Di Battista: “Ho sempre preso posizione e so che farlo ha un costo”

(Alessandro Di Battista) – Di ruoli e poltrone non mi interessa nulla. Vedo il Paese in difficoltà, le imprese in difficoltà, i giovani in difficoltà. L’ambiente in sofferenza. Sto solo lavorando – da cittadino – a proposte su proposte perché temo che coloro che hanno colpito la classe media, inquinato, corrotto e cementificato il nostro Paese stiano cercando di farlo ancora.

Ho proposto il servizio ambientale per contrastare la disoccupazione giovanile ed il dissesto idrogeologico. Ho detto che la nomina di Descalzi è inaccettabile. Ho ribadito che risolvere il conflitto di interessi – oggi più che mai – ha a che fare con il contrasto alla corruzione del 2020, una corruzione subdola che viaggia sui binari delle consulenze e delle conferenze non più su quello delle mazzette.

Ho detto che la grande opera pubblica che crea lavoro e protegge noi cittadini é la “manutenzione”. Ho detto che va sostenuta la piccola e media impresa, la classe media e allo stesso tempo rafforzato lo Stato con programmi pubblici e nazionalizzazioni di settori strategici (sanità ed autostrade per esempio).

Ho preso posizione su Regeni e sulla vendita di navi all’Egitto. Ho preso posizione sull’accentramento del potere mediatico (gruppo Elkann), sulle regole europee del “Patto di Stabilità”, sulle guerre di invasione mascherate da missione di pace, sulla questione palestinese. Non sto in Parlamento, non ho l’immunità (quando l’avevo non l’ho mai usata), mi becco querele, articoli diffamatori contro, critiche di ogni genere. Amen, ho le spalle larghe e credo nelle mie idee. Ascoltate quel che ho detto e come l’ho detto, non le polemiche dei giornali.

Ho sempre preso posizione e sono consapevole (come anticipato proprio oggi dalla Annunziata) che farlo ha un costo. Faccio politica sì, perché mi pare un diritto ed anche un dovere. La faccio senza essere pagato con denaro pubblico perché la Politica è partecipazione. Non siete d’accordo con me? Legittimo, contrastate le mie idee senza dire: “si sarebbe dovuto candidare”. Per anni ho sostenuto che la Politica (una cosa bellissima) si possa fare anche al di fuori delle Istituzioni. Sto solo facendo quel che ho sempre detto.

Ho chiesto che il Movimento discuta di proposte, soluzioni, linee future in uno spazio democratico e di confronto. Chiamateli Stati generali, Assemblea, Congresso….come vi pare. Ma sono urgenti perché è bene che il Movimento si faccia carico del disagio sociale che sta arrivando prima che se lo facciano coloro che l’hanno provocato!

14 replies

  1. Difficile non essere d’accordo direi.
    In fondo anche noi che commentiamo facciamo politica, solo che essendo invisibili nessuno si prende la briga di bullizzarci mediaticamente, al massimo becchiamo qualche insulto troll, innocuo.
    Di Battista invece ha un bacino d’ascolto e sprecano energie per screditarlo, è squallido ma normale in questa democrazia di plastica con un’informazione a cottimo.

    Il M5S è liberissimo di non ascoltarlo, eventualmente di perdersi nei giochi di palazzo, se lo farà (ma resta sempre il fatto che qualcosa in questi due anni ha ottenuto, il che rispetto allo zero assoluto arrivato ai cittadini dalla politica degli ultimi decenni è già un mezzo miracolo) peccato, ma pazienza.

    La rete ha reso possibile nascere al M5S come portavoce della popolazione, se smettono di svolgere il loro ruolo presto una nuova forza politica ne prenderà il posto.

    La rivoluzione (pacifica spero) non si ferma.

    Piace a 2 people

    • Ho commentato senza aver visto la trasmissione

      https://www.raiplay.it/video/2020/06/lintervista-a-alessandro-di-battista—mezzorainpiu-14062020-2f9085db-829d-4370-b043-00337116cad8.html

      Ora che l’ho vista aggiungo che mi è piaciuto tutto quello che ha detto, e sono d’accordo praticamente su tutto. Stento a credere che si possa essere in disaccordo.
      Mi stupisce negativamente l’uscita di Grillo ma aspetto di sentire cosa dirà non a caldo, magari ha frainteso qualcosa….

      Sulla scelta della trasmissione … l’annunziata mi fa letteralmente schifo, ma non mi viene in mente UNA trasmissione tv che possa ritenere libera e giornalisticamente decente, quindi dovendo andare in TV (per comunicare con un pubblico vasto) e dovendo scegliere fra il marcio e la muffa, almeno in questa non aveva i soliti tre o quattro finti giornalisti indipendenti coalizzati per combatterlo a prescindere, e la trasmissione è rimasta quasi sempre in mano sua.

      "Mi piace"

      • @fabrizio

        Grillo non ha frainteso nulla è un uomo estremamente intelligente.

        Ha fatto un attacco gratuito e vergognoso perchè teme che Di Battista gli scardini i suoi piani, in accordo con Conte con cui è sempre in contatto “prestandogli” pure un consigliere.

        Una cosa cosi da Beppe non me la sarei mai aspettata , ha cacato fuori dal vaso.

        "Mi piace"

  2. Il coraggio è l’unica cosa che si ammira e si rispetta nel nemico e nell’avversario. Di Battista ha coraggio e lo ha dimostrato. Però, la politica non è un bus dal quale si scende oppure in cui si sale a piacimento. Aveva fatto una scelta: badare a sé e alla sua famiglia per 5 anni. Non si può, dopo appena 2 , tornare a fare politica dall’esterno/interno quando il tuo partito è al vertice. Rischiando di fare più danni di quelli che afferma di voler evitare.
    Scegliere poi L. Annunziata per esternare le Sue dichiarazioni mi sembra un autogol.
    Non mi è piaciuto.

    "Mi piace"

  3. Quando faceva comodo all’elevato il Di Battista barricadero andava piu’ che bene , e senza nulla togliere ad altri forse e’ stato nella fase iniziale il personaggio piu’ importante e che ha fatto piu’ di ogni altro la fortuna del mov . ora si dovrebbe conformare alle sue desiderate. Questa e’ la prova di come sia stato usato non solo Di Battista in quel caravanserraglio . Pare che ora a Grillo servirebbero persone al piu’ incolore e insapore inclini al signorsi’ . Solo che una cosa e’ addomesticare una truppa che in fin dei conti puo’ star bene una poltrona e uno stipendio da portare a casa a fine mese , altro e’ chiedere a uno dei leader del mov. di accucciarsi e starsene buono perche’ cosi’ ora vuole il genovese . Il tempo e la vita ci dara’ delle risposte

    "Mi piace"

  4. Grande persona, molto “rara”, secondo me è bene che continui a fare quello che fa stando fuori dal circo politico interno, è sicuramente più dura ma rimani libero, però se volesse anche entrare in politica non gliene farei una colpa, anzi, la politica non è un covo di piarati (o no?).

    "Mi piace"

  5. critico quando si deve criticare, da buon rompicoglioni, però lo faccio qui su un blog (quello dei cittadini mi è stato vietato), non certo da una che si crede giornalista senza esserlo quasi mai stato e che sai già che ha premeditato la cosa per far scoppiare solo baccano e titoloni sulle frattura dentro il m5s, che mi risulta sia messo maluccio dai sondaggi. L’obiettivo della pennivendola era agitare le acque e far vedere un po’ di fango quando i problemi da affrontare sono grandi e ALTRI.

    Il m5s senza Conte, che piaccia o no, vale meno di una che si chiama meloni, non so se mi spiego. Per come la vedo, Conte, che non è del m5s, è il miglior presidente degli ultimi 30 anni (ci metto un almeno).

    Uno come DIBBA (DIBBA DIBBA) queste cose le sa, però come il bimbetto belloccio sedicenne che si posta su facebook ha voluto far vedere a tutti il suo nuovo tatuaggio. E’ stato più forte di lui. Difronte alla crisi economica più grave di sempre, presto vedrete dove finirà il nostro debito pubblico per questa vicenda del corona, col turismo, l’unica cosa che funzionava, di fatto ancora fermo, lui, il discepolo di sto cazzo, doveva farsi sentire come uno scanzie qualunque e dire che è più figo, più puro e che lui è il m5s. ME COJONI.

    L’intervetto di Grillo è stato molto intelligente, in tre righe ha fatto capire al ragazzotto sbruffoncello che l’ha fatta fuori del vaso. Ed è proprio così. Uno che è stato ZITTO quando c’era una testa di minchia come lo SPREGEVOLOE essere verde (perchè doveva pubblicizzare il suo libro e viaggiare), esce dal letargo proprio ora. Per far vedere che è più figo e più puro.

    Assemblea “costituente”? Ma non era il programma la sola cosa da portare avanti? E l’assemblea con chi la fai, con la base che non c’è più? Oppure inviti anche uno come paragone? L’altra uscita sulla difesa di uno come paragone la ricordate o no?

    Bravo DIBBA DIBBA DIBBA, un genio. Sei un genio. Ci manchi solo tu, per perdere altri voti. GENIO.

    "Mi piace"

  6. Di Battista i voti li porta, li aggiunge, non ne leva uno che è uno. E lo fa perché è portatore di una passione civile contagiosa, perché ha capacità comunicative, e perché è fra i pochissimi politici che resta coerente con un progetto, pur usando l’intelligenza per comprendere che un progetto si realizza con compromessi e ritardi in funzione dei momenti storici. Solo con Di Battista il M5s potrà tornare al suo ruolo originario, quello del guardiano della politica, che può occasionalmente indirizzato a con alleanze sputi, a destra o a sinistra. Perché il M5s o è non di destra né di sinistra, oppure muore.

    Piace a 1 persona

    • ma di quale programma sta parlando , lo avete buttato in discarica sconfessando tutte le vs. iniziative e parli ancora di programma , si , forse quelli delle feste patronali del suo paese , o kla sagra del pesce di Camogli .

      "Mi piace"

  7. La balena diciamo fucsia o rosa si sta mangiando i 5 stelle , e lo sta facendo col cavallo di Troja sotto le sembianze di un avvocato di Foggia , democristiano fino al midollo , ma dove l’hanno pescato . Ho capito che la “normalizzazione” e’ cominciata da quando c’ e’ stata la posizione di Conte sulla tav , che ha sconfessato in un colpo tutta l’anima del mov. I democristiani sono imbattibili in questo e nonostante abbiano straperso le elezioni li vediamo tutti i giorni a decidere i destini del paese a Bruxelles coi vari Gentiloni , Sassoli , Gualtieri .Era questo che auspicava il mov . ? Quanto poi a Di Battista suggerirei di non fare piu’ nessun affidamento su Di Maio , personalmente vedo in questa figura il nuovo Andreotti , con le dovute proporzioni ovvio , ma la stessa furbizia la stessa scaltrezza dell’ uomo che si adegua a tutte le circostanze , sai cosa importa a lui del destino del’ ‘ amico Di Battista . Vi ricordate i giorni dell’ impeachment a Mattarella , be’ scordatevi quel Di Maio , lo hanno assimilato al sistema come non mai .
    Non capisco poi Grillo quando straparla dei gilet arancioni , non sono forse come il mov. ai primi albori della sua nascita ? Crede forse che solo lui possa avere la capacita’ di mettere in piedi un mov. dal nulla ? O forse li teme ?

    "Mi piace"

  8. Alessandro di Battista: “‘Chiedo il prima possibile un congresso, usiamo anche questa vecchia parola, o un’Assemblea costituente o gli Stati Generali del Movimento 5 Stelle per costruire un’agenda politica e vedremo chi vincerà…”

    A stretto giro arriva su Twitter il commento di Beppe Grillo:
    “Dopo i terrapiattisti e i gilet arancioni di Pappalardo, pensavo di aver visto tutto…ma ecco l’assemblea costituente delle anime del Movimento. Ci sono persone che hanno il senso del tempo come nel film “Il giorno della marmotta”.
    In questo film il protagonista si sveglia e rivive sempre lo stesso giorno. Una frecciatina di Grillo a Di Battista come a dirgli: “Non ripetere sempre gli stessi errori!”

    Bagarre.
    Grillo ha detto chiaramente che ogni cosa va fatta e detta a suo tempo e che il tempo passa, le situazioni cambiano e ci si deve adeguare ai cambiamenti.
    .
    Capisco che c’è il tempo del contagio. Ora è il tempo della crisi economica e ci dobbiamo occupare di come far arrivare i soldi che ci servono. Poi sarà il tempo di spenderli, questi soldi, secondo una programmazione accurata.
    Ed è quello che Conte sta facendo, mentre le opposizioni si perdono in un chiacchiericcio sterile di pura rabbia e impotenza, ma le nostre proposte le vogliamo raccogiiere? Non credo che, se i tempi sono cambiati, e anche considerando tutte le urgenze, debbano sparire i buoni principi fondamentali del Movimento, come fare il programma partendo dal basso e raccogliendo le nostre proposte. Con tutto il rispetto storico che Grillo merita, non sono sempre stata d’accordo con le sue opinioni. Il Movimento muore anche perché sta sparendo l’ascolto della base. Ma la democrazia diretta non doveva partire proprio da quella?

    Piace a 1 persona

  9. Programma politico movimento 5stelle elezioni 2018
    Ambiente
    Conflitto di interesse
    Cultura
    Debito pubblico e deficit
    Difesa
    Esteri
    Fisco
    Giustizia
    Immigrazione
    Lavoro
    Lotta alla corruzione
    Ministero per le Disabilità
    Pensioni
    Politiche per la famiglia
    Reddito e pensione di cittadinanza
    Riforme istituzionali
    Fondazioni legate ai politici
    Sanità
    Sicurezza
    Sport
    Banche
    Trasporti e Telecomunicazioni
    Turismo
    Scuola
    Unione Europea

    https://www.money.it/contratto-di-governo#1

    Qualcuno dovrebbe spiegare dove sono finiti i loro propositi.

    "Mi piace"

  10. “Non è un segreto che io non volessi il governo con il Pd”, così pochi giorni fa il sig. Di Battista, che da oltre un anno cerca di “far saltare” il governo Conte 2^, prendere il potere nel M5S per tornare all’alleanza con Salvini.

    Per fare saltare il governo Conte 2^, Di Battista aveva stretto un’alleanza con Paragone;
    poi “aveva mandato” in avanscoperta il suo fedelissimo Corrao (eurodeputato 5S) che dichiarava in tutte le interviste:
    “Crimi è un abusivo… e oggi chi porta al governo le posizioni del M5S lo fa senza un mandato politico. Se Conte userà il “salvastasti” la conseguenza immediata sarà la caduta del governo”;
    lo stesso Corrao poi votava al parlamento Ue contro le indicazioni del partito M5S, difeso naturalmente da Di Battista.

    Di fronte ad un attacco non più frontale ma ‘mellifluo’, ovvero improntato a blandizie simulate e insincere, il Garante -che finora aveva taciuto- ha preferito attaccarlo pubblicamente:
    “Dopo i terrapiattisti e i gilet arancioni di Pappalardo, pensavo di aver visto tutto…ma ecco l’assemblea costituente delle anime del Movimento. Ci sono persone che hanno il senso del tempo come nel film Il giorno della marmotta”.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.