Svacanzare nei lidi più esclusivi di Forte dei Marmi rimane roba da nababbi

(lanazione.it) – I più informati raccontano di una tenda affittata a mille euro il giorno. Il gazebo arriva a 400 euro. Prezzi all’altezza dei servizi offerti dal Twiga di Forte dei Marmi, un must per i vip e i Paperoni di tutta Europa, che quando arrivano sulla costa eleggono a tappa fissa della loro vacanza estiva.

E pensare che se non fosse per questi ambienti per pochi eletti, Forte dei Marmi avrebbe tariffe anche per i comuni mortali. Tuttavia non c’è soltanto lo stabilimento balneare di Flavio Briatore e Daniela Santanchè. I bagni vip non hanno un tariffario pubblico, tendenzialmente a trattativa privata col cliente. I più, quelli delle ville di Roma Imperiale, strada dove c’è la crème de la crème di Forte dei Marmi e degli alberghi extra lusso come l’Imperiale, vanno a stagione intera: nei bagni più esclusivi 20-25 mila euro a stagione con cabina, considerando che strutture come lo stesso Twiga e AlpeMare fanno servizio bar al tavolo della tenda.

Un giornaliero, magari non a luglio o agosto quando sono pieni, viene a costare anche 150 euro. La sorpresa: i bagni veramente esclusivi non hanno ombrelloni, ma solo tende; un mensile può arrivare a costare attorno ai 7-8 mila euro. C’è poi il lusso del lusso: dal 2019 il Twiga ha messo in riva al mare la tenda araba multicomfort (quasi un monolocale con tende impalpabili, letti, sdraio, tavoli e di tutto di più) a 1000 euro al giorno, e il gazebo arabo, più piccolo, a 400 euro al giorno.

Per quanto riguarda Forte dei Marmi, a sentire i balneari i prezzi sono economici, quasi popolari. In una media presa a campione, e quindi non scientifica, un ombrellone giornaliero, a giugno e settembre, viene a costare 40 euro, a luglio e agosto 10 euro in più. Per il mensile ci vogliono rispettivamente 700 e 900 euro in media. Per la stagione si va sui 2500 euro. Con la cabina i due mesi più ’calmi’ si spende 55 euro, 60 a luglio e agosto. Con il mensile si sale a 800 e 1200 euro. Stagionale 3100 euro.

Nella costa apuana, Marina di Massa e le sue 120 concessioni e un litorale di 7,5 chilometri vede la media per un ombrellone giornaliero intorno ai 40 euro, con cabina 60 euro. I mensili, luglio e agosto 600 euro, con cabina 800 euro. La stagione viene a costare all’appassionato di mare circa 1400 euro in media, 2mila con cabina. Carrara: prezzi invariati. L’ombrellone giornaliero in media costa 28,50 euro e l’ombrellone con inclusa la cabina sale a 44,50 euro. Giugno 425 euro, 575 euro con cabina.

A luglio 587,50 e 782,50 euro con ombrellone e cabina. I prezzi salgono ad agosto, 600 euro di abbonamento per ombrellone senza cabina, 807,50 euro di media con l’aggiunta della cabina. Stagionale estivo: 1305 euro con ombrellone senza cabina e di 1975 euro 

Se per affittare un ombrellone e due sdraio a Livorno si va a pagare in media 25 euro, il litorale pisano, ovvero Marina, Tirrenia, Calambrone e Marina di Vecchiano, con circa 100 concessioni balneari, si può affittare un ombrellone giornaliero a 15 euro, con cabina 22. Il mensile di giugno 220 euro, con cabina 280. A luglio e agosto il mensile sale a 330, con cabina 575 euro. Stagionale, ombrellone 860 euro, con cabina 1350.

La Spezia vanta una striscia di stabilimenti dal livello qualitativo da bandiena blu, tanto da arrivare a 40-50 euro giornalieri. Per salire di quota e volare davvero altissimi c’è l’Eco del Mare nel comune di Lerici. Una spiaggia storica che ospita grandi nomi del mondo dello spettacolo e industria. Soltanto una giornata in spiaggia può arrivare anche a 200 euro così come una notte in una suite che si affaccia sul mare si aggira sui 900 euro.

Categorie:Cronaca, Inchieste, Interno

Tagged as: , ,

6 replies

  1. fanno bene, se trovano i paperoni che ci vanno, ammesso che abbiano guadagnato quei soldi senza “barare”, ci saranno anche bagnine esco.., esclusive, roba da mr pompetta. Immagino che sia tutto fatturato, magari intestato alla società che ti procura la barchetta. Strafogatevi voi ed i vostri soldi. Invidia? Il forno incenerisce anche quelli. Sarete voi ad invidiare il mio tonno e cipolla la mia pasta e fagioli, proooot……..alla vostra.

    "Mi piace"

  2. Preferisco le spiagge tra Chia e Porto Teulada . Su Portu, Sa Colonia, Capo Spartivento, Cala Cipolla , Su Giudeu,
    La Tuerredda, spiagge e insenature, promotori, paesaggi spettacolari , dune, mare favoloso e PACE.
    Altro che Twiga tende e gazebo .

    Piace a 2 people

  3. Vorrei proprio sapere quanto pagano di tasse questi banditi legalizzati, che si appropriano di spazi pubblici liberi in quasi tutti i paesi civili

    "Mi piace"

    • Da quello che emerse l’anno scorso riferibile al Billioner, dove scoppiò il covid 19 estivo, il suo patron non paga tasse in Italia…
      Per chi si avvale di cotanto sfacciato esibizionismo, da alloggiare sotto un gazebo o tenda (sigh!) araba, probabilmente questi lussi se li paga con i soldi risparmiati dell’evasione fiscale. Sto in Sardegna da tempo e molte delle barche che sfrecciano in questo mare argenteo, sono frutto di questi ladrocini che vengono anche vergognosamente confessati.
      Qualche anno fa fui invitata in Versilia ed ebbi modo si vedere il Twiga, tutto ok riguardo al lusso, ma la spiaggia davanti sempre bagnata o umidissima e un mare troppo poco pulito, non ne vale la pena… La puzza di umido non la puoi nascondere con lo Chanel n:5.

      "Mi piace"

  4. Vorrei precisare che il twiga è a Marina di Pietrasanta e l’hotel Imperiale non è a Roma imperiale ma è di fronte al municipio saluti

    "Mi piace"