Il nuovo M5S di Conte: segreteria coi nominati. Doppio mandato: deroga ai “meritevoli”

(Marta Vigneri – tpi.it) – Dopo il divorzio di Davide Casaleggio dai pentastellati, la nuova struttura del M5S è pronta ad essere lanciata dal suo leader in pectore, Giuseppe Conte: l’ex premier pensa a una linea in parziale continuità con il passato, ma orientata al “2050”, la cifra che figurerà in basso al nuovo logo al posto della scritta “ilblogdellestelle”. Sono pronti lo Statuto e la Carta dei Valori, ma resta ancora il nodo del doppio mandato.

Il modo in cui Conte è intenzionato ad affrontare la questione nella lotta tra rigoristi e coloro che invece vedono la regola come una zavorra è rappresentativo del nuovo corso che l’ex avvocato del popolo vuole imprimere al partito: all’insegna della moderazione e del compromesso, in linea con lo stile che ha mantenuto anche durante i due mandati da premier.

Sul limite dei due mandati l’ex premier ha anticipato che farà una sua proposta: questa dovrebbe prevedere deroghe per “salvare” alcuni  meritevoli  – circa una ventina, riporta Repubblica – ma anche che la base voti sulla piattaforma messa a punto dalla nuova squadra per decidere in via definitiva se superare o meno il vecchio dogma. Una soluzione per non scontentare Beppe Grillo, contrario alla rimozione del limite, ma neanche chi dice che è arrivato il momento di andare oltre.

Per la fase di “maturità” del movimento Conte ha poi deciso di dotarsi di una segreteria. La squadra che lo affiancherà dovrebbe essere composta di cinque o sei membri: tre nominati dallo stesso leader (si parla già di Lucia Azzolina e Chiara Appendino) e il resto votati direttamente sul web dagli attivisti del M5S.

Un “mix equilibrato” che dovrebbe riguardare anche il Consiglio nazionale, che sarà in parte composto dai portavoce nelle istituzioni e in parte, anche in questo caso, da persone elette dagli iscritti. Per riflettere la forma di un partito che, pur stando al governo, è ancora capace di dare battaglia.

Sulle alleanze, il leader in pectore nelle varie interviste rilasciate finora ha fatto sapere che il M5S vuole parlare anche all’elettorato moderato. Significa cioè che non starà sempre con il centrosinistra. E da Napoli – unica città in cui Pd e M5S correranno insieme alle elezioni amministrative in programma ad ottobre – dopo aver lanciato la candidatura di Gaetano Manfredi Conte darà il via al suo tour estivo.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

42 replies

  1. Forte, i meritevoli, una 20ina,
    Sempre piu il messia caduto dal cielo,
    Ne sentivamo il bisogno, soprattutto il mv5 * con la sua presunzione della DD cosa poteva sperare in meglio, un capo politico autoproclamatosi e un braco di decerebrati orfani del re che gia l’osannano a prescindere.

    "Mi piace"

  2. “Sul limite dei due mandati l’ex premier ha anticipato che farà una sua proposta: questa dovrebbe prevedere deroghe per “salvare” alcuni meritevoli – circa una ventina, riporta Repubblica”.
    Sempre che la notizia riportata da Rep sia vera, la proposta potrebbe essere tradotta così: “questa dovrebbe prevedere deroghe per “salvare” la casta – circa una ventina di mandarini, riporta Repubblica”.

    "Mi piace"

  3. Veramente inde fesso, non perde un colpo, qualsiasi cosa faccia Conte è sbagliata, fa concorrenza all’occhialuto o è lo stesso? Da chi prende la paga Sig. Troll ?

    "Mi piace"

    • @Luigi
      Se si riferisce a me, non ho mai né pensato né mai detto che qualsiasi cosa faccia Conte è sbagliata. Il Conte II è stato (in parte) anche il mio governo. Sul limite dei sue mandati dico la mia: ammiro e stimo molto di più i durissimi e purissimi elettori del M5S (che un po’ di dignità ancora ce l’hanno) che tutti quelli che cominciano a dire “ma si, in fondo…”, oppure “in effetti, perché farsi male da soli?”, o ancora “ma tutto quello che hanno imparato in tutti questi anni… “, avallando in questo modo la più grande presa per il culo politica mai vita in Italia. Le è chiaro?

      "Mi piace"

      • E lei pensa Federico, che concetti così basilari possano essere recepiti da questo branco di IDI0TI (di cui, per un motivo o per l’altro, non salvo quasi nessuno)? Loro non si abbassano a certe banalità, loro svolazzano nell’Empireo della politica con la M maiuscola, mica hanno tempo da perdere dietro queste utopie. Che poi, il letamaio faccia da Empireo è cosa scontata quando si ha a che fare con delle mosche invece che con delle persone. Queste sono la modernità, la democrazia, il progresso, la scienza, i sentimenti, la conoscenza, l’intellettualità, la cultura, l’erudizione: nugoli di mosche che migrano da una merd4 all’altra e che lasciano vermi come prole, dddiccui questo blog ha degli illustrissimi esempi!

        "Mi piace"

      • @ Federico C:
        Esagerato. La più grande presa per il culo politica mai vista in Italia è, senza dubbio e di gran lunga, il voto per Ruby nipote di Mubarak, seguita dal milione di posti di lavoro (mai visti) e dal licenziare per poter assumere, il famoso (blow) jobs act, tanto per completare il podio (medaglia di pontedilegno per il federalismo fiscale barattato in cambio di una ristrutturazione edilizia e investimenti diamantiferi farlocchi).
        Non continuo l’elenco perchè il ricordarle tutte mi urta i nervi, ma la rinuncia alla regola dei due mandati, al massimo, è da top ten.

        Piace a 3 people

      • @Federico C: e fa molto, molto male a concederglielo! A parte che essere inserita nella top ten da un tifoso (con buona pace di JD) è un bel traguardo, visto le miriadi di nefandezze di cui il PIRLAMENTO itaGliano si è fatto garante, la più grande presa per il culo politica mai vista in Italia di cui si tratta, non riguarda la cosa in sé, ma la sua provenienza! Non le debbo certo spiegare cose che sa già, e nemmeno che l’ipocrisia è di gran lunga peggiore dell’arroganza, Dante docet… Si faccia coraggio dunque e faccia meno il doroteo se vuole essere incisivo un minimo…

        "Mi piace"

      • Sor Federico C. Me sembra che sia stato abbastanza chiaro, anche se forse la pensiamo diversamente su ‘sta storia dei 2 mandati, quinni nun me riferivo a Lei na’ frasetta qui sopra.
        Ma mentre “i durissimi e purissimi elettori del M5S” stanno a litiga’ su concetti etici, sui quali molti de’ questi potremmo pure trovarce d’accordo, l’artri, Lega e FI, stanno aumentando ogni giorno er numero d’annessioni. E nun me riferisco a li sondaggi o le intenzioni de voto da’ gente, quello in democrazia ce po’ pure sta’, ma intendo una transumanza strana che c’è stata, e continua a esserce nelle Regioni der Sud.
        Se vada e vede’ quali politici, per lo più ex Forza Italia o PDL ma nun solo, nei piccoli comuni e città son sartati sur Carroccio e in FI, e forse capirà de che sto a parla’.
        Lei crede veramente che mo’ er problema è quanti anni sta in carica un politico de M5S?
        Ner 1947 per er Piano Marshall avevamo Alcide de Gasperi e Luigi Einaudi che se la cavarono creando la DC e impedendo di fa’ governa’ ar PCI. Giusto o sbagliato nun lo so’ nun so’ ‘no storico, so solo quello che mi’ raccontò mi’ Nonno.
        Fatto sta che l’Italia con tutti li difetti e la gentaglia che conosciamo passo da un Paese analfabeta diviso per “Usi e Costumi” a la “Dolce Vita” in meno de 2 generazioni.
        Ora ce so’ 209 miliardi a disposizione. A chi li vole fa’ gestire? Questa è la vera domanda.

        Me scuso pe’ la logorrea e pe’ ‘ste banalità che tutti sanno.

        "Mi piace"

      • @Gatto
        “Non le debbo certo spiegare… che l’ipocrisia è di gran lunga peggiore dell’arroganza”. No, infatti.
        Inoltre, come lei stesso ha scritto, inserire la pagliacciata dei due mandati nella top ten, equivale ad aver sottoscritto le mie parole.

        "Mi piace"

      • @ Nico Giraldi:

        Ora ce so’ 209 miliardi a disposizione. A chi li vole fa’ gestire? Questa è la vera domanda.

        A Confindustria, questa è la vera risposta. Hanno già cominciato, e ora come allora la greppia viene prima della democrazia.

        @ Dorotei (veri, presunti o mancati): “al massimo, è da top ten”.

        Piace a 1 persona

  4. Purtroppo è diventato l’ultimo salvagente a cui aggrapparsi per non morire disintegrati. Il marasma anarcoide è diventato incontenibile e incontrollabile.

    "Mi piace"

    • Insisto?
      E quando mai,
      Io rimango fedele al mv5 * ai suoi valori e ai suoi capisaldi 2 mandati e un capo politico eletto dagli attivisti e che dal febbraio 2020 è vagante chissa perché ,
      giuseppi si spaccia x capo politico del mv5 * senza esserne ne nominato ne votato, parla a nome e per conto del mv5 * senza esserne iscritto,
      Ama la poltrona? Bene, si faccia il suo partito si circondi di chi vuole e chi lo ama lo segua e lo voti ma abbia almeno il buon senso di non parlare a nome del mv5 *.

      "Mi piace"

      • No, puoi parlare solo TU, LEGHISTA, a nome dei 5s.
        Ma per carità.
        Glielo hai detto, agli astanti, che hai votato LEGA e ora mediti di votare la Melona?
        No, così, giusto per chiarezza e ONESTÀ, ONESTÀ, ONESTÀ.

        Piace a 1 persona

      • Cagliostro & Gatto
        Guarda che si scrive VACANTE, non vagante.
        Ci penso io ad informarti, visto che Gatto si applica solo con noi e mai coi FINTI 5S FASCIOLEGHISTI come te e con i DESTRORSI CONCLAMATI/ITALOMORTI del BLOG.
        Poi dici che non fai cricca.
        Nico parlava con Cagliostro, perché ti ficchi a rispondere per lui, se non ti ritieni facente parte del SUO BRANCO?

        "Mi piace"

      • @Anail: a parte che se lo metti qui il commento, non si capisce più nulla, ma mi domando: esiste un divieto su Infosannio di commentare se non si è direttamente implicati? E quando si intervine in tale modalità, bisogna per forza appartenere a un BRANCO? Ma le vedete le assurdità che scrivete o lo SCOTOMA è sempre in agguato? E a proposito:

        “visto che Gatto si applica solo con noi e mai coi FINTI 5S FASCIOLEGHISTI come te e con i DESTRORSI CONCLAMATI/ITALOMORTI del BLOG.”.

        https://infosannio.com/2021/06/09/piove-campidoglio-ladro/#comments

        Fate pace con quel poco di anima che vi è rimasta…

        "Mi piace"

    • E vabbè. Mo’ ne siamo informati. La ringrazio. Aveva e continua a’ avè ragione Lei.
      Ma pe’ carità se cerchi ‘na donna, o un’omo, invece de se masturbà tutti li giorni davanti a noi.

      Piace a 1 persona

      • Ma magari! Armeno ce se farebbe due risate.
        Er problema è che nun c’è gnente da vede’. E anche se fosse, nun se vedrebbe gnente lo stesso perchè ‘na prima fila ce sta Lei e tutti li artri a urla’ e a fa’ er tifo.

        "Mi piace"

      • “Er problema è che nun c’è gnente da vede’ …”: a commissa’, niente, niente che lei legge in “brail”?

        ” ‘na prima fila ce sta Lei e tutti li artri a urla’ e a fa’ er tifo.”: ahahah, pagliuzze e travi, commissa’, pagliuzze e travi…

        "Mi piace"

      • Ma manco quanno spara fregnacce nun riesce a fa’ ‘n piccolo sforzo mentale!

        STATURA
        Er vecchio Nano de la pantomima,
pe’ comparì più grande e più importante,
        se fece pijà in braccio dar Gigante:
ma diventò più piccolo de prima.
        (Trilussa)

        Piace a 1 persona

      • Riposto per ristetto a Sor Trilussa che er blog ma levato tutti li spazi.

        STATURA
        Er vecchio Nano de la pantomima,

        pe’ comparì più grande e più importante,
        se fece pijà in braccio dar Gigante:

        ma diventò più piccolo de prima.
        (Trilussa)

        Piace a 2 people

    • “Decerebrati” con la R(👏🏻👍🏻) l’hai imparata dalla gazzella/birilla?
      Per fortuna c’è gente intelligente e colta come voi (qualcuno ha persino la 3a media!) a tirare su le sorti del blog…eravamo disperati, prima…cioé, tipo AVANTIERI, quando siete arrivati in blocco a portarci la cultura!
      Come siamo fortunati…🙄😒🤨
      … ad avere chiari esempi di come NON essere. 😝😆🤣

      "Mi piace"

  5. Mettiamoci anche questa notiziola

    Mose, il Governo sblocca 538 milioni di euro per finire i lavori. E lo Stato rinuncia (per ora) al credito verso il Consorzio Venezia:

    Nel 2001, l’architetto Fernando De Simone, rappresentante in Italia dei gruppi olandese Tec e norvegese Nordcosult, presentò all’allora sindaco di Venezia Paolo Costa un progetto di dighe stile Rotterdam che avrebbero avuto un costo complessivo di 1 miliardo e 200 milioni di Euro,

    Dopo l’alluvione del 1966, l’idea del Mose ha preso piede negli anni ‘80 con il progetto iniziale che prevedeva costi pari a 3.200 miliardi di lire. Con i lavori iniziati nel 2013, al momento però sono stati spesi circa 5,4 miliardi di euro ma l’opera non è stata ancora ultimata con il computo totale che potrebbe arrivare a 6 miliardi.

    In totale però nel bilancio del Consorzio Venezia Nuova (concessionario dell’opera) sono stati iscritti lavori per un costo di quasi 7 miliardi di euro. Quando entrerà in funzione, si stima poi che la manutenzione del Mose costerà 100 milioni di euro per ognuno dei 100 anni in cui dovrebbe restare in funzione.”

    Cosi si fa e si farà anche in futuro, perchè ci saranno sempre loro a governarci .
    E noi stiamo a discutere di duri e puri .

    Piace a 4 people

    • Io vorrei fosse piu’ diffuso il sentimento della disistima per chi nei discorsi programmatico-elettorali non inserisce la denuncia dei fallimenti come il Mose, al limite condendolo semplicemente con estratti dalle sentenze.

      E diamine, le mosche!

      "Mi piace"

    • Nun avevo ancora letto er Su’ commento su li “duri e puri, artrimenti me sarei potuto risparmia’ tutta la pappardella che ho scritto sopra. Li mortacci mia. 😉

      Piace a 2 people

  6. Delle sciocchezze autentiche buttate li per far parlare noi lettori del nulla. Conte dovrebbe legittimare il proprio ruolo attraverso varie fasi,tra le quali il chiarimento su argomenti chiave(terzo mandato si o no?,espulsi antidraghi dentro o fuori? Movimento o partito? da soli o strategicamente con il pd?) chiedendo poscia il consenso degli iscritti sulla propria candidatura a capo politico in conseguenza di ciò,cioè della propria idea di movimento e progetto politico e non come giudizio sulla sua persona.

    "Mi piace"

    • Cesare
      Ha già detto che si presenterà per illustrare il programma e poi si darà luogo alla votazione.
      Sui 2 mandati ha già detto che NON sono nello statuto del M5S, credo che intendesse quello vecchio, ma, dal tipo di risposta che dà sempre, suppongo che non lo voglia identificare come essenziale, quindi che lo ritenga modificabile, anche se previa votazione da parte degli iscritti.

      "Mi piace"