I veri anti-italiani

Estratto dell’editoriale di Marco Travaglio sul Il Fatto Quotidiano del 17/07/2021 dal titolo “I veri anti-italiani”  – Da una settimana i migliori pennivendoli del bigoncio ci accusano di essere anti-italiani e anti-patriottici perché non ci siamo uniti al coro di retorica per la vittoria della Nazionale (anzi di Draghi) agli Europei di calcio e alle notti magiche inseguendo il Covid. Il caso vuole che proprio un anno fa, il 17 luglio 2020, iniziasse il Consiglio d’Europa decisivo sul Recovery Fund. E fu chiaro a tutti chi fossero gli anti-italiani: non chi tifava contro una squadra di calcio, ma chi tifava contro il proprio Paese piegato e piagato dalla pandemia. Riavvolgiamo il nastro e facciamo un po’ di nomi e cognomi. 23 marzo 2020. Dopo 12 giorni di lockdown, il premier Giuseppe Conte convince i leader di Francia, Spagna, Portogallo, Belgio, Grecia, Irlanda, Lussemburgo e Slovenia a firmare una “Lettera dei Nove” al presidente del Consiglio Europeo Charles Michel per proporre un piano di ricostruzione finanziato con gli Eurobond (o “Coronabond”). 26 marzo. Renzi e Salvini, in Parlamento, invocano la caduta del governo e un’ammucchiata guidata da Draghi. I patrioti de La Verità titolano: “Conte pronto a svendere l’Italia. Vuole ricorrere al Mes, una trappola che ci consegnerà alla troika”. […]

45 replies

  1. Io sono effettivamente anti-italiano. Ok, lo confesso.

    Ma non, come certi cretinetti dicono, come analogo-contrario dei tifosi pro-italia.

    Ma per le ragioni che ha sempre enunciato anche M.Travaglio. Temo infatti le ARMI DI DISTRAZIONE DI MASSA all’ombra delle quali far passare le peggio porcherie.

    Il culo cosmico di Mancini (eh sì, cari tifosi itagliani, provate a dire che è normale vedere una nazionale passare due volte a fila ai rigori, solo perché è più brava’: e gente del genere ha la faccia di dire a te che non vedi le partite o non capisci niente di calcio eh) ha portato Dragula a fare la schiforma Cartabia, a scassare il DL dignità, a fare gli assist pro-stampa e pro-Mediaset.

    E questo solo giovedì 8 luglio.

    Adesso andate a raccontare ai gonzi che voi tifavate itaglia, ma non potevate immaginare che sarebbe stata utilizzata così.

    Io, come M.T., lo sapevo benissimo, proprio perché non ragiono col culo come fanno i tifosi, e quindi temevo che l’Itaglia sarebbe arrivata in finale, anche se non avesse vinto, per Dragula sarebbe stata la stessa occasione di furto con destrezza allo stato di diritto.

    E c’é pure bisogno degli editoriali di M.T. per farlo capire. Bah.

    Piace a 2 people

    • Forse dovresti iniziare a considerare il fatto che “per Dragula sarebbe stata la stessa occasione di furto con destrezza allo stato di diritto” persino se il calcio non fosse mai esistito.
      Come funziona la distrazione di massa lo abbiamo visto tutti, negli ultimi decenni: quando le occasioni ci sono, si sfruttano, altrimenti si possono perfino creare dal nulla. Prendersela col calcio, con la Nazionale o coi tifosi equivale a incolpare il cazzo per lo stupro, oppure a guardare il classico dito, se non ami i francesismi.

      P.S: che una nazionale passi due volte ai rigori non sarà la cosa più normale del mondo (in un Europeo è stata effettivamente la prima volta), ma è già successo diverse volte: l’Argentina durante le notti magiche del ’90 (fummo proprio noi a farne le spese) e la Croazia nel 2018 per quanto riguarda i mondiali, Paraguay (2011), Brasile (2004) Uruguay (1999) e ancora Argentina (1993) in Copa America.
      Prima di continuare a parlare di calcio, trovami invece un’altra Nazionale capace di vincere un titolo senza nessun vero bomber in squadra. L’Italia l’ha fatto per ben due volte: nel 2006 (migliori marcatori Toni e Materazzi con 2 reti a testa) e ora anche nel 2021 (Immobile e Locatelli, sempre 2 reti). En passant, sarebbero anche trentaquattro partite di fila che non perde, durante le quali è stato anche migliorato il record d’imbattibilità che risaliva ai tempi di Zoff (in porta, non in panchina). Culo cosmico anche quello?
      Capire di calcio non è obbligatorio, ma informarsi su ciò di cui si parla (oppure astenersi) è certamente cosa opportuna: permette di evitare figuracce.

      Piace a 3 people

      • parlavo di cretinetti e spunta quello che non capisce nemmeno la differenza tra spessore artistico di Battiato e quello della Pausini.

        Vero Johnny?

        Ok, visto che non ti avevo nominato e non ho discusso con te negli ultimi 2 mesi, ti rispondo:

        1- che agli europei è la prima volta che succede 2 passaggi ai rigori a fila, la dice lunga visto che la competizione esiste da decenni

        2- il fatto che altre nazionali abbiano ottenuto il doppio passaggio ai rigori non significa che il passaggio sia stato fortunato. Sarebbe come dire che se giochi una schedina al Superenalotto e fai 6, allora non è fortuna perché altri l’hanno fatto prima di te. Adesso dirai che giocare al superenalotto è un conto, a calcio è un altro perché sottintende anche l’allenamento e la preparazione.

        Infatti ci vuole veramente molta preparazione per vincere 3-2 ai rigori la finale, facendosene parare 2, e vincendo nondimeno perché l’altra squadra ha padellato un tiro in porta. Chiaramente era uno scenario PREVEDIBILE per l’evidente superiorità di una squadra che fa la differenza dopo 133 minuti di gioco giocato.

        Capito perché disprezzo i coyote che chiacchierano a vuoto, come te Johnny?

        3- quanto alle ‘armi di distrazione di massa’, forse dovresti ricordarti che l’Italia ha oltre 1.000 atleti fintamente assunti come servitori dello stato, gente come il carabiniere Tomba, la poliziotta Vezzali e la finanziera Kostner.

        Chiaramente, per uno come te, queste sono casualità, così come è ‘casuale’ che in nome dell’amor patrio che tutti e tutto unisce, poi si trami contro il popolino che sta a vedere la partita o sta aspettandone l’arrivo.

        E meno male che pensi di essere tanto ganzo, Johnny. Anzi, un vero Dio.

        "Mi piace"

      • @ SM:

        parlavo di cretinetti e spunta quello che non capisce nemmeno la differenza tra spessore artistico di Battiato e quello della Pausini

        Te lo ripeto per l’ennesima volta: se hai capito questo da quel nostro confronto, hai seri problemi di comprensione del testo. Per comodità tua e di chiunque fosse interessato ad approfondire la questione, linko quella discussione, nella quale non ho detto nulla di ciò che (con la consueta sicumera) mi attribuisci, e ti sfido a dimostrare il contrario:
        https://infosannio.com/2021/05/19/un-essere-speciale/#comment-61997

        Ok, visto che non ti avevo nominato e non ho discusso con te negli ultimi 2 mesi, ti rispondo:

        Troppo gentile.
        1. Questo l’avevo già specificato io, comunque nel tuo primo commento hai menzionato solo una nazionale e due passaggi di turno consecutivi. Resta da capire che differenza ci sarebbe, da questo punto di vista, tra un Europeo, un Mondiale e una Copa America, ma sono sicuro che ignorerai bellamente la questione, comi hai appena fatto con l’altro dato che ti ho citato, quello delle 34 partite consecutive senza sconfitte (con record di imbattibilità migliorato dopo appena quasi mezzo secolo, che sarà mai).
        Almeno potresti avere la decenza di non sostenere che mi stai rispondendo, visto che hai glissato alla grande sull’unica domanda che ti ho posto (rileggi, magari facendoti aiutare da qualcuno con almeno la terza media): Culo cosmico anche quello?

        2. Un pizzico di fortuna è quasi sempre necessario per vincere, senza è molto raro che succeda (in tutti i campi), però, per far sì che questo possa succedere, bisogna innanzitutto esserci, che può sembrare scontato ma è la parte più difficile, quella dove l’abilità è quasi sempre determinante (anche perchè, banalmente, il culo è sempre destinato a finire, prima o poi).
        Comunque, per tua norma e regola, i rigori non sono affatto una lotteria (come chi non mastica di calcio si ostina a definirli), ma uno dei fondamentali del calcio; non funzionano come alla playstation, dove se due giocatori muovono il joystick nella stessa direzione, parte l’animazione che ti fa vedere la palla dentro (oppure fuori, se non coincidono).

        3. Non capisco cosa c’entri il fatto che molti atleti di discipline “povere” siano Carabinieri, ma vedere un grande disegno anche dietro a tutto questo va ben oltre i miei orizzonti e le mia capacità. Anche se fosse, mi pareva altresì di aver già chiarito (ma, visto che sei duro di comprendonio, lo ripeto) che sono duemila anni (almeno) che l’Italia funziona a panem et circenses, e quando lo spettacolo non c’è se ne monta uno apposta (non c’è mica niente di male, basta saperlo e soprattutto essere in grado di distinguere lo spettacolo dalla realtà). Se non fosse il calcio sarebbe un’altra cosa, ma, se ci pensi, anche buona parte della politica non è altro che un immenso teatrino, coi wrestler che fingono di darsele sul ring e gli spettatori in tribuna a fare il tifo.

        E meno male che pensi di essere tanto ganzo, Johnny. Anzi, un vero Dio.

        Non sai un cazzo di quello che penso, e il tuo riferimento (errato) sia alla grafia che al significato del mio nickname, nonostante le ripetute spiegazioni che (se fossi in grado di farlo) dovresti aver già letto almeno nel thread che vado di seguito a linkare (nel quale eri presente), è solo ulteriore conferma delle tue evidenti difficoltà di comprensione di un testo breve. Capisco che tu tenda a ricordare solo quello che ti fa comodo, ma non devi preoccuparti: son qua apposta per colmare questa tua mancanza.
        Tieni, rinfrescati la memoria (selettiva):
        https://infosannio.com/2021/04/14/due-paroline-ad-alessandro-di-battista-dalla-teoria-alla-pratica/

        Disponendo di grandi quantità di acqua e sapone, ti saluto e ti do’ appuntamento alla prossima volta che avrò ancora del tempo da buttare.

        "Mi piace"

      • “Capisco che tu tenda a ricordare solo quello che ti fa comodo…”: dove ne ho già visti di simili? Boh, adesso non mi ricordo, eppure ho una sensazione nettissima che sia proprio in questo blog, ma forse mi sbaglio…

        PS: ma Jonny, non mi strarai diventando pure tu un SOCOPATICO con archivio file (pronuncia “fail”) xls incorporato, vero?

        "Mi piace"

      • ””Te lo ripeto per l’ennesima volta: se hai capito questo da quel nostro confronto, hai seri problemi di comprensione del testo. Per comodità tua e di chiunque fosse interessato ad approfondire la questione, linko quella discussione, nella quale non ho detto nulla di ciò che (con la consueta sicumera) mi attribuisci, e ti sfido a dimostrare il contrario:”’
        https://infosannio.com/2021/05/19/un-essere-speciale/#comment-61997

        Infatti, immagino che tu non capisca cosa tu stesso hai scritto:

        ”Un appunto: perché arrabbiarsi? Quello che sono in grado di donarti artisti di questo e di altro calibro è esclusivamente personale, e solo quello dovrebbe contare, l’eventuale successo internazionale (ma anche solo locale) personalmente mi lascia indifferente. ”
        E via così.
        Quindi è tutto un DE GUSTIBUS. E le operazioni commerciali vanno bene quanto gli artisti che non si muovono esclusivamente per portafoglio.
        E poi dici di non averlo detto eh?

        Ma proseguiamo:

        ”1. Questo l’avevo già specificato io, comunque nel tuo primo commento hai menzionato solo una nazionale e due passaggi di turno consecutivi. Resta da capire che differenza ci sarebbe, da questo punto di vista, tra un Europeo, un Mondiale e una Copa America, ma sono sicuro che ignorerai bellamente la questione, comi hai appena fatto con l’altro dato che ti ho citato, quello delle 34 partite consecutive senza sconfitte (con record di imbattibilità migliorato dopo appena quasi mezzo secolo, che sarà mai).
        Almeno potresti avere la decenza di non sostenere che mi stai rispondendo, visto che hai glissato alla grande sull’unica domanda che ti ho posto (rileggi, magari facendoti aiutare da qualcuno con almeno la terza media): Culo cosmico anche quello?”’
        Difficile spiegare questa differenza ai somari funzionali, però ci provo caro Johnny.”

        Quante probabilità hanno dimostrato squadre di ogni tipo e angolo del pianeta di passare 2 volte consecutive ai rigori?
        Facciamo che accade nell’1% dei casi?

        ”’2. Un pizzico di fortuna è quasi sempre necessario per vincere, senza è molto raro che succeda (in tutti i campi), però, per far sì che questo possa succedere, bisogna innanzitutto esserci, che può sembrare scontato ma è la parte più difficile, quella dove l’abilità è quasi sempre determinante (anche perchè, banalmente, il culo è sempre destinato a finire, prima o poi).
        Comunque, per tua norma e regola, i rigori non sono affatto una lotteria (come chi non mastica di calcio si ostina a definirli), ma uno dei fondamentali del calcio; non funzionano come alla playstation, dove se due giocatori muovono il joystick nella stessa direzione, parte l’animazione che ti fa vedere la palla dentro (oppure fuori, se non coincidono).”’

        E quanto è probabile passare pur segnando solo il 70% dei rigori?

        Ti ricordo, per xxxxa volta, che la squadra che ha perso alla C.Cup di maggio scorso ha segnato 10 RIGORI SU 10, eppure ha perso ugualmente.
        Ti dice niente o vuoi un disegnino?
        NON SI PROGRAMMANO LE VITTORIE AI RIGORI. MAI. Nemmeno ai supplementari. Adesso ti è chiaro?

        ””3. Non capisco cosa c’entri il fatto che molti atleti di discipline “povere” siano Carabinieri, ma vedere un grande disegno anche dietro a tutto questo va ben oltre i miei orizzonti e le mia capacità. Anche se fosse, mi pareva altresì di aver già chiarito (ma, visto che sei duro di comprendonio, lo ripeto) che sono duemila anni (almeno) che l’Italia funziona a panem et circenses, e quando lo spettacolo non c’è se ne monta uno apposta (non c’è mica niente di male, basta saperlo e soprattutto essere in grado di distinguere lo spettacolo dalla realtà). Se non fosse il calcio sarebbe un’altra cosa, ma, se ci pensi, anche buona parte della politica non è altro che un immenso teatrino, coi wrestler che fingono di darsele sul ring e gli spettatori in tribuna a fare il tifo.””

        Eh, ma allora sei DE COCCIO.

        Secondo te lo stato finanzia lo sport e i relativi titoli per CASO?

        Mantiene oltre 1.200 atleti per caso?

        Dà milioni e milioni al CONI per caso?

        Via, su. I motivi sono chiarissimi e offendi la tua intelligenza facendo finta di non capirli.

        Non siamo ai livelli della DDR ma non siamo nemmeno così distanti.

        Sono cose PROGRAMMATE, non sono un caso.

        Non è un caso che alle olimpiadi ci arriviamo regolarmente con una delle raprpesentanza più numerose dei giochi e poi vinciamo a stento in proporzione.

        I soldi li trovano eccome per questo tipo di attività.

        ””Non sai un cazzo di quello che penso, e il tuo riferimento (errato) sia alla grafia che al significato del mio nickname, nonostante le ripetute spiegazioni che (se fossi in grado di farlo) dovresti aver già letto almeno nel thread che vado di seguito a linkare (nel quale eri presente), è solo ulteriore conferma delle tue evidenti difficoltà di comprensione di un testo breve. Capisco che tu tenda a ricordare solo quello che ti fa comodo, ma non devi preoccuparti: son qua apposta per colmare questa tua mancanza.
        Tieni, rinfrescati la memoria (selettiva):
        https://infosannio.com/2021/04/14/due-paroline-ad-alessandro-di-battista-dalla-teoria-alla-pratica/

        Disponendo di grandi quantità di acqua e sapone, ti saluto e ti do’ appuntamento alla prossima volta che avrò ancora del tempo da buttare.”’

        Ah, non so un cazzo di quel che pensi. Ok, ho parlato con Gatto che ti ha hackerato il profilo.
        Scusa, non me n’ero accorto.

        "Mi piace"

      • @ SM:
        Pronto? Pronto? McFly? Per arrivare ai rigori, per prima cosa non devi perdere. Qua c’è qualcuno che solitamente è molto più ben disposto di me ad impartire lezioni: se ancora non capisci, puoi sempre chiedere aiutare a lui (io non sono tanto bravo coi disegnini).
        Se poi nemmeno i gusti musicali, per te, sono un DE GUSTIBUS, non so davvero come aiutarti.

        "Mi piace"

    • che dire?

      Che i tifosi si somigliano e si pigliano, Liana.

      Dragula ve lo meritate.

      E no, non venirmi a dire che ‘non ti immaginavi che avrebbe fatto così’.

      Anche i sassi lo sapevano, così come è stato anche nei decenni scorsi,quanto meno dal 1994.

      Marco Travaglio ha enunciato il pensiero più volte e ha sempre detto di tifare contro l’Italia perché è un’arma di Distazione di massa che fa la gioia dei politici contro il popolo.

      E ha ragione, purtroppo.

      "Mi piace"

      • Bene, prima pensavo che fossi solo un po’ confuso, ora penso che sei in malafede e anche che vuoi fare il figo senza potertelo permettere.
        Per essere tifosi, non c’è bisogno che l’oggetto sia una squadra di calcio.
        Si può essere tifosi di UN’IDEA, quando la si difende contro ogni evidenza come fai tu.
        Continui a ripetere ‘sta storia di Draghi collegato alla vittoria della nazionale, come se avessi fatto la più grande scoperta del secolo.
        L’ho detto e ripetuto ben prima di te, se è per questo.
        Ma il fatto che qualcuno USI qualcosa per uno scopo, non significa che quella cosa NE SIA COLPEVOLE.
        E non vorrei ripeterti l’esempio che ti ha fatto Jonny, molto calzante, devo dire… 😆
        Non riesci ad afferrare il concetto, vista la tua propensione a fare ragionamenti fallaci, o vuoi averla vinta per forza?
        Come tu ti possa permettere di attaccare Jonny reiteratamente, è poi qualcosa che attiene solo all’invidia per la sua intelligenza e correttezza.
        Abisso, proprio.
        E non ci fai una bella figura.
        Come gli inglesi, non sai perdere con dignità.

        "Mi piace"

      • MA quale idea, Anail/Liana? Quale invidia?

        Che esista un’ideologia razzista e xenofoba per cui ‘noi’ sotto la bandierona siamo bravi e gli altri pippe?

        Quando leggo post come i tuoi mi chiedo perché Elio cantò la Terra dei Cachi 25 anni fa.
        Tempo perso.
        Era meglio se cantava Italiano n.2 di Toto Cotugno.

        Quanto al rapporto causa: effetto, si può dire anche con
        https://it.wikipedia.org/wiki/Post_hoc_ergo_propter_hoc

        Tu non ci vedi la connessione?

        E quindi lo STATO che li spende a fare tutti i soldi che ogni anno dà al Coni e che li mantiene a fare tutti gli atleti nei corpi di polizia e forze armate? Per pura casualità?

        Possibile che sei così limitata?

        Possibile.

        Poi accusi gli altri che non sanno perdere con dignità.

        Che, detto da una tifosa, suona piuttosto strano.

        "Mi piace"

  2. Il calcio è un’arma di distrazione di massa non solo durante i vari tornei compreso il campionato italiano ,dove ai tifosi distratti è consentito tutto anche di sputare in faccia ai poliziotti ma il circo deve continuare anche a bocce ferme con trasmissioni TV e giornali con il paradosso del calciomercato si perché i bischeri vogliono sapere quanti milioni guadagnerà e con che squadra il tal glgladiatore .POVERA Italia.

    "Mi piace"

  3. I veri anti-italiani (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) 17 leglio 2021-

    Da una settimana i migliori pennivendoli del bigoncio ci accusano di essere anti-italiani e anti-patriottici perché non ci siamo uniti al coro di retorica per la vittoria della Nazionale (anzi di Draghi) agli Europei di calcio e alle notti magiche inseguendo il Covid. Il caso vuole che proprio un anno fa, il 17 luglio 2020, iniziasse il Consiglio d’Europa decisivo sul Recovery Fund. E fu chiaro a tutti chi fossero gli anti-italiani: non chi tifava contro una squadra di calcio, ma chi tifava contro il proprio Paese piegato e piagato dalla pandemia. Riavvolgiamo il nastro e facciamo un po’ di nomi e cognomi.
    23 marzo 2020. Dopo 12 giorni di lockdown, il premier Giuseppe Conte convince i leader di Francia, Spagna, Portogallo, Belgio, Grecia, Irlanda, Lussemburgo e Slovenia a firmare una “Lettera dei Nove” al presidente del Consiglio Europeo Charles Michel per proporre un piano di ricostruzione finanziato con gli Eurobond (o “Coronabond”).
    26 marzo. Renzi e Salvini, in Parlamento, invocano la caduta del governo e un’ammucchiata guidata da Draghi. I patrioti de La Verità titolano: “Conte pronto a svendere l’Italia. Vuole ricorrere al Mes, una trappola che ci consegnerà alla troika”. Uscito dalla bolgia parlamentare, Conte si collega con Bruxelles per il Consiglio Ue: non finisce a botte solo perché i leader sono in videoconferenza. Germania, Austria, frugali del Nord e fronte Visegrad pro Mes, Italia e gli altri otto pro Recovery (spalleggiati da Lagarde e Sassoli). Conte: “Se qualcuno di voi pensa ai meccanismi del passato, non si disturbi: ve li potete tenere, l’Italia non ne ha bisogno e farà da sé”. Merkel: “Giuseppe, il Mes è lo strumento che abbiamo, non capisco perché tu voglia minarlo…”. Conte: “Angela, state guardando alla realtà di oggi con gli occhiali di dieci anni fa. Il Mes è stato disegnato nella crisi dell’euro per Paesi che hanno commesso degli errori”. Macron: “Il Mes serve per gli choc asimmetrici su singoli Paesi. Questa pandemia è uno choc simmetrico: ci riguarda tutti”. Rutte: “Non siamo pronti per gli Eurobond, dobbiamo tenere in serbo delle armi in caso di scenari peggiori”. Sánchez: “Perché, cosa può esserci di peggio della strage che oggi attanaglia l’Europa?”. Qualcuno, visto lo stallo, propone un rinvio, ma Conte batte i pugni: “Le conseguenze del Covid vanno affrontate domattina, non nei prossimi mesi. Altrimenti cosa diremo ai nostri concittadini che ci chiederanno che senso ha questa casa comune? Non avremo risposte”. E blocca il summit col veto, rifiutando con Sánchez di sottoscrivere qualunque conclusione, finché non ottiene l’impegno dell’Eurogruppo a proporre il Recovery Fund entro due settimane.
    27 marzo. Anziché fare fronte comune col governo, che dopo anni di parole al vento difende gli interessi dell’Italia in Europa, la destra “sovranista” e la stampa “indipendente” si scatenano. Non contro il Covid, ma contro Conte. Anche a costo di falsificare, anzi ribaltare il senso del vertice Ue e di un intervento di Draghi in favore della proposta di Conte e degli altri otto governi Ue. Stampa: “Cresce il partito di Draghi”. Repubblica: “Bellanova: ‘Serve una classe dirigente all’altezza. Draghi ha sguardo lungo e coraggio’”. Messaggero: “La spinta di Draghi”. Foglio: “Il manifesto di Draghi è un perfetto programma di governo”, “Montezemolo: alleanza trasversale per salvare l’Italia”. Giornale: “Chiamate Draghi”. Verità: “Giuseppi non è capace, chiamate subito Draghi”, “Conte finge di vincere dopo aver fallito”. Libero: “L’Ue ci prende in giro e non decide nulla. Il premier fa l’offeso”.
    2 aprile. Visto che molti governi dicono no agli Eurobond per la diffidenza dei loro elettorati sul nostro debito-monstre, Conte decide di chiarire la sua proposta anzitutto alle opinioni pubbliche con una serie di interviste a tv e giornali europei (Financial Times, El País, De Telegraaf, Die Zeit, Ard, La Sexta, Süddeutsche Zeitung). E apre le prime crepe nel fronte del nord. Ma i suoi peggiori nemici sono l’establishment italiano e i suoi giornaloni, che fanno il tifo contro il governo impegnato nell’eurobattaglia mortale.
    10 aprile. Salvini scatena l’inferno. Siccome tutti i ministri delle Finanze Ue hanno deciso di eliminare una serie di condizionalità dal Mes (senza che nessuno chieda il prestito), parla di “Caporetto” per l’Italia: “Non ci sono gli Eurobond di Conte, ma c’è il Mes. Sfiduciamo Gualtieri”. La Meloni accusa l’esecutivo di aver firmato il Mes, nottetempo e di nascosto, e Conte di “alto tradimento” e “spergiuro”. Le destre, sui social, aizzano a ribellarsi contro il governo che “svende l’Italia”.
    11 aprile. Conte incontra la stampa e risponde a una domanda sulle accuse delle due destre: “Il Mes esiste dal 2012 (grazie al governo B. con Lega e Meloni, ndr), non è stato istituito ieri o attivato la scorsa notte, come falsamente e irresponsabilmente dichiarato – faccio nomi e cognomi – da Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Questo governo non lavora col favore delle tenebre. Non abbiamo firmato alcuna attivazione del Mes, l’Italia non ne ha bisogno e lo ritiene inadeguato. Per la prima volta abbiamo messo nero su bianco il Recovery. Abbiamo bisogno di tutti i cittadini italiani. Le menzogne ci indeboliscono nella trattativa”. E subito parte una canea assordante: non contro chi lancia le fake news, ma contro il premier che osa smentirle.

    Piace a 1 persona

  4. Travaglio è sempre ottimo quando ci rinfresca la memoria, rimettendo correttamente in ordine i fatti. Meno bene quando partecipa al fantarisikone retroscenistico politico italiota. Quello lo lasci pure ai cani da riporto dei poteri marci straccioni di casa nostra.

    "Mi piace"

    • Adriana rossi, leggi l’articolo e rispondi che noia, che barba… Ragazzi come siam messi male, invece di vergognarti e tacere…
      Andrea e Cagliostro questo è il vostro incapace, giuseppi!!!! Meglio il 5-10% che un dittatore pd-l!!!!! Grandi itagliani!!!!
      Sfortunatamente piove e non posso andare in vigna a disintossicarmi.
      Leggervi è molto molto triste

      Piace a 1 persona

      • Io sono uno del 40% che ha votato no al governo draghi caldeggiato da grillo e giuseppi,
        E a quel punto mi sono seduto in riva al fiume aspettando di veder passare i cadaveri, posso assicurarti che la corrente ne trascina tantissimi e e sedimenti ci avvicinano sempre di più alla grecia.
        Tutto il resto è noia, una commedia vista e rivista dove chi paga sono sempre i soliti.

        "Mi piace"

    • Luttazzi, a chi lo accusava di non far ridere rispondeva che si’, la gente su vestiva e pagava un biglietto per andare a vederlo a teatro perché tra se’ e se’ diceva ” stasera non ho voglia di ridere, andiamo a vedere Luttazzi”.
      Evidentemente non conosceva gli stalker di Travaglio, che non lo sopportano, non condivdono nulla di ciò che scrive e lo trovano perfino noioso ma sentono il dovere di dimostrare la loro pochezza con insulsi commenti

      Piace a 2 people

    • La lestofante disgraziata ci tiene a far sapere che si annoia a leggere Travaglio.
      La domanda è sempre la stessa: esticazzi ce lo metti o non ce lo metti?

      "Mi piace"

  5. Fa più che bene Marco a ricordare questi fatti, perché con Draghi la stampa sta cercando in tutti i modi di farli dimenticare e provando ad assegnare a lui e a questo sgoverno tutti i meriti del PRRN. Tra l’altro quest’ultimo è stato solo peggiorato da Mr. perfezione a favore delle solite lobbi e gli italiani possono continuare ad arrangiarsi che tanto non vedranno un euro.

    Piace a 1 persona

    • Fra qualche tempo, sarà chiaro a tutti che il Pnrr (segnatamente la sua gestione, saldamente nelle mani di Confindustria) si sarà trasformato in un vantaggio per pochi, e in un’immane fregatura per molti.
      A quel punto, la rabbia popolare monterà, e quello sarà il preciso momento in cui tutta la cosiddetta informazione mainstream ne attribuirà finalmente a Conte la piena paternità (trasformata in colpa, ça va sans dire).

      Piace a 1 persona

  6. Bravo MT a riportare cosa è veramente successo, ma ha tralasciato MERDANA (esempio di disinformazione all’italiana).
    che durante una delle sue solite dirette (caso strano che io l’abbia visto),
    in occasione in cui CONTE ha fatto il nome dI Salvini e Meloni per rimproverargli di dire delle MEGA-FANDONIE loro sì anti-italiane, lo ha contestato e lamentato di non essere stato avvisato in tempo per censurarlo.

    Riguardo all’anti-italianità per odio nei confronti dei tuoi avversari politici, è dal Rinascimento che esiste questo fenomeno indegno, gli ultimi esempi? PRO E CONTRO BIDEN-TRUMP come se loro non facessero cmq gli interessi propri. Fino ad arrivare agli estremi di partecipazione a guerre di cui non c’entriamo un caxxo, oppure nella follia dell’ultima guerra civile pro o contro i nazisti.

    E ora i due VERI anti-italiani si alleano con ORBAN & C., che hanno fatto di tutto per ostacolare le richieste italiane di cui ora ne godono i frutti, ma solo 1% dell’informazione lo ricorda.

    Piace a 5 people

    • Anche io lo vidi, per poco non mi veniva un ictus, parlò di un comizio elettorale, se non sbaglio.
      Ad ogni modo la nostra friend (mia e tua, Adriano) la sera stessa parlò di censura, e lui andò da Cairo a dimettersi. Pare che nientedimeno lo abbia pregato di restare.

      "Mi piace"

      • paolapci
        faccio fatica a credere che lui abbia “tentato” di dimettersi, sarà andato a pignucolare per il supposto “sgarbo”
        Lui in realtà non si è MAI dimesso da niente, ha sempre trovato il modo di ottenere una forte liquidazione monetaria, passando per vittima.

        PS
        Im Moment ist sie deine Freundin, nicht meine
        Tschuss

        solidarietà agli abitanti della zona per l’incredibile disastro meteo

        Piace a 1 persona

      • Sì preciso, una finta, un po’ come ha fatto Massimino d’urso perché Dietlinde non lo ha chiamato per manifestare solidarietà per la scorta. Ah ah ah!
        Quanta presunzione, tanto disagio.

        "Mi piace"

    • Adriano, hai fatto benissimo a ricordare l’episodio!

      Io ricordo lo step successivo ovvero M.T. che, giustamente, tira le orecchie a Mentana nei giorni successivi.

      Poi c’e’ ancora uno lo step:
      avete mai piu’ visto M.T. ospite di Mentana???

      Sorgi e Damilano, Damilano e Sorgi, Labate e Bechis, Bechis e Labate, Sorgi e Damilano, Damilano e Sechi, Sechi e Labate, Bechis e…etc etc…

      "Mi piace"

  7. a proposito di CIRCENSES

    I nostri DEMAGOGHI trovano sempre l’occasione di intestarsi qualsiasi vittoria o sconfitta che sia.
    Mi ricordo che il CAZZARO NERO sbeffeggiò ZOFF per aver perso la finale dell’europeo 2000, per non aver inserito GATTUSO negli ultimi 5m.
    ZOFF, che è un UOMO e non un paraculo, dette le immediate dimissioni.
    Per non parlare di quello che passò Del Piero, massacrato, offeso e denigrato ad oltranza per aver sbagliato 2 tiri che potevano essere altrettanti goals.

    "Mi piace"

  8. Articolo di Travaglio da stampare e tappezzarne paesi e città per ricordare a tutti di che gente è fatta l’accozzaglia renziansalvinianberluscomeloniana & c.

    Ma soprattutto per ricordare chi è il vero deus ex machina del recovery plan e quante schifezze sono state scritte contro Conte dalla indecente e prezzolata stampa italiana. Da vomitare

    Piace a 2 people

  9. Come è faticoso ricordare ! L’oblio è un ottimo tranquillante,ci rende miti e obbedienti .

    "Mi piace"

  10. “Alleanza Renzi-Salvini? Palese che ci sia un fidanzamento in corso. Renzi sta andando dove lo porta il cuore, ovvero in un centro che stia con la destra”. Pier Luigi Bersani si esprime così sul quadro politico che vede i due leader di partito sempre più coesi. Secondo Bersani, è in atto un avvicinamento tra il leader della Lega e quello di Italia Viva “per il Quirinale ma anche per riequilibrare il peso della destra meloniana, per spostare il baricentro del centrodestra. Renzi sta andando dove lo porta il cuore e dove il cuore lo porta da quel dì… in un centro che sta con la destra”, dice a L’Aria che Tira su La7.
    “Quelli che dicono ‘ritocchiamo’, vogliono fare un trappolone. La verità più semplice è che se tutte le forze politiche che hanno votato il ddl Zan alla Camera, lo votano anche al Senato, la legge passa”, aggiunge Bersani soffermandosi sul provvedimento in discussione al Senato. Renzi ritiene indispensabile un accordo per portare la legge al traguardo. Anche oggi, Salvini ha ribadito di attendere una chiamata dal segretario del Pd, Enrico Letta.”

    Alla domanda del conduttore , Bersani cosa ne pensa della pace fatta fra Giuseppe Conte e Beppe Grillo? .
    Bersani, “quello di cui gode Giuseppe Conte è un consenso vero, la gente è consapevole che Giuseppe Conte è stato il primo a cambiare la visione della politica nell’Unione Europea e a portare a casa 200 miliardi……
    Cosa avrebbe detto in più se in quel momento …….. click sparisce dallo schermo
    Oh si dispera il conduttore caduta la linea….. Pubblicità , Avanti un altro !

    Sondaggi, Draghi in testa per la fiducia nei leader con 77 punti,
    Sostegni bis
    Scuola, altri 6 milioni per acquistare i banchi (a rotelle e non)
    Stanziati 6 milioni per le scuole «che necessitano di completare l’acquisizione degli arredi scolastici».

    12 luglio 2021 – ilsole24ore

    “Era più o meno 1 anno fa quando la politica italiana si divideva sulla necessità di dotare le scuole italiane di 2,5 milioni di banchi (a rotelle e non) per rispettare il metro di distanza e accogliere quanti più alunni possibili in presenza. Con ironie, polemiche e frecciate che hanno inseguito l’ex ministra Lucia Azzolina nei mesi successivi all’abbandono dell’incarico e alla caduta del governo Conte-bis.

    Anche per questo sorprende scovare tra le pieghe del decreto Sostegni-bis uno stanziamento di 6 milioni di euro per le scuole «che necessitano di completare l’acquisizione degli arredi scolastici» introdotto con un emendamento in commissione Bilancio alla Camera.

    Pur non parlando di banchi è chiaro che la misura si riferisce principalmente alle sedute per gli alunni: lo strumento più facile per consentire ai dirigenti scolastici di conciliare i tanti alunni da ospitare in ogni classe e i pochi spazi a disposizione. Sei milioni che si sommano ai 318 spesi l’anno scorso, stando ai dati diffusi dalla struttura commissariale a febbraio 2021, di cui 119 milioni per i 434mila “a rotelle” e 199 invece per i 2,1 milioni tradizionali.”

    "Mi piace"

  11. Abbiamo molto semplicemente un governo anti-italiani.
    Purtroppo M5S compresi, almeno finchè non smettono di sostenerlo.

    Il sistema che comanda il paese da decenni ha voluto e messo draghi al timone, e draghi lavora contro la popolazione ma a favore del sistema che lo ha messo al potere (ovviamente, aggiungo).

    Mi ricorda berlusconi e la villa comprata in saldo dalla contessa minorenne e orfana, approfittando del fatto che aveva come tutore legale previti.
    Qui abbiamo gente occulta che legalmente si mangia il paese approfittando del fatto che è gestito da loro uomini.

    Maledetti.

    "Mi piace"

  12. di Barbara Spinelli, «Il Fatto Quotidiano»,

    “Il Comma 22 è la trappola che i 5 stelle hanno deciso di tendere a sé stessi, il giorno in cui i propri ministri hanno approvato la sbilenca riforma Cartabia con ripristino della prescrizione. La logica della sopravvivenza richiederebbe che il M5S smentisca i ministri in Parlamento e che Draghi sia abbandonato al suo destino, se la legge passerà. Ma non sarà questa la scelta perché il fondatore Grillo continua a sostenere Draghi “whatever it takes”, e perché Conte è un leader che al momento può solo parlare, non agire. Questo il “Catch 22”, e in gioco non è solo l’affossamento della riforma Conte-Bonafede. Sono in gioco il decreto dignità, il reddito di cittadinanza, oltre a tutto ciò che il Movimento ha già perduto. Dicono le cronache che Draghi avrebbe detto, ultimamente: “Senza il M5S il governo non esiste”. Davvero? Ne ha bisogno per cosa, se non per il Quirinale? L’occasione per alzare la testa il Movimento l’avrebbe. Ma finché di teste ne ha due non può far altro che affogare.”

    Piace a 1 persona

  13. “Da una settimana i migliori pennivendoli del bigoncio CI accusano…”: CI chi?

    Pluralis maiestatis?

    E’ diventato il Papa!

    "Mi piace"

  14. Condividere l’editoriale di Travaglio e far girare a tutti nostri contatti. È un dovere civico da non mancare.

    "Mi piace"

  15. “Loro non si arrenderanno mai, noi neppure”

    Bello no? Suona molto bene come inno di battaglia. Dipende però da come il M5* vuole applicarlo in questa fase e dopo l’esperienza di un certo percorso post elettorale. Se sfidi le forze (soverchianti) sul terreno che loro ti obbligano a percorrere e in campo aperto, verrai annientato. Col vaffa non li spaventi di certo, hanno posizioni di assoluto dominio. Però, conflitti di questo tipo, sulla carta assolutamente impari, sono stati vinti lo stesso, usando una sola tattica: la guerriglia. E qui va specificato un discrimine: se è una guerriglia attuata per scopi infimi avrai un seguito insufficiente. Se le azioni di disturbo sono invece motivate da fini nobili e facilmente riconoscibili il successo è certo.
    Il M5* si decida (e in fretta) perché gli avversari non si arrenderanno mai e il 99% del sistema mediatico lo avrà contro sempre e comunque, qualsiasi cosa faccia. O mancano le prove?
    (Esempio pratico: pinocchio applica questa tecnica ma è evidentemente mosso da scopi abbietti, infatti è il politico più detestato del paese. Se il M5* si batte per una giustizia giusta, per la difesa delle PMI, dei più deboli ecc , può perfino puntare ad azzerare il PD, o perlomeno a ridimensionarlo fortemente. Basta che si diano una svegliata sul serio).

    Piace a 1 persona

  16. Thomas Bernhard: “È sempre stata attribuita allo sport, in ogni epoca e da ogni governo, un’importanza grandissima, per la buona ragione che lo sport intrattiene e obnubila e rimbecillisce le masse, e in primo luogo le dittature sanno bene perché sono sempre e in ogni caso favorevoli allo sport. Chi è per lo sport ha le masse al suo fianco, chi è per la cultura ha le masse contro, e per questo tutti i governi sono sempre per lo sport e contro la cultura. In ogni epoca e in tutti gli Stati le masse vengono accalappiate mediante lo sport, e non c’è Stato che possa dirsi così piccolo e insignificante da non sacrificare tutto allo sport”

    Capito, cari CRETINETTI?

    O è troppo difficile?

    "Mi piace"

    • Ritualitá, cultualitá, riti collettivi… Ma cosa sono?

      Il nostro piccolo amico Gatto Coso ce ne parlerá in questa puntata di Dado Magico condotta da Peter Kolosimo.

      "Mi piace"