Che andassero tutti a fare in mes

(Tommaso Merlo) – Ricominciano a menarla con sto stramaledetto mes. Che andassero tutti a fare in mes. Non se ne può più. Ormai è un’ossessione. Conte ha dovuto ribadire il no a reti unificate e si è scatenata la solita rottura di mes. Comunicate le nuove misure restrittive, Conte si è beccato come prima domanda il mes tanto per cambiare. Ormai lo perseguitano sti scassa mes. Conte ha dovuto ripetere per la milionesima volta che il mes non serve in questa fase, che non è lo strumento adatto e che non conviene nemmeno più. Che giramento di mes. Conte ha dovuto anche ricordare che nessun altro paese europeo ha richiesto il mes e delle due cose l’una: o sono delle teste di mes tutti gli altri stati membri, oppure sono delle teste di mes tutti coloro che in Italia insistono a chiederlo nonostante la caterva di soldi piovuti da Bruxelles e nonostante le mutate condizioni del mercato finanziario che non lo rendono nemmeno più vantaggioso. Davvero, due mes così. Conte ha poi avvertito sull’effetto stigma e cioè il primo che accede al mes se lo becca dritto nel mes. Questo perché il mes è uno strumento che serve per i paesi che finanziariamente non valgono più un mes di nulla. Già, vi accede chi è nel mes fino al collo e gli speculatori non aspettano altro di sapere di chi si tratta per scatenarsi. Poi c’è la condizionalità, tutti gli stati membri stanno alla larga dal mes perché chi lo prende poi si trova la Troika in casa che ti fa un mes così. Basta vedere la Grecia che se l’è preso nel mes lungo un metro e ancora piange. Facile fare gli statisti col mes degli altri. Ma le nostrane teste di mes non si danno per vinte neanche se gli spiattelli gli articoli dei trattati sotto al naso. Che teste di mes. L’unico vero motivo per cui rompono il mes è politico. Il Movimento non ha mai voluto prenderselo nel mes e i rompi mes vorrebbero costringerlo a rimangiarsi la parola in modo da indebolirlo, in modo da compromettergli ulteriormente la reputazione e fargli perdere voti. I rompi mes accusano il Movimento di avere una posizione ideologica mentre in realtà la lista delle ragioni per non prenderselo nel mes si allunga di giorno in giorno e sono tutte più che valide. Al contrario, il loro tirarsi giù le braghe non ha nessuna spiegazione perché di soldi per la sanità oggi ce ne sono fin troppi e si tratta di spenderli bene e nel caso ne servissero di più vi sono alternative più intelligenti per reperirli. Già, sono i rompi mes ad essersi imputanti ideologicamente. Vorrebbero tirare Conte dalla loro parte come se loro fossero quelli responsabili mentre quelli del Movimento irragionevoli populisti da correggere. La solita rottura di mes. Ma ai cittadini del mes non frega un mes di niente. Vogliono solo uscire da questo incubo pandemico altro che venire presi per il mes. La verità è che i rompi mes cercano solo di nascondere la loro cronica mancanza di idee con un’ossessione che ormai ha solo rotto il mes a tutti. Davvero, che andassero tutti a fare in mes una volta per tutte.

14 replies

  1. La solfa del MES non è mai finita: gli eurofanatici continuano e continueranno a menarla con questo MES finché campano. Il meglio è stato l’Allegro Salumiere Zingaretti, che ha detto che è inopportuno parlare del MES con una battuta in conferenza stampa, e che bisogna parlarne seriamente nelle sedi opportune: cioè se lui, sotto gli effetti di una sbornia il giorno dopo delle regionali, rilascia un’intervista e dice che il MES va assolutamente preso e che il M5S si deve mettere il busto, tutto bene; se Conte, rispondendo a una domanda specifica, sta lì e spiega perché il MES non è conveniente no, non va bene, è una battuta e bisogna parlarne nella sede adeguata. Soprattuto bisogna dare la risposta adeguata, che è quella che piace a lorsignori: SI al MES perché così ci comanda Bruxelles.
    Conte, poveretto, ha detto di tutto: che non è conveniente, che è un prestito, che aumenterà il debito, che ci vorranno nuovi tagli e tasse per ripagarlo, che non serve perché non c’è crisi di liquidità… niente, agli eurofanatici non interessa: bisogna dire di sì perché così mostreremo quanto siamo asserviti all’UE, quanto siamo europeisti noi, mica come quei sovranisti che dicono sempre no.
    Sono dei fanatici religiosi della religione dell’UE e dell’euro, dei sacerdoti dell’austerity: non si faranno mai convincere da argomenti razionali, vogliono semplicemente mettere il collo dentro a un cappio, purché sia un cappio made in Bruxelles. E soprattutto se il collo che mettono dentro al cappio non è il loro ma quello degli italiani.

    Piace a 3 people

    • Sono d’accordo su tutto tranne sulla parola “eurofanatici”. Chi vuole il MES non è per forza un “eurofanatico” e soprattutto chi non lo vuole non è per forza un “miseuropeista”. Molto probabilmente ha ragione chi pensa che richiedere il MES sia un modo per indebolire il M5S, se non per distruggerlo relegandolo a percentuali da una cifra. Sempre molto probabilmente c’è anche chi pensa di poter pilotare quei fondi verso i soliti amichetti di quartiere che sapranno esprimente tangibilmente la loro riconoscenza. Ci sono comunque moltissime persone che non vogliono il MES pur desiderando un’Europa forte, in grado di trattare con le altre potenze economico-industriali meglio di quanto potrebbero fare piccoli staterelli.

      Piace a 1 persona

  2. @Johnny Onesto
    Ottimo e abbondante… come il rancio dei marmittoni d’una volta.
    In effetti non è la UE (una volta tanto) che ce lo mena fino allo sfinimento co’ ‘sto MES.
    Sono proprio i branchi di lupi famelici che si sono insidiati nella Sanità sia nelle stanze
    dei bottoni delle Regioni che nella galassia di fornitori e faccendieri che ruotano intorno
    al business sanitario che non vogliono a nessun costo rinunciare all’osso succulento
    che continua a ballonzolare davanti ai loro occhi, ma al momento fuori portata delle loro fauci.
    La Sanità regionale è un formidabile moltiplicatore di poltrone, posti, prebende e potere
    clientelistico e gli esponenti politici e dell’informazione legati a quel carro non possono
    far altro che richiedere ossessivamente di poter iniziare il banchetto.

    Piace a 5 people

  3. Ottimo articolo e per certi versi irrispettoso nei confronti di certa politica affaristico clientelare pronta a tutto pur di afferrare e spartirsi il malloppo. Tomaso Merlo come al solito superbo

    Piace a 1 persona

  4. Merlo, questo mes è la tua europa democratica che ce lo chiede.
    Testa di coccodrillo, era l’altro giorno che scrivevi di quanto sono belli, alti, biondi e democratici questi europei.
    ..niente capisci,

    Piace a 1 persona

      • Non mi chiamo Liliana…e non credo alla validità del tuo assunto, Untu. Potrei fare mille esempi o paralleli, partendo dal piccolo per finire nel grande, ma credo che non ce ne sia bisogno, do credito alla tua intelligenza.
        Perché sai benissimo anche tu che non è così, la tua era una boutade… 👋

        "Mi piace"

  5. Chi ha visto Report ieri sera? Chi c’è dietro la sanità Lombarda? Il nostro deep state è mafioso e muove le sue pedine che non sono altro che i propri referenti che si sono alimentati di poltrone da anni. Entrati in quel giro non possono che ubbidire ossessivamente ai loro padroni, a chi li ha inventati e messi lì. Non parliamo poi della potenza massonico-mafiosa che impose a suo tempo un sindachetto masso- mafioso alla guida del paese. che ora tenta di terremotare questo governo un giorno si e l’altro pure. Le menti eccelse del mortadella e del drago ci hanno sempre confermato che dall’Europa non possiamo uscire e quindi non è prendendo il Mes che ribadiamo il nostro legame e la nostra sottomissione all’UE.A lor signori interessano i soldi, soldi, soldi da spartirsi da un capo all’altro della penisola, indebitando ancora di più “pantalone” e quando molte imprese cederanno ai mafiosi il loro dominio sarà totale. Il NO al Mes deve rappresentare soprattutto il NO a un nuovo indebitamento, un NO a quel deep state che si vuol mangiare lo stato, che ci vorrebbe tutti asserviti a quelle logiche di potere che ci stritolerebbero. Questo tormentone del Mes ha questo scopo, oltre a quello di far capitolare Conte che non è ricattabile,e che insieme al M5S rappresenta quel palo fra i raggi di quel carro che vorrebbero tornare a manovrare a loro piacere.

    Piace a 3 people

    • 👌ma chiamami pure Anail… ho già scritto che non è solo il contrario del mio nome, che tra l’altro è un diminutivo.
      È un vocabolo che nell’idioma gaelico-irlandese significa “respiro, brezza”, il quale, attraverso vari passaggi, deriva dal persiano “nil” (indaco), e, in origine, dal sanscrito “blu scuro”.
      Si pronuncia pressappoco Yenil ed è il mio nome “spirituale”.

      Piace a 1 persona

  6. Sull’inutilità del Mes, è notevole l’articolo di Alessandro Di Battista.
    Semplice, chiaro e illuminante anche per chi, come me, non mastica economia.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.