Napoli, ripristinate le bandiere sugli edifici pubblici!

Al Vomero assenti sulla facciata della scuola Vanvitelli

” Auspico – esordisce Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari – che venga al più presto riproposta la circolare emanata in occasione delle celebrazioni per i 150 dell’Unità d’Italia, sul decoro delle bandiere esposte all’esterno degli edifici pubblici, tra i quali ovviamente anche gli edifici scolastici. In tale circolare, infatti, richiamando il DPR 7 aprile 2000, n. 121, che regolamenta la legge 5 febbraio 1998 n. 22,  si afferma, tra l’altro: ” Giova ricordare quanto disposto dall’art. 9, del citato DPR n.121/2000: “ Le bandiere sono esposte in buono stato e correttamente dispiegate; né su di esse, né sull’asta che le reca, si applicano figure scritte o lettere di alcun tipo. Su ciascuna asta si espone una sola bandiera.”. Si raccomanda, pertanto, di procedere ad un’attenta verifica sui vessilli esposti, avendo cura di controllare sia la corretta esposizione nel rispetto delle regole protocollari, sia che gli stessi non si presentino logori, scoloriti, strappati, sporchi o male avvolti intorno all’asta, con preghiera di immediata sostituzione di eventuali bandiere in stato di degrado ” “.

            ” Al riguardo – puntualizza Capodanno – dalle segnalazioni pervenutemi in questi giorni ma anche da quanto ho potuto constatare personalmente, appare di tutta evidenza la necessità di procedere a una verifica e all’eventuale ripristino o alla sostituzione di tutte quelle bandiere, poste all’esterno degli edifici pubblici, che si trovassero in pessimo stato manutentivo, usurate, malconce o strappate o addirittura fossero mancanti “.

            ” Per esemplificare – sottolinea Capodanno – al Vomero, sulla facciata dell’ “edifizio scolastico Luigi Vanvitelli”, sede del 36° Circolo didattico statale di Napoli, sono scomparse due bandiere mentre la terza appare logora e strappata. A rendere ancor più inaccettabile la situazione, la presenza, sempre sulla facciata, di un lenzuolo spiegazzato con delle scritte e dei disegni. Il tutto con un’immagine complessiva di scarso decoro che si protrae da diverso tempo a questa parte “.

            ” Va sottolineato al riguardo che l’edificio in questione è particolarmente caro ai vomeresi, rappresentando uno dei simboli storici del quartiere  – ricorda Capodanno – . L’inizio della sua costruzione infatti risale a quasi un secolo addietro, intorno al 1920, mentre il suo completamento, con la realizzazione del terzo piano e dei locali per l’alloggio del custode, avvenne nel 1927. Tante dunque le generazioni di bambini del Vomero che hanno frequentato e che hanno iniziato la loro formazione scolastica in quelle aule. Tra di essi se ne ricorda uno in particolar modo: il vicebrigadiere Salvo D’Acquisto, insignito della medaglia d’oro al valor militare alla memoria, al quale è dedicata la statua in bronzo, che lo raffigura da bambino, posta nel giardino antistante la scuola “.

            ” E’ sperabile – conclude Capodanno – che, o a seguito di verifiche da effettuarsi sul territorio comunale, sulla scorta anche di segnalazioni, come quella appunto per il plesso scolastico Vanvitelli al Vomero, si proceda in tempi rapidi a ripristinare le bandiere che mancassero totalmente e a sostituire quelle che fossero particolarmente usurate, al punto da renderle irriconoscibili. Con l’occasione va anche ricordato che, in base alle indicazioni dell’ufficio del Cerimoniale di Stato della Presidenza del Consiglio, le bandiere vanno disposte, secondo precise regole, che, nel caso di tre aste, vedono la bandiera italiana al centro, quella europea a destra ( a sinistra per chi osserva ) e quella della regione o dell’ente locale a sinistra ( a destra per chi guarda ) “.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.