Se Draghi fosse il fenomeno che dicono

(Tommaso Merlo) – Se Draghi fosse il fenomeno che dicono spiazzerebbe l’imbarazzante sinfonia di ruffiani e di intrallazzatori politici accorsi ai suoi piedi. Lasciando che la politica si assuma le sue responsabilità. Lasciando che la democrazia faccia il suo corso. Se Draghi fosse il fenomeno che dicono prenderebbe atto che i partiti lo stanno prendendo per i fondelli. Non sono d’accordo su nulla. Fino a ieri si sputavano addosso in piena pandemia e adesso che ne stiamo uscendo si fingono responsabili. La solita vecchia politica affamata di poltrone. La solita vecchia Italia sempre pronta a correre sotto al balcone di qualche Salvatore della Patria. Se Draghi fosse il fenomeno che dicono saprebbe che la democrazia non ha affatto bisogno di fenomeni ma ha bisogno della partecipazione di tutti. Nessuno escluso. Tutte le volte che la democrazia si è affidata a qualche “fenomeno” son successi solo disastri. Un paese cambia dal basso, non dall’alto. Se Draghi fosse il fenomeno che dicono capirebbe che all’Italia oggi serve giusto un amministratore di condominio per qualche mese. Uno che scriva il Recovery e faccia alcune passerelle internazionali per poi ridare la parola agli elettori. E se ha voglia di farlo bene, altrimenti che lasci il posto a qualche altro tecnocrate e aspetti il prossimo giro di poltrone se proprio non riesce a farne a meno. Se Draghi fosse il fenomeno che dicono ammetterebbe di aver sostenuto per tutta la vita idee neoliberiste che si son rivelate una disgrazia. Idee che hanno aumentando povertà e disuguaglianze privando i cittadini di sovranità e diritti a favore di lobby economiche senza scrupoli e di quel casinò finanziario globale che lui conosce molto bene. Se Draghi fosse il fenomeno che dicono prenderebbe atto che il mondo sta cercando di andare in tutt’altra direzione. Quella dell’umanità, quella della giustizia. Se Draghi fosse il fenomeno che dicono starebbe molto attento alla sinfonia di leccapiedi e di intrallazzatori politici che scorrazzano ai piani alti di questo paese di voltagabbana. Non appena comincerà a dar fastidio e a dimostrare la sua “fallibilità” gli si rivolteranno contro. Lo attende un Vietnam parlamentare di veti incrociati e un paese stanco e avvilito da una politica che alla lunga delude sempre. Un paese che di governi di parrucconi e di tromboni ne ha visti fin troppi. Un paese non è una banca e il commissariamento della politica è una indecente usanza nostrana. Se Draghi fosse il fenomeno che dicono saprebbe che i tecnocrati calati dall’alto fanno solo aumentare la sfiducia nella democrazia. Un paese non è una banca e un conto è gestire la politica monetaria guardando dei grafici, un altro è occuparsi dei poveri cristi guardandoli negli occhi. Un conto sono i mercati finanziari, un altro quelli rionali. Se Draghi fosse il fenomeno che dicono si renderebbe conto di tutto questo e spiazzerebbe la solita vecchia politica e la solita vecchia Italia. Accontentandosi di fare l’amministratore di condominio per qualche mese oppure rinunciando del tutto all’incarico. Lasciando che la politica si assuma le sue responsabilità. Lasciando che la democrazia faccia il suo corso.

41 replies

  1. Andatevi a leggere i commenti nel blog delle stelle: la stragrande maggioranza è a favore del sì. E sì sarà.
    Con ‘sta menata del “se andiamo all’opposizione lasciamo tutto agli altri” e del “non dobbiamo darla vinta ai poteri forti che ci vogliono fuori dal governo” si riesce a giustificare qualunque cosa: prima era Salvini, poi il PD, poi Renzi, poi Mastella e i suoi trasformisti, poi di nuovo Renzi anche se aveva rovesciato Conte, adesso Draghi e pure B.
    C’è un limite alle schifezze che si devono ingoiare ascoltando il ritornello “dobbiamo governare sennò vincono gli altri”?

    "Mi piace"

      • Andrea tu sei giustamente un ingegnere, purtroppo
        Domando anche a te: sono più competenti monti e la fornero ( che sbagliano i numeri degli esodati) o le mezze pippe politiche di maio che porta a casa il RDC?

        "Mi piace"

      • @Fabio

        Ma che domande fai? Hai visto la situazione economica da dopo guerra? Chi ci metti, Di Maio col diploma delle superiori e senza laurea?

        Io di solito vedo le cose fatte, poi giudico. Ma dovendo scegliere prima come in questo caso, tra Di Battista laureato in lettere moderne che ha scritto libricini come “A testa alta” (pubblicato da Mondadori, cioè da b. che tanto critica) e Draghi, scelgo Draghi.

        Io no so come ragioni tu. Io ragiono così.

        monti fu un disastro, un personaggio VERGOGNOSO. Ammazzò i lavoratori che avevano pagato tutti i contributi e NON toccò NIENTE della casta. Ignobile figuro. Poteva fare tutto e NON fece una minkia.

        Penso che Draghi si molto diverso, anche se sono bene che i miracoli non li farà. Ma pur di non vedere governare quella testa di ca@@o di salvini ci metterei anche topolino a presidente del consiglio. Quindi Draghi è il male minore in ogni caso.

        Piace a 1 persona

    • Johnny Honesto
      in politica non puoi permetterti di fare l’offeso
      sei stato votato e sei pagato per trovare soluzioni anche con satana se sei costretto.
      non ci sono alternative finchè non si va a votare
      poi si ricomincia
      quando erano la maggior forza di opposizione dal 2013 al 2018 cosa hanno ottenuto?

      Piace a 1 persona

      • cos’hanno ottenuto dal 2013 al 2018? il 33% dei consensi. che non avranno mai più. consensi presi sostenendo idee, non svendendosi per potersi mettere in giacca e cravatta e andare in giro a fare i beccamorti, facendo finta di essere grandi ministri.
        non era sufficiente il 33% per governare da soli? occorreva battere ancora di più sui tasti e aspettare che crescesse, guardare ancora i disonesti sgovernare ancora un po’ e il consenso sarebbe cresciuto ancora: le rivoluzioni mica si fanno in due giorni. e invece no.
        e qui non si tratta di fare l’offeso, ma di rimanere coerenti con almeno qualcosa che si è promesso.
        “mai con questo” “mai con quello” “mai questa cosa” “mai quell’altra”.
        poi c’è il rischio di andare a casa e va bene tutto, e spuntano fuori i giustificazionisti:

        e c’è stata la pandemia (ma nel 2018 e 2019 non c’era)
        e non si governa da soli (ma lo si sapeva)
        e non si può lasciare il governo ai poteri forti (certo, meglio governarci assieme)
        e le riforme si fanno con chi ci sta (perché ovviamente l’ammucchiata FI-PD-IV-Lega-Leu le lascerà fare)
        e il Movimento non è più quello di una volta (che cazzo significa)
        e bisogna essere responsabili (e non ci sono più le mezze stagioni)

        e allora ditelo chiaro e tondo: vogliamo che il Movimento sia al governo. anche se si rimangia tutto quello che ha detto prima. perché quello che ha detto non conta un cazzo, l’importante è essere al governo e avere le poltrone, e l’illusione di stare fottendo il sistema mentre in realtà è il sistema che ha fottuto il Movimento e l’ha inglobato e sterilizzato.
        e ai rivoluzionari da salotto, quelli che siedono sulla poltrona a mangiare birra e fagioli, piace solo poter gridare “ABBIAMO UN GOVERNO A 5 STELLEEEEEEEEE GLI STIAMO FACENDO UN MAZZO COSI’ AL SISTEMA!”, senza rendersi conto che è il sistema che ha fatto un mazzo così ai 5 stelle, li ha divorati, deglutiti, inghiottiti e si appresta a espellerli nel 2023.
        giravoltari del menga.

        "Mi piace"

      • Siete riusciti a far perdere la pazienza pure a JH: siete contenti, sorcini? PS: @JH, ” il sistema che ha fatto un mazzo così ai 5 stelle, li ha divorati, deglutiti, inghiottiti e si appresta a espellerli nel 2023.”; no Johnny, questi non so’ str0nzi che galleggiano, questi so’ str0nzi duri, che de usci’ nun ce sentono, hanno trovato il loro ambientino naturale e ci resteranno per sempre!

        "Mi piace"

      • Andrea, Monti è molto diverso da Draghi? In quale mondo? La situazione economica in cui siamo il governo conte lo aveva previsto da mo, facendo 2020 manovre finanziarie per 160 miliardi, rifiutando il Mes e d’accordo con gli incapaci dei 5s a puntare sul RF( si parlava di 173 miliardi), si è rimboccato le maniche e dopo due gg. Di trattative con i paesi europei, se ne è uscito con 209!!!!!
        Tu vuoi raccontarmi che un fenomeno del genere (Conte) non sia meglio di Draghi??
        Ma non scherzare, draghi ha sempre e solo governato banche!!!!! Dove da presidente dettava gli ordini
        Di maio non laureato è talmente incapace che come è capitato il contratto coi cinesi ha messo in buca germania e Francia
        In guerra ci vogliono ottimi strateghi, gli affari si prendono al volo
        Pensi che a silvio berlusconi sia servita la laurea per mettere su un impero?
        Confalonieri, galliani dell’utri, tutti laureati 110 e lode? Coraggio, e talento
        Su 100 laureati, 95 non ne sanno mezza e tutti con stipendio fisso.
        Bravissimi a parlare dell’erba del vicino..
        Ti vorrei raccontare emblematico amministratore delegato, chiamato a risolvere ( nome uscito da banca intesa, laureato alla bocconi) la crisi economica di una banca!!!!! Lui si è preso €800000,00 in 6 mesi ha messo in buca tutti i piccoli azionisti della banca(piccole partite iva, che avevano i risparmi di una vita ma non laureati, dottori nella vita, con tanta fatica e grasso nelle mani)…
        Diffida, con la D maiuscola, negli affari, dei laureati….. Prima regola imparata sulla mia pelle, saluti

        "Mi piace"

      • @ Adriano
        Purtroppo, viste le condizioni e benché obtorto collo, trovo più giusto e sensato il convincimento : quindi io sto con te ! Un saluto !

        "Mi piace"

    • Johnny Honesto
      hai detto bene il 33%
      non il 40 e da lì sono cominciate le scelte e dalle scelte i problemi
      perchè quando si sceglie si scontenta sempre qualcuno
      ok mettiamoli in frigorifero questi voti
      meglio abbaiare alla luna piuttosto che fare il RDC, la spazzacorrotti, ecoboinus 110%, riduzione parlamentari ecc..ecc..
      meglio lasciar gestire ad altri i soldi che sono riusciti ad ottenere, noi (loro) siamo duri e puri e non vogliamo quei sporchi soldi che andranno a fare il ponte di Messina
      contento te

      Piace a 1 persona

  2. anche Merlo però…come fai a parlar MALE di Draghi a priori in questo modo? Va a finire che tutte le colpe di questo SCIAGURATO paese sono sue, quando nella realtà non ha mai fatto politica. Alla prima cazzata che sia attaccato anche duramente, ma così non si può.

    Da una parte ci sono i lecchini schifosi che lo lodano a prescindere, nascondono gli errori, insabbiano gli insuccessi. Dall’altra quelli che è tutta colpa di Draghi SENZA SAPERE UNA BENEAMATA MINKIA su ciò che farà.

    Ma aspettate almeno il primo provvedimento prima di attaccare a caso, NO?

    I problemi principali del paese sono burocrazia, giustizia/corruzione, lentezza dei processi, trasparenza, lavoro, tassazione fatta molto male (vedere tutte le deduzioni cazzone). Si vedrà subito se butterà bene oppure sarà il caso di attaccarlo pesantemente. Per ora si deve aspettare.

    "Mi piace"

    • fare il lavoro che faceva in fondo, è fare politica,
      si chiama mica per nulla “politica monetaria”
      se ne era mai accorto?
      come probabilmente si sarà accorto che influisce
      molto di più questa politica che quella degli sburoni renzi e salvini
      inoltre, se uno nasce quadrato, è improbabile diventi tondo.
      forse ottagonale o altra figura con più lati, ma non tondo
      (anche se, geometricamente parlando, una circonferenza
      è una serie lati molto piccoli, più è elevato il loro numero, più la circonferenza
      pare “tonda”, ma questa regola non s’applica alle umane caratteristiche, altrimenti
      si sta in manicomio)
      quindi è improbale che Draghi si iscriva all’internazionale socialista, molto più
      possibile al Bilderberg (se già non ne fa parte)
      stesso discorso sulle possibili strade che potrebbe intraprendere. spero di sbagliare

      Piace a 1 persona

      • E averci salvato il Qlo, a noi ITALIA, con il Quantitative Easing, tenendo bassi i tassi d’interesse sul debito dopo le sciagure berlusconiane lo giudichi più di destra o di sinistra? Sei nostalgico della monetizzazione de debito, con inflazione a doppia cifra e mutui a tasso di strozzinaggio? Quelle sono le misure DI SINISTRA a cui aspireresti? Cancellare il potere d’acquisto di lavoratori dipendenti e pensionati, gli unici che pagano effettivamente le tasse perchè gli vengono trattenute alla fonte?

        Su questo blog siete tutti filosofi dei massimi sistemi, dell’etica e della morale a chiacchiere. Ma quando vi chiedono di agire, di essere conretizzare, di avere una visione sul da farsi vi dissolvete.

        "Mi piace"

      • Marco_Bo

        “Se uno nasce quadrato, è improbabile diventi tondo.
        forse ottagonale o altra figura con più lati, ma non tondo…”

        Ma anziché avventurarsi in acrobatiche geometrie, perché non aspettare semplicemente di vedere che forma assume questo governo?
        Mica sei costretto a fartelo piacere.
        Ma è strano farselo dispiacere prim’ancora di sapere cos’è.

        E poi, scusate, anche dal punto di vista strategico sarebbe un errore non appoggiare Draghi perché è un tecnocrate.
        Avete concesso a quella merdaccia di Salvini di fare il ministro dell’interno, con un Draghi ti sputtani molto meno.

        Se non lo appoggiate a prescindere sarete percepiti come distruttori.
        Se lo appoggiate a condizione che, avrete fatto politica.
        L’unica condizione è che la “condizione” non siano le poltrone ma i programmi.

        "Mi piace"

    • Ah sì? Una volta che ha avuto la fiducia,
      poi voglio vedere chi si prenderà la responsabilità di toglierlela!

      "Mi piace"

      • @Gatto

        Togliergliela è una parola bruttina, strano che la storia non l’abbia sepolta come strumento di comunicazione arcaico 🙂

        "Mi piace"

      • Gatto ! Che tI sei messo a fare adesso : il correttore di refusi e bozze ? Tranquillo: non ti mancherà il lavoro !

        "Mi piace"

      • “Gatto ! Che tI sei messo a fare adesso : il correttore di refusi e bozze ?”: ma, veramente, per motivi che non capiresti, non ho fatto quasi altro qui sul blog! Quando si dice “vivere in attenzione”…

        "Mi piace"

    • Come al solito si scrivono commenti superficiali su Draghi e il Bilderberg, senza conoscere né l’uno né l’altro.

      Il Bilderberg è uno specchietto per le allodole, un organo paravento dove si discute un po’ quello che è già stato deciso in altri centri di potere. Direi che si può smettere di guardare il proverbiale dito che indica la Luna.

      Draghi non fa parte del Bilderberg, o se lo fosse, poco importerebbe: Draghi è affiliato a 4 superlogge massoniche reazionarie e di una, quella Three Eyes in cui milita anche Napolitano, è stato anche Gran Maestro. Quindi il Bilderberg è l’ultima delle preoccupazioni.

      Pare, tuttavia, che si sia pentito e sia tornato alle sue posizioni giovanili, quelle keynesiane – come molti sanno qui è stato allievo di Federico Caffè. Non è quindi vero che abbia sempre avuto idee neoliberiste.

      Sì tratta ora di vedere le sue carte, se veramente si è ravveduto, che intende fare e come lo fa.

      "Mi piace"

      • Per tua informazione: in una Loggia la carica più alta è quella di Venerabile; quella di Gran Maestro è la carica più alta di un’Obbedienza (nazionale), ERGO, non esiste il Gran Maestro di una Loggia! Parlate, parlate, parlate e “Come al solito si scrivono commenti superficiali… “.

        "Mi piace"

      • Può essere che abbia usato un termine impreciso, anche se qui si sta parlando di Ur-Lodges sovranazionali. È probabile tuttavia che anche in questo caso si usi il termine “venerabile”, mi pare, in effetti, di averlo letto in riferimento a Draghi.

        Ad ogni modo confondi un’imprecisione terminologica – e ti ringrazio della correzione – con una questione di metodo e di contenuto.

        Ok gente, a quanto ho scritto sopra sostituite “Gran Maestro” con MAESTRO VENERABILE!

        "Mi piace"

      • Egregio, la ringrazio per la preziosa distinzione, ma, vede, non ce n’era punto bisogno, non essendoci stata da parte mia niuna confusione: il mio riferimento all’imprecisione terminologica voleva evidenziare il fatto che, non possedendo nemmeno l’abc sulla faccenda, non si può certo pretendere di padroneggiare la “…questione di metodo e di contenuto”! ERGO(cit.), gente, fate vobis…

        "Mi piace"

      • Ok, è stato all’apice della Three Eyes. Che la carica si chiami Venerabile o Pippo è puramente convenzionale. Non stiamo parlando di fisica.

        Fatto il mea maxima culpa sull’imprecisione terminologica – ma quello che intendevo dire era comprensibile a chiunque – veniamo al succo del mio discorso:

        – si parla del Bilderberg come se fosse la Spectre, quando è uno specchietto per le allodole;
        – se anche Draghi ne facesse parte, sarebbe ancora la sua frequentazione più innocua, dal momento che è pure stato VENERABILE della Three Eyes;
        – Draghi si sarà veramente pentito, come va dicendo da mesi Magaldi?

        Se ho sbagliato qualcosa leggerò volentieri le tue argomentazioni.

        "Mi piace"

  3. Che si voti su Rousseau è una buona cosa, non fosse altro che perchè i partiti una cosa del genere non l’hanno nemmeno mai sognata.
    Il fatto che i commenti siano prevalentemente orientati al sì, come scrive johnny onesto, secondo me non vuol dire molto, visto che commentare sul blog è diventato possibile solo ad una selezionata casta. Non è più come il blog di Grillo.
    Io posso commentare qui, sul FQ … ma sul blog delle stelle, quello della democrazia diretta no … la cosa mi fa pensare che Casaleggio figlio non valga il padre.

    Non so ancora se voterò sì o no, in entrambi i casi ci sono pro e contro.
    Sono più per il no comunque, sempre che il drago draghi riesca a metter su una maggioranza, non è mica ancora detto. Ero convinto che fosse già tutto previsto e pronto per draghi la finanza e le logge, ora mi viene il dubbio.

    Se riesce poi ci sono due possibilità: o il governo litiga su tutto dal primo minuto, come sarebbe logico aspettarsi, e allora cade dopo una settimana, se nasce, ed era meglio starne fuori da subito, e magari rigiocarsi la carta Conte, oppure non litiga su niente, e allora vuol dire che una cupola gestisce il circo politico da dietro le quinte e fa fare loro quello che vuole lei, e allora entrarci sarebbe inutile perchè la strada la decidono sopra le nostre teste, ed era meglio starne fuori da subito.

    Penso che l’unica soluzione democratica sarebbe tornare al voto, nonostante tutte le cazzate che ha snocciolato mattarella contro questa ipotesi. Le ha tirate fuori perchè a lui era stato detto di far entrare draghi … In USA hanno fatto campagna elettorale e hanno votato: si può fare.

    Quelli che sperano in draghi secondo me sono stati ipnotizzati dalla tv.
    draghi ha una sua storia a senso unico, e aspettarsi che sia diventato un altro uomo è poco sensato. Del resto se fosse diventato il compagno draghi, avrebbero chiamato un altro, anche uno sconosciuto andrebbe bene, basta fargli prima qualche mese di lancio pubblicitario.

    "Mi piace"

    • @fabriziocastellana

      anche quando non li condivido apprezzo sempre i tuoi commenti, sono equilibrati sia nei toni che nelle ipotesi.
      Ed è incredibile che il blog (quello del confronto aperto e della intelligenza collettiva) ti precluda la partecipazione, la votazione.
      Sarebbe grave in ogni caso, nel tuo secondo me lo è ancora di più.

      Insomma, per me il tradimento più grande del M5S non è l’appoggio a Salvini, non è l’appoggio al PD, non è l’appoggio a Draghi.
      Il tradimento più grande è esattamente quello che accade ai militanti come Fabrizio, che sostengono senza tifare, che hanno un punto di vista preciso ma sanno ascoltare. E non possono esprimersi. E probabilmente non sanno neanche il perché.

      Teniamoci stretto il M5S se l’alternativa sono ladri e mafiosi, ma che ci sia stata una grossa presa per il culo è evidente anche ad un cieco con il prosciutto davanti agli occhi. Mi dispiace, sinceramente.
      Ma sono convinto che molti buoni propositi il M5S ha avuto il grande merito di diffonderli.
      Sopravvivranno al M5S, è questo quello che conta.
      Nascerà una forza politica migliore in grado di interpretare meglio certe istanze.
      Se non ci sono più le istanze… so’ cazzi.
      .

      Piace a 1 persona

  4. No, un no convinto, e se la maggioranza sara un si,
    Bé, vorra dire che per me il mv non esiste piu,
    Un conto è sostenere un mv che vuol cambiare il corso della politica, altra cosa sostenere dei poltronari che sono stati corrotti dal potere,
    Grazie ma non mi interessa, ne posso fare a meno,

    "Mi piace"

  5. “Lasciando che la democrazia faccia il suo corso”.

    Bellissime parole, ma questa democrazia è una democrazia malata, corrotta, per giunta in piena pandemia.
    Questa democrazia è il frutto della partitocrazia, ovvero di un sistema di selezione della classe dirigente che guarda più alle clientele che al merito. Degenerazione che riguarda tutte le forze politiche presenti in parlamento, a prescindere da come si fanno chiamare.

    E i temi condivisibili, se a trattarli sono persone incompetenti, si concretizzeranno in iniziative inefficaci se non del tutto idiote.

    I sistemi informatici, ad esempio, sono andati tutti in tilt, Poste, Inps, bonus bici.
    Ora se hai fatto del Web il tuo cavallo di battaglia, parli da anni di DIGITAL DIVIDE, mi aspetto che tu questo problema lo risolva.
    Se lo sbandieri e poi non lo risolvi, o addirittura il governo di cui fai parte lo aggrava, mi vai un po’ sul cazzo.

    Pertanto, che ben vengano i tecnici, mettiamo i politici in panchina, perché il primato della politica non può diventare il primato dell’incompetenza.

    Quello che bisognerebbe fare non è chiedere poltrone per realizzare il programma (ma che bel furbetto!)
    Ma chiedere la realizzazione di punti importanti del programma e togliere il voto e passare ad una dura opposizione se la richiesta non viene accolta.

    "Mi piace"

  6. Certo, adesso si realizza il proprio programma dall’opposizione, mentre sulle poltrone stanno seduti gli altri. Magari I Giorgetti, le Bonino, i Rosato, che non vedono l’ora di lottare per noi.
    Evviva, come siamo furbi!!

    "Mi piace"

    • @Anail
      Se devi replicarmi ti tocca citarmi, purtroppo, sono le regole.

      Cosa ti impedisce di capire che si possono valutare le azioni di un governo anche da fuori?
      Basta saperle comprendere.
      Se sei in grado di capire le leggi, sei in grado di valutare l’operato del governo da FUORI.
      Se non sei in grado di capire le leggi, non sei in grado di valutare l’azione del governo anche da DENTRO

      "Mi piace"

  7. @ Anail
    Hai capito? “ Basta saperle comprendere” “ Se sei in grado di capire e valutare…..e se non sei in grado di capire e valutare….!” L’ha detto L’ OROSCOPO !

    "Mi piace"