Castelfranco Emilia (MO), piazzale Vittime del Terrorismo: una discarica a cielo aperto da bonificare

Tra Via Peschiera e Via Dei Fabbri in Castelfranco Emilia vi è un terreno di proprietà
comunale ufficialmente denominato Piazzale Vittime del Terrorismo, attualmente adibito a
“parcheggio incustodito” utilizzato dagli avventori delle attività commerciali poste di fronte
allo stesso ovvero ad area di sosta per le attività circensi e/o giostre.
Molto spesso, nella stessa area, si è registrata la presenza di rom, come pure molto
spesso sono stati registrati e segnalati episodi di abbandono di rifiuti di ogni genere, ivi
compresi conglomerati bituminosi e/o catrame, materiali edili, sanitari e di altro genere
che rendono l’area insalubre. Noi crediamo che il rifiuto sia “democratico e parli” in
quanto, se ben analizzato, potrebbe portare ad individuare anche facilmente gli autori
degli abbandoni, soprattutto per talune tipologie di materiali.
Lungo il lato ovest del terreno, ormai da diversi anni, è presente il cosiddetto “Ecomostro”,
un palazzo rimasto incompiuto a seguito del fallimento dell’impresa costruttrice ed oggi in
gestione al Curatore Fallimentare. Lo stesso immobile risulta delimitato da una recinzione
peraltro “abbattuta” e, anche all’interno dell’area recintata, sono stati registrati più
abbandoni di rifiuti.
In pratica è un’area pubblica in pieno degrado, una “discarica a cielo aperto” adiacente a
abitazioni e attività commerciali che di certo non è un bel biglietto da visita ed arreca
all’ambito ed ai sui residenti la sensazione di completo abbandono.
Una “bolla di degrado”, peraltro, può diventare terreno fertile anche per forme di
microcriminalità, ragion per cui si ritiene ormai non più differibile un intervento di bonifica
sia del Piazzale Vittime del Terrorismo per renderlo meglio fruibile alla comunità, sia del
cosiddetto ’Ecomostro” in ordine al quale abbiamo chiesto anche garanzie sulle sue
condizioni statiche e di salubrità.
Per questo abbiamo presentato un’interrogazione urgente diretta anche alla Tenenza
Carabinieri di Castelfranco Emilia, all’Ausl di Modena, all’Arpae Emilia Romagna e al
Curatore Fallimentare per chiedere al Sindaco se e quali provvedimenti intende assumere
per “bonificare” Piazzale Vittime del Terrorismo anche agendo nei confronti del citato
Curatore emettendo, eventualmente, apposita ordinanza contingibile e urgente per motivi
igienico-sanitari e di sicurezza, almeno per ottenere da quest’ultimo la bonifica dell’area di
sua competenza e una recinzione idonea ad impedire che estranei possano utilizzarla
quale “discarica”. Infine, abbiamo chiesto se e quali provvedimenti intende assumer per
prevenire, ricercare e sanzionare i responsabili dei reiterati abbandoni di rifiuti.
Auspichiamo un rapido e risolutivo intervento.
Castelfranco Emilia (MO), 25/01/2021

Cristina Girotti Zirotti – Capogruppo Lega Salvini Premier
Modesto Amicucci – Capogruppo Liberi di Scegliere
Enrico Fantuzzi – Consigliere Lega Salvini Premier

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,