantasmi e fuochi fatui, ma in realtà abbiamo smesso di esistere da molto, ma a te cosa importa se la benzina sono gli insulti? Cosa ne sai tu dei fantasmi e degli ufo? Vedi che ti sbagli , perché non guardi la mattanza dei riti di cacciagione per ricchi sparvieri destrorsi?
        Credo non meno di 3000 fagiani tutti assieme per la gioia degli origlianti come te, sai che porchetta grassa mangeresti, altro che allodole al mattino!! E poi al cacciatore tutto è permesso mentre alle donnine è permesso solo lavare, stirare, cucinare e pulire, nel silenzio claustrale delle mura domestiche, devote all’uomo che le ha sposate e tolte dall’ignominia della strada..
        Quindi se sai fare due più cinque, mi tengo i miei pantaloni ..

        "Mi piace"

      • “mentre alle donnine è permesso solo lavare, stirare, cucinare e pulire, nel silenzio claustrale delle mura domestiche,”: ebbasta, c’avete rotto il cazzo co’ ‘ste storielle lagnose, maschiliste depilate a freddo! Voi non siete capaci nemmeno di scaldarvi l’acqua per gli impacchi vaginali, figuriamoci preparare due striminzite uova al tegamino per l’uomo cacciatore di peli superflui. Siete più in strada che sul divano, altro che clausura, fate vomitare dalle risate. Smettetela che i 3000 fagiani ormai sono stati assunti a miglior vita. che far da cibo a voi rintronate e da lassù se la ridono di voi, ringraziando i caccatori di averli liberarti da cotanta tristezza. Va a letto che per le donnine remissive come te è tardi. Se non mi ascolti diventerai schiava dei sonniferi per tutta la vita che ti resta…

        "Mi piace"

      • Gatto , chiedi a me di sapere dove sei ?e che calciolari potrebbe darmi una mano?

        Di fantasia ne ho molta, di pazienza meno, e i rebus lo odio, come la vostra putrida città , città di vampiri.

        E bravo il gatto, maitre e penser di sollicciano, che ha perduto per strada la virgola della storia dei pa raggi, per dedicarsi ad ascoltare i miei insulti a chi li merita.

        Domani è Natale tutto l’anno per voi.
        Quando verrete a elemosinare cibo buono dai contadini che non esisteranno più , chiedete a di peggio, Chinatown, è dietro l’angolo, ma attenzione a non fare wow, potrebbero scambiarvi per cibo.

        "Mi piace"

      • Guarda lì… Sì, lì… No lì. Lì… Sì, ecco proprio lì: hai visto? Ti sei macchiata! Sullo scaffale della credenza in alto a DESTRA… non in basso a SINISTRA, a DESTRA in alto ti ho detto… Ecco, sì, lì: c’è il VIAVA’. USALO SUBITO e la SFIGA SE NE VA…

        "Mi piace"

  5. La vaccinazione obbliigatoria sarebbe un TSO. E ben sappiamo che quando si comincia non si sa quando si finisce. Ben vediamo come giornali e Troll propongono benaltrismi a go-go : le vaccinazioni “obbligatorie” per i bimbi, addirittura le cinture di sicurezza…
    Se passa anche questa siamo fritti.
    So che quando cito il Giappone sono invisa a qualcuno (razzismo?), ma lì nulla è obbligatorio, eppure passa per il Paese democratico più “tirannico” al Mondo per chi non lo conosce. Nel 1992 ci hanno provato con un paio di vaccinazioni per i bambini: una sentenza ha subito imposto allo Stato di prendersi la completa responsabilità dell’ obbligo con relativo pagamento di eventuali danni a medio o lungo peritodo.
    Immediata marcia indietro… Nessuno ne ha più parlato.
    Solo in Italia c’è un continuo lavaggio del cervello del genere: e vorrebbero addirittura l’ obbligo con tanto di firma della liberatoria.
    Come mai?

    "Mi piace"