Siamo i watussi

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Uno dei rari vantaggi del governo Draghi è che ha fatto sparire l’Innominabile, quello che racconta di aver vinto lui perché è arrivato Draghi. Ormai fa notizia soltanto per le sue imprese extracomunitarie, dall’Arabia Saudita all’Africa nera, da Dubai al Bahrein, dov’è ancora una discreta attrazione circense, mentre in Europa ormai lo conoscono. L’altro giorno però, non sapendo più chi incontrare e avendo 40 minuti liberi (aveva visto perfino Calenda e la Bonino), Letta gli ha concesso udienza in nome della vecchia amicizia. Dev’essere stato un bel momento. Pare che il segretario Pd camminasse rasente muri, per non offrire le spalle all’ospite e stare più sereno. Alla fine si è saputo che i due sono d’accordo su molte cose (i rispettivi nomi e cognomi, la bella giornata primaverile, la temperatura decisamente alta per la stagione), fuorché su un dettaglio: l’alleanza con i 5Stelle di Conte. Sul punto, Letta la pensa come Zingaretti: senza M5S e Conte, il Pd viene doppiato dalle destre. Ma Letta piace alla gente che piace, dunque la sua continuità col predecessore viene applaudita da chi fischiava Zinga e spacciata dai media per “discontinuità”, “cambio di passo”, “svolta”, “rivoluzione”. Non solo: Zinga, come il M5S, voleva il proporzionale, per correre separati e poi governare insieme. Letta vuole il maggioritario, che imporrà a M5S e Pd candidati comuni in ogni collegio: un patto di sangue, un’alleanza strategica.

Ora i giornaloni non si danno pace che, fra Conte e Demolition Man, Letta sembri prediligere il primo (in effetti è bizzarro che, fra il politico più popolare e il più impopolare, non si butti sul secondo). E dall’altro continuano a trattare i 5Stelle come gli esploratori bianchi del ’700-’800 vedevano gli ottentotti, i watussi, i pigmei, gli zulu. Su Rep il nostro adorato Folli si strugge per “l’ostacolo Raggi tra Pd e M5S” e le “insidie di un’intesa con il mondo grillino”, cioè per quella curiosa tribù di selvaggi da adescare con perline colorate, nella speranza prima o poi di civilizzarla. Nell’attesa, l’alleanza funziona così: il Pd mette i candidati e il M5S mette i voti. E, “per dimostrare la sua leadership”, “Conte deve dire alla Raggi che è ora di farsi da parte”. La cosa ovviamente non vale per Milano, dove Sala piace alla gente che piace, quindi può candidarsi contro il M5S, mentre la Raggi è una selvaggia, quindi non può correre contro il Pd: “Un ritorno della Raggi in Campidoglio sarebbe un enorme danno per Letta e di conseguenza per Conte”. Di lasciar decidere gli elettori romani non se ne parla. Dunque chi deve dire alla candidata M5S di levarsi dai piedi? Conte, il leader M5S. Poi, se fa il bravo, qualche perlina colorata la danno anche a lui.

52 replies

  1. Mano nella mano con quel tirolese africano che non parlava bene neanche l’Itali-a-no-na-nana, nanà, ma si vede che si fa capire bene quando vuole, colpa di ALFREDO; Alfredo dove sei???

    "Mi piace"

    • Io vi odio ovunque voi siate, stirpe di AUTOMI,
      Nel cerchio meccanico che vi aureola la mente,
      Bando ai circuiti, bando alle prose,
      bando alle rose di prose.
      E vai Silvia al capestro di un anno.
      Ovunque il Petrarca abbia mai posato dal suo sguardo
      una rosa.
      fantasia
      la mente che oscilla nel vuoto di un secondo
      e il secondo si amplia fino a divenire
      un eterno momento, a se stesso sempre uguale =
      ========================
      Uguali a se stessi
      Dentro
      le nostre Radici?
      Che dici?
      ra-dici di ra-dici di metri alla seconda????
      Pensavo di aver accantonato la mat-magia
      dentro ad un cassetto, dove alla fine
      della fine
      i sogni vi hanno fatto un nido
      grande come un CUORE???
      tI AMO AMORE
      QUESTO PER DIRE CHE
      le lacrime non avranno mai fine
      finché le vedrai e le sentirai come
      il turbinio dell’acqua di un torrente.
      Arci noto, arci sano, arci-Archiano.

      "Mi piace"

    • Folli è quello che aveva visto il trasporto di un carro armato in autostrada … Annunciando un’invasione dei russi. 😂💯🤣

      "Mi piace"

    • È la Raggi ad esser imbarazzante, ancora non l’avete capito?

      Ha praticamente mandato a casa gli assessori competenti per mettere i fedelissimi con i risultati che a Roma vediamo tutti giorni.
      Esattamente come la vecchia politica e i vecchi politici che si mettevano intorno solo quelli che gli davano ragione e isolavano quelli che facevano critiche anche costruttive.

      Stefàno isolato perchè critico uno dei pochi ad avere una testa e una dignità la in mezzo.
      Ma secondo voi l’ultima consigliera che se ne è andata dal M5S dicendo che non voleva rendersi complice della ricandidatura della Raggi è una venduta?
      Cosa mi direte che è una PDina? Peccato che è la Lombardi ad aver inciuciato con Zingaretti
      La Raggi ha fatto dei danni di immagine al M5S devastanti…
      e Conte probabilmente lo sa e bene fa a non esporsi.

      Poi le critiche che gli arrivano da giornaloni lo sappiamo esser pretestuose.ma lei diamine, lei non potrebbe amministrare manco casa sua.

      "Mi piace"

      • @ Matteo e Stefano

        Bei tempi quando c’era Alemanno, pappa e ciccia col mondo di mezzo: si son magnati mezza città, ma la cosa non imbarazzava nessuno, quelle sì che son soddisfazioni…

        Piace a 1 persona

      • @Jonny Dio
        Ma non è che se uno trova imbarazzante la Raggi vuole il ritorno di Alemanno. Non è che l’alternativa è o la Raggi o i lanzichenecchi. Se per lei è così non c’è possibilità di dialogo.

        "Mi piace"

      • @ Federico C:
        Mai sostenuto niente del genere.
        A me piacerebbe solamente sapere che cosa provava, quando i lanzichenecchi rappresentavano di fatto la sola alternativa (ovvero da tempo immemore fino praticamente all’altroieri), chi ora riesce addirittura a provare imbarazzo per una brava persona, onesta e specchiata come la Raggi, pur con tutti i suoi limiti ed eventuali errori. Probabilmente dovrebbero coniare un termine nuovo.

        "Mi piace"

    • Ah il silenzio di Conte è imbarazzante?
      È appena arrivato, sta leggendo le carte, ufficialmente non è nessuno e sarebbe lui a imbarazzare?

      Piace a 2 people

    • È sempre colpa della raggi, comprese le teste di cazzo che remavano contro nella sua giunta, imbecilli che ha fatto bene ad eliminare politicamente,

      Piace a 2 people

  2. Continua la saga di migliori, dal campo alla sagra, e dalla sagra alla sagrestia urbana.

    Il trapezio, si slancia nel nulla
    mentre il prospetto del parallelepipedo
    si schiaccia verso il basso a fisarmonica.

    L’individuo che scoprirà l’indovinello,
    avrà trovato un gemello.

    Lancia i tarocchi nel bosco,
    strega cattiva, e nascondi
    sotto la radice di un quercia guercia e oscura, la morte
    ad aspettare il suo sposo.

    Se ti chiama la dovrai chiamare per nome
    e solo potrai se l’avrai riconosciuta!

    "Mi piace"

  3. Potrei cantare all’infinito
    lo stornello matematico,
    che con i numeri diviene magico,
    perché può correre all’infinito,
    senza stancarsi mai.

    "Mi piace"

  4. é l’amplificazione dei significati che creano nuovi contenuti?
    Potremmo chiederlo a Madame Schermo,
    che si atomizza in milioni di visi seduti su divani.

    Fra cui il mio, e questo mi fa altamente incazzare.

    "Mi piace"

  5. ANDATE TUTTI AFFANCULO!
    ma veramente tutti!
    via, show! Come si schiacciano le mosche,
    e adesso come si schiacciano i tafani!

    Vista le perplessità io mi asterrei da ogni giudizio
    sintetico; ma talmente sintetico da divenire
    stringato ma sonoro come una bella pernacchia
    fatta sul muso.

    vedendoci un caprone che ha perduto pure le corna,

    e le caprette che continuano a fargli ciao, ciano, e cianuro di battaglia!!

    ANDATE TUTTI IN QUEL POSTO UN’ALTRA VOLTA
    E CHE DI ARRETRI DAL BENEDIRVI UN GIORNO Sì E L’ALTRO PURE,

    PER PURIFICARSI ALL’INFINITO DI UNA PREGHIERA SEMPRE UGUALE!
    OSANNA NEI CIELI???
    OSANNA AL SESSO OSEREI DIRE, COME TANTA VERGINITà, SBANDIERATA
    COME UNA VELA DI PACE!!

    "Mi piace"

    • Ma tu hai cambiato nickname, restando sempre la solita testa di caxxo.

      Prima ti chiamavi Serpe§

      Quelli come te sono esibizionisti perché sofferenti di solitudine.

      "Mi piace"

      • Ibrido, cosa vai cercando nel labirinto della folli?
        prima spari sulla linea dello zero, poi sali all’1,
        e vai di inflazioni in inflazioni su tutta l’economia del pianeta!!

        Goditi il tuo capitale, con bella verdura e frutta ogm fino a quando non si ridurrà in pasticche
        con mix di proteine solubili e basta..
        o ci vorresti aggiungere i sali del succo di limne?

        "Mi piace"

      • Gran coglione! si potrebbe anche urlare, visto i contingenti e le contingenze politiche, che adoperano lo schermo per parlare alle persone, visualizzando su di loro le stesse, cioè milioni di utenze formato shere signor she, sherì , abituate a vederli sempre in tv e mai a vederli quando firmano trattati, o a pensare strategie politiche e economiche sempre più vaste, distorte, con pezzi di economia di nazioni, a formare un ibrido economico che diverrà anche altri ibridi; ormai chi ha peccato scagli la prima pietra e fu la guerra delle pietre, non prima di un termonucleare globale, come disse due..

        E l’abolizione del giornalismo sempre critico su ogni protozoo di società umana non ha fatto altro che asservire l’idolatria del politico show man , sempre più simile ad un divo americano, anche perché in televisione non si vede altro da circa 40 anni.

        Il grande volo del coglione..

        "Mi piace"

  6. Ma è accettabile continuare a trattare con questo terrorista musulmano medievale?
    Perché la UE, con in prima fila l’Italia, non riesce a far pesare politicamente la propria forza economica sulla Turchia?
    Per investimenti in loco e mercato di sbocco delle loro produzioni la UE è padrona del loro destino.
    È questo dittatore fa pure il triplo-giochista fra NATO, Russia e aiuti ai jihadisti.

    Lo sgarbo è stato plateale non solo verso la UE, ma soprattutto verso la DONNA in quanto tale.

    Piace a 3 people

    • @Jerome B.
      No, non è accettabile.
      Evidentemente gli interessi sono molto più forti di qualsiasi torto subito o diritto calpestato.
      Moriremo di compromessi.

      Piace a 2 people

  7. Come minimo, per il reto, sono desaparecidi tutti, i prodi! Gli italiani lasciti completamente soli, Draghi incluso naturalmente…Ma Beppe Grillo, Conte, Casaleggio, Di Maio, Di Battista, lo stesso Letta, possibile che in questo periodo truce non trovino fiato per ergersi davverio a “capi” a leaders? Non una frase non una parola, tutti rincantucciati nelle loro casematte tantoppiù se le proteste della gente comiciano a farsi visivbili e possenti con i morti che aumentano….Come è possibile rebdere cosi’ platealmente visibile uno stato medioevale come il nostro che agevola i furbastri alla AScanzi, gli “altri”, le corporazioni, facendo morire, assassinandoli deliberatamente i più cvecchi, i più indifesi, nella assoluta induifferenza dei più, dei Travagli Fidi Conigli che continuano imperterriti fronte di un simile dramma a scrivere le sue quotidiane cazzate? Non ci si crede! Morti sa migliaia e ciascuno che difende sempre il proprio orticello, “quello che c’era prima” che ha creato col suo governo tutte le precondizioni per creare e costituire la attuale tragedia! Va da sé che i tempi sono scaduti! Che non sarà mai capo 5 stelle o sarà del tutto irrilevante lo sia perché, ripeto, il tempo è ormai scaduto e pare ne siano tutti ormai consapevoli! Letta è un ectoplasma e si respira un attesa del tipo “Desero dei tartari”, si attende “qualcosa si compia” senza sapere cosa sia, senza nessuno trovi il fiato sufficiente per emettere sillaba! E il popolo italiano che crepa e, inutilmente, si dispera!

    "Mi piace"

  8. Secondo me, dopo il doppio gravissimo sgarbo ricevuto ( fatto dimettere e poi silurato, l’m5s che appoggia Draghi) Conte avrebbe dovuto fare come Cincinnato e tornarsene all’Università e alsuo lavoro di avvocato. Standosene tranquillo per un po’ a vedere gli altri scannarsi. Dopo. ma solo dopo, il disfacimento del m5s, suicidato da Grillo e Di Maio,avrebbe potuto rimettersi in pista per rifondare il movimento. Adesso c’è una guerra in corso tra quelli che vogliono “controllare” Draghi (figurarsi) e stanno al governo, quelli che hanno mandato ffncl grillo e company, la massa degli elettori anch’essi divisi tra disgustati, spaesati, ancora più incxxti, delusi. Io non mi sarei messo in mezzo a questo groviglio di ambizioni e frustrazioni.

    "Mi piace"

  9. Una mega figura di cacca l’ha fatta quel babbeo belga di Charles Yves Jean Ghislaine Michel che non le ha ceduto il posto, un’azione che avrebbe significato più di mille parole.
    Il neo-sultano tiene per le palle l’EU grazie alla Merkel, che ha convinto gli altri a dare miliardi ai turchi perchè si tengano i rifugiati in casa. Ci sono 1,55 milioni di turchi in Germania che hanno mantenuto la cittadinanza turca che vengono facilmente sobillati dalla madre patria.
    La Germania è il primo paese partner della Turchia, da sempre, sin dall’impero ottomano e dalla presa di Costantinopoli, chi ha venduto al sultano i cannoni per abbatterne le mura?.
    In quanto ad Erdogan è un bizzantino, è un vigliacco che fa la voce grossa.

    Piace a 4 people

    • Vero, mi ha colpito l’indifferenza al limite della complicità di quel coglione di Michels.
      Poi hanno ragione i francesi quando descrivono i belgi come tonti rincoglionito e protagonisti disprezzati delle loro barzellette.

      Nemmeno l’imbarazzato “EHM” della Von der Leyen lo ha smosso.
      Conferma della sua totale mancanza di riflessi, lucidità e consapevolezza dell’incarico ricoperto.

      Chissà cosa si saranno detti durante il viaggio di ritorno.
      Non credo sia accaduto, ma nell’ipotesi ogni sanguinoso epiteto diretto al belga sarebbe più che meritato.

      Piace a 2 people

  10. Comunque, non è vero nemmeno questo, perché Renzi è stato accolto in Commissione Sanità ed è subito partito con un grande piano tentennale per la sanità, che, viste le sue posizioni neoliberiste, immagino comprendesse la comparsa della sanità pubblica e l’esaltazione delle cliniche private.

    "Mi piace"

  11. Controllare Draghi? Mai sentita fesseria maggiore! Buona per i coglioni!
    Riporto:
    Michele Peluso
    Le sofferenze che provo sono in aumento, per la mia impossibilità di potere fermare la deriva che i sopravvissuti detti i Governisti anche nelle commissioni, non si oppongono a quelle conquiste in nome è per conto dei cittadini.
    L’elenco giorno dopo giorno si fa sempre più lungo. Notizia ultima anche il decreto dignità che si vuole sempre sotto la regia di Draghi renderlo flessibile in cambio del lavoro a tempo indeterminato, come vogliono il mercato del lavoro e il neo liberismo.
    Tutto viene giustificato da quel maledetto SI strappato da Grillo sulla votazione della piattaforma con inganno formulando il consenso con la stupida richiesta di un Ministero ecologico spalmato in 30anni, in più con la convinzione che dall’interno del Governo di poteva controllare,n iente di più falso e retorico.
    Spero che passino presto questi 2anni per le prossime elezioni, per non assistere alle continue votazioni nelle commissioni per annullare le nostre sacrosante leggi e provvedimenti frutto del nostro programma.

    "Mi piace"

  12. IL CAPO SECONDO ORWELL- Viviana Vivarelli.
    Quando Grillo dice: “Entrando nel governo vigileremo meglio”, oppure “Draghi ama i poveri”, dice delle frasi orwelliane, cioè paradossali, come dire “la pace è guerra” o “esporteremo la democrazia con le armi”.
    In realtà chi entra nel governo di un dittatore feroce non vigila affatto, diventa complice. E Draghi ha aumentato il numero dei poveri in Europa, non li ama di certo, così come non sarà mai con la guerra che saranno portate pace o democrazia. Ma, quando si spinge un popolo a credere cose paradossali che non stanno né in cielo né in terra, vuol dire che quel popolo è stato cotto al punto giusto e si è bevuto il cervello tanto da non capire che viene manipolato con le più sfacciate delle bugie e che chi sta facendo questo non lo ama certo ma lo sta sfruttando per un proprio interesse.
    Nei suoi romanzi metaforici, ‘La fattoria degli animali e ‘1984’, Orwell parla proprio della manipolazione dei cervelli fatta da manipolatori che bruciano le capacità critiche del popolo.
    Orwell si chiedeva se fosse possibile cristallizzare nel tempo un regime oligarchico politico o amministrativo, caratterizzato dall’accentramento del potere su un ristretto gruppo di persone, o una sola persona circondata da una corte di accoliti, che usa ogni cosa a proprio esclusivo vantaggio, asservendo la popolazione mettendola nella stupidità totale. Un sistema dove governano solo i ricchi che si prendono crescenti vantaggi, plagiando il popolo con strategie mediatiche di progressiva ipnosi.
    Nella società super-accentrata descritta da Orwell, ogni forma di democrazia è scomparsa, non esiste critica né lotta politica, non è permesso il dissenso, non esiste l’informazione. Il partito unico domina la società perché si è impadronito delle menti dei sudditi e ha instaurato il fanatismo che è il contrario dell’intelligenza critica liberatoria.
    In questo stato totalitario conta solo il gruppo egemone, che comanda attraverso la figura del Capo, l’uomo-immagine che ha il potere massimo e lo gestisce esclusivamente per sé, eliminando qualunque forma di ribellione o critica, mentre a tutti è rilasciato solo il compito di servire e ubbidire.
    Orwell descrive un’utopia negativa, un mondo dove non vorremmo vivere e dove il potere si serve del plagio psicologico con strategie basate sul linguaggio e le induzioni mentali. Racconta ciò che può accadere se si permette a un certo tipo di potere, spregiudicato e amorale, di dominare in modo assolutistico.
    Nel Partito Esterno, tutti si vestono allo stesso modo, hanno lo stesso comportamento, pensano lo stesso pensiero, agiscono come una persona sola, dicono le stesse frasi, usano lo stesso linguaggio. Sono molti solo in apparenza, ma sostanzialmente consistono in un blocco unico, dove chi comanda è distinto in modo ferreo da chi ubbidisce.
    Poiché l’unica realtà a cui crediamo è quella mentale, il Partito intero (chi comanda) crea una realtà virtuale a cui tutti sono soggiogati.
    I membri del Partito Esterno (chi ubbidisce) sono continuamente controllati da uno schermo televisivo posto in ogni casa che manipola il pensiero in modo uniforme. Nello stato di Orwell il più grande reato è pensare liberamente.
    Il Capo si arroga il diritto di prevaricare gli altri, aumentando i propri privilegi e quelli della Casta che lo serve. Un tempo c’era una casta con privilegi ereditari. Oggi abbiamo una classe economicamente dominante che si arroga tutto il potere e si pone sopra la legge agendo attraverso singoli individui che si impongono con il culto della personalità. Purtroppo lo stesso fenomeno si riproduce in coloro che credono di ribellarsi al potere.
    Il Comunismo creò nel popolo la falsa illusione della liberazione ma in seguito non liberò affatto il popolo bensì accentrò il potere in una casta ben precisa di burocrati con un capo assoluto, che abbindolò le masse col culto della personalità.
    Ma, quando il potere si cristallizza in una persona o in un gruppo fisso, abbiamo immediatamente la divisione tra i privilegi e i vantaggi di pochi con l’esautorazione del potere e dei diritti di tutti gli altri.
    Marx aveva detto che, qualora il proletariato avesse fatto l’ultima rivoluzione, la lotta di classe sarebbe sparita con l’estinzione di tutte le classi, ma questo progetto, storicamente e logicamente, si è rivelato fallimentare. Le classi hanno la tendenza a riformarsi, e, se non sono classi economiche, saranno livelli gerarchici o piani di comando ma la piramide continua a riformarsi e potrebbe essere combattuta solo da una rivoluzione permanente, perché ogni gruppo che si ribella, una volta che è arrivato nei luoghi del potere, tende a riprodurre il solito schema per cui pochi comandano e tutti gli altri ubbidiscono. La democrazia dal basso è la realizzazione umana più difficile e rischiosa che esista, perché la spinta tendenziale delle società torna ad essere verso il potere in mano a pochi che annientano la volontà di tutti gli altri.
    Dopo ogni rivoluzione scatta il solito schema per cui i capi dei rivoluzionari diventano i nuovi manipolatori del popolo per fini totalmente personali.
    La prima via per combattere l’assolutismo è la libertà di pensiero.
    La libertà umana passa attraverso i contenuti mentali, e questi si costruiscono attraverso le parole, le frasi e gli slogan, dunque il primo strumento di un potere assolutistico sarà l’annientamento dalla libertà di pensiero, attraverso il condizionamento di ognuno, così da rendere impossibile ogni critica e dunque ogni opposizione.
    Il potere annienterà la volontà destrutturando le parole.
    Le parole vengono staccate dal loro significato finché non arrivano a far accettare cose opposte. Il caos dei significati si tramuterà in caos morale, caos di coscienza.
    Nell’esperimento di Pavlov, si mostravano a un cane dei cerchi a cui corrispondeva il cibo e delle ellissi a cui corrispondeva una scarica elettrica e poi si cominciava a modificare i cerchi finché l’animale non riusciva più a capire quale fosse il cerchio e quale l’ellisse e impazziva. Lo stesso si può fare con dei cervelli umani, manipolando le parole fino a far coincidere concetti opposti (pace/guerra, amore/odio..) portando i cervelli al caos cognitivo.
    Se non conosciamo il significato delle parole che usiamo, se siamo disposti a credere a paradossi, la nostra mente andrà in blocco, e ci sarà impossibile crearci una struttura sociale, etica, ideale, politica.
    Ci sarà tolto lo strumento primaria per ogni formazione umana: un pensiero logico e coerente, che distingue un significato dall’altro.
    Il Partito totalitario imporrà un pensiero unendo significati opposti, una neolingua, che fissi una ideologia uguale per tutti, per un controllo assoluto di mente e volontà e una destrutturazione del linguaggio e dunque del pensiero.
    Nel perfetto stato totalitario il Potere è la Persona, rappresentato da un protagonista apparente e vistoso, magari anche grezzo e semplicistico, del Governo o dell’opposizione, prossimo al livello minimo di ognuno, è il Grande Fratello, che nessuno riesce più a vedere per ciò che è, un personaggio costruito, illusorio, un attore pervasivo e esaustivo, un protagonista virtuale.
    Tutto ciò che accade di buono è riferito a lui. Tutto ciò che è contro di lui è male. Qualunque verità e qualunque bene partono da lui. E’ il sostituto del Padre mitico. Vive una realtà affettiva di stampo ancestrale. E’ un archetipo e in quanto tale non è suscettibile di valutazione e controllo, perché agisce ai primordi della psiche. È la forma che il Partito di Governo o di opposizione ha scelto per mostrarsi al mondo.
    Nella realtà è un attore che dà veste visibile al Potere, un elemento rappresentativo virtuale che recita una parte.
    Questa immagine personale e personalizzata serve a sostanziare come una calamita emozionale ogni relazione e ogni istinto, è una immagine mitica, onnipotente, infallibile, viscerale, che attrae ogni sentimento e annulla ogni razionalità, come se esistesse lui solo e non l’organizzazione che gli sta dietro. La realtà e la verità sono quello che lui dice, e le sue parole vengono continuamente riadattate per aggiornare i fatti, in modo che nessuno confronti mai ciò che viene detto oggi a ciò che ha detto ieri. Non conta la storia e non contano i fatti.
    In questo plagio dei cervelli non ci deve essere critica né confronto o dissenso. Chi contesta i fan sarà tacciato da rinnegato o traditore. Si deve abituare la gente a ignorare i fatti, a dimenticare il passato, a ignorare paragoni, in modo che ognuno si isoli in un eterno presente, dove conta solo l’induzione del Capo.
    Ovviamente può trattarsi del Capo che governa come del Capo dell’opposizione qualora decida di diventare complice di chi governa.
    Chi possiede la mente dell’uomo possiede l’uomo.
    Chi crede più alle parole di uno solo piuttosto che alla realtà che ha davanti ha cessato di essere un uomo libero ed è diventato uno zombi.

    Piace a 1 persona

  13. LA MONTAGNA CHE PARTORI’ UN TOPOLINO- Viviana Vivarelli.

    Io stimo Conte anche se non posso dimenticare due cazzate che ha detto: che la Tav in Valsusa ‘ormai’ si doveva fare, e che, se fosse stato un grillino, avrebbe votato Draghi.
    Il problema è che in questa massa di criminali assetati di potere o presi per ricatto o bloccati alla poltrona, Conte rappresenta ancora un’ancora di salvezza, uno spiraglio di speranza, sia perché è meglio di tutti gli altri, sia per la simpatia che la sua figura suscita. Ma non per questo possiamo ignorare che non ha mai partecipato al Movimento 5 stelle, non è mai stato a favore della democrazia diretta, è sempre stato fondamentalmente un moderato del Pd, che non esce dalla storia del Movimento e ne resta estraneo.
    Il progetto di Gianroberto era perfetto così e rispondeva in tutto e per tutto a quanto è stato realizzato in Svizzera dal 1921 con eccellenti risultati ed era auspicato dal pensiero no global che lo precedeva. In più Gianroberto ci aveva aggiunto il voto digitale e l’esaltazione del web. Ma il suo sogno era perfettamente realizzabile, con passi graduali dell’ampliamento democratico. Temo che di tutto questo Conte non ne sappia niente, è un corpo estraneo che nulla a che fare con questa utopia, non per sua colpa, ma perché ha fatto percorsi diversi.
    La democrazia diretta si oppone drasticamente alla democrazia parlamentare, che è ormai in crisi in tutti i Paesi europei perché nessun sistema elettorale premia un solo partito e nessun partito da solo supera il 51%. La corruzione dei partiti e la caduta della democrazia nel potere del mercato ha fatto il resto. In Europa non esiste più alcuna democrazia quanto piuttosto abbiamo la degenerazione della partitocrazia in un quadro di totale neoliberismo che ha corrotto anche quella che doveva essere una sinistra di opposizione.
    Destra e sinistra non esistono più come programmi contrapposti e Renzi ha rappresentato in pieno la collusione di questi due orientamenti in una pappa neoliberista bestiale.
    Aderendo al Governo Draghi, Grillo ha segnato il suicidio del Movimento, dimostrando che anche il M5S invece di liberare i cervelli in un’opera pedagogica che affrancava il cittadino dai condizionamenti massivi e lo riportava al pensiero critico e creatore, ha manipolato le teste in una nuova dipendenza da Grillo, simile a quella fascista da Mussolini.
    Quando Grillo ha ordinato ai suoi di votare Draghi e ha espulso i 50 che non lo hanno voluto fare, ha calpestato il pensiero critico, la libertà di coscienza, l’autonomia morale di ognuno e si è posto non diversamente da un Hitler o da un Putin che si libera da ogni opposizione interna e vuole tutti soggetti passivi e acquiescenti.
    Ma questa è proprio la negazione della democrazia diretta in cui i capi devono essere solo portavoce degli elettori e di trasforma nel suo contrario: l’imposizione dittatoriale.
    Che ora Conte tenti di fare un programma dove si mescola democrazia diretta con rappresentanza parlamentare (due luoghi opposti) è una cosa talmente impropria che non potrà che fare un aborto.
    La cosa più facile è parlare di ecologia, oltre tutto rimandata al 2050, come oggetto talmente futuribile da essere senza senso (ma non c’era già l’Agenda del 2030?) ma in questo momento dove la pandemia è il primo problema, l’ecologismo diventa l’ultimo.
    Invece pressante è sapere dopo la dittatura di Draghi che tipo di governo vogliamo fare, sempre che questo sia ancora possibile e non si abbia come in Grecia un governo fantoccio in mano alla Troika.
    E qui il povero Conte, non avendo mai partecipato alla nostra utopia democratica, non potrà che essere banale, deludendo quanti lo stimano come mediatore e amministratore, non altrettanto come creatore di nuovi sistema di governo.
    In questa oggettiva difficoltà, Conte avrà sicuramente i voti di quelli che il grande progetto a 5 stelle non lo avevano nemmeno capito, ma deluderà inevitabilmente chi non voleva solo passare da un partito a un altro, ma che credeva veramente di partecipare alla ceazione di un nuovo sistema di governo che sarebbe stato di esempio al mondo.
    Il Movimento sognato da Gianroberto era una montagna. Con Conte partorisce un topolino.

    "Mi piace"

  14. Una cosa è assodata: gli articoli di Travaglio attirano sempre un buon numero di sfaccendati, disadattati e paranoici di ogni tipo…

    "Mi piace"

  15. Bravissima Viviana.È il meccanismo naturale che funziona nel branco dei lupi.Anche l’uomo è un animale,forse il peggiore o il migliore dipende dalla posizione in cui si trova,dominato o dominante.A differenza dei lupi l’uomo anela alla libertà e alla giustizia e niente fermerà questa sete.La lotta di classe esisterà finché ci sarà l’uomo sulla terra e al contrario di quello che pensava Marx non si raggiungerà mai una unica condizione paritaria per tutti gli uomini.Esisteranno e si creeranno sempre anche se sempre meno evidenti disparità tra gli uomini e ci sarranno sempre uomini che lotteranno per raggiungere la parità di diritti di libertà di uguaglianza

    "Mi piace"

  16. Già, altro che la patacca tanto propalata da Tracvaglio Fido Coniglio ai tempi del suo amatissimo governo di Giuseppiniello…Si tratta della prevalenza dei furbetti alla Scanzi!

    8 APR 2021 11:00
    IL MODELLO ITALIANO – TRA I GRANDI PAESI EUROPEI SIAMO IL PAESE CON PIÙ MORTI: ABBIAMO UNA MEDIA DI 400 MORTI AL GIORNO NELL’ULTIMO MESE E NON È SOLO PERCHÉ SIAMO IL PAESE PIÙ VECCHIO – SUI VACCINI SI È SCELTO DI NON DARE LA PRIORITÀ AGLI ANZIANI MA ALLE CATEGORIE PER NON IRRITARE GLI ORDINI PROFESSIONALI – IL FALLIMENTO DELLA MEDICINA DI BASE, LA MOBILITÀ, LE ZONE A COLORI: LE POSSIBILI SPIEGAZIONI ALLA DOMANDA “PERCHÉ SIAMO IN QUESTA SITUAZIONE?”

    https://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/modello-italiano-ndash-grandi-paesi-europei-siamo-paese-266293.htm

    "Mi piace"

    • Sui vaccini la regione con più abitanti, LA LOMBARDIA, ha deciso di continuare a procedere alla cazzo di cane.
      E i numeri sono DISASTROSAMENTE IMPIETOSI.

      E’ INUTILE CHE CERCHI DI FARE PROPAGANDA SCIACALLESCA SENZA APPROFONDIRE.
      MA D’ALTRONDE, DA UN’lDl0TA COME TE NON CI SI SI ASPETTA ALTRO CHE PAROLE AL VENTO.
      LEGGI lMBEClLLE:

      Luogo————Casi Totali———Variazione 7/04——-%Popol.contag.—–Numero morti
      TOT. ITALIA——3.700.393———+13.708 (+0,37%)———6,131%————–112.374—–
      Lombardia——–755.811———–+2.569 (+0,34%)———–7,537%—————-31.373—–
      Veneto————391.053————+1.111 (+0,28%)———–8,015%—————10.837——
      Campania———348.959————+1.358 (+0,39%)———6,109%—————-5.653——
      Emil.-Romagna–345.753—————+557 (+0,16%)———7,745%—————12.246—–
      Piemonte———-320.478————+1.464 (+0,46%)———-7,434%—————-10.560—-
      Lazio—————-295.977————+1.081 (+0,37%)———5,142%——————6.895—-
      Toscana————204.347————–+937 (+0,46%)———-5,534%—————–5.551—–
      Puglia—————203.602————+1.255 (+0,62%)———5,150%——————5.044—-
      Sicilia—————-181.346————–+998 (+0,55%)———-3,720%—————–4.746—-
      MA NON SO SE CI SI POSSA FIDARE DELLA DESTRA SICILIANA AL GOVERNO
      Trent. A. Adige—-111.595————–+247 (+0,22%)———-10,351%—————–2.454—-
      Fr. Ven. G.———-100.016————–+286 (+0,29%)———–8,292%—————–3.424—-
      Liguria—————-92.379—————-+425 (+0,46%)———–6,058%—————-3.922—-
      Marche—————90.720—————-+286 (+0,32%)———–5,997%—————-2.717—-
      Abruzzo—————66.878—————-+218 (+0,33%)———-5,169%—————-2.200—-
      Umbria—————-51.784—————-+132 (+0,26%)———-5,951%—————-1.279—-
      Calabria—————49.596—————-+292 (+0,59%)———-2,618%——————872—-
      Sardegna————–47.630—————+263 (+0,56%———–2,955%—————-1.250—-
      Basilicata————–20.197—————+142 (+0,71%———–3,651%——————470—-
      Molise——————12.456——————+4 (+0,03%)———-4,145%——————450—-
      Valle d’Aosta———–9.816—————–+61 (+0,63%———–7,851%——————431—-

      Piace a 1 persona

  17. Non abbiamo capito niente. Meno male che c’è Stefano. E siccome c’è il rischio che anche a Roma molti non abbiano capito niente, togliete la Raggi e metteteci… metteteci.. metteteci Stefano. E dove lo troviamo uno migliore?. Meno male che Stefano c’è.

    "Mi piace"

  18. Sarebbe quanto mai interessante sapere quale patto inconfessabile è intercorso tra Casaleggio figlio e Massimo D’Alema dietro la sostituzione del medico 5 stelle Giulia Grillo con il galoppino dalemiano del partitot fondato da Bersani e D’Aklema, LEU, riferito all’epoca da Dagospia e mai smentito visto che, oltretutto è l’unico “patto” rimasto in piedi anche dopo la caduta del governo giallo rosa di Conte nel quale, oltretutto, Conte aveva dato amplissimo spazio a ministri e galoppini d’alemiani quali Gualtieri, Arcuri il viceministro dell’economia….Ieri, a qualcuno che gli faceva rilevare gli ennesimi svarioni di Speranza, ee che, nonostante tutti gli errori fatti dalla sua nomina fino ad oggi come fosse stato possibile fosse stato riconfermato anche da Draghi, Vittorio Feltri replicava che evidentemente chi lo supporta ha un peso rilevante e che comunque può giocare una carta di peso. E siccome il peso di D’Alema anche in tema di pressioni non dovute se non ricattatorie è noto, sarebbe indispensabile perché a cedere alle voglie di dominio di questi ultimi governi con cinque stelle, PD ed un governo con dentro tutti ed un Presidente del Consiglio che dovrebbe essere al di fuori di certe pressioni politiche, possa ancora sopravvivere al suo posto un Ministro che le ha sbagliate tutte quando lo stesso Draghi ha cambiato tutta la linea di gestione della pandemia, da Arcuri allo stesso comitato scientifico…O si può dubitare che anche Draghi abbia qualche scheletro nerll’rmadio da tener nascosto e che D’Alema ben conosce se fosse vero che all’epoca della svendita Telecom durante il governo D’Alema, come scrisse in una inchiesta l’Espresso, Draghi pretese da D’Alema una precisa dichiarazione di diretta responsabilità in quella scelta che lo liberasse dal coinvolgimento di una decisione degenerata! Come mai si fa uil nome di D’Alema nella responsabilità di quella famosa riforma dell’art. 5° della Costituzione che ha provocato l’attuale disastro e l’abnorme numero di vittime, uno dei più alti al mondo, dopo la decentrazione alle regioni della sanità appunto, ache se avendolo voluto, ricorrendo all’art, 117 della Costituzione il precedente governo e l’attuale avrebbero potuto accentrare a sé le decisioni relative, se non volendosi invece deresponsabilizzare di fronte ad una tragedia epocale! Casaleggio, Grillo, i 5 stelle, Draghi risponderanno mai in merito alla decisione scellerata di voler attribuire tanto potere fino a riconfermarne un ministro dalle tante colpe ad un personaggio di rarara aniezione come Massimo D’Alema di cui si poteva solo sperare scomparisse dal panorama politico italiano dopo i tanti disastri provocati dalle sue politiche degenerate?https://www.nextquotidiano.it/incontro-segreto-dalema-casaleggio/
    https://www.google.it/search?q=d%27alema+casaleggio&tbm=isch#imgrc=OqPE89vJTARonM

    "Mi piace"

    • Interessantissimo, nevvero? Di una tale nequizia!
      Ancor più interessante sarebbe, tanto per procedere con ordine, conoscere anche i contenuti del ben più famoso patto del Nazareno tra Renzi e Berlusconi (le cui radici affondano nel primo di una lunga serie di pellegrinaggi dell’allora sindaco di Firenze, quello ad Arcore, oltretutto effettuato tra il chiaro e il fosco, sulla cui motivazione il Bomba, per tentare di giustificarsi una volta scoperto, all’epoca ha sparato una supercazzola tirando in ballo fumosi benefici per la sua città, peraltro mai visti), i cui contenuti erano e seguitano a restare inconfessabili anche a distanza di tanti anni, e che, a differenza di quello tra D’Alema e Casaleggio, è esistito veramente (e forse esiste ancora).

      Piace a 1 persona

    • Cioè tu sei stupita che nessuno abbia mai smentito l’accordo tra Casaleggio e D’Alema riferito da Dagopippa? Ma secondo te a parte, non lo so, gente tipo Massimino D’urso tuo qualcun altro si ipreoccupa di smentire ogni scemenza che puubblica quella fogna? Ma li hai presi per report?

      Ho letto solo due righe, il resto per stomaci più forti.

      "Mi piace"

  19. Nervosetto Travaglio a otto e mezzo stasera…Gli hanno fatto fare tutti una bella figura di m…a anche quelle che dovrebbero essergli assai amiche, la Gruber e la Sattanino…Il poveretto schiumava bile da tutti i pori…

    "Mi piace"

  20. Citando la Saattanino a Travaglio Fido Coniglio è sfuggito un “Noi siamo stati più bravi”! Noi chi?! Ma non dovrebbero essere giornalisti?!

    "Mi piace"