Miracolo Celeste: riecco il vitalizio da 7mila euro

(di Ilaria Proietti – Il Fatto Quotidiano) – Il Senato ha ridato il vitalizio da 7.000 euro al mese a Roberto Formigoni: tutto intero, arretrati compresi. Perché la commissione contenziosa di Palazzo Madama ha letteralmente fatto carta straccia della delibera del 2015 con cui l’allora presidente Piero Grasso aveva imposto la sospensione dell’assegno agli ex senatori condannati per reati gravi fino all’eventuale riabilitazione. E così, grazie alla decisione presa ieri dalla commissione presieduta da Giacomo Caliendo di Forza Italia, dovrà essere restituito il vitalizio non solo al Celeste, condannato in via definitiva per aver asservito la sua funzione agli interessi economici della Fondazione Maugeri e del San Raffaele. Ma pure agli altri ex rimasti a secco causa fedina penale, per usare un eufemismo, non immacolata. Una decisione che innanzitutto potrà essere applicata anche a Ottaviano Del Turco, condannato per aver preso mazzette nell’ambito della sanitopoli abruzzese, il cui vitalizio è ormai divenuto una telenovela: prima l’annuncio della revoca dell’assegno poi l’immediata sospensione della revoca stessa: domani, grazie alla “fortuna” che ha baciato Formigoni il caso sarà chiuso.

Non si conoscono ancora le motivazioni della sentenza firmata da Caliendo&C. ma il dispositivo è piuttosto eloquente: “Disattesa ogni contraria istanza, eccezione e difesa, accoglie il ricorso e annulla delibera n. 57/2015 del Consiglio di Presidenza (quella che ha imposto la regola dello stop ai vitalizi per i condannati, ndr) e la successiva delibera n. 28/2019 del Consiglio di Presidenza (la decisione con cui erano stati chiusi i rubinetti al Celeste, ndr)”. Inutile dire che Formigoni non sta più nella pelle: “La commissione Contenziosa rimedia a un errore clamoroso. Ho ottenuto una misura di giustizia non solo per me ma per tanti altri cittadini” ha detto l’ex presidente della Lombardia assistito dall’avvocato Domenico Menorello che al Fatto dice: “Al Senato qualcuno ha riconosciuto che lo stato di diritto è ancora un valore: non è contemplato che qualcuno debba morire di stenti come misura punitiva”.

E sì perché Formigoni ha sostenuto di essere alla frutta, ai domiciliari per via della condanna e senza il becco di un quattrino. “Avendo, infatti, dedicato l’intera esistenza alle istituzioni, le uniche fonti reddituali a disposizione della sua ‘terza età’ potevano consistere negli assegni vitalizi della Regione Lombardia e del Parlamento italiano” aveva scritto nel suo ricorso lamentandosi della spietatezza della Corte dei Conti che sorda a ogni suo richiamo gli ha pignorato l’assegno erogato dalla Regione negando che si tratti di una pensione. Ora Palazzo Madama gli ha riaperto invece i rubinetti ridandogli tutto intero il vitalizio di ex senatore che gli era comunque in parte stato già restituito due anni fa in via cautelare. Quando sempre Caliendo&C. gli avevano accordato un assegno di mantenimento riconoscendogli le tutele dell’articolo 38 della Costituzione in base al quale “i lavoratori hanno diritto che siano preveduti e assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia, disoccupazione involontaria”.

E allora a chi altri potrebbe essere restituito il vitalizio riottenuto dopo tanto lottare dal condannato Formigoni? Al Senato, per via delle condanne è stato tolto ad alcuni pezzi da novanta come Silvio Berlusconi, Marcello Dell’Utri o Vittorio Cecchi Gori (nella lista dei revocati ci sono anche Ferdinando Di Orio, Vincenzo Inzerillo, Giorgio Moschetti, Franco Righetti. Per chi è morto, come Giuseppe Ciarrapico, a questo punto potrebbero vantare delle pretese gli eredi). E alla Camera? Attendono “giustizia” l’ex ministro della Sanità Francesco De Lorenzo, l’indimenticato Giancarlo Cito e un altro paio di ex deputati, Luigi Sidoti e Raffaele Mastrantuono: che da anni reclamano il malloppo e pure gli arretrati. Anche loro da ieri sperano. E forse hanno già messo in fresco lo champagne.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

24 replies

  1. A parte il voler commentare sullo schifo assoluto pongo invece una domanda: si può (se si come si potrebbe) agire contro tale decisione e contro chi l’ ha presa?

    Piace a 1 persona

    • Servirebbe una class action per ricorrere al tar. Credo sia un atto amministrativo, quindi giudice amministrativo.
      Ma non credo che gli italiani ne abbiano voglia! E per una volta è pure comprensibile, è un balletto cintinuo.

      "Mi piace"

  2. Escluso che il popolo italiano sia in grado di manifestare anche solo l’indignazione, rimarrebbero i partiti ma, sai com’è: tra cani non si mozzicano

    Piace a 1 persona

  3. guardate cosa sono diventati i 5 poltrone sofà. SILENZIO ASSOLUTO.

    Avrebbero potuto far decadere la cosa all’istante, compattandosi e minacciando di uscire dal governo, sarebbero seguiti TITOLONI sul rischio crisi del governo, e questo MAFIOSO centro destra sarebbe stato costretto alla marcia indietro.

    Nel giro di un giorno avrebbero aggiustato DA DENTRO la cosa. MA NON STANNO FACENDO UN CAZZO!

    Stanno in silenzio come gli SPORCHI piddini. Sono diventati come loro, sono uguali a loro.

    Quanti dei 5 poltrone sofà ha messo sul profilo questa VERGOGNA INDEGNA? Controllate.

    Oramai pensano solo a una cosa: come poter chiappare quel 10/15% per continuare a marciarci sopra, ora che un lavoro a SCROCCO l’hanno trovato.

    Abbiamo votato una cosa nel marzo di 3 anni fa e ci ritroviamo l’esatto opposto, una cosa orripilante e infame come il piddi. Ma forse anche peggio per ipocrisia e doppiogiochismo.

    "Mi piace"

  4. A quelli affetti di “pidinite”

    La commissione contenziosa del Senato, composta da chi ? Chi sono questi “umani” ?

    Commissione contenziosa
    XVIII Legislatura (dal 23 marzo 2018)
    Composizione attuale
    Presidente
    Foto sen. CALIENDO Giacomo
    Sen. CALIENDO Giacomo

    FIBP-UDC

    Vicepresidente
    Foto sen. PILLON Simone
    Sen. PILLON Simone

    L-SP-PSd’Az – LEGA

    Componenti titolari
    Foto sen. RICCARDI Alessandra
    Sen. RICCARDI Alessandra

    L-SP-PSd’Az – LEGA – EX M5S

    Dott. Avv. DELRENO Giuseppe

    Dott. TOMASSI Riccardo

    Componenti supplenti
    Foto sen. CUCCA Giuseppe Luigi Salvatore
    Sen. CUCCA Giuseppe Luigi Salvatore

    IV-PSI – EX PD ora italia viva

    Foto sen. RICCIARDI Sabrina
    Sen. RICCIARDI Sabrina

    M5S

    Dott. CARBONI Andrea

    Dott.ssa VITOLO Rosa

    Componenti titolari per i ricorsi di cui all’art. 1 deliberazione Consiglio Presidenza 180/2005
    Dott. MARTELLINO Cesare

    Avv. MATTONI Alessandro

    Componenti supplenti per i ricorsi di cui all’art. 1 deliberazione Consiglio Presidenza 180/2005
    Prof. BALLARANI Gianni

    Piace a 1 persona

  5. Scomparso il M5S,prossimo a partitino di “sinistra” piddina, comincia la restaurazione,è nella natura delle cose. grazie Grillo.

    "Mi piace"

  6. a forza di bombardare ogni giorno, ogni ora, i 5 stelle e cercare di annichilirli ed annientarli, malgrado i loro errori erano l’unica DIGA.

    Rotta la diga 5 stelle, il liquame di fogna arriva alla bocca,
    chi sono quelli che stanno esultando per la loro eventuale fine, compresi i presunti bibitari?

    Piace a 1 persona

    • mi darai atto che i 5 stelle che hai votato sono ALTRA cosa oppure no?

      Perchè sono come lo SPORCO piddi. MAI è successo che non facessero casino per simili infamie.

      MAI. Prima di oggi.

      SILENZIO.

      SILENZIO.

      "Mi piace"

      • andrea
        tu sei uno degli “artiglieri” che qui non fa altro che denigrare ogni volta, tutte le volte, qualsiasi 5stelle
        con la scusa che non sono più quelli che “avresti” votato
        quindi non ti lamentare se i liquami pestilenziali stanno uscendo

        PS chi ti ha detto che io avrei votato 5 Stelle? eri dentro con me nella cabina?

        Piace a 1 persona

      • quindi è colpa mia che denuncio. Ho sbagliato, dovevo dire bravi.

        E stare ZITTO.

        Da vergognarsi…per chi ci riesce. Per chi ci riesce.

        "Mi piace"

  7. articolo 38 della Costituzione in base al quale “i lavoratori hanno diritto che siano preveduti e assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia, disoccupazione involontaria”

    … si, ma non dice di assicurare mezzi adeguati ai ladri, corrotti, mafiosi, ecc. e, più in generale, criminali condannati per reati ai danni dello Stato…!!!

    "Mi piace"

  8. Commissione contenziosa al Senato – PRESIDENTE DEL SENATO – Maria Elisabetta Alberti Casellati

    Competenze

    La Commissione è nominata all’inizio di ogni legislatura con decreto del PRESIDENTE DEL SENATO ed è composta di tre senatori, nonché:

    – per l’ambito di cui alla lettera a), di un Consigliere parlamentare ed un dipendente scelto dal PRESIDENTE DEL SENATO su una terna eletta da tutti i dipendenti di ruolo;

    – per l’ambito di cui alla lettera b), di due membri, nominati anch’essi dal PRESIDENTE DEL SENATO scelti tra magistrati a riposo delle supreme magistra ture ordinaria e amministrative, professori ordinari di universita’ in materie giuridiche, anche a riposo, e avvocati dopo venti anni d’esercizio.

    I tre senatori sono nominati dal PRESIDENTE DEL SENATO tra i senatori in carica esperti in materie giuridiche, amministrative e del lavoro, che abbiano uno dei seguenti requisiti:

    – magistrato, anche a riposo, delle magistrature ordinaria e amministrative;

    – professore ordinario o associato d’universita’ in materie giuridiche, anche a riposo;

    – avvocato dello Stato, anche a riposo;

    – avvocato del libero foro.

    La Commissione in composizione comprensiva di tutti i sette membri elegge il Presidente ed il Vice Presidente, scegliendoli fra i senatori.

    Insieme ai membri effettivi sono nominati membri supplenti, prescelti con le medesime modalità dei titolari.

    I componenti durano in carica tutta la legislatura; essi non sono immediatamente confermabili salvo i componenti supplenti che non siano stati mai chiamati a prendere parte – nella legislatura cessata – alle riunioni del Consiglio. L’incarico è incompatibile con quello di membro del Consiglio di Presidenza, del Consiglio di garanzia e del Consiglio di disciplina.

    Come fu eletta la presidente del senato:

    Poche ore prima della votazione, inoltre, il centro-destra provò a ritrovare l’unità con un summit nella residenza romana di Berlusconi, dove, su pressione di Salvini, il centro-destra abbandonò la candidatura di Romani in favore della senatrice Maria Elisabetta Alberti Casellati, sempre in quota Forza Italia. Tale nome incontrò PLAUSO del M5S, che però dovette fare i conti con un veto, da parte del centro-destra, sul candidato alla Camera Fraccaro. Pochi minuti prima della votazione, allora, Fraccaro accettò di ritirarsi dalla corsa della Camera (e contestualmente Romani da quella per il Senato), e Di Maio INDICO’ ai pentastellati di votare Roberto Fico (esponente sempre del M5S) per Montecitorio e la senatrice forzista Alberti Casellati per Palazzo Madama. Il centro-destra, allora, visto il SOSTEGNO PENTASTELLATO all’Alberti Casellati, accettò di convergere su Fico per la Camera.

    Nel frattempo il Partito Democratico annunciò, sempre nella mattinata di sabato 24, che non avrebbe più votato scheda bianca, ma, essendo rimasti FUORI dall’accordo tra centrodestra e M5S, avrebbe votato per due “candidati di bandiera”: Roberto Giachetti alla Camera e Valeria Fedeli al Senato, entrambi vicepresidenti delle rispettive assemblee nella precedente legislatura.
    Tra tante merde questa almeno l’hanno evitata.

    Su indicazione di Salvini alleato di M5S fu eletta Maria Elisabetta Alberti Casellati
    Prendetevela con questa e la sua commissione NOMINATA DA LEI.

    Piace a 1 persona

  9. ma solo adesso La Commissione ha avuto il coraggio di approvare il ripristino del vitalizio
    ED AVRANNO ANCHE GLI ARRETRATI!!!!!!!

    "Mi piace"

    • I componenti della commissione durano in carica TUTTA LA LEGISLATURA , oggi o ieri non cambia niente. Il M5S doveva sapere che oltre l’onestà ci vuole anche l’esperienza .Cosa si aspettavano che Maria Elisabetta Alberti Casellati faceva la onesta onorevole
      presidente del Senato ,quella che giurava ” RUBY “nipote di Mubarak? Ha scelto le persone che avrebbero dato seguito a
      tutte le porcherie passate ,presenti e future. Quindi possiamo indignarci , ma questi non guardano in faccia a nessuno,
      nella disonestà sono uniti come piovre. Due leghisti, Alessandra Riccardi (ex m5s !, passata alla lega) e Simone Pillon, un senatore di Forza Italia, Giacomo Caliendo.( IN ATTESA DI VITALIZIO ). Il M5S conta solo 1 membro tra i componenti supplenti, che ieri non hanno espresso il proprio voto . Quindi il M5S ieri non poteva fare niente, ma dovevano pensarci quando hanno eletto La Casellati,
      (Berlusconi docet.) Per questo le poltrone servono a questi signori, e senza queste la tua onestà te la mettano nel sedere, come
      hanno sempre fatto.

      Piace a 1 persona

      • Hanno applicato una Legge voluta dal M5S

        DL n. 4 del 2019 Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e PENSIONI !

        che “sospende il pagamento dei trattamenti previdenziali SOLO a chi è condannato per reati che sono di stampo mafioso o terroristico” Quindi non è il caso di Formigoni.

        Ecco perchè chi non ha mai governato e non ha esperienza si ritrova a fare una legge di ………….

        E la Lega approvava , per forza esperti come sono

        Piace a 1 persona

      • quello della elezione della Casellati SVDM faceva parte di un accordo di governo, poi sconfessato dal CAZZARO VERDE, (col senno di poi tutto facile prevedere)
        il voto della commissione è arrivato quando hanno pensato che oramai il tempo fosse arrivato,
        cioè con un governo a loro favorevole ed i 5 stelle oramai stravolti da lotte intestine,
        non si sono azzardati a farlo 1 anno fa per esempio.

        Piace a 1 persona

    • x Pietro

      Se ci fossero giornalisti veri a TAGADA e non solo , una risposta a Mulè ci sarebbe

      Ocse: “Reddito di cittadinanza ha radicalmente migliorato sicurezza sociale”. Promossi piano Cashless e Spazzacorrotti,

      Ma vedrai che una notizia cosi la leggi solo sul Il Fatto

      Piace a 1 persona

    • Pietro, il parlamento ha i suoi regolamenti. Non è che un giorno usano la legge ordinaria e il giorno dopo i loro regolamenti. Se anche avessero applicato quella legge sarebbe un sopruso.

      "Mi piace"

  10. 14 APR 2021 18:56
    DITE AI GRILLINI CHE LO SBLOCCO DEL VITALIZIO A FORMIGONI È MERITO LORO! – SI TRATTA INFATTI DELLA FEDELE APPLICAZIONE DELLA LEGGE 26/2019, IN MATERIA DI REDDITO DI CITTADINANZA, CHE CONSENTE LA SOSPENSIONE DEI TRATTAMENTI PREVIDENZIALI SOLO AI CONDANNATI PER I CASI DI MAFIA, TERRORISMO O EVASIONE – LO SAPRANO SENATORI E DEPUTATI PENTASTELLATI COME PAOLA TAVERNA E STEFANO BUFFAGNI CHE IN QUESTE ORE SI INDIGNANO E STREPITANO SUI SOCIAL?

    https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/dite-grillini-che-sblocco-vitalizio-formigoni-267001.htm

    "Mi piace"

    • Ebbasta a matta!
      Stai pure a difendere un ladro pur di dar retta a dagopippa. E poi ti scandalizzi per Scanzie. Ma curati per bene!!

      "Mi piace"