Giuliano Ferrara e il peana per Vasco Rossi

(GIULIANO FERRARA – Il Foglio) – Maleducato, esagerato, spericolato, uno che non dorme mai, uno pieno di guai, un vitellone del 7 febbraio 1952, uno anche invecchiato (lo dice un tizio che è nato un mese prima di lui), e finalmente diventato saggio, ecco a voi Vasco Rossi, che ha venduto 40 milioni di copie, si è fatto 22 giorni di galera perché era fatto, e ora si presenta come un bel manzo di Modena, vabbè Zocca, capace di mandare a farsi fottere varie specie di negazionisti, di mettersi le mascherine anche sulle mani, di inchiodare il nostro amico bellimbusto Nick Porro storpiando il suo nome come faceva con gli avversari il romagnolo Pietro Nenni, altro grande vitellone del maggiore socialismo italiano, e dunque botte a quel tal Nicola Perro, botte festaiole, aperte come la sua cadenza, come la sua faccia, come la sua storia di bravo ragazzo ribelle che si fa vivaddio conformista in età matura e più che matura.

Uno Steve McQueen bariccato alla grande, o meglio un bevitore di Lambrusco al Roxy Bar, è la nuova prova della capacità sistematica dell’italiano di farsi assorbire dalla realtà, di trasformarsi e mascherarsi, mascherina chirurgica, seguendo il solco basso padano delle circostanze, immergendosi nel fiume vivace, turbolento delle cose che cambiano, dei tempi che attendono da lui nuovo riscontro, fino al punto di diventare, da seguace del re del cool, idolo chiassoso e verace di una vita protetta, del civismo nel rapporto con gli altri, perché va bene non dormire mai, sognare sempre, ma fino a un certo punto.

Nel mio monumento deamicisiano a questa grandissima nuova icona vivente scriverei: “A Blasco che da mistagogo della religione della gioventù si fa pedagogo e maestro di vita adulta”.

Pedagogo allegro, polemico, bizzarro, strapaesano, uno della provincia internazionale del rock che non la beve, un apota, l’italiano che ha ricordato le rotelle della carrucola alla quale si appendevano i piccoli trasvolatori del Panaro per andare a scuola, proprio nei giorni in cui era tanto cool prendersela con i banchi a rotelle monoposto. Il dottor Rossi, che come me non è laureato ma è molto dottore, quasi quasi professore, ha messo la sua immaginazione di diplomato di talento al servizio della patria nel momento del bisogno, e contribuisce a liberare dall’anticonformismo convenzionale della sottocultura libertaria la buona e brava famiglia italiana. Mattarella dovrebbe nominarlo seduta stante Cavaliere di Gran Croce e forse anche Cavaliere del Lavoro.

I giornali dovrebbero dedicargli poster, i poeti versificarlo con empito carducciano, l’intellettuale ganzo prendere esempio da lui, da questo sommo e divagante eroe della vita che scansa i pericoli, le esagerazioni e la maleducazione. Solo un tipaccio che ha fatto tanti soldi con il suo lavoro e ha fatto sognare e fremere anche troppo in decenni fatali come i Settanta e gli Ottanta poteva requisire d’autorità l’hangover di generazioni che ora si trovano, nel Ventunesimo secolo, a combattere i postumi dell’ubriachezza dei padri e delle mamme.

Dietro al suo largo sorriso mascherato, le sue parole bagnate nell’ortica, dietro ai suoi video assassini e creatori, dietro a Vasco si intravede una tremenda e focosa verità: la maleducazione è l’ultimo rifugio della bella gente.

39 replies

  1. Se c’è un insegnamento da ricavare è tutto in quel Perro. Certuni che predicano virtù che non sono virtù sono caricature di un paradiso inesistente. Niente più del ridicolo è migliore arma contro quelli.

    Piace a 1 persona

  2. Vasco Rossi è un prodotto mediatico. Non c’entra niente con la musica e a me non interessa.Il fenomeno sociologico e antropologico che lo accompagna è molto semplice , banale e scoperto . Non rompete i coglioni parlando di lui che sarà anche un buon diavolo come tanti, ma completamente ignorante. Si facccia pure i suoi “eventi” ma non occupate spazi di tv, radio e giornali con lui.

    "Mi piace"

    • Ma non rompere i coglioni te, spocchioso testa di caxxo.
      Si cosa baseresti il tuo giudizio sulla sua ignoranza?
      E se non occupassimo gli spazi mediatici con lui, a chi dovremmo dar retta? A quel servo disonesto e in malafede di perro?
      Milioni di dischi venduti.
      Milioni di spettatori ai suoi concerti.
      Miliardi di visualizzazioni dei suoi video.
      Almeno TRE GENERAZIONI fra nonni, genitori e nipoti che oggi lo seguono dovrebbero preoccuparsi del tuo peto?
      Rumoroso, puzzolente, cafone e che alla fine si dissolve nel nulla lasciando solo un pessimo ricordo.

      "Mi piace"

  3. Povero Vasco,,, qualsiasi cosa faccia o dica, è sbagliato,,,, diventando oggetto di commenti poco intelligenti, pronti a ferire o addirittura, uccidere.
    Ferrara, fai paura, la tua cattiveria, fa paura!!!

    "Mi piace"

  4. Povero Vasco,,, qualsiasi cosa faccia o dica, è sbagliato,,,, diventando oggetto di commenti poco intelligenti, pronti a ferire o addirittura, uccidere.
    Ferrara, fai paura, la tua cattiveria, fa paura!!!
    E avanti così, che siamo pieni di odio.

    Piace a 1 persona

    • Concordo con Ludwig . Lui è ignorante (questo lo si capisce) ,non so neanche se sia furbastro . Furbastri sono quelli che hanno costruito il personaggio aprofittando di un certo momento in cui il piu’ alto livello di libertà per molte dodicenni era quello di sbronzarsi tra le gambe dell’ultimo conosciuto e per molti loro coetanei di guidar a fari spenti per vedere come va a finire. Perchè, diciamocela senza ipocrisia, la “vita spericolata” si riduceva a questa qui, non quella affrontata per ben altri ideali dai loro padri e nonni . .Lo so per certo conoscendo quell’ambiente : sono prodotti che si creano a tavolino dopo aver fatto sondaggi sulle richieste piu’ o meno esplicite del mercato. Nessuno studioso di Mozart o Bach ha esaltato le loro virtu’ sulla base del numero di dischi venduti : forse perchè non sono arrivati a 40 milioni ?

      Piace a 1 persona

    • Vasco è un burattino , detto senza cattiveria, anzi, in mano di una macchina che si serve di rumore per far soldi . Possiamo trattare di sociologia, antropologia, scienza della comunicazione , imbonimento , teoria del mercato ed altro, ma non sfioriamo neanche da lontano la musica..

      "Mi piace"

  5. Quarant’anni di boiate, musica citrulla e cattivi esempi.
    Un pessimo maestro, forse peggio di Toni Negri e qualche altro, almeno quelli qualcosina hanno rischiato, oltre ad avere studiato.
    Questo furbastro ignorante, ha fatto i soldi invitando la gente a bere, a doparsi ed a trasgredire.
    Fosse dipeso da me, in gattabuia lo avrei tenuto più di 22 giorni!

    "Mi piace"

  6. Il Vasco ha ragione “fottetevi da soli”
    Ferrara no! non riesce a fare manco quello
    ha sbagliato bersaglio: Vasco non è un maestro di vita è solo un rocker, sono solo canzonette.
    Farlo passare per “pedagogo e maestro di vita adulta” vuol dire non avere più argomenti e bersagli
    ed essere in giro a mendicare un qualcosa su cui scrivere inutilmente.
    Vasco è il primo a fottersene.

    Piace a 1 persona

    • Quello che ha lasciato, musicalmente, agli italiani è conosciuto.
      Tu a parte la propaganda servile, con i paraocchi verso il capitone fannullone e LADRONE, che contributo hai portato alla popolazione?
      Ma chi caxxo credi di essere per lanciare i tuoi insulti gratuiti?
      Ma tornatene nella fogna in cui ti ha figliato quella cagna perennemente in calore.

      "Mi piace"

    • @ludopatico orbo
      Vai ancora in giro senza museruola?
      Hai sbagliato a vomitare str0nz4te con me.
      Sei solo il solito piccolo fans legaiolo, multinick che si presenta pure come Giuseppe del zotto.
      Un concentrato di disagio mentale.

      "Mi piace"

  7. Invito i gestori del blog,se ancora conservano un minimo di serietà, a prendere provvedimenti nei confronti del psicopatico schizofrenico che in barba ad ogni regola elementare, continua a postare vomitevoli insulti, degni solo della suburra che lo ha generato e dove vive.
    Nel caso contrario, sarò costretto ad intraprendere doverose iniziative a tutela del decoro, anche quello degli altri partecipanti, pur se ignavi od addirittura complici.
    A tal proposito, inviterei anche Giuseppe del Zotto, che ovviamente non conosco, a seguire la stessa linea.
    Per quanto ovvio, le eventuali omissioni, ricadranno sui responsabili, che mi auguro non tirino in ballo, la libertà d’opinione.
    Il beltomo non opina, vomita sconcezze ed idiozie, da ilota e beota qual è!

    @buzzurro. Sai quanto ci metto a trovarti. Dormi preoccupato.

    "Mi piace"

    • Nella misura del possibile, se ti servisse una mano o qualsiasi altra cosa utile a questa tua intrapresa: a disposizione!

      PS: il comico è che il @buzzurro, alias il Capo della Compagnia dell’Insulto, era lui che ci voleva trascinare in tribunale… forse, chissà, perché eravamo troppo educati per i suoi standard!

      "Mi piace"

    • Così però rischi di stuzzicarlo…
      Mi pare di ricordare che Jerome si eccita se qualcuno lo minaccia di querela, soprattutto se lo fai utilizzando un nickname.

      "Mi piace"

  8. Ferrara tesse le lodi di Vasco Rossi perché risponde a tono ai negazionisti e anzi rivolgendosi a uno di essi, Porro mediaset ndr, storpiandone il cognome in Perro, lo fa con l’ironia dei grandi.

    "Mi piace"

  9. Dunque, mumble, mumble……..!
    Ferrara, figlio di dirigenti del PCI cresciuto a Mosca, dirigente a sua volta del Partito.
    Diventa Socialista ed amico personale di Craxi.
    Dopo le note vicende, approda a Forza Italia, amico personale del Cavaliere e dipendente dello stesso presso Mediaset.
    Eletto in un collegio blindato, Ministro per i rapporti con il Parlamento, consigliere di Berlusconi.
    Dopo flirta con Renzi, sostenendolo apertamente anche e sopratutto dalle pagine del Fogli0.
    Proprio un bel soggetto, sopratutto coerente!

    "Mi piace"

  10. Ma che cazzo c’entra santo Iddio che Vasco si drogava e da giovane faceva una vita spericolata?
    Gli stanno rompendo gli zebedei solo perché ritiene sia importante indossare la mascherina a tutela non solo sua ma anche degli altri.
    Ha preso una posizione scomoda, se si fosse fatto i cazzi propri non si sarebbe inimicato i suoi fan di destra. E il Perro non lo avrebbe attaccato.

    1) chi si droga fa soprattutto del male a se stesso.
    2) chi va in giro senza mascherina a sputazzare su cose e persone rischia di fare del male, molto male, agli altri.
    La capite la differenza?
    3) il fatto che a quasi 70 anni faccia una vita meno spericolata è normale, far passare questo per un voltafaccia, un tradimento, è piuttosto meschino.
    4) Vasco ha fatto la storia della musica pop in Italia, lo ascoltavano tutti, anche quelli che studiavano musica classica al conservatorio. Riempie gli stadi come neanche le rockstar straniere, qualcosa vorrà pur dire.

    "Mi piace"

  11. In conclusione per Ferrara Vasco Rossi è un grande anche nel modo come risponde a quel Perro.
    Adesso mi ritorna in mente un aforisma.
    Abba Apologeta parlando con un… filosofo ad un certo punto sbotta:
    – Tu sai certamente quante zampe ha una mucca.
    – Be’, quattro.
    – Bene, supponiamo adesso di chiamare zampa la sua coda. Quante zampe avrebbe?
    – Cinque.
    – Niente affatto. Ne avrebbe sempre quattro. Non basta chiamare zampa una coda per farla diventare tale…
    Arrivederci

    "Mi piace"

  12. La mascherina non c’entra nulla, a prescindere dal fatto che portarla nelle situazioni adatte, è doveroso.
    Semmai è pietoso ridurre tutto alle varie appartenenze partitiche, non le definisco politiche, perché c:è un abisso.
    Come le discoteche di dx e di sx, roba da fare vomitare una capra.
    Il giudizio su Rossi esula tra l’altro dal problema attuale del covid, riguarda un concetto di vita che può piacere o non piacere.
    Altrettanto vale per la musica, per la quale ognuno hai suoi gusti.
    La verità vera è che non si pu piu parlare di niente senza scatenare un pandemonio, oltre ai frizzi ed i
    lazzi degli idioti in SPE.
    Nemmeno negli anni 60/70 c’era questo accanimento su qualsiasi argomento.
    Oltretutto non essendoci la comunicazione a distanza, ma solo di presenza, risultava difficile sbagliare a parlare.
    A meno che, non si fosse disposti ad affrontarne le conseguenze.
    Oggi gli imbecilli che insultano, cosa rischiano?
    Sempre a meno che, non trovino pane per i loro miserrimi denti!

    "Mi piace"

  13. Ludwig, Gatto…ma continuate a scrivere boiate di calcio invece di tentare senza riuscirci di scrivere sulla vita vera.
    Non pisciate fuori dal vostro vasino.
    Siete dei privilegiati e non avete nessuna idea di cosa sia, la vita vera.

    "Mi piace"

    • Pacatamente,educatamente, ma decisamente diciamo ai ballerini da “rotonda” che se i bidelli possono considerarsi dei privilegiati, noi lo siamo (ma che ne sa ‘sto qua di noi?); che se il vasino nel quale dovremmo farla, lo spostate e ci mettete sotto la vostra testolina, noi non possiamo farci nulla; che se dovremmo scrivere di “boiate di calcio”, dovremmo iniziare a farlo (il che sarebbe molto più consono che affrontare tematiche da adulti con bambini dell’asilo…), perché non l’abbiamo mai fatto; che se la vita VERA è quella che vediamo tutti i giorni essere quella “ballata” dai poveri “ballerini” caricati a susta, temiamo che non si rendano ben conto di che razza di danza (macabra) stiano ballando, per essere quel tipo di vita, la più FALSA che l’umanità abbia mai conosciuito! Fate un misto di pena, rabbia e compassione… Il divetimento, in questi tempi tristi, è assicurato!

      "Mi piace"

  14. Una new entry, l’ennesimo dispensatore di pillole di saggezza, convinto di avere la saggezza in tasca, mentre in tasca ha, solo le noccioline.
    Il blog li sforna, con la stessa quantità industtiale riservata agli sfilatini.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.