A un passo dalla crisi di governo: Renzi pronto a ritirare le ministre. Ecco gli scenari possibili

La renziana Bonetti apre al passo indietro e per Conte s’allontana l’ipotesi di salvare l’esecutivo con una pattuglia di “responsabili”. Il leader di Italia Viva allunga l’ultimatum fino a dopodomani. Le opzioni sul tavolo

(open.online) – Sono giorni decisivi per il governo Conte. Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, dice di essere pronto alla sfida in Aula. E la situazione rischia di precipitare già nelle prossime ore. Il Consiglio dei ministri per il via libera al Recovery Plan, previsto il 7 gennaio, potrebbe essere anticipato a domani, 4 gennaio. Ma lo scontro tra Conte e Renzi, che è cresciuto e s’è alimentato con le polemiche sull’utilizzo dei fondi europei, ormai va ben oltre. Tanto che, secondo Repubblica, il leader di Italia Viva ha già deciso che ritirerà la sua delegazione al governo, composta dalle ministre Teresa Bellanova e Elena Bonetti, entro il 7. Secondo La Stampa, il 5 gennaio e non più il 4 come inizialmente minacciato.

La stessa Bonetti, in un’intervista pubblicata oggi su Avvenire, apre: se «le condizioni per servire bene il Paese non ci fossero più», la scelta delle dimissioni da ministro sarebbe «la conseguenza più logica, libera e responsabile». In caso di un passo indietro di Bonetti e Bellanova, il capo dello Stato Sergio Mattarella potrebbe dare a Conte un nuovo incarico per verificare se ha i numeri in parlamento. Ma l’esito di questa verifica è tutt’altro che scontato.

La via di un Conte ter

Sottotraccia, nel Pd e nel M5S è partita una moral suasion con l’obiettivo di dar vita a un Conte ter – con alcuni punti fermi nei ministeri chiave – e rilanciare l’azione politica della maggioranza, in una prospettiva di fine legislatura. Si lavora con il pallottoliere per vedere se davvero, in caso di showdown parlamentare, Conte abbia i numeri. Ma sembra tramontare, dopo che si sono sfilati Giovanni Toti e Lorenzo Cesa, il soccorso dei “responsabili”. E tra i dem il voto anticipato comincia ad emergere come una delle conseguenze più praticabili in caso di crisi.

La crisi tra il premier e i renziani s’è avvitata su se stessa al punto che tra gli scenari possibili per uscire dallo stallo sembra sempre meno percorribile l’ipotesi di un rimpasto, di cui tanto s’è parlato a fine novembre, ma che ora sembra superata dagli eventi. A meno di un accordo su una poltrona di peso – come il ministero degli Esteri – allo stesso Renzi.

Un governo senza Conte e l’ipotesi Draghi

Sullo sfondo di queste ipotesi, restano da considerare due scenari praticabili almeno sulla carta. Il primo è un governo giallorosso senza Conte. Ipotesi che si scontra con la volontà del premier e con la difficoltà a trovare un nome che metta d’accordo Pd, M5s e Italia Viva. I pentastellati difficilmente darebbero l’ok a un dem – come Dario Franceschini o Roberto Gualtieri – e Renzi non avallerebbe mai l’ingresso a Palazzo Chigi di un premier M5s come Luigi Di Maio. L’ultima ipotesi è il governo tecnico o di larghe intese. Si fa da tempo il nome di Mario Draghi, ma la disponibilità dell’ex governatore della Banca centrale europea è tutta da verificare, come anche quella del M5s, prima forza in parlamento.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

35 replies

  1. Solo un calcio in culo o in faccia fa lo stesso “all’innominabile”potra’salvare il governo Conte e l’Italia. Un paranoico che riesce a ricattare quotidianamente il premier Conte.

    Piace a 3 people

  2. Sono un elettore 5s e non me ne pento sebbene su alcuni punti non sono rimasto soddisfatto: ma il bilancio nel complesso é positivo, soprattutto se guardo cosa offrono gli altri, sia come tematiche che come persone.
    Ma arrivati a questo punto chiedo al MoVimento di fare un gesto eclatante, emblematico, storico, che mostri plasticamente la sua diversità rispetto alle (il)logiche e trame della politica nostrana: se Conte cade facciano di tutto per tornare al voto.
    L’Italia finirà nelle grinfie delle destre, i rappresentanti in parlamento saranno molti meno (anche se credo che le percentuali in caso di voto siano più vicine al 20% che non al 14/15% accreditato dai sondaggi), ma almeno una volta per tutte ci libereremo della più grande sciagura e pericolo della storia repubblicana, lui e la sua corte dei miracoli!
    Basta ricatti e ricattatori! Basta!

    Piace a 5 people

  3. La pandemia non è finita e con la destra al governo raddoppierà.Vediamo come se la caveranno.Povera Italia

    "Mi piace"

  4. Pur di togliersi (usando un eufemismo)l’antipaticone del secolo dai piedi si può rischiare tutto.Bisogna squalificarlo planetariamente in modo che lo fischino e schifino anche in Nuova Guinea o in Burchiba Fasu.

    Piace a 1 persona

    • @cesaregoffredogranese
      È come se qualcuno avesse affidato un compito a Renzi: far cadere il governo Conte e permettere di ” magnarsi” i 209 mln + i 37 del MES. Così i qualcuno regionali potrebbero sfogare gli appetiti repressi e quelli nazionali realizzare i progetti faraonici inutili ma tanto desiderati.
      Io non arrivo a crederci. Non crederò mai che i senatori e i deputati possano essere asserviti ai narcotrafficanti e alla finanza organizzata che ne gestisce i proventi, alla mafia degli appalti e dei migranti, alle ambizioni miserabili di neopidocchi che, prima, erano delle semplici amebe, inutili parassiti.

      Piace a 2 people

      • Se andassero al potere le destre con tutte le loro contraddizioni l’Italia imploderebbe.

        Vedremo nei prossimi giorni i mercati come giudicheranno la caduta del governo Conte, garante dei patti per l’ottenimento dei miliardi europei.
        Lo spread potrebbe salire a 6/700punti.
        Quindi emetteremmo Btp tra il 6 e il 7% di interesse.

        Le già disastrate finanze pubbliche si troverebbero appesantite di un aggravio insostenibile.
        Le agenzie internazionali di rating, deputate a valutare la sostenibilità del debito e la capacità dello stato di rimborsarle, retrcederebbero i nostri titoli al livello C, junk, spazzatura.

        La BCE per statuto non potrebbe più sottoscrivere le emissioni di nuovi titoli e porterebbe all’incasso i 400 miliardi finora acquistati a tassi prossimi allo zero con il Quantitative Easing.

        La Germania e I paesi satelliti Ci caccerebbero dalla moneta unica per evitare di essere trascinati nell’abisso pure loro.
        Lo stato sull’orlo della bancarotta sarà costretto a tagliare tante prestazioni pubbliche.
        Le pensioni.
        Gli stipendi dei dipendenti pubblici,
        Verrà licenziato personale anche nella sanità in piena pandemia.

        Gli Hedge Fund e quelli sovrani di altre nazioni si impossesseranno dei gioielli partecipati dallo stato a prezzo di saldo. Enel, Eni, Terna, Snam, Saipem, Leonardo, la quota italiana di STM, Fincantieri.
        Falliranno molte banche, che vedranno azzerarsi le loro riserve, cancellando i risparmi dei clienti.

        Lo Stato monetizzera’ il debito aumentando a dismisura l’emissione di moneta e causando una incontrollabile inflazione che renderà vana qualsiasi attività economica.
        Più o meno quel che successe in Grecia dieci anni fa ma moltiplicato per 100,perché gli ellenici conservarono l’euro.
        Spero che non spunti il solito avatar di giannini che auspicano da sempre un simile scenario.

        Ce la vedremmo brutta nel pieno di una pandemia. E tutto per la necessità di sopravvivenza di un gruppo di arroganti protettori di delinquenti a loro vicini.
        E chi ci assicura che le compagnie farmaceutiche ci rifornissero di vaccini?
        Altro scenario auspicato dal SOMARO CRIMINALE E NEGAZIONISTA e dal suo totem da idolatrare, perché il virus non esiste e i vaccini uccidono.

        Piace a 1 persona

  5. Ma la eventuale societa’ civile “gente” , non ha proprio nulla da dire in questo frangente DRAMMATICO. Mettere a repentaglio la vita di un intero Paese, per i GICHI di piccola ma “interessata ” bottega . Gente sveglia!

    "Mi piace"

  6. Grazie Adriano 58 e Anail
    Onestamente mi ero un po avvilito,
    La percentuale è stratosferica!
    Qualcosa non torna
    Spero abbiate ragione
    Io rivoto conte e i 5s a occhi chiusi

    "Mi piace"

  7. Mi fanno ridere quando (Bonetti e Bellanova) si dichiarano responsabili, dimettetevi invece di abbaiare. Conte fa bene a cacciarvi. Il Covid è meno pericoloso di Iv e dei suoi componenti. Arrivo all’inverosimile meglio tirare dentro il Caimano che far restare queste teste di c…..Non se ne può più. Faccio una previsione, se dovesse andare secondo ciò che vaneggia l’Innominabile, allora pandemia mia pensaci tu

    "Mi piace"

  8. Bimbi di Conte……
    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
    Attaccatevi al cazzo, ora siete nelle mani di Renzi.
    GRULLI!!!

    "Mi piace"

      • AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
        Sarà Renzie a dare un calcio in culo a voi e al vostro Conte, che dovrà piegarsi a 90 se vuole rimanere al governo: dire sissignore a qualunque richiesta del Bullo o tornare nel nulla dal quale è venuto.
        Diventerà lo Zimbello del Bullo, che da qui al 2023 gli farà vedere i sorci verdi.
        E voi continuerete a dire quanto è bravo grazie Presidente sono fiero di essere italiano da quando c’è Lei Illustrissimo Presidente.
        Ma lo farete consapevoli che a comandare è sempre Renzie e il vostro Presidente non conta un cazzo come ai tempi di Salvini. Altro che dirette e DPCM.

        "Mi piace"

      • Ciao TR0LL
        In riferimento al mio post di cui sopra ti offro un aggiornamento.
        Sono le h.9:55 di Lunedi 4 Gennaio 2021
        -lo SPREAD fra BTP e Bund tedeschi è in risalita, attualmente a 110 punti.
        Le quotazioni delle banche sono stamane tutte in picchiata. ISP e Unicredit, per dire, perdono il 2%.
        E questo è solo un piccolo antipasto. Prevedibile fra l’altro.
        Invece di fare l’lDl0TA che se la tira, prova a immaginare le conseguenze sula pelle della nazione dei mafiosi che sostieni a quali danni ci condurranno.
        FATTI NON MASTURBAZl0Nl con cui oscenamente di esibisci in pubblico.
        Ho scritto per filo e per segno lo scenario che ci state preparando. La vostra spocchia sarà la vostra fine.
        E verrete giudicati dalle piazze.
        Non è terrorismo il mio, ma presa d’atto dei segnali d’inaffidabilità che i mercati finanziari vi stanno inviando.

        Piace a 1 persona

      • Te li ho mazzuolati ben bene eh?
        PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
        Attaccati a stamminchia pure tu nell’attesa che al Conte zio venga dato un calcio in culo da Renzie.

        "Mi piace"

      • Ma quali neuroni? Bisogna averli per poterli uccidere… È un poveraccio senza soddisfazioni nella vita.
        Ha solo imparato, magari gliel’spiegato il nipotino 12enne, come si fa a cambiare continuamente nick e simbolino.
        Non sentite un’assordante assenza, ultimamente? Guarda caso in concomitanza con l’apparizione di tutti questi viscidi provocatori…gli AHAHAHAH e i PRRRRRR non vi ricordano niente?
        Siamo davanti alla rappresentazione più eclatante della PSICOPATIA, gente!

        Piace a 1 persona

      • Povera “de(f…) relatu”, nemmeno quando ti lascio in pace non riesci a far finta che non esisto, come da te reiteratamente promesso. Com’è che pontificavi assieme all’iperuranica sulla mia incoerenza? Ribadisco il concetto già espresso: “Piacerebbe tanto alla paragnosta che la realtà fosse una sorta di cucchiaino da piegare a piacimento”, vero?

        "Mi piace"

  9. Ma ha dimenticato come lo
    Hanno trattato quando scendeva dal tour in treno?Dovette sospenderlo .
    Ora sprizza invidia verso Conte da tutti i nei.

    Piace a 1 persona