Roberto Saviano: Renzi dovrebbe avere la dignità di lasciare la vita pubblica del nostro Paese

(Roberto Saviano) – Conoscete la storia del giornalista saudita del Washington Post Jamal Kashoggi, barbaramente ucciso e fatto a pezzi per conto del principe saudita Mohamed Bin Salman? Solo conoscendola potrete realmente capire di quali crimini sia sospettato Mohammed Bin Salman. E a quel punto, come me, capireste per quale ragione Matteo Renzi dovrebbe avere la dignità di lasciare la vita pubblica del nostro Paese.

Proveranno a imbrogliarvi tracciando un parallelismo con Emanuel Macron che conferisce la Legion d’onore ad Al-Sisi, o con Angela Merkel che mostra timidezza con Vladimir Putin. Sono argomentazioni senza valore: le azioni politiche squallide di Macron e Merkel trovano una possibile giustificazione nella Ragion di Stato. La grave presenza di Matteo Renzi ai piedi di Bin Salman trova giustificazione solo nella Ragion del Portafogli, il suo.

Matteo Renzi è un Senatore della Repubblica Italiana, non un ex politico in pensione, non un personaggio secondario che possa permettersi di essere al soldo di chiunque, soprattutto di un principe che silenzia i suoi oppositori condannandoli a morte. Renzi è ancora pagato dallo Stato italiano per il suo lavoro (un senatore in Italia guadagna oltre 14mila euro al mese netti, considerando l’indennità mensile, la diaria e vari rimborsi spese) e il presupposto è che lo faccia con dignità, nel rispetto dei valori costituzionali, dai quali non mi pare sia riconosciuta la possibilità di fare a pezzi gli oppositori politici in sedi diplomatiche altrui, come è accaduto al giornalista del Washington Post Jamal Kashoggi.

Matteo Renzi è il politico italiano più in vista del momento, e dunque l’idea che i cittadini del mondo possono farsi, dopo questa uscita, è che il politico italiano più in vista – l’ago della bilancia – sia anche un venduto. Non male per un Paese che, nelle attuali condizioni, avrebbe bisogno solo di una cosa: credibilità.

“È un grande piacere – ha detto Renzi – è un onore essere qui con il grande principe MBS. Credo che l’Arabia possa essere il luogo di un nuovo rinascimento.” Ricordatevi queste parole, non dimenticatele, perché sono un marchio d’infamia.

Ora io domando agli ex Ministri di Italia Viva – e in particolare a Teresa Bellanova, che è sicuramente la vera protagonista della legge contro il caporalato, per la quale tutti dobbiamo esserle grati – come si possa accettare che il leader (ma a questo punto direi il padrone, nel senso più deteriore del termine) del loro partito vada, in qualità di ospite ben pagato, ad esaltare una dittatura che massacra gli oppositori politici e che gode della servitù della gleba. Ministro Bellanova, esattamente, qual è la sua posizione su questo?

47 replies

  1. saviano, saviano
    se foste dei veri giornalisti e non dei cani da riporto con le vostre, su procura,
    notizie a titolo d’esempio
    la Meckel accondiscendente con Putin, invece che pragmatica per via della chiusura
    delle centrali nucleari, dell’aumento della richiesta di energia elettrica e del costo (3 volte tanto)
    dell’LNG americano via Polonia
    o, sempre a titolo d’esempio
    sui malanni di Putin, che ha il Parkinson e quindi sta per cedere il potere, raccontata da non si sa bene chi,
    sui palazzi di Putin, e ve lo racconta un malfattore pregiudicato che riceve dei begli ossi da spolpare
    (tanto che ne approfitta per uso privato e per quello è nuovamente indagato)
    tranne poi scoprire che il “palazzo” è in via di costruzione (il filmato è su YT) mancano ancora 4 o 5
    anni alla fine lavori, ed è di altra persona impegnata negli alberghi di lusso.
    e ancora
    su Putin che ha alle sue dipendenze da 40 anni Trump, e ve lo racconta un vero kgb
    (che probabilmente spera in un bell’osso, sempre che sia un vero kgb, e come l’allenatore dopante
    racconta tutto ma veramente tutto, magari dimenticando che è stato pure in galera per quel motivo)
    ecco, se foste giornalisti, io vi crederei, ma non lo siete.
    e su MR, credo che gli verrà la sciatica, per via delle genuflessioni,
    la lingua fissurata per via dell’uso intenso, e non sempre igienicamente corretto,
    a persone che dubito abbiano l’uso del bidet (il tutto da legge metaforicamente)
    inoltre, se gli arrivano la metà degli accidenti che gli stanno inviando copiosi, invece che
    ritirarsi dalla politica deve entrare in una RSA con la MEB che gli fa da badante
    e una pensione d’invalidità almeno parziale.

    Piace a 2 people

  2. E dai incominciamo a dire pane al pane e vino al vino. Ciò che succede diciamolo apertamente senza peli sulla lingua, chi di dovere intervenga par cacciare dal parlamento questo essere abbietto. Dignità che non esiste nel vocabolario dell’innominabile.

    Piace a 2 people

  3. Sottoscrivo l’articolo di Saviano.
    Punto.
    Altre masturbazioni tra i commenti lasciano il tempo che trovano.
    Rivolgiamo energie e attenzioni sull’indegno bomba.
    Spero che il gruppo del M5s, di LEU e della componente di sinistra del PD tengano il punto con Conte.
    Affermando chiaramente un NO DECISO al ritorno con Renzi.
    DEVONO SVUOTARGLI IL PARTITO.
    LA MAGGIORANZA DEGLI ITALO VISCIDI rientrasse nel PD, a sostenere il partito i cui elettori gli hanno dato il voto per essere eletti.
    È l’unico modo per assicurarsi la sopravvivenza fino a fine legislatura.
    ALLINEATI E COPERTI a sostenere la linea governativa con l’ex capo a strepitare all’opposizione con il capitone sciacallo e la fascio coatta pesciarola.
    Altrimenti che si tornasse a votare così ci divertiamo.

    Piace a 3 people

    • Saviano fino a ieri ha sparato a palle incatenate sui 5S e Conte, e ora si accorge di cos’è Renzi?
      meglio tardi che mai, forse è stato per troppo tempo fuori dall’Italia o ha frequentato un gruppo troppo ristretto.
      qui nel blog moltissimi lo hanno sempre chiamato CAZZARO ROSA senza essere Saviano e venire pubblicato ogni suo starnuto.
      Bellanova poi, lo chiede alla Bellanova protagonista della legge sul caporalato ah si? intanto è la LEGGE 29 ottobre 2016, n. 199, quello di cui parla è il Piano nazionale contro lo sfruttamento e il caporalato in agricoltura, messo a punto dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali del ministro Nunzia Catalfo, il Ministro Provenzano, la Bellanova ha messo dei paletti, tanto è vero che funziona meglio per le colf e le badanti.

      Piace a 4 people

      • Sì Adriano, meglio tardi che mai. Però non basta, e rientra nella categoria di quelli contro cui si è finalmente scagliato Zinga, i finti, gli intellettuali di stoca che li hanno allontanati dalle persone.
        Ieri l’apertura dell’anno giudiziario, discorsi durissimi. Ho sentito il pg di Napoli. E lui? Non un post in tutto l’anno sul tema a lui più caro pur di andare contro.

        "Mi piace"

      • Qui nel blog…
        Che spocchia. Ma si è guardato intorno? Dove crede di stare, in un circolo di raffinati pensatori?

        "Mi piace"

    • Non sanno più chi smuovere per riportare all’ovile le pecorelle smarrite, smarriiite ee e venite a me èèè.
      Wuee.
      … lo schioppo, dov’è.

      "Mi piace"

    • @Jerome B.
      Punto!
      Anzi, no… punto e virgola!
      Macchè! Mi voglio rovinare: DUE punti!
      Abundatis abundantiam.

      Sarai anche amico ed estimatore di Saviano (ognuno ha diritto di coltivare le proprie
      perversioni), ma non ti stizzire se qualcuno fa notare che il nostro… anzi no.. il tuo eroe
      è alquanto ondivago nei suoi oracolanti giudizi e ha la tendenza a commentare fatti e
      persone tenendo un solo occhio aperto.
      Comunque diamogli atto che questa volta forse ha aperto anche l’altro.
      F.ato. Un Masturbatore Seriale 🙄

      "Mi piace"

      • @ Aloysius

        La tua antipatia nei confronti di Saviano, che io in parte condivido, ti impedisce di valutare nel merito l’articolo.
        Guardi il dito e non la luna.
        Questo articolo parla di etica nella politica e di come Renzi l’abbia violata più di quanto abbia fatto con “Enrico stai sereno” o altre sue uscite che potrebbero essere imbellettate come ragioni di Stato al popolo disinformato, anche se qui tutti sappiamo che sarebbe come infiocchettare una caccia di cane.

        Saviano lo ha spiegato bene facendo il confronto con la Merkel e Macron che non agiscono per il loro portafogli.
        Il riferimento alla Bellanova è solo un modo per spingere gli italomorti a sfancularlo.

        Saviano ha scritto l’epitaffio di Renzi e non te ne sei accorto Piero!

        "Mi piace"

      • @andreaex
        Che Saviano mi stia sui cabbasisi non ci piove.
        Ma tu hai sbagliato mira col tuo commento.
        Non ho affatto inteso criticare ciò che ha scritto per il semplice motivo che
        questa volta lo condivido… cos’altro significa riconoscergli che in questo
        caso ha aperto tutti e due gli occhi?
        Il mio amichevole “rimbrotto” era rivolto alla nota di stizza che mi pareva di
        aver colto nel commento dell’amico Jerome con quel suo tanto perentorio
        quanto sgradevole “punto!” e col definire “masturbazioni” (immagino che
        intendesse “masturbazioni mentali”) i commenti in cui Saviano veniva
        accusato quanto meno di doppiezza.
        In quanto agli epitaffi sulla fine di Renzi… in tanti li stanno scrivendo già da
        quasi cinque anni, ma temo che non ce ne libereremo se non facendo come
        il nipote di quel vecchio immortale della barzelletta che ammette:
        “Com’è morto? Beh, alla fine gli abbiamo dovuto sparare!”
        Non la conosci?
        Magari te la racconto se sei curioso.

        "Mi piace"

      • @ Aloysius

        Sottovaluti secondo me la portata comunicativa di questo gesto infame, elogiare un assassino senza scrupoli che viola anche i diritti umani più basilari.
        E tutto questo solo per i soldi.

        Se avesse preso la mazzetta per elogiare Greenpeace (faccio un esempio per asssurdo), sarebbe stato inopportuno ma in Italia, che abbiamo molto pelo sullo stomaco, lo avremmo perdonato come un “Enrico stai sereno”. Molti avrebbero pensato: almeno i soldi se li guadagna e non li ruba.

        Ma qui si è venduto per elogiare un criminale.

        E questa è una cosa che lo squalifica anche agli occhi dell’italiano male informato.

        S’è definitivamente e irreversibilmente sputtanato.
        Andrebbe bastonato su questo, approfittare dell’opportunità, ha fatto un involontario assist a Conte.

        "Mi piace"

  4. Sottoscrivo…
    Al contempo però mi domando se non esiste (e nel caso andrebbe comunque urgentemente emanata) in Italia una norma che commini a nostro Quisling di Rignano – il nero, fanatico e spietato corvo della persecuzione che con la sua paranoica ansia di potere sta trascinando un’’Italia già allo stremo sull’orlo della più vile e gigantesca dissoluzione – la CACCIATA CATEGORICA E IMMEDIATA dal Senato, il DISONORE AUTOMATICO, la CONFISCA DEI BENI e una VERGOGNA INESPIABILE mediante l’applicazione dell’INDEGNITA’ NAZIONALE che lo confini per sempre ai margini estremi della galassia….Al di là dello spazio e del tempo!…

    Piace a 2 people

    • Questo è fantasy.
      Restiamo sulla terra e valutassero concretamente come agire.
      Non frequentò i social ma così, a naso, chi avesse votato M5s oggi NON Capirebbe perché far rientrare il traditore toscano.
      Bisogna indurre i suoi parlamentari ad abbandonarlo. Lo vorrei vedere sconfitto e umiliato, non portato in trionfo attraverso l’avvio di un altro governo SENZA Conte.

      Piace a 3 people

    • gent.mo BEYOND , in USA (credo anche altrove) esiste l’istituto del “recall” che consente di “richiamare dal parlamento ” cioè togliere la delega al parlamentare che si è mostrato o indegno o bugiardo o inaffidabile, incapace o altro di simile rispetto al mandato ricevuto dagli elettori . In Ialia non c’è questa norma ed ogni tanto si sente qualcuno che la invoca. Ma la questione è molto complessa innanzitutto perchè potrebbe essere applicata principalmente nella parte maggioritaria della legge elettorale , per molti aspetti di carattere pratico apllicativo e soprattutto per il divieto costituzionale del mandato imperativo . Ho un po’ studiato l’argomento e non è che comunque non si potrebbe fare, ma sono gli stessi partiti a non volerlo, salvo fingere di scandalizzarsi quando qualche “traditore” passa dal loro partito ad un altro , avversario. Anche questa impossibilità ti manifesta quanto tutto niente sia possibile al di fuori della oligarchia deipartiti ( vedi anc l’ “autodichia”) che è il male che dovrebbe essere smantellato (Berlinguer l’aveva capito). Cordialmente

      "Mi piace"

  5. Quarda caso, il bomba di rignano è il figlio legittimo del pd, un pd che lo ha allevato, cresciuto, osannato e coccolato fino ad ieri, oltre ad iv esiste una nutrita schiera di sostenitori del bombaall’interno del pd stesso, oserei dire che i fiancheggiatori del bomba all’interno del pd stesso sono larga maggioranza, anzi larghissima per non dire quasi tutti,
    Per cui, basta ipocrisia. Il pd è il bomba e il bomba è il Pd.

    Piace a 1 persona

  6. Secondo i tuoi colleghi è un fuoriclasse, l’unico che fa politica. Cominciamo a buttare nella spazzatura questi scribacchini, a cominciare da De Angelis e dalla Meli

    Piace a 1 persona

    • Siamo troppo abituati a considerare che politica sia solo tattica a fini personali. In questo il “nostro”(si fa per dire…)è certamente bravo ,ma che sia il migliore non lo si puo’ dire se quella regola di gico (politica= solo cinica tattica) non sia , in modo esplicito , la unica regola che vale per tutti. Per fortuna c’è qualche politico che pensa che debbe essere anche o soprattutto qualcosa di completamente diverso : purtroppo sono pochi ed intanto la popolazione attende che senda in campo Maradona , che inventa le vittorie prescindendo da i quelle tattiche . Scusa, ma tra DeAngelis e la Meli ci sono abissi di ogni tipo.

      "Mi piace"

  7. sto FINTO intellettuale di sto ca@@o NON ha ancora capito che la dignità ha un prezzo, abolire i diritti dei lavoratori costa 80k. E la tariffa è di ieri l’altro, ma sto intellettuale MARCIO come il legno fradicio leggeva topolino che si incapretta sua sorella bella bella.

    SE SOLO CI LIBERASSIMO DA STI PEZZI DI MER_DA COME SAVIANO, BUONI SOLO A NULLA!

    Perchè sto pseudo intellettuale a libro paga (PARLA PURE DI DIGNITA’!) è un BUONO A NULLA!

    "Mi piace"

    • @andrea
      L’UNICO MEXD0D0 VlGLlACC0 SU QUESTO BLOG SEI TU.
      0SCEN(M)O FASCIOLEGAIOLO DELLA MlNKlA.
      CORRI A SP0MPlNARTl QUELLA VERGOGNA UMANA DEL TUO CAPIT0NE SClACALL0.
      E VISTO CHE CI SEI DAGLl PURE IL QUL0. TANTO E’ PERENNEMENTE IN CAL0RE.

      BASTARD0.

      "Mi piace"

  8. In trend Topic tra i primi TRE hashtag con più engagment in Italia ora:
    #RenziFuoriDalePalle

    Lo capiranno i poltronisti segaioli a 5 Stelle che non devono cedere ora?
    Devono convincere i suoi parlamentari a lasciarlo SOLO, con meb, faraone, scalfarotto e la bellanova.
    ALL’OPPOSIZIONE!!!

    Il popolo su ogni tipo di socia si sta esprimendo in quella direzione.

    "Mi piace"

  9. E tr i primi DIECI c’è purre Saviano che viene stalkerato dai renziani e dai fasciolegaioli, come sta dimostrando quel R0TT0 IN QUL0 DI andrea.

    "Mi piace"

  10. Caro Saviano, se avesse avuto un briciolo di dignità di sarebbe dimesso il giorno dopo l’esito referendario: “io sono diverso, ho dignità,se perdo il referendum,non solo mi dimetto, lascio la politica, non sono come gli altri 😭 io”.
    Ti ricordi si, Roberto, come pensi che possa dimettersi con tanti soldi da incassare?
    Renzi non sa cos’è la dignità.

    "Mi piace"

  11. Non fa una piega, bravo Saviano.

    E la mazzata di Saviano, sempre molto critico nel confronti del M5S e del governo Conte, vale più di mille mazzate dei comuni avversari di Renzi.

    "Mi piace"

  12. Strano , molto strano ! Dopo anni di cazzeggi durante i quali si è pure arricchito …Saviano che esprime un giudizio finalmente decente ! lo voglio sentire ripetere lo stesso domani sera fa Fazio! Altrimenti non vale ..

    "Mi piace"

  13. Si può fare qualunque critica sull’OPPORTUNITÀ politica di fare quella conferenza in questo momento, ma non sono accettabili critiche sulla liceità di quella partecipazione.
    E non solo perché non esiste una legge che vieti a un parlamentare una prestazione professionale, dichiarata al fisco, per una fondazione straniera, ma soprattutto perché per parlare di conflitto di interessi occorre la prova che il soggetto in questione, con la sua attività politica, abbia favorito in qualche modo la fondazione o il governo che la finanzia.
    E sulla riprovazione morale, pur condivisibile, relativa ai rapporti di lavoro col principe saudita, vorrei ricordare che il nostro Ministro degli Esteri DiMaio, al termine di una visita ufficiale in Arabia Saudita, ha incontrato molto amichevolmente lo stesso principe nella sua lussuosa tenda, per motivi che a me non è dato sapere (potrebbero essere relativi al progetto di affrancare il paese da una economia basata sul petrolio?). La visita comunque non ha avuto alcun rilievo sui media nazionali
    Personalmente non giudico in alcun modo questa visita, so che l’ Arabia Saudita è il nostro nono partner commerciale, ci lavorano alcune nostre aziende di stato e tutti i nostri più alti esponenti istituzionali vi fanno regolarmente visite di stato.
    Dunque credo che dobbiamo decidere se il principe è un criminale con il quale non si possono stabilire rapporti in nessun caso, oppure è il capo di uno stato che viola i diritti umani ma con cui è normale avere rapporti di affari.
    Ed allora non si capisce perchè la riprovazione morale valga solo per una persona e non per le nostre più alte cariche dello stato.
    PERCHÉ FARE I MORALISTI A CORRENTE ALTERNATA CON ME NON FUNZIONA.

    "Mi piace"