Processo a punti

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Abbiamo sempre sostenuto che questo governo non dovrebbe neppure sfiorare la Giustizia, visti i guai con la medesima dei leader di tre partiti che lo sostengono: il pregiudicato e plurimputato B., l’imputato Salvini e l’indagato Innominabile, senza contare il resto della truppa.
Ma ora, lette le proposte sul processo penale della commissione Lattanzi voluta dalla cosiddetta ministra Cartabia, un’altra formidabile ragione sconsiglia a lorsignori qualunque iniziativa: il pericolo che, quando le autorità europee le leggeranno, muoiano dal ridere.

Già il fatto che l’Europa possa darci lezioni sui processi brevi è esilarante: la Corte europea dei diritti dell’uomo ha impiegato otto anni per esaminare il ricorso di B. contro la sua condanna definitiva del 2013 e non l’ha né accolto né respinto, ma due settimane fa ha chiesto al governo italiano di spiegare se il processo a B., iniziato nel lontano 2004, fosse giusto o no. Una barzelletta.

È noto però che l’Ue ha più volte minacciato di sanzionare l’Italia per la sua prescrizione, fatta apposta per garantire l’impunità, per esempio agli evasori e frodatori fiscali. Quindi, se c’è una riforma che non va toccata è quella di Bonafede che blocca la prescrizione dopo la sentenza di primo grado. Infatti la commissione Lattanzi precisa, bontà sua, che non è urgente. Poi però, siccome non è urgente, fa due proposte per cancellarla. Geniale.

Per sveltire i processi, altra ideona: si stabilisce per legge che le indagini devono durare da 6 mesi per i reati minori a 1 anno e 6 mesi per i più gravi, con una sola proroga semestrale; e i processi 3 anni in primo grado, 2 in appello e 1 in Cassazione. E se sforano? In caso di condanna, l’imputato ha uno sconto di pena proporzionato al ritardo.

Cioè ha tutto l’interesse a scatenare i suoi avvocati per farli durare di più, sempreché possa permettersi di pagarli in eterno. Così una norma concepita per abbreviare i tempi finirà per allungarli: più sono lunghi, più ci guadagni. Una specie di patente a punti all’incontrario.

Notevole anche la norma, copiata dal piano di Rinascita democratica di Gelli, del Parlamento che detta alle Procure le “priorità nell’esercizio dell’azione penale”, cioè quali reati perseguire e quali no, “tenuto conto della realtà criminale territoriale”. Così la Lega escluderà il sequestro di migranti e il razzismo, FI la corruzione e la frode fiscale, Iv i finanziamenti illeciti alla fondazione Open e gli appalti truccati di Consip e così via.

La comica finale è l’“archiviazione meritata” targata Pd: l’indagato può evitare il processo se chiede scusa alla parte lesa e risarcisce il danno o effettua lavori di pubblica utilità. Quindi: se non lo beccano, non rischia nulla; se lo beccano, neppure.

40 replies

  1. Nel fondo di Ieri se ne era “dimenticato”
    Ora ci mette anche gli interessi
    Sta Catarbia mi è sempre più “simpatica”
    è quella che da presidente della consulta ha tentato di affossare la “spazzacorrotti” di Bonafede cercando appigli insulsi per renderla inconstituzionale.
    Qualcuno vorrebbe proporla quale nuovo PDR? IMMAGINATE CHI

    Piace a 1 persona

    • E’ la Boldrini 2.0 solo più scaltra.

      Ma Bonafede, come fa a tacere di fronte a questo sfascio?

      CHI E PERCHE’ gli sta mettendo la mordacchia?

      "Mi piace"

    • se non trovano il coraggio di andarsene da questo governo ,molti elettori lo troveranno loro non votandolo .
      a cosa serve votare i 5 stelle per scaldare sedie ??? vi stando tirando la sedia da sotto il culo e non fatte una piega
      cosa ci state a fare in questo governo farsa ????
      ribellatevi per la miseria alzate la testa se ancora l,avete o forse avete perso anche la dignità

      "Mi piace"

  2. Quando pregiudicati, corrotti e contigui con i mafiosi siedono in Parlamento e nelle commissioni per fare le leggi, non c’è più limite all’impunità. Con buona pace per le vittime.

    Piace a 2 people

  3. In altri Paesi (Francia ad es.), già funziona così: il Ministro della Giustizia indica alle Procure i reati sui quali debbono indagare prioritariamente. Che poi, ogni tanto, la polizia si permetta delle ” bavures” cioè delle scappatelle ( pestaggi, qualche arbitrio, eccesso) è una notizia da rubrichetta del ” Canard enchainé”. Da noi scarcerano gli assassini per decorrenza dei termini ( notizia di due giorni fa).

    "Mi piace"

  4. “Questo governo non dovrebbe neppure sfiorare la Giustizia” … ma l’indagato Innominabile c’era nel Conte2 ..

    “le priorità nell’esercizio dell’azione penale” … qualcuno le ha messe in atto sua sponte, vedi Greco che colloca in un cassetto i verbali di Amara, stessa prassi seguita da da Davigo l’incorruttibile…

    “l’archiviazione meritata targata Pd” … e con questo Pd Travaglio vorrebbe fare un’alleanza? Con questo Pd il Conte 2 stava per cadere sulla prescrizione, poi il Bomba ha bruciato le tappe ..

    Ci sono un po’ di contraddizioni, la prima riguarda l’opportunità che proprio questo governo a guida Draghi -non indagato- faccia la riforma della Giustizia. Sarà opportuna la sua mediazione altrimenti non verrà fatta (come sarebbe accaduto col Conte 2).

    "Mi piace"

    • MA TU CREDI CHE DAVIGO FOSSE AL CSM UN MAGISTRATO INQUIRENTE? NON HAI UN MINIMO IDEA DI QUELLO DI CUI SI STA PATLANDO, È EVIDENTE.
      TI HO DETTO 1000 VOLTE CHE DAVIGO NON HA MESSO NIENTE NEL CASSETTO. HA DENUNCIATO AI VERTICI DEL CSM, VICE PRESIDENTE E PG PRESSO LA CASSAZIONE. LO VUOI CAPIRE O NO???

      Alle altre buffonate che scrivi lascio agli altri l’onere di risponderti, se ne avranno lo stomaco.

      "Mi piace"

      • O Paola, la caxxata del “governo Draghi, non indagato”(che quindi è il più adatto a fare la riforma della giustizia) come se Conte, invece, lo fosse stato, non è degna neanche di risposta.
        Infatti ho scritto a te.

        Piace a 1 persona

      • Ecco! Che poi non stavo nemmeno pensando solo a Peppino (che secondo la Annunziata ha difeso pregiudicati e quindi in conflitto di interessi, come se Peppino dovesse difendere solo gigli di campo, ma vabbé) pensavo a ministri e sottosegretari: Draghi non ha fatto dimettere Durigon, ma Conte fece dimettere Siri, ce lo ricordiamo??? E per molto meno, ma così a occhio!

        Piace a 1 persona

      • @Paolapci
        Se Davigo non ha messo nel cassetto i verbali di Amara, allora li ha spediti direttamente ai giornali , al posto della sua segretaria accusata ingiustamente..
        Morra ha raccontato di averli visti, non nell’ufficio di Davigo, bensì nella tromba delle scale dove Davigo lo aveva condotto per paura delle cimici. Ha mentito anche Morra?
        Il fatto che abbia parlato con i vertici del CSM potrebbe essere ascrivibile -ma questo non lo credo- ad un’attività di dossieraggio contro Ardita, col quale aveva litigato precedentemente.

        "Mi piace"

      • Allora li ha spediti ai giornali? E la consequenzialità da dove deriva? Dal flusso malato dei tuoi pensieri?
        E il dossieraggio? Cioè io avverto i miei superiori, financo il pdr e tu parli di dossieraggio? Non sei solo un lestofante, ma pure un avvelenatore di pozzi. Finché ti rendi ridicolo con civiltà che deriva da civitas (ma non da urbe) si può pure starci ma se spari nel mucchio tocca non darti tregua sul serio.

        "Mi piace"

      • @Anail
        Che Draghi non sia indagato è un fatto. Siccome Travaglio ha sostenuto nell’articolo che nel governo c’erano persone inadatte a fare la riforma della Giustizia perchè condannati o indagati si può affermare senza tema di smentita che Draghi lo è.
        Quanto al tuo beniamino Conte, non l’ho menzionato e non ho fatto alcun paragone con Draghi. Ho già scritto in precedenza che lo ritengo una persona perbene. Non mi pare però abbastanza “sveglio” per poter avere successo in politica. Il suo governo non c’è più, quindi inutile disquisire su quello che sarebbe stato ..

        "Mi piace"

      • Infatti, di non perbene ci stai solo tu. Lestofante, prof dell’occulto travestito. Poi parli di essere “svegli ” proprio tu? Ogni volta che fai l’accesso sbagli nome.

        "Mi piace"

  5. Piano piano si sviluppa la ‘cura Grecia’. liberalizzazioni, privatizzazioni, svendite all’estero, licenziamenti, sovvertimento della giustizia, tagli ai diritti del lavoro, soldi dati solo ai più ricchi, regali ai corrotti e alle multinazionali, regali alle mafie… Cosa aveva nel cervello Grillo quando ha intortato i suoi affinché votassero il Governo Draghi “per controllare dall’interno”? (Mai sentita corbelleria più grande!!). E cosa ha influenzato Conte perché dicesse la corbelleria compagna “Se fossi un grillino, voterei Conte”. Quante migliaia di anni di condanna all’inferno valgono qeste due induzioni al suicidio? E se ne renderanno mai conto i meschini che ci sono cascati, come i topi dentro la trappola? Dio ci ha dato la capacità di giudizio, e non per usarla per giocare alla morra! USATELA! O l’Italia tutta finirà peggio della Grecia distrutta dalla destra peggiore che ci sia e anche grazie alle stupidità dei volenterosi, quelli che non sanno quello che fanno, e non sanno che di buone intenzioni sono lastricate le vie dell’inferno.
    Quando il M5S deciderà di uscire da questo orribile governo andando all’opposizione non sarà mai troppo presto. Non aspettiamo di essere totalmente distrutti prima di reagire, prima che sia troppo tardi!

    "Mi piace"

    • Quelli del M5Stelle che sono al governo non sono più cinquestelle e alle prossime elezioni saranno in lista con il PD..Sono dei pezzi di m…

      "Mi piace"

    • Tsze, e tu credi che gigino o bibitaro e la sua cricca di poltronari siano disposti a rinunciare alle loro poltrone, auto blu, alla scorta e a tutto quel ben di dio che i contribuenti gli concedono?
      Il bibitaro ha ampiamente dimostrato la sua ipogrisia e la sua cialtronaggine fin dalle prime fasi di questa legislatura.

      "Mi piace"

  6. Caro Travaglio, va bene, tu e Bonafede siete i veri migliori, ma un editoriale sulla totale assoluzione dell’ex sindaco di Lodi, che si è fatto pure un po’ di carcere, no? Magari anche delle scuse, per i titoli a tutta pagina di cinque anni fa, tipo: “IN GALERA UN ALTRO FUTURO SENATORE: IL SINDACO DI LODI. Catturato mentre cancellava prove dal pc”. Ripeto: assolto in appello perché il fatto non sussiste. Grazie.

    "Mi piace"

    • Approfitto di Federico C per chiedere. Quindi abbiamo la classe politica più specchiata del mondo? Ossia, se un politico incriminato, nel caso del sindaco di Lodi anche condannato in primo grado, risulta innocente in secondo grado o in Cassazione ( che però rileva altro), c’è sempre malafede dei magistrati e di coloro che rilevavano la notizia ( che siano politici o giornalisti)? Voglio essere ancor più chiaro, ripeto al netto dell’episodio specifico; le notizie di reato che coinvolgono politici o comunque “uomini di Potere” vanno perseguiti e segnalati alla pubblica opinione oppure vanno tacitati e considerati solo alla fine del percorso dei 3 gradi di giudizio? Io trovo surreale ( si fa per dire..) che da un po’ di anni stia trionfando questa logica per cui ad ogni assoluzione di un politico o Potente scatti la richiesta di scuse da parte di chi ha raccontato i capi di imputazione o di chi li ha evidenziati. Il Riformista è il giornale bandiera di questo modo di affrontare il tema. Per il quotidiano e per chi gli va appresso tutti i politici ( tranne i grillini, Appendino compresa) e i Potenti vari sono oggetto di attacchi della Magistratura e dei giustizialisti del Fatto ( e pochi altri) . Ergo, abbiamo politici specchiati, Nicola Cosentino compreso, e dei criminali (istituzionali) che li perseguono. Io che votai per la responsabilità civile dei magistrati, e che da anni considero la Magistratura infettata gravemente, trovo questo approccio allucinante ma perfettamente compatibile con una Restaurazione di Sistema che fa comodo a tanti. Tanti, di quelli che bivaccano nello status quo, pochi rispetto alla stragrande maggioranza di signor nessuno che assistono inermi allo spettacolo. Il Futuro è più che mai oscuro.

      Piace a 3 people

      • Approfitto di @Paolo per dire.
        È inutile fare i finti tonti.
        Nessuno pensa che i nostri politici siano i più specchiati al mondo, e nessuno vuole tacitare niente o aspettare la fine del percorso giudiziario per parlare di determinati reati. Io poi non leggo il Riformista, che trovo inutilmente ideologico sul concetto di garantismo. Quindi non metta in bocca a me parole che non ho mai detto, grazie.

        "Mi piace"

      • @ Anail

        C’hai raggione l’articolo me fa’ pensa’ più a ‘na “revenge porn”, ma era solo pe’ falla finita co’ ‘sta storia che, Padellaro, Travaglio e Gomez (Fatto Quotidiano), nascondono le notizie. Ed era anche pe’ fa nota’ che se grida quando c’è uno sbaglio giudiziario e se fa’ finta de gnente a li centinaia de l’artri fetentoni.

        Piace a 1 persona

      • @Nico Giraldi
        Ma di che malafede blatera Mr. paraculo Giraldi?
        Sa qual’è uno dei motivi per cui continuo a frequentare masochisticamente questo blog? Per prendere coscienza fino in fondo di quanto, anche nella mia “area politica” di riferimento, quella a cui sento d’appartenere dal giorno in cui sono andato a votare per la prima volta, ci siano delle emerite teste di cazzo (escluda ogni riferimento a lei) con cui potrei ritrovarmi fianco a fianco a manifestare in piazza. Praticamente mi faccio quotidianamente del male.

        "Mi piace"

      • Sor Federico C.
        La ringrazio pe’ darme der paraculo, in Italia oggi è un dono pe’ fa’ carriera, lo considero un complimento.
        Volevo solo rassicurarlo che l’articolo sul sindaco di Lodi non era stato omesso sur Fatto Quotidiano.
        Se vuole veramente farse del male, masochisticamente come dice Lei, le consiglio allora ‘Libero Quotidiano’, ‘Il Giornale’ o ‘Il Riformista’.
        Ma se vole fustiga’ qui co’ noi da parte mia non ce vedo niente de male. Tanto un più o uno meno non cambia gnente.

        Piace a 1 persona

  7. Le leggi fatte nel Conte-1 sulla giustizia erano fra i punti da difendere. Nel momento in cui si proverà a far passare una o più di queste porcate, il M5S deve uscire dal governo in modo plateale.

    Piace a 3 people

  8. Ok, va bene la parità, figuriamoci. Ma le donne quando hanno troppo potere, sono comunque troppo influenzate dai loro capi o da ideologie atte ad arginare qualsiasi proposta non consona al loro modo di pensare, Cartabia e Casellati per esmpio.

    "Mi piace"

  9. Menomale che questa signora non attacca con le solite storie di sessismo quando viene criticata(almeno per adesso).Per il resto si stanno avveranno tutte le previsioni più negative previste e messe in conto a questo governo sin dall’esordio ,ma anche prima quando veniva evocato dall’informazione padronale il coinvolgimento del perfettissimo Draghi.

    Piace a 1 persona

  10. “Notevole anche la norma, copiata dal piano di Rinascita democratica di Gelli, del Parlamento che detta alle Procure le “priorità nell’esercizio dell’azione penale”, cioè quali reati perseguire e quali no, “tenuto conto della realtà criminale territoriale”

    La Rinascita democratica di Gelli, è passata come una buffala , come un complotto inesistente, la inchiesta P2 chiusa , e la Tina Anselmi definita visionaria nonostante le prove che ha portato in parlamento. Come spesso dice M.Travaglio , basta andare sul
    web e cercare P2 GELLI, La rinascita democratica , I diari di Tina Anselmi ,c’e tutto basta leggere per avere la conferma che dopo
    40 anni : La P2, con il suo ‘Piano di Rinascita Democratica’ ed il principio di controllo di Licio Gelli, è riuscita ad impossessarsi delle istituzioni democratiche, cambiando il modo di concepirle .

    Due cose significativi da ” i diari di Tina Anselmi”:

    10 maggio 1984, ore 18,30
    Visita al Presidente Pertini. Mi ringrazia per quello che ho fatto per il Paese e per l´Italia. Mi conferma la sua stima e la sua amicizia, per il coraggio che ho.
    Annota che nel Palazzo non si avrà la volontà di andare a fondo e di accogliere la mia relazione.

    La gente la fermava, la incoraggiava: «Vai, Tina, non guardare in faccia a nessuno». Il suo sorriso era quello da compagni di scuola, aperto, cordiale, complice. Alcuni di noi sapevano che in quella borsa di cuoio vecchio c´erano anche altri fogli, gli appunti per ricordare le cose più riservate. Era lì che forse aveva trascritto il consiglio dell´avvocato Agnelli:

    «Stia sempre attenta, signorina, il vero capo della P2 è l´onorevole X». Quel nome, inatteso, imprevisto, se lo andava ripetendo in cerca di una spiegazione, un collegamento. «Ma pensa te, proprio lui: il ministro!». le veniva da ridere e, spesso, rideva di quei luridi personaggi che avevano cercato di «svuotare le istituzioni, infiltrandosi e controllandole». Sorrideva di quei generali dei Servizi o dell´esercito che balbettavano risposte senza senso quando li inchiodava spietata:
    «Ma lei non si vergognava a pronunciare un giuramento segreto, dopo aver pronunciato quello per la nostra Patria?».

    “Fate presto a pubblicare i miei appunti, dopo, anche solo qualche giorno dopo, sarà troppo tardi. Tina Anselmi”
    Chi sa cosa direbbe oggi

    Piace a 1 persona

  11. E questi sarebbero i migliori? Questo sono barzellette non riforme. Per accorciare i processi basta lasciare solo il primo grado di giudizio come in America e aprire al secondo solo se ci sono prove importanti di cui non si era tenuto conto. La verità è che non c’è la volontà di accorciare i processi, altrimenti l’avrebbero fatto da tempo.

    Piace a 3 people

  12. “L’archiviazione meritata” è una barzelletta, infatti la propone il pd!😁😆😂

    Questa monumentale c..zata presuppone che l’indagato confessi. Se non lo fa?
    E se la parte lesa non si accontenta delle scuse? Vale anche per stupri e omicidi?
    Il risarcimento chi lo quantifica? E con quale criterio?
    I “lavori di pubblica utilità” in cosa consistono e quanto durano?
    7 mesi a Cesano Boscone?🎭

    Queste proposte hanno tutte un denominatore comune:

    l’impunità.🤮

    "Mi piace"