Giulia Grillo: “È cambiata la linea politica?”

(Giulia Grillo) – Sono negativamente colpita per la sanzione disciplinare comminata ai tre eurodeputati Ignazio Corrao, Piernicola Pedicini e Rosa D’Amato.

Sono negativamente colpita perché ne conosco il valore come persone, come politici e come attivisti e a loro va un immenso abbraccio e un mio personale attestato di stima e vicinanza.

Sono negativamente colpita perché la loro sanzione non è stata accompagnata neanche da una riga di spiegazione da parte del Movimento 5 Stelle, eppure si tratta di una punizione di “gruppo” certamente rilevante posto che Ignazio Corrao e Rosa D’Amato sono stati, oltre che sospesi, rimossi dai loro ruoli di facilitatori. Qualcuno, commentando l’accaduto, dice che hanno sbagliato perché hanno infranto una regola e che questo sia un motivo sufficiente per essere “puniti”, ma sapete bene che voti in dissenso ce ne sono stati e tanti altri ce ne saranno. Ce ne sono in tutti partiti. È una cosa fisiologica. Quindi va valutato sempre il merito della questione e gli effetti che in quel momento quel dissenso produce. Votare contro una risoluzione al Parlamento Europeo per esempio non è come votare contro la fiducia ad un decreto legge. Per noi però è difficile entrare nel merito perché non conosciamo né i dettagli della posizione dei nostri portavoce né di quella dei probiviri.

Certo da quello che emerge, gli Eurodeputati sono stati molto duri sull’uso del MES (da cui il voto contrario a quella risoluzione che comprendeva riferimenti ad esso). Non credo di sbagliarmi se dico che non è certo comminando sanzioni che si avvicinano o si comprendono i punti di vista, specie se poi quei punti di vista sono anche legittimi e coerenti con una certa linea politica portata avanti fino a quel momento.

È cambiata la linea politica? Può accadere certo, siamo in democrazia. Ma quando è stato discusso? Dove? Con chi?
Sapete che mi sono più volte espressa contro la figura del capo politico sostenendo invece l’importanza di una guida collegiale e partecipata del Movimento, ma così oggi siamo di fatto senza l’uno e senza l’altra. Tutti siamo consapevoli del grande sforzo che sta facendo Vito Crimi e lo ringraziamo immensamente per questo, ma di fatto lui oggi è il capo politico “reggente” nell’attesa che venga eletto il successore di Luigi Di Maio ed a mio avviso l’aver procrastinato questa elezione non ha giovato a nessuno. O mi sbaglio?

*Esaurita l’emergenza Covid e non essendoci più nessun motivo per non convocare gli Stati Generali del Movimento, vediamo invece questo momento di dialogo e confronto caduto negli abissi del vedremo, faremo, convocheremo.* Un futuro ormai più passato che prossimo. Cui prodest? Immagino ci saranno altri voti difformi dalla maggioranza del gruppo ed immagino che ciò accadrà anche per rilevanti motivi politici. E allora cosa accadrà? Assisteremo ad altre “punizioni” sganciate come bombe sulle nostre teste di portavoce, attivisti ed elettori senza una parola di confronto?

4 replies

  1. Ma dai , lo sapete benissimo tutti voi che non contate nulla , meno di zero . Eravate voi o no a voler abolire il vincolo di mandato ? Non vi rendevate minimamente conto delle conseguenze .
    Voi siete stati cooptati nelle stanze del potere dal vs.”elevato” e da Casaleggio a patto che zitti e mosca , meri esecutori . automi da schiacciare un bottone e basta . Siete in una caserma punto , di cosa vi lamentate. La cosa peggiore che voi avete fatto al popolo che vi ha dato fiducia non e’ stata quella di non mantenere le promesse del vs. programma elettorale ( questo e’ un paese a vocazione voltagabbana , e voi ne siete l’ultima conferma ) ma di fare l’esatto contrario e lei forse ne sa qualcosa nel suo campo .

    "Mi piace"

  2. Riportiamo indietro gli orologi nel tempo aureo dei Berlusconi, Salvini e Meloni o del cazzaro di Rignano dimenticando le difficoltà e fatti concreti ottenuti dal M5S, anche se con errori, e ci troveremmo nell’Eden della corruzione, del mercato dei parlamentari, nel bel mondo affaristico mafioso, e di tutto quello che certa politica ha negato ai cittadini e ha elargito a piene mani al sistema clientelare lercio e ai poteri occulti del Paese.

    Piace a 2 people

  3. Ecco la risposta direttamente tratta dal manuale dell’elettore /sostenitore del M5S: erano bravi quelli di prima, vi piacevano i mafiosi, vi piacevano i corrotti. Vedremo se ci sarà una scadenza per questo leit motiv e si potrà mai riconoscere ai cittadini di non dover scegliere tra onestà e competenza.

    "Mi piace"

  4. Come si fa a parlare di competenza degli altri che ci hanno lasciato un debito pubblico di 2.400 mld,, che hanno governato per il solo fine di avere potere e denari pubblici da spartire (ed intascare)? . Il M5S si è dato delle regole interne, chi le accetta e poi non le osserva, deve rendere conto agli elettori, non a Grillo o Casaleggio. In questi giorni è tornato in auge un certo De Gregorio, “acquistato” a suo tempo da Berlusconi per far cadere il governo Prodi. Volete un ritorno al passato? Vi piace tanto il mercato delle vacche?

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.