Flashmob Giudici di Pace a Napoli, Articolo uno: massima solidarietà, Senato accolga le loro richieste!

Stamattina una delegazione della segreteria metropolitana di Articolo Uno Napoli ha
presenziato al flashmob organizzato dal Coordinamento Magistratura Giustizia di Pace
e dal M.A.Gi.P. per manifestare piena solidarietà e massimo sostegno alla mobilitazione
dei Giudici di Pace.
Da anni ormai Articolo Uno contesta la leggerezza con cui si sta progressivamente
smantellando un ufficio fondamentale per la stabilità dell’intero sistema giustizia. La
“Magistratura precaria”, in particolare grazie alla figura dei Giudici di Pace, riesce a
definire i procedimenti con una rapidità di gran lunga superiore alla media: è
incomprensibile, allora, che uno Stato continuamente sanzionato per l’eccessiva durata
dei processi intervenga per svuotare delle proprie funzioni proprio quell’organo che
negli ultimi anni ha deflazionato di enormi oneri i Tribunali.
Il disegno di legge che la Commissione Giustizia del Senato sta esaminando in questi
giorni rischia di creare delle conseguenze negative non solo per i “Magistrati precari”,
ma anche e soprattutto per i cittadini che si vedranno negare un rapido riconoscimento
dei propri diritti. Senza considerare poi che questa vicenda rischia di tradursi
nell’ennesima procedura di infrazione a carico dell’Italia. Ecco perché è necessario
rivederne il testo, così da accogliere le proposte emendative formulate dagli stessi
Giudici di Pace.
Oggi più che mai è necessaria una riforma organica della giustizia, che valorizzi il lavoro
dei Giudici di Pace invece di mortificarlo. Per questo Articolo Uno continuerà ad
appoggiare e sostenere la battaglia dei Giudici di Pace. Lo farà anche nei prossimi
giorni presentando un documento in Consiglio comunale attraverso il proprio consigliere
Mario Coppeto (capogruppo di Napoli in Comune a Sinistra) ed organizzando un
incontro tra una rappresentanza di senatori e le realtà di categoria che hanno promosso
la mobilitazione di questi giorni.