Raga, è Fedez

(Massimo Gramellini – corriere.it) – Chi sarà mai questo Federico Lucia, detto Fedez, che fa una battuta incomprensibile sulla scomparsa di Emanuela Orlandi e ci ride sopra? Il tribunale dei social, immediatamente autoconvocatosi, lo ha giudicato colpevole di lesa decenza e condannato all’insulto perpetuo: «vomitevole» è l’unico aggettivo pubblicabile che si riesca a rintracciare in rete.

Invece Pietro Orlandi, fratello di Emanuela, non si è indignato: ha accettato le scuse del noto influenzatore, limitandosi a dargli dell’immaturo. Tra i giurati da tastiera e il fratello della vittima, sarei più propenso a fidarmi di quest’ultimo, non foss’altro perché la vicenda lo coinvolge personalmente: Federico Lucia è il personaggio di questo nostro tempo schiacciato sull’istante e su un’adolescenza perenne.

L’adolescenza resta quel periodo barbarico della vita in cui, per reazione all’insicurezza e all’ansia che ti pervadono, ti senti l’ombelico del mondo
, non rispetti gli altri e ritieni insignificante il passato. Quando Gerry Scotti gli parlò del regista Giorgio Strehler, triestino di nascita ma uno dei milanesi più famosi del Novecento, il milanese Fedez, che ne ignorava l’esistenza, se ne uscì con un’altra risata: «Chi c. è Streller, raga?». Fedez non è cattivo, è semplicemente social: può ridere sulla Orlandi e piangerla un minuto dopo, con il medesimo trasporto e l’assoluta convinzione di essere il primo e l’unico a farlo.

2 replies

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...