Casta diva in 1 anno 128 viaggi sull’aereo di Stato, contro i 142 dell’intero governo

Queen Elizabeth – Lo scoop delle “Iene” sul vizietto della presidente del Senato


(di Ilaria Proietti – Il Fatto Quotidiano) – Un altro volo blu nonostante le polemiche: come se nulla fosse Maria Elisabetta Alberti Casellati non cambia spartito. Anche lunedì ha fatto ritorno a Roma grazie alla flotta dello Stato. Lo racconta un servizio delle Iene in onda ieri sera su Italia 1 e destinato a rinfocolare le polemiche di chi ne chiede le dimissioni. O le sollecita chiarimenti come hanno fatto alcuni parlamentari “semplici” costretti alla promiscuità di treni e aerei di linea nonostante il morbo o a macinare chilometri in autostrada per fare la spola con Roma: lei, Sua Presidenza Maria Elisabetta Alberti Casellati non ci sta e continua a viaggiare con i voli di Stato, avanti e indietro da Padova, il suo secondo regno dopo il Senato. Che ha di nuovo raggiunto alla fine del weekend appena trascorso nella città natia con la ormai consueta modalità: nell’ultimo anno avrebbe usufruito del servizio ben 128 volte. Anche per andare in Sardegna in vacanza con soggiorno in villa bordo mare dell’Aeronautica militare a Porto Conte, secondo quanto ha riferito il quotidiano La Notizia. Sarà vero? Il Fatto ha provato a chiederlo all’Aeronautica che sulla illustre ospite tiene la bocca cucita. “No comment, chiedete a lei”.

Lei di rispondere non ne ha proprio voglia: al massimo sulla faccenda dei voli di Stato, Sua Presidenza si è concessa l’altro giorno uno sfogo in quel di Milano che non è sfuggito ai microfoni di Giulia Innocenzi delle Iene. Eccola concionare fitto fitto con Beppe Sala il 1° maggio alla cerimonia di intitolazione di alcune vie delle aree ex Expo: le domande sui suoi viaggi in quota rimangono senza risposta. Ma poi sotto la mascherina – video off – rivendica col sindaco quel che le spetta e che qualcuno ha l’ardire di rinfacciarle. “Tutto per arrivare a lavorare: non c’erano treni, non c’erano aerei, questo nessuno lo dice”.

Le Iene nel servizio in onda ieri sera, fanno di più: provano a farle i conti in tasca. “Ha surclassato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che conterebbe soli 5 voli negli ultimi 7 mesi. Lasciato ancor più indietro il presidente della Camera Roberto Fico con 3 soli voli di Stato in questa legislatura. Addirittura doppiato dalla Casellati chi deteneva il record fino ad oggi, Angelino Alfano, che, tra il 2016 e il 2017, da ministro degli Esteri avrebbe utilizzato ben 68 voli di Stato”, si racconta nel servizio.

Che poi continua così: “Per 97 volte l’aereo della presidente del Senato sarebbe stato utilizzato dall’aeroporto Roma Ciampino a quello di Venezia Marco Polo e viceversa”. Possibile che per via delle restrizioni dovute al Covid non ci sarebbero stati né treni né aerei, come sostiene lei? Macché. Le Iene fanno qualche esempio: lunedì 8 febbraio 2021 sarebbe partita da Venezia con il volo di Stato alle 15.53 in direzione Roma, anche se 20 minuti prima era partito un aereo di linea dell’Alitalia che percorreva la stessa tratta. E poi lunedì 1° marzo, quando la presidente Casellati avrebbe preso l’aereo di Stato alle 15.40 da Venezia per arrivare a Roma, appena 5 minuti prima che partisse un volo dell’Alitalia. E ancora due settimane dopo, lunedì 15 marzo, l’aereo presidenziale decolla alle 15.34 da Venezia, 4 minuti prima di quello di linea, diretti, entrambi, a Roma.

Nonostante le polemiche anche sui costi dei voli di Stato, Sua Presidenza non demorde: alle 18 e 50 di lunedì scorso rieccola a Ciampino in arrivo da Venezia. Ad attenderla, come racconta il servizio, “il dispiegamento di uomini indaffarati tra scatole, valigie, trolley e borsoni, ci sono tre auto di scorta, l’aereo ha il codice di volo normalmente assegnato alla Presidente”. Che quando si tratta di volare non è seconda a nessuno. Memorabile l’impresa dello scorso giugno: eccola in piena pandemia a benedire dall’alto su un elicottero dell’Esercito la sua Padova: a bordo anche la statua di Sant’Antonio protettore della città a cui la famiglia Casellati è devota. Suo marito l’avvocato Giambattista è uno dei presidenti della Veneranda Arca, l’ente che gestisce l’immenso patrimonio cresciuto attorno al culto del Santo. Che è un’istituzione almeno come Sua presidenza.

3 replies

  1. Porto Conte.

    Un nome, una garanzia.

    Che schifo, questa omertà di STATO.

    Inaccettabile.

    Mattarella dovrebbe parlare forte e chiaro invece di tacere.

    Tacere è contro la democrazia da sempre, e non possono essere dei giornalisti a fare il lavoro che le ISTITUZIONI dovrebbero fare.

    L’arroganza degli insetti del podere purtroppo, è sempre quella, ma chi li controlla non può sostenere le loro bravate.

    "Mi piace"