La maggioranza di Centrosinistra cambia idea sul Punto di Primo Intervento di Castelfranco Emilia!

La Lista Civica da sola a difesa del Punto di Primo Intervento

A partire dal week end pasquale del 2020, dunque da oltre un anno, il Punto di Primo Intervento di Castelfranco viene chiuso dalle ore 14,00 del sabato e per tutta la domenica (riaprendo dunque il lunedì mattina alle ore 8,00), ricordiamo che già rimaneva aperto ogni giorno solo dalle 8 alle 20.
Questa chiusura parziale peggiora ulteriormente le infrastrutture di base a supporto della salute dei cittadini del nostro territorio e la sanità di prossimità e ci preoccupa molto.
Dopo diverse interrogazioni e solleciti da parte nostra, al Consiglio Comunale del 23 Luglio 2020 era stata discussa una nostra mozione presentata il 30 aprile 2020, che chiedeva formalmente un impegno del Sindaco (ricordiamo massima autorità sanitaria locale) ad attivarsi per non solo per il ripristino dell’operatività precovid del Punto di Primo Intervento ma anche per la riapertura H 24 di questo importante servizio e le nostre richieste sono state approvate dal Consiglio Comunale tutto!
Speravamo che finalmente ci fossero buone notizie per il distretto sanitario di Castelfranco Emilia!
Purtroppo ad oggi, a distanza di oltre un anno dalla chiusura parziale è passato quasi un anno dall’impegno assunto dal Consiglio Comunale tutto. Ci aspettavamo azioni concrete da parte di tutta l’amministrazione comunale ed in particolare dal sindaco che poi rappresenta la massima autorità sanitaria del nostro comune, ma nulla è stato fatto.

Ma non solo. La maggioranza di centrosinistra sembra oggi avere cambiato idea sugli impegni assunti sul Punto di Primo Intervento di Castelfranco!!
Al Consiglio dell’Unione del Sorbara dello scorso 30 aprile 2021 la nostra Lista Civica ha presentato un ordine del giorno analogo a quello già approvato dal Consiglio Comunale di Castelfranco e, in modo del tutto inaspettato, quegli stesso consiglieri di Centrosinistra che avevano votato a favore in consiglio comunale, in Unione hanno votato contro!!!
Hanno votato contro sia al ripristino dell’operatività precovid del Punto di Primo Intervento ma sia anche alla riapertura H 24 di questo importante servizio!
Una retromarcia politicamente inaccettabile, che smentisce il voto e l’impegno già assunto dalla stessa maggioranza di Centrosinistra nel Consiglio Comunale di Castelfranco!
E anche le altre opposizioni dell’Unione, con un inaspettato voto di astensione, non hanno sostenuto la battaglia politica per la riapertura e il potenziamento del Punto di Primo Intervento.
Siamo rimasti solo noi della Lista Civica, ma non ci fermeremo perché crediamo che si tratti di una giusta battaglia politica per la salute e la sicurezza sanitaria dei cittadini di tutto il distretto sanitario di Castelfranco Emilia.
Così come di giorno il Punto di Primo intervento di Castelfranco Emilia è operativo e sicuro dal punto di vista sanitario (visto che è regolarmente aperto), altrettanto lo può e lo deve essere H24, dunque anche di notte!
Dei 7 distretti sanitari della provincia di Modena, quello di Castelfranco Emilia (con un bacino di circa 75.000 utenti) è l’UNICO senza un Pronto Soccorso. Ma non solo. Dei punti di primo intervento presenti nella provincia di Modena, quello di Castelfranco Emilia è l’UNICO aperto solo a tempo parziale!

I cittadini del distretto di Castelfranco Emilia non sono cittadini di serie B e hanno già dovuto subire il depotenziamento del nostro ospedale, che era un “gioiello sanitario”, poi il declassamento da ospedale a Casa della Salute, poi la trasformazione del Pronto Soccorso in Punto di Primo Intervento, e poi ancora la chiusura notturna di questa essenziale funzione!!!
Ora basta!!!
Da sempre sosteniamo che il Punto di Primo Intervento di Castelfranco Emilia svolga una importante funzione di presidio sanitario territoriale di primo soccorso, ma anche di “filtro” per situazioni minori o di ridotta gravità che ivi potevano trovare soluzione, senza andare a sovraccaricare i grandi Pronto Soccorsi di secondo livello e che pertanto sia un servizio non solo da preservare ma anche da potenziare. Il Punto di Primo Intervento di Castelfranco Emilia è riferimento di un distretto sanitario di 75.000 abitanti e questa emergenza COVID-19 ha dimostrato nei fatti quanto siano importanti anche i presidi sanitari locali e questa potrà essere l’occasione per un ripensamento delle politiche attuate fino ad oggi, anche a Castelfranco Emilia!

Silvia Santunione
Capogruppo Lista Civica FRAZIONI e CASTELFRANCO in Consiglio Comunale e in Unione

Andrea Temellini
Consigliere comunale Lista Civica FRAZIONI e CASTELFRANCO

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,