Covid vaccino obbligatorio? Il no di Travaglio

(da Francesca Ramunno – urbanpost.it) – Covid vaccino dovrebbe essere obbligatorio? Buone notizie arrivano in questi giorni da diverse case farmaceutiche, che stanno perfezionando un vaccino anti-Covid. Quando il farmaco sarà disponibile, sarà necessario definire se quest’ultimo sarà o no obbligatorio. Secondo il direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio, il vaccino non dovrebbe essere obbligatorio. Dal Governo invece arrivano opinioni contrastanti.

Covid vaccino Travaglio

Covid vaccino obbligatorio? Il no di Travaglio

Ieri sera 20 novembre è andato in onda la puntata del talk politico “Accordi&Disaccordi”. La trasmissione ha ospitato il giornalista Marco Travaglio. Il tema caldo della serata era il vaccino contro il Covid e in particolare Travaglio ha espresso il suo parere sull’etica di rendere obbligatorio o no il vaccino. “Il governo dovrebbe rendere obbligatori i vaccini anti-covid? Assolutamente no. Se nessuno lo vuol fare, sono affari suoi perché per non essere contagiato ti è sufficiente il fatto di fartelo tu il vaccino, non è necessario che se lo facciano anche gli altri. Quelli che non se lo fanno si beccheranno il Covid con tutti i rischi. E comunque saranno ben più di quel 60 per cento che oggi dice di non volerlo fare, perché io voglio vedere quando vedrai il tuo vicino di casa o il tuo parente che se va in giro con la sicurezza di essere finalmente immune e te devi continuare a metterti la mascherina e lo scafandro e non poter incontrare tizio o caio, per la paura di finire in rianimazione. Li voglio proprio vedere: questi parlano, parlano, poi il vaccino se lo faranno ben più numerosi di quelli che oggi lo dicono”, ha concluso il giornalista.

Conte e Speranza

Le opinioni del Governo

La questione è che non è possibile costringere le persone a vaccinarsi, perché sarebbe un trattamento sanitario obbligatorio. E infatti quando il Lazio ha provato a rendere obbligatorio il vaccino anti influenzale agli over 65, è arrivato lo stop del Tar. Sia il premier Giuseppe Conte che il Ministro della Sanità Roberto Speranza hanno dichiarato che il vaccino in Italia non sarà obbligatorio.

Di opinione contrastante invece, un esponente del Pd e anche assessore alla Salute del Lazio, Alessio D’Amato, ha sempre detto che il vaccino contro il Covid dovrebbe essere imposto a tutti perché ci va di mezzo l’interesse di tutto il Paese. Lo stesso vale per un esponente del partito Italia Viva, infatti il coordinatore nazionale Ettore Rosato si era espresso così: “Noi siamo per l’obbligatorietà di un vaccino testato e sperimentato, ma con regole persuasive prima che coercitive”.

6 replies

  1. Qui non si tratta delle parole di Crisanti, dò ragione a Marco Travaglio, io personalmente ho sempre avuto dei dubbi, forse non tanto per il vaccino in sè ma per le persone. Ecco allora la mia proposta che i 965 parlamentari e deputati si facciano il vaccino in diretta TV nazionale, diano l’esempio. Chi ordina e/o comanda non è la prima volta che dice “armiamoci e partite”

    "Mi piace"

  2. Altro che obbligatorio. Prima che sia disponibile per tutti passerà un bel po’ di tempo. Arriverà il momento in cui bisognerà dire a chi lo vuole fare di aspettare. Questo, per il principio di scarsità, aumenterà il numero di chi lo vorrà.
    Niente rende qualcosa più desiderabile del fanno di non poterlo avere, del vedere che il tuo vicino può averlo prima di te.

    Piace a 2 people

  3. Francamente un vaccino anticovid lo farei subito. Per salvaguardare me i miei familiari e tutto il resto. Quando arriverà sarà senz’altro sicuro semmai il problema sarà quello menzionato da Angelo Mascaro della scarsa disponibilità.
    Sulla obbligatorietà il discorso è un poco diverso. Ci sono vaccinazioni obbligatorie che sono accettate ormai universalmente.
    Per il covid forse bisognerebbe aspettare di verificarne l’efficacia ma non troppo però perché non ce ne usciamo più.

    "Mi piace"

  4. Il problema dell’obbligatorietà è proprio l’ultimo dei problemi.
    Non ha senso rendere obbligatorio un vaccino che, con ogni probabilità, avrà una breve durata.
    Teniamo conto che il SARScov2 è un coronavirus, pecora nera, quindi, della famiglia del raffreddore comune. Non è come il vaiolo o la poliomielite, per cui ti vaccini per tutta la vita. Sarebbe più simile al vaccino antinfluenzale che bisogna “aggiustare” per adattarlo ai vari ceppi e rinnovare di anno in anno (nel migliore dei casi). Anche l’immunità data dall’infezione diretta, sembrerebbe durare solo qualche mese, con varie cariche immunitarie e solo per il ceppo da cui si è stati colpiti; da qui le rare, ma registrate, reinfezioni da Covid 19.
    Quindi, di che cosa stiamo parlando?
    Con tutti i problemi REALI che si presenteranno nei prossimi mesi, ci gingilliamo a fare ipotesi astruse PER POTER POI ESCOGITARE TITOLI DEL CAVOLO, POSSIBILMENTE CREANDO POLEMICHE SU TRAVAGLIO (E I 5S) E, MAGARI, FACENDOLO PASSARE PER NOVAX, ADESSO?

    "Mi piace"

  5. Come al solito si specula sui titoli e non sul contenuto.
    Visto che viviamo in un paese democratico, mi sembra abbastanza “normale” che non si possa obbligare le persone
    a vaccinarsi. Persuaderle e convincerle è un’altra cosa.

    "Mi piace"

  6. L’ integrità, la sacralità e la autodeterminazione dell’essere umano viene prima di tutto,quindi la libertà di scelta è indiscutibile. Ciò detto mi vaccinerò una volta avute le garanzie sulla sicurezza del siero da parte delle autorità internazionali.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.