I partiti che niente vedono

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – Certo, fosse stato di un partito di destra, ma anche del Pd o di Italia Viva, il deputato siciliano Davide Aiello adesso non saprebbe come rispondere a tutti i messaggi di solidarietà, agli atti di stima e di incoraggiamento a non mollare dopo che in mezzo a una piazza l’hanno aggredito per aver denunciato in Parlamento gli intrallazzi del Comune di Casteldaccia, in provincia di Palermo.

Invece Aiello è stato eletto nei 5 Stelle, e non nei partiti dove nessuno prende schiaffi perché nessuno denuncia niente. Dunque per la solidarietà Aiello si deve accontentare di Conte, Crimi, Di Maio, D’Uva, Morra e tanti altri solo del Movimento, se si fa eccezione per qualche esponente locale. Ma che ha fatto questo onorevole sconosciuto ai più e perché questa storia è esemplare?

Aiello ha osato mettere a verbale alla Camera che alle elezioni del 2018 a Casteldaccia ci furono episodi di voto di scambio, com’è d’altra parte nella migliore tradizione di un’area dove da sempre pesano mafia e il malaffare. Per questo è stato avvicinato e preso a “tumpuluni” (ceffoni) in mezzo alla strada, dopo essere stato avvisato che “A Roma sbagghiau a parrari” (e qui la matrice del gesto si comprende bene quanto il dialetto).

Quello che più impressiona, al di là dell’ennesima prova provata che i 5 Stelle se non si difendono tra loro non troveranno mai altri ad aiutarli, è che in certe parti del Sud la mentalità mafiosa è dura a sparire, e persino un deputato alla prima legislatura, senza incarichi di rilievo, è un pericolo da fermare. E se questo i partiti non lo vedono e solo perché non lo vogliono vedere.

8 replies

      • Adriano, è Roberto Lipari, comico di razza, genio assoluto.
        Vinse un concorso per comici su la 7, anni fa.
        Ha un’intelligenza brillante, non è solo un comico, ma tocca sempre temi profondi.
        Io lo adoro.
        Ps l’ha annientato! 🤣😆🤣

        "Mi piace"

  1. I partiti sono solo il braccio lungo del malaffare,
    Peccato che anche molti portavoce del mv anelino a diventare tali,

    "Mi piace"

    • Guardi che Sor Petullà parlava proprio de quelli come Lei.
      Ma quanno li commenta ‘sti articoli riesce a capi’ armeno quello che legge. Se mai li leggesse?

      Piace a 2 people

  2. Fatte le debite proporzioni, mi ricorda una vittima della mafia che aveva il papà in politica e voleva cambiare i metodi usati da quest’ultimo, leggi appunto voto di scambio. Ora il fratello è un pezzo grosso

    "Mi piace"

  3. Caro Fos il personaggio a cui si riferisce è a molti noto in specie in Sicilia. Ma l’articolo di Pedullà riporta un episodio di cronaca e di malcostume pseudo mafioso che ha colpito un parlamentare del M5S in un territorio del palermitano dove i comportamenti mafioso delinquenziali tardano a scomparire, nel silenzio delle altre forze politiche e della maggior parte dei media. Questa è purtroppo l’aria che tira in una coltre di silenzio e ipocrisia.

    "Mi piace"