Abracartabia

(Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – 8 luglio 2021: Draghi & Cartabia, profittando degli Europei di calcio, portano in Cdm la “riforma della giustizia”. Il Fatto la legge e parla di “schiforma Salvaladri e Salvamafiosi”, in beata solitudine. Alla festa di LeU dico che “di giustizia Draghi non capisce un cazzo e la Cartabia non distingue un tribunale da un paracarro”: segue […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

31 replies

  1. Abracartabia

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – 8 luglio 2021: Draghi & Cartabia, profittando degli Europei di calcio, portano in Cdm la “riforma della giustizia”. Il Fatto la legge e parla di “schiforma Salvaladri e Salvamafiosi”, in beata solitudine. Alla festa di LeU dico che “di giustizia Draghi non capisce un cazzo e la Cartabia non distingue un tribunale da un paracarro”: segue lapidazione. Per Repubblica la Cartabia è “una sfida per tutti”, “scardina l’idea securitaria”, è “benemerita”, un salutare “cambio di stagione”, “addio a Conte-Bonafede” e “il presunto favoritismo alle cosche è forzatura propagandistica”. Per il Corriere “ce la assegna l’Europa” e addio “repubblica delle toghe” e “ossessione giudiziaria (Polito). Stampa: “Giustizia: l’Italia volta pagina”, “riforma garantista”. Sul Messaggero Nordio ne esalta “i meriti e i pregi”. “Draghi arresta Bonafede a Travaglio” (Libero), “Ora tutti garantisti” (Giornale). Pisapia tripudia “Ora sì che è giustizia!” e Fiandaca si bagna: “Più efficienza, più garanzie” (Foglio). Violante elenca “i vantaggi” (Rep). Gli ex pm Spataro e Gustavo Zagrebelsky lodano “il giusto equilibrio fra processi rapidi e garanzie” e la “fine dei processi lumaca” (Stampa). Per Musolino (leader di Md) “l’impianto garantista coglie nel segno” (manifesto). . Conte s’impunta tentando di limitare i danni? “Frigna” (Libero), “pianta bandierine”, “cerca pretesti per la resa dei conti” (Franco, Corriere). Il Fatto, Davigo, Caselli, Gratteri, Scarpinato, Di Matteo e altri prevedono i disastri della schiforma? “Fascisti” (Riformista), “oltranzisti” (Folli, Rep), “ricatti di incompetenti” (Sallusti, Libero), “crociate manettare” (Giornale) e “contro la Costituzione” (Foglio). E giù agiografie di Santa Marta, “la Guardasigilli scalatrice che sfida le toghe con studio e granitica pazienza” (Farina-Betulla, Libero), “ha il vantaggio della competenza” (Di Feo, Rep), “la donna giusta” (Libero), “la tecnica perfetta” (Domani), “solo lei può salvare la giustizia” (Senaldi, Libero) perché “Non è Fofò” (Maiolo, Riformista), anzi “Dj Fofò” (Roncone, Sette). Infatti è perfetta per il Colle.

    Ora che ogni giorno qualche criminale la fa franca perché le vittime hanno paura a querelarlo, gli stessi giornali copiano ciò che scrivevamo 18 mesi fa. Rep: “Cartabia: a Palermo salvi tre boss, nessuno denuncia”. Corriere: “Manca la firma della vittima, ladri presi e già liberi”, “Nessuna vittima querela i tre boss: ‘Rischiano la scarcerazione’”. Stampa: “Cartabia, i buchi della riforma”, “Favore ai boss”. Domani: “La riforma sottovaluta all’aggravante mafiosa”. Giornale: “Boss e ladruncoli in libertà. Cartabia, altre accuse”. Delenda Cartabia! Dài che ce la fanno a dire che Draghi e Cartabia erano due pippe e aveva ragione il Fatto: basta aspettare altri 18 mesi. Forse.

    Piace a 11 people

    • La Meloni sta con la Cartabia perché con la sua schiforma dà un’opportunità di lavoro (il delinquente) a molti disoccupati e fannulloni reduci dal reddito di cittadinanza.
      Lo fa per i poveri.

      Piace a 1 persona

    • Gli ex pm Spataro e Gustavo Zagrebelsky lodano “il giusto equilibrio fra processi rapidi e garanzie” e la “fine dei processi lumaca” (Stampa).

      Qui c’è un errore a scrivere quell’articolo fu Vladimiro che di Gustavo è il fratello maggiore…
      Dubito che Gustavo possa mai difendere tale obrorio!

      Piace a 1 persona

  2. Travaglio giustamente ci diceva da subito che l’ennesima riforma della giustizia era una cagata pazzesca, fatta per continuare a proteggere i soliti noti delinquenti a discapito della rimanente popolazione onesta. Oggi ho sentito pure ad “Accordi e disaccordi” dire al piddino Carofiglio che la galera fa male e che (con un paragone a minchiam sulla pacificazione avvenuta nel Sudafrica sapendo che i crimini non sarebbero mai stati scontati) la vittima deve stringere la mano al carnefice. Facciamo una cosa: diamo direttamente una medaglia ai poveri delinquenti, tanto delle vittime ai politici italiani non frega mai un cazzo.

    Piace a 3 people

  3. che brutto articolo, che delusione Travaglio, per di più offendere una ex presidente dell’alta corte e un’eccellenza quale è Draghi per l’Italia, quasi quasi non rinnovo l’abbonamento al Fatto!

    Piace a 5 people

  4. Nel mondo odierno, la prima legge è quella della domanda e dell’offerta.
    Chissà perché mi vengono in mente i peggiori sospetti ?

    "Mi piace"

  5. ODIO-ODIO-ODIO-ODIO-ODIO.

    E’ è giusto così.

    Odiare i mascalzoni è cosa nobile (Quintilliano).

    E questa scimmia la vogliono anche mettere al CSM?????

    Piace a 2 people

    • Questa Cartabia non capisce niente di giustizia Edo repressione dei reati! Dovrebbe essere mandata in esilio e scontare le sue nefandezze legislative!

      "Mi piace"

  6. Ciò che Trav denuncia in questi giorni è solo metà del problema. Dell’altra metà avremo gli effetti alla scadenza dei due anni di ogni iter processuale, quando una gigantesca montagna di processi verranno annullati per improcedibilità, l’ultimo rifugio delle carogne benedetto da chi dovrebbe vigilare e garantire l’applicazione del diritto costituzionale. Ma questo è il paese in cui si condonano regolarmente gli evasori. E pertanto, per estensione coerente, anche gli altri reati. Gli evasori perdonati e i ladri di Stato no?? Sarebbe una grave ingiustizia perbaccobaccone! C’è solo da sperare che i numerosissimi incartamenti vadano a finire nelle industrie della carta da riciclare, anziché essere conservati inutilmente negli archivi già stracolmi.
    Quando fu votata la riforma Cartabia, ricordo che scrissi che era l’occasione per i 5* di uscire dal governo. Ma non è stato possibile per lo sdegnato rifiuto di Di Maio e Grillo. Mentre Conte, in attesa di essere proclamato presidente, valeva come il due di picche.

    Piace a 5 people

    • @Gae la colpa è ascrivibile solo all’ Elevato di Sant’Ilario perche’ Patuanelli, Di Maio, Dadone e D’ Inca’ volevano astenersi, sulla schiforma Cartabia, prima di entrare in CDM ma ricevettero una telefonata dalle alture di Genova che li “convinse” a votare “si”…..almeno cosi’ si diceva in allora….!!! Pienamente d’ accordo con Lei sul fatto che sia stato compiuto un enorme errore di valutazione politica l’ aver fatto parte integrante del Governo Draghi…Poi su Di Maio poi…stendiamo un velo impietoso….

      "Mi piace"

    • GAE .E certo valeva come il due di picche .E certo un avvocato di prim’ordine e docente universitario già presidente del consiglio in due governi che si fa dirigere da un bibitaro .le favole sono più realistiche.

      Piace a 1 persona

  7. A proposito di stampa e notizie, ecco come vengono manipolate le notizie a livello mondiale: Reuters (controllato al 55% da Blackstone e diretta attualmente da un’italiana), AFP e France Press.

    E poi ci si stupisce di come vengono manipolate le notizie:

    Piace a 2 people

  8. Tutta gente che va e viene dagli studi TV, opinionisti dell’etere oltre che su carta e siti.

    A questi cialtroni non viene in mente che, se l’Italia è un paese di πe®d@ , è anche per grave colpa loro?

    "Mi piace"

    • Ci si muovono benissimo e, forse, sono disposti a mandare anche un intero paese allo sfascio, pur di non rimetterci una virgola della loro “carriera”. Sono geneticamente neoliberal, la coscienza è un impedimento, la testa un fattore secondario.
      E “parlano” di cittadinanza.
      Per i politici. Temo che, per risparmiare anche sulle carceri, siano disposti anche a questo: paga il cittadino. Sanità docet. Altro che Sudafrica: Argentina fine millennio

      Piace a 1 persona

  9. Adesso (forse, forse) diventa un attimo più chiaro anche ai più de coccio perché da 10 anni è in atto una imponente campagna di demolizione nei confronti dell’unica forza politica che si batte per la legalità e la giustizia sociale.
    Il “pubblico adulto” (detto per fare un amichevole dispetto a zumbeld) deve solo unire i puntini: non apparirà un semplice disegno, ma un quadro composto da conflitti di interesse, sottomissione servile e codarda a poteri sovranazionali, PIL gonfiato da malaffare e collusioni varie, clientele ecc
    Chi prova a cambiare questo orrendo scenario viene preso di mira sistematicamente per essere eliminato.

    Io sto con Falcone e Borsellino.

    Piace a 3 people

  10. La giustizia (anzi, la Giustizia) è sempre stata l’obiettivo principale dei politicanti del nostro disgraziato Paese. Averne in mano le chiavi per poter sterzare dove si vuole e soprattutto tenere lontani dalla galera solo i politicanti stessi coi loro padroni e i loro sodali, mentre per tutti gli altri è roulette russa (“ruba una mela e finirai in galera: ruba un palazzo, e ti faranno re”) è la prima missione di chi – fatta eccezione dei 5 stelle, che han cercato di fare esattamente il contrario – è andato al Governo.

    Con il nero avvento di Disordine Nuovo la Giustizia è finalmente stata messa al passo con tutto il resto (fisco, economia, educazione, sanità, ecc. ecc.) per essere trasformata in dorata Mancetta Elettorale: tu mi voti, io ti faccio fare sogni tranquilli. Così poi mi rivoti. Questa la meravigliosa ricetta di Scappati d’Italia, oggi al volante. Benvenuti all’inferno per noi ma paradiso dei niente scontrino e dei pendagli da forca, come giustamente evidenzia MT.

    Peccato che gran parte degli elettori che votarono 5 stelle a settembre abbiano votato fascio o calenzi o si siano resi semplicemente latitanti, alla facciaccia del “pubblico adulto” (per permettermi un amichevolissimo colpettino dietro l’orecchio a Giansenio) che in Itaglia storicamente passeggia con Beehpubblica sotto il braccio e vota pippiriddì, e che non ha NULLA a che fare con me. Il buon risultato del m5s (terzo, ora secondo gruppo politico italiano) lo si deve essenzialmente a Conte.

    Per provare a cambiare le cose non è necessario essere dei santi laici: basta 1. andare a votare, e 2. non votare delle merde. No? Che non ci si lamenti, poi.

    Piace a 3 people

  11. Gli ex pm Spataro e Gustavo Zagrebelsky lodano “il giusto equilibrio fra processi rapidi e garanzie” e la “fine dei processi lumaca” (Stampa).

    Qui c’è un errore a scrivere quell’articolo fu Vladimiro che di Gustavo è il fratello maggiore…
    Dubito che Gustavo possa mai difendere tale obrorio!

    "Mi piace"

  12. Mi domando quanto si può essere in buona fede quando anche un bambino capisce che stabilire che si perseguita un resto solo a querela del danneggiato significa istituzionalizzare la minaccia e l’intimidazione del danneggiato.
    Poi, non sono un costituzionalista, ma questa legge non è un tantino in antitesi con l’articolo 112 della costituzione sull’obbligo dell’azione penale?

    Piace a 1 persona

  13. Trovo poco credibile che Conte non avesse capito cosa sarebbe successo, visto che l’avevo capito io, eppure la fiducia l’ha data.
    Come fai a votare una fiducia ad un provvedimento che rottama la Giustizia?

    "Mi piace"

  14. Quindi se qui a Roma uno dei Casamonica mi gonfia di botte lo devo denunciare io, così saprà tutto di me, altrimenti la fa franca? Complimenti a sti schifosi

    "Mi piace"