Prove di accordo. Conte apre a Majorino e spunta Patuanelli in Fvg

GIUSEPPE CONTE POLITICO

(Edoardo Sirignano – lidentita.it) – Operazione centrosinistra. Dopo essersi preso il Movimento e aver blindato la leadership della coalizione, il prossimo step di Giuseppe Conte è creare un fronte progressista competitivo, un’alleanza in grado di battere Meloni e alleati. Ecco perché la priorità è recuperare, sin da subito, il fronte giallo-rosa, venuto meno alle ultime politiche. Solo così si può tentare la scalata della vita, ovvero tornare a Palazzo Chigi con la corona dei compagni.

La corte di Emiliano

Per fare ciò, esiste una sola strada: riallacciare il dialogo con i big del Nazareno. La prima tappa del tortuoso cammino parte dalla lontana Puglia. Questa terra è considerata da sempre roccaforte della sinistra. L’avvocato di Volturara Appula, pertanto, non può che trovare nella sua dimora le fondamenta per costruire la nuova casa. A queste latitudini, però, non si può passare per la corte di Michele Emiliano. Quest’ultimo, d’altronde, ha bisogno di validi alleati dopo l’attacco sferratogli da Renzi e Calenda, che gli hanno rubato 3 consiglieri, mettendo così in discussione la sua granitica maggioranza. L’ex premier, pertanto, ossequia il viceré di Bari e blinda la fortezza rossa che si erge da Lecce a Foggia. L’unico ostacolo per il controllo del Sud si chiama Vincenzo De Luca, impresa non impossibile, considerando che i lanciafiamme non sono più quelli di una volta. L’ex sindaco di Salerno sarebbe disposto a qualsiasi sacrificio pur di portare la sua progenie fuori dalle stanze di Palazzo Santa Lucia.

L’amico Bettini

Il centro Italia per Conte potrebbe rivelarsi una semplice formalità. A parte l’accordo di facciata per D’Amato, Goffredo Bettini, sottotraccia, sarebbe pronto a silurare i compagni pur di sedersi alla destra del nuovo re progressista. Non sarà neanche difficile per Nicola Zingaretti, l’uomo delle piazze, sposare la causa dei gialli. L’ex governatore da sempre è stato considerato il pontiere. Dopo la scissione di Letta, sarà più felice riprendersi le redini del Pd, soprattutto se portato in processione dai grillini e con una segretaria di sinistra come Schlein che deve dimostrare ai suoi capi di aver messo nel cassetto il renzismo.
La svolta lombarda
Più di un semplice segnale positivo per il capo del Movimento arriva dalla Lombardia. A queste latitudini, a differenze di quanto accade nel Lazio, si chiude, sin da subito, l’accordo per Majorino. Quest’ultimo sarà il candidato giallo-rosa, dimostrazione di come è ancora possibile vivere sotto lo stesso tetto. Non basta neanche il terremoto Moratti per fermare un patto per il futuro. In tal caso, vincere o perdere contro Fontana non è la priorità. Fondamentale, al contrario, effettuare prove di intesa, indispensabili per il futuro, considerando l’avvicinarsi delle europee. Detto ciò, in politica nulla si fa per niente. Se i gialli cedono Milano ai dem, vogliono qualcosa in cambio.

Lo scambio friulano

La merce di scambio, in questo caso, è Udine. Non sarà facile Fedriga. Occorre un nome popolare e in grado di mettere insieme aree, che fino a ieri si sono fatte la guerra. Servono, pertanto, uomini della responsabilità con esperienza governativa. In questo caso il Movimento avrebbe più di una semplice carta da giocare. Il nome da anteporre ai leghisti, infatti, si chiama Stefano Patuanelli, ovvero il braccio destro di Giuseppe da Volturara. L’ex ministro se ripeterà quanto riuscito a Serracchiani si candida, a queste latitudini, a diventare il grillino del Nord. Una sua vittoria garantirebbe le fortezze della parta alta dello stivale, indispensabili per riportare il Conte a Roma.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

108 replies

  1. Quando la Politica ( P),ha bisogno di compromessi, si devono fare ma, ma devono essere spiegati e trasparenti.
    Con io vorrei ,tu vorresti………. non si conclude niente , e,non e’ neanche politica.
    Presidente G. Conte,il Paese “sano”,e’ al Suo fianco.

    Piace a 1 persona

    • Mettiamo che il M5* appoggi l’ennesimo candidato pd, cioè Majorino.
      In tutta onestà: quante possibilità ritieni ci siano per un successo in Lombardia (strapparla alla dx)?

      Piace a 1 persona

  2. Lombardia: Conte, “Accordo con Pd? Decideranno gli iscritti” =*
    AGI0914 3 POL 0 R01 / Lombardia: Conte, “Accordo con Pd? Decideranno gli iscritti” = (AGI) – Roma, 14 dic. – “Credo sia giusto sottoporre alla votazione degli iscritti” la valutazione “del tavolo di confronto che c’e’ stato”. Cosi’ il leader del M5s, Giuseppe Conte, a proposito delle prossime regionali in Lombardia. (AGI)Mao 141714 DIC 22 NNNN

    Piace a 1 persona

  3. Quando sento parlare di possibili accordi col pd non c’è un caxxo da fare, mi ribolle il sangue e mi si annebbia la vista. Non riesco a tollerarlo in nessuna maniera possibile.

    "Mi piace"

    • A me ribolle il sangue sentire le balle del comico spacciate per vere sui nostri tg (stasera ne hanno data una rivoltante) che ci vogliono avviare verso il baratro di una guerra mondiale e sentire il buon Giansenio che vuole starsene chiuso nella propria ampolla di vetro a gesticolare con gli occhi sgranati senza essere ascoltato da nessuno.

      Piace a 1 persona

      • E che mi devo far raccontare e da chi?
        Credi non veda il tunnel intrapreso dal PD?
        E allora? Di che hai paura se lo agganci? Di entrarci anche tu?
        O di non avere la forza per tirarcelo fuori?

        "Mi piace"

  4. Secondo me è sciocco e controproducente immaginare oggi, nello stato in cui versa il PD, un qualunque accordo, anche solo alle amministrative.
    Puoi anche “stimare” Majorino come persona, come politico grintoso e vicino ad alcuni temi a cui tiene il Movimento. Ma fino a quando Majorino rappresenta il PD, e non esce da questa melma indecifrabile, non puoi accettare alcun’intesa.
    Con un PD rinnovato ( e sul suo rinnovamento positivo ho dubbi enormi) potrai poi verificare, ma oggi no.
    Mi auguro che Conte lo capisca.

    Piace a 3 people

    • @Paolo

      Io credo che messaggi come il tuo (apprezzabilissimo) a Conte ne siano arrivati a decine di migliaia, in varie forme e vie. Il M5* sta crescendo e.. niente, serve una nuova mazzata.
      Conte non riesce a concepire una sana lotta di liberazione senza appoggiarsi a .. quel.. lasciamo stare ..

      Piace a 1 persona

    • No, al Monopoli.
      Il pd ha case e alberghi in parco della vittoria e viale dei giardini e se li tiene stretti.
      Generando qualche invidia??
      Distribuendo allettanti inviti??

      C’è il resto del tabellone da conquistare per redistribuirlo.

      Piace a 1 persona

  5. Ma quale alleanza?se conte vuole tornare a palazzo Chigi deve assorbire il partito democratico,se lo si ignora da qui alle prossime politiche scomparirà con il 2%, esattamente come il partito socialista in Francia,e la stragrande maggioranza di quei voti vedrete che andrà al movimento cinque stelle,conte deve fare come melenchon,prima deve stare alla larga dal pd,poi,quando gli avrà preso i voti rendendolo un partitino irrilevante del 7% allora si potrà inglobare dentro una coalizione veramente a guida 5 stelle, sull’esempio della nupes,altrimenti,se prendono la strada inversa,si rafforzerà il partito democratico e il movimento tornerà di nuovo a morire lentamente,a loro la scelta

    "Mi piace"

    • Giansenio, non dargli retta. È un buontempone che ha tempo da perdere. L’ho messo a posto in altro “commentario”, anche se sarà difficile che lo capisca, quindi abbassi la testa e se ne vada come un cane bastonato. Fa parte degli incidenti di percorso da “social”…

      Piace a 2 people

      • Tranquillo, ti ho ri-rimesso a posto pure io, anche se sarà facile che tu non lo capisca, quindi alza la cresta quanto ti pare e rimani pure a fare il galletto nel pollaio…

        "Mi piace"

  6. Luigi:Spero tanto tu abbia ragione.Ma chi è questo sciamano da avere visione di una città complessa come Milano? Lasciamo perdere il pragmatismo e la “trasparenza”.Dove volete andare con uno che ha, mezzo “baffo”nero e l altra metà bianco?Si rimane solo con un pugno di mosche in mano.Lascerei perdere. Perdere da soli fa meno male.Capire la “politica”futura è quello che bisogna fare.Sempre che veramente interessi la politica di tutti e non altro.

    "Mi piace"

  7. … il buon Giansenio che propone? Vorrebbe chiudersi nella propria ampolla di vetro a gesticolare con gli occhi sgranati urlando con parole mute sapendo che nessuno ti vede?

    "Mi piace"

  8. Mi sembra che questo accordo sia nato (se e’ nato) nella maniera sbagliata.
    Assolutamente sbagliata.
    Il PD ha SCELTO un nome e il M5S (che ad oggi risulta pure piu’ forte del PD) deve limitarsi silente e rassegnato ad appoggiarlo.
    E’ collaborazone questa?
    C’e’ rispetto?

    Ma di cosa stiamo parlando?

    Un accordo, un’alleanza, una prova di governo NON PUO’ nascere in questa maniera (e non sto nemmeno a giudicare il nome).

    “Lavorando” cosi’ non si va da nessuna parte.

    Ma stiamo scherzando????

    Piace a 1 persona

    • FranzGe,
      In Lombardia il PD ha un’organizzazione. A suo modo funzionante anche se con una base che non partecipa più.
      Il M5S non ha un’organizzazione a nessun livello.
      Non è presente sul territorio.
      Ti sembra, obbiettivamente, possa tirar fuori dal cilindro un nome?

      Non è meglio passare ai programmi?

      Perché è lì che si misureranno le distanze (se esistono) tra Majorino e quei settori del PD attratti dal renzismo e, quindi, dalla Moratti.

      Ad andare da soli si è sempre a tempo.

      Piace a 2 people

  9. Scusate ma non capisco…
    se chiedono il voto agli iscritti, non va bene,
    se non chiedono il voto agli iscritti, non va bene.

    Se hanno verificato che ci sono convergenze nel programma, non va bene.
    Se i lombardi voteranno SI, non va bene.
    e se voteranno NO? non dovevano chiedere comunque

    Sapete quanti voti ha preso in Lombardia il M5S? 372mila… praticamente sono irrilevanti devono correre da soli e prendere il 2-3%?
    e comunque facessero come gli pare a loro

    Piace a 1 persona

    • Io mi inchinerò davanti al responso degli iscritti, massimo, totale rispetto.
      Semplicemente me ne andrò io: è evidente che la mia posizione è inconciliabile. Magari non capisco un caxxo della situazione, metto davanti anche questa ipotesi. Però io ho chiuso.

      Piace a 1 persona

    • E’ il metodo che e’ sbagliato.
      Non sono “prove di accordo” come da titolo dell’articolo.

      SE (ed e’ un SE grande come una casa visti i precedenti a livello nazionale) si vuole valutare l’ipotesi di un accordo…. si parte giustamente da un programma e poi, insieme, si sceglie un nominativo in base (anche) alle forze dei partiti/movimenti nel Comune/nella Regione etc…

      In questo caso il PD ha scelto un nome ed al M5S e’ rimasta solo la facolta’ di… aggregarsi ovvero accettare cio’ che era gia’ stato deciso.

      No, non funzionano cosi’ le cose.
      Soprattutto in ottica di futuri accordi locali o a livello ancora maggiore…

      Piace a 1 persona

  10. @Gsi

    Ma che cosa c. avete (chi la pensa come te) davanti agli occhi? Che film vi state vedendo?

    Il pd non ha imboccato un tunnel, è un buco nero che polverizza tutto ciò che che ingoia e sfiora.
    Il pd si regge su clientele, affari e luoghi di potere occupati. Non ci sono spazi per trattare, non può snaturarsi a tal punto. Cosa state vedendo di diverso da questo?
    “Altrimenti vince la destra?”
    Ma chi caxxo se ne frega!
    Lasciateli macerare nei loro brodi di coltura finché marciranno, da soli!!!

    "Mi piace"

    • Questo PD
      Ingoia e polverizza solo chi si fa ingoiare e polverizzare.

      Ma il Pd non è un unicum come non lo è il M5s (vedi Di Maio e compagnia cantante), se lo credi di un illuso.

      Il dialogo è d’obbligo proprio perché serve a far far venire alla luce le incongruenza insite in entrambi i partiti.
      Serve a capire se le difformità dei due dialoganti possono diventare uniformità su alcune questioni importanti.
      Altrimenti che c….o te ne fai di un partito?
      Per star lì a rimirarlo come un’opera d’arte?
      PS
      Dimmi che non non ti ho visto scrivere che non te ne frega se vince la destra.
      Altrimenti di che cosa stiamo discutendo?

      Piace a 2 people

      • Certo, movimento e pd non sono due monoliti; però il m5* ha messo in campo tutto il possibile (2 mandati e a casa), mentre il pd è una scorribanda di correnti. Ci provino i candidati segretari a dire chiaro e tondo che le prossime liste saranno depurate dai capicorrente 😂😂😂😂😂 anche perché ormai hanno il 🍑 a forma di poltrona. Ci provino!

        Chissene se vince la destra: sì.
        Il movimento deve tirare dritto per la sua strada, come un Caterpillar col motore potenziato!! Ci sono MILIONI DI ELETTORI che non trovano rappresentanza, vorresti convincerli con un accordicchio “se tu dai una cosa a me io poi do una cosa a te?”
        Li convinci così, accordandoti col pd? È ragionare in grande una strategia del genere??
        Politici via da 4 soldi e senza pretese, ecco come la vedo io . Ma probabilmente non capisco un caxxo.

        "Mi piace"

      • Gsi in prossimità del buco nero gli dice: io non voglio essere polverizzato! E il buco nero, con la coda fra le gambe, se ne va impaurito…

        Che forza questi “minoritari” (cit.): neii buchi neri ci inzuppano le “briosc”!

        "Mi piace"

      • C’ha gia provato Grillo a fare il Caterpillar, Giansenio.
        Com’è finita?
        Vuoi ripercorrere la stessa strada all’infinito?

        Burgatto,
        I minoritari per vocazione se ne stanno sempre a debita distanza da tutto, non solo dai buchi neri. Devono salvare innanzitutto le loro preziose chiappe.

        Piace a 1 persona

      • Egregio, che vinca la destra o che vinca il PD è uguale. Non è la sx, è un’altra cosa. I ricatti alla Bertinotti ” unità per battere le destre” e poi far cadere Prodi, hanno fatto il loro tempo e non funzionano più.

        "Mi piace"

      • Paolodiamante,
        Che vinca la destra o il PD è uguale?
        Credo anch’io.
        Ma se vince il PD insieme ai 5stelle non dovrebbe essere uguale.
        O no?

        "Mi piace"

    • Quanti sono gli iscritti del Movimento in Lombardia? di che percentuale parliamo.., certo voteranno Si per rendersi un minimo rilevanti ma l’operazione è finalizzata su Patuanelli in Friuli, per quello faranno l’accordo in Lombardia, per avere il loro candidato nell’altra regione, c’è un ragionamento elettorale sotto, sul piano politico gli elettori del PD in coalizione, restano dove sono, sentendosi nella stessa allocazione. Poi, sappiamo bene che gli iscritti hanno votato sempre come volevano che votassero, sempre.

      "Mi piace"

      • Le votazioni le ha sempre gestiti un certo crimi, come si può pensare che i responsi siano sfavorevoli?

        "Mi piace"

  11. L’errore porterà grossi problemi, presumo sarà così!! Posso capire l’importanza che la dx non si riprenda le regioni in questione ma chi pagherà caro sarà il movimento!! È pur vero che non ci sono alternative.. ma il movimento così rischia grosso!! Rimanere solo e coerente lo rafforzerebbe! Confido negli iscritti lombardi!! Un bel no.. le ragioni di un’alleanza si potrebbero capire ma con un alleato di qualità superiore a quello prospettato! La politica ha troppi compromessi ed a volte sono insopportabili ed incomprensibili!

    "Mi piace"

    • perchè buttare via un lavoro di mesi.
      Che si alleino o meno tanto perdono lo stesso.
      E la colpa sarà dei 5S e di Conte.
      Tutto questo per correre dietro ai 4 gatti sparuti dei 5 stelle lombardi, rosi e devastati dall’ambizione personale, altrimenti non si spiega perchè Conte vuole passare attraverso una votazione degli iscritti locali, pur di salvarsi in parte la faccia.
      In questo momento è deleterio allearsi con un ectoplasma, che si dissolvano da soli, non hanno bisogno di capri espiatori.

      "Mi piace"

  12. Sarà la bonarda, sembrate una banda di rincitrulliti (sembrate…).
    Se votate contro faccio arrivare un bastimento di troie (cazzo è un mito, anche da rincoglionito), zoccole?? No, troie, ho già pronto Milano 4, una volta finita la festa.

    "Mi piace"

  13. il PD perde consensi dappertutto, si avvia a diventare un partitucolo, ma Capitan Bamboccio che fa? si allea col PD in Lombardia.
    e attenzione: non un’alleanza alla pari, ma un’alleanza asservita al PD. cioè il PD ha scelto un candidato e il Movimento deve sostenerlo, punto.
    forse che il PD ha chiesto al Movimento di fare un tavolo per trovare un candidato comune? si è messo al tavolo col M5S per trovare un programma comune? giammanco p’a capa.
    il solito PD arrogante dice “questo è il mio candidato, me lo devi votare sennò vincono le destre”.
    e siamo sempre al solito “mamma li turchi!”: il PD come unica salvezza contro i barbari, e gli altri che si devono accodare, anzi appecoronare.
    ci sarà il voto online, certo.
    ma il voto online è una qazzata, lo sapete bene: i votanti votano quello che vogliono i capi che indicono la votazione, e i capi, anzi il Capo (Bamboccio) ha detto che l’alleanza s’ha da fare.
    le esperienze passate non hanno insegnato niente.

    "Mi piace"

    • Ma che cosa vi siete bevuti tutti quanti?
      Che storia VIRTUALE state vedendo?
      Avete letto un cz di articolo pieno di illazioni e sembrate un manipolo di posseduti in preda ad avvelenamento da segale cornuta…

      Intermezzo:
      Gianse’, n’ata vota?
      Per una volta, Psycho, con quel “ma smettila” ti ha comunicato, amichevolmente (o forse io l’ho letta così, perché ho pensato la stessa cosa🤭), che conosce, come noi tutti, le tue reazioni istintive, che poi verranno riassorbite dalla razionalità… o forse dal cuore ❤️🌟
      Che cosa faresti, smetteresti di essere 5s? Ma dai…

      E ancora, daaaaai…non capisco questa storia di evitare qualsiasi “contaminazione” per accumulare consensi che, secondo QUESTA mentalità, non potranno MAI essere usati per gli scopi della politica.
      Dobbiamo arrivare al 51%?
      In Lombardia? 😆
      Questa è epidemia da grillite, mi sa…e intanto avete sotto gli occhi il bel risultato di una destra di m. che COMANDA, perché l’opposizione è rimasta divisa, ma questo non vi dice ANCORA nulla?
      Meglio soli a prendere calci in faccia e ad essere pisciati in testa dalla nana stron2a, che il minimo TENTATIVO di GUARDARE le carte?
      Perché di questo si sta parlando.
      Non si sta SPOSANDO nessuno!
      Il M5S è un movimento POLITICO, non un atto di fede in un convento di CLAUSURA!
      E potremmo persino acquisire una forza “centripeta” nei confronti del PD, spingendo elementi migliori di altri, o MENO PEGGIO, ora periferici, ad una maggiore centralità.
      Contare significa anche questo.
      Avere la forza dell’esempio, della lotta unita, degli ideali che potrebbero/dovrebbero poter contagiare anche altri, ricordandogli i nostri valori, che dovrebbero essere anche i LORO.
      Non possiamo sempre mostrarci deboli e paurosi di essere “contagiati” dal mostro, ma combatterne le componenti malefiche, altrimenti a che cosa servono la lucida armatura e la spada sfavillante del “nostro eroe”?
      …e, comunque, per DARE le carte bisogna sedersi al tavolo!
      E Conte non mi sembra esattamente una persona avventata e dalle decisioni precipitose…🤭

      Ps oddio… quelle dimissioni ce le ho ancora qui di traverso. 😠

      Piace a 1 persona

      • Cara Anail, nel blog del movimento che forse tu non hai “frequentato”, si discusse molto se accettare il Conte 2 col pd e l’entrata nello sgoverno draghi, ero possibilista per gli stessi tuoi motivi, il risultato? Quale fu il risultato? Che il movimento sprofondò inesorabilmente e soffocato da un “alleato”(proprio un bell’alleato!!!), fedifrago e vile! È logico che non si potrebbe riuscire ad avere la Lombardia e le altre regioni soprattutto del nord senza alleanze ma vogliamo ancora distruggerci con le nostre mani? Sinora i consensi dei sondaggi sono in salita, stai a vedere come andrà se ci sarà coalizione! Non manca molto credo che da lunedì prossimo saranno in discesa!! Il popolo del movimento non vuole più alleanze assolutamente e ne ha ben donde!! Il tradimento è dietro l’angolo e fidarsi è da incoscienti.. mio pensiero… Che il presidente Conte sia prepari a tutto!!

        "Mi piace"

      • Permettimi Mokj, di quale sprofondamento parli, col Conte 2?
        Se per fedifrago e vile intendi Renzi siamo d’accordo, ma per il resto? Conte ancora ricorda quel governo come un’alleanza, diversamente da quello con Salvini che era solo un contratto, anche se ci ha consentito tanti provvedimenti/bandiera (ma anche passi falsi)…eppure ALLORA abbiamo perso la maggioranza dei voti, non dopo.
        Il tradimento l’abbiamo avuto anche dall’interno, se è per questo…che cosa vogliamo fare, ci chiudiamo in una torre d’avorio e smettiamo di fare qualunque cosa per non rischiare?
        Anche nella vita, i muri proteggono, ma ISOLANO.
        Certo, occhi aperti, ma lasciamolo respirare, sto povero Conte…che sta dimostrando di saperci fare, eccome.
        E certo non è solito decidere tutto da solo.
        Comunque stiamo ragionando sul nulla… se ad ogni alito di vento, sollevato da qualunque giornalaio, cominciamo ad agitarci, il primo problema siamo noi.

        "Mi piace"

      • No Anail era un accordo quello del Conte 2.. poi scusami, il movimento non è stato tradito dal PD? Ricordati i fatti per favore.. transizione ecologica e termovalorizzatore a Roma nel ddl aiuti! Dai non scherziamo!! E gli sputtanamenti successivi e gli accordi con tutti tranne che con il movimento! Beh, io non mi fido punto! Poi è il mio pensiero e potrebbe essere errato! Ma io la penso così..

        Piace a 1 persona

      • Ah, stai parlando del dopo governo Draghi, di Letta&co…
        No, cara, io mi riferivo al Conte 2…
        Certo che me lo ricordo, PURTROPPO, ma infatti io NON sto certo caldeggiando un’alleanza tout court, con QUESTI elementi.
        Ho solo detto che mi sembrano illazioni campate in aria ed un errore essere contro a prescindere da programmi, condizioni, accordi, elementi con cui POTERLI stipulare…
        Fasciarsi la testa così, sulla base del nulla e a PRIORI, “per sempre soli nei secoli dei secoli”, come in molti sembrano disposti a sottoscrivere col sangue, mi sembra eccessivo.
        Inoltre mi fido di Conte e del suo entourage.
        Sentiamo loro, invece di scaldarci per il primo scribacchino che passa.
        Pronta a valutare, da elettrice, eventi e situazioni.
        Non so se ora mi sono spiegata meglio… ce l’ho messa tutta…mi sembra di sentire molta intransigenza e di vedere teste fasciate prima di essersele rotte.
        Sarà anche AMORE, ma è soffocante… 😆🤣🤗
        👋🏻😘

        "Mi piace"

      • Anail,
        non lasciamoci prendere dalla fregola di andare al governo (a ogni livello) a tutti costi, confidando nelle indubbie capacità di mediazione innovativa di Conte. Se non hai un partito forte che possa sedere a capotavola per dare le carte o almeno influenzare in misura determinante la trattativa, di certo non si andrà sulla strada maestra che si vuole percorrere. E ci vuole tempo per costruire un partito di una certa egemonia (nel senso di Gramsci, alias +voti e soprattutto +cultura del senso comune popolare. Si pensi al mare di astenuti). Almeno 5 anni, mi permetto di preventivare. Nel frattempo se altri matureranno nel senso della vera sinistra, sarà tutto di guadagnato in vista di una possibile alleanza che a quel punto non sarà contronatura. Ipotesi comunque da verificare a tempo debito.
        Allo stato dell’arte, Majorino rappresenta se stesso e qualche stretto suo compagnuccio di banco, in un partito strutturalmente incapace di intendere e volere al di là di una mentalità di stampo neoliberista consolidata, anzi pietrificata dopo decenni caratterizzati da pratiche di governo autoreferenziali, per non dire di peggio.
        Bisogna adottare la pazienza del ragno nel tessere la tela per poi catturare e ingoiare l’insetto (ogni riferimento a partito è puramente voluto).

        "Mi piace"

      • In linea di massima sono d’accordo, Gae.
        Ma non poniamo limiti di tempo e non pensiamo che, necessariamente, si debbano avere chissà quanti voti per contare ad un tavolo… pensiamo a quanti danni riesce a fare, come ago della bilancia (truccata)… e lo zero virgola, il perfido Bin Rignan.

        "Mi piace"

  14. UN articolo pieno di illazioni, nessun documento ufficiale a giustificazione,ipotesi da giornalaio quando invece già da ieri si pensa di dare voce agli iscritti!
    Giornalista ipotetico e nulla di concreto ancora.
    Renzi e calenda …se non se nestanno fuori …non se ne fa nulla questo è certo.
    Per gli altri vecchi dirigenti(si fa per dire) fuori dalle balle…inmfine cosa che dimentica il giornalaio inn questione ….”I PROGRAMMAI”

    Piace a 1 persona

  15. Gli accordi elettorali su programma si possono fare se esiste un programma, ma il PD non lo possiede, perché non esiste come entità politica, civile e morale! Esiste invece il meccanismo mediatico dello specchietto per allodole del nome presentabile, dietro cui nascondere la gestione del potere per il potere regionale o nazionale, con cui applicare/attuare politiche di destra blaterando le solite superca@@ole de sinistra, leggi fuffa! Sposare la vergine Majorino, significa accollarsi pure concubine, zo@@ole ed eunuchi del core partitico. ….se Conte ha voglia di andare a pu@@ane ha trovato il viale giusto! E, sarò tarda nell’ apprendere, ma non capisco perché accontentarsi del viale quando un netto, secco, intransigente NO al PD, a qualsiasi accordo con il PD, può aprire la strada a praterie, al di là della politica decrepita che rappresenta! Non mi interessa sfidare la destra in Lombardia attraverso un accordo elettorale,contronatura, con la sua faccia truccata di democratica presentabilita’, il ghigno è lo stesso……il M5S può costruire un’ alternativa politica se va a prendersi ciò che sta fuori al PD, e più il PD perde, più quel fuori aumenta, da cui in Lombardia il M5S dovrebbe correre da solo, certamente perdendo, ma senza fornire agli elettori alcun alibi di non votabilita’ per accordi o scambi elettorali con un partito impresentabile, al pari della destra! Saranno gli elettori lombardi a decidere, ma la possibilità di scegliere diversamente va loro posta ed esclude il PD secondo una regola politica semplice, semplice : due forze politiche alternative come M5S e PD, non possono presentarsi insieme! Conte scelga se costruire la propria strada di discontinuità e cambiamento, o ripercorrere uno schematismo anacronistico, ingannevole e perdente dove la vergine Majorino non sarà sufficiente a convincere……gli elettori che potrebbero votare M5S rimarranno a casa, a ragione!

    Piace a 3 people

    • Alessandra,
      Le praterie rimarranno tali se M5S si presenterà con la spocchia dei superbi.

      Hai elencato una serie di certezze assolute a partire da programmi inesistenti del PD ma che sono tali anche da parte del M5S (chi li conosce i programmi M5S per la Lombardia?).

      Chiudi e sentenzi a priori.

      Come i minoritari seriali che dimostrano di aver paura della propria ombra proprio perché vacillano delle loro stesse pseudocertezze.

      Piace a 1 persona

      • Aggiungo al post di Gsi (per Alessandra)… ma se il programma del Pd NON ESISTE, dov’è allora il problema?
        Conte non fa che ripetere che si accorda solo sui programmi… Quindi?
        Zero programmi, zero accordi.
        Tranquilli, allora, no?

        "Mi piace"

    • La politica sfianca e più si perdono le redini del calesse e più giungono arrocchi, posizioni non ben bilanciate , slogan, battaglie politiche senza arte né parte e più il tessuto malavitoso si rafforza e si organizza a danno delle comunità che intanto si crivellano la mente su come poter fare raggiungere il quorum o alte percentuali di voto, in questo caso al movimento. Il PD ha un’organizzazione che affonda il dente nel grande PCI e nella CGL oltre ad aver forgiato iter burocratici e assetti normativi economici che lo hanno trasformato e reso da un lato, un partito simile alla destra e dall’altro lo hanno svuotato dei contenuti culturali e sociali che lo avevano reso egemone in seno alla popolazione ma in eterna opposizione rispetto ai vari governi di Andreotti mentre possedeva le forti regioni centrali, di cui è stato l’indiscusso padrone per settant’anni. Il PD di oggi è un derivato di ciò che era e ciò che ha dovuto essere per governare, attuando sempre in modo più marcato , politiche di inciuci con la destra di Berlusconi al quale si è alternato durante questo primo ventennio del nuovo secolo.
      Dire o credere che oltre al PD ci siano praterie è sognare ad occhi aperti in quanto un fac totum come lo era il PCI, poi DS poi ulivo nelle regioni rosse , necessità di decenni per essere smaltito nei suoi ingranaggi, ma sono quelli nuovi che fanno pena, in linea con la destra del paese, ingranaggi assertivi a logiche deprecabili tronfi di potere e denaro.
      Il vostro di Maio è quello che ha destrutturato i meet up, chiedilo a lui il perché ha tolto la base cinque stelle dalla sua politica attiva , nonostante la figura di Conte , che si è mosso bene pur non avendo più la rete a supporto per sedimentare e civilizzare le sue proposte in modo da ampliare il consenso. Il PD è birbo, come lo è buona parte della politica nostrana, tesa a far pagare ogni virgola senza ridare respiro alle comunità, in un giochino stritola tutto tranne ciò che fa comodo.. poi alle urne la gente ripaga ma solo per un giorno.

      "Mi piace"

  16. Ti faccio un disegnino : ……le idee del giornalista non suffragate neppure dal video e senza aver minimamente accennato al voto degli iscritti…grazie del video che è una conferma di quanto sto scrivendo…
    Ciao cara sei sempre utile al Mopvimento!

    "Mi piace"

    • Minuto 5,45… “siete voi chiamati a decidere”… sul percorso col centrosinistra o andare da soli… con minori chance di essere competitivi… Minuto 8… adesso tocca a voi, buon voto” mi sa che il disegnino serve a te. Come dire… eccone un altro

      "Mi piace"

  17. Carmen: Se “cadi” a Milano pensi di rialzarti con Patuanelli in Friuli?Chiedo per “curiosità”.Se volete ritrovare un minimo di credibilità dopo Di Maio l’unica via è non “mischiarsi” a nessuno. E andare con le proprie gambe, se si hanno a livello nazionale. Il melone è fuori stagione e sta già andando a male.

    Piace a 1 persona

    • M… ormai ho certezza che partite in quarta senza cogliere il significato di quello che si legge, ora devo pure spiegare il senso del mio post: nella discussione si parlava di illazioni, il video esplicita che non erano illazioni dell’articolista ma la realtà, cioè Conte sta chiedendo il voto degli iscritti lombardi per alleanze non ben precisate per futuri accordi sui punti. Ora spiegami dove evinci un mio giudizio di merito, cioè se fa bene o fa male, e come mai usi il Voi… qual è il collegamento tra una osservazione oggettiva e il mio coinvolgimento in tutto questo. Lo sai spiegare? grazie

      "Mi piace"

    • Quindi se sono i lombardi 5stelle a decidere che ca22o dice e a quali conclusioni arriva il post?
      Ma credi che i 5s in lombardia siano tutti coglioni?Pensi che non si ricordino dei morti ,della situazione della sanità,di bertoladro,del centro fiere, dei camici e mascherine?E tutto questo nel silenzio del PD! Ma vogliamo scherzare? Io non sono residente in Lombardia e quindi il mio voto non ci sarà,mi auguro che venga premiata la voce fuori del coro del Movimento e di qualche lombardo che ne ha le palle piene della lega,di FI e Fdi!..
      “Il fiore all’occhiello della SANITA’ 773 società sanitarie accreditate! hahahha… quella pubblica dismessa e ppure pagano le tasse! Poveri Lombardi…i Lombardi alle crociate!
      PS: mi meraviglio averti risposto!

      "Mi piace"

      • Hai risposto a me? … Mi meraviglio pure io, mi sembri fuori dalla grazia di dio e te la prendi con me per il voto indetto da Conte tra gli iscritti in lombardia? consiglierei maggiore equilibrio che vi scappa la maleducazione. Io mi limito e leggervi, mi interessa capire di piu’ sugli elettori del Movimento di Conte, quindi continuate così. Buona giornata

        "Mi piace"

      • “mi interessa capire di piu’ sugli elettori del Movimento di Conte”: ahahahah! Sei dell’idea, Carmen, che ci sia, nonostante tutto, ancora qualcosa da capire?

        "Mi piace"

  18. Giuseppi chiede il si al voto ma si è guastato bene a nominare, anche per una sola volta il PD, quel PD che tanto ama e che non vede l’ora in cui si potrà ricongiungere,
    Come se ci fosse una qualche differenza tra PD fi e dei.

    "Mi piace"

  19. Un capo politico e pure presidente di un partito che fa decidere ai propri iscritti è una cosa fuori dalla norma.
    Sia dal punto strategico che dal punto di vista politico! Ecco così va bene?
    Meglio decidere nelle segrete stanze come tutti, sui nomi non sui programmi e soprattutto di bella presenza con occhi azzurri e che possa forare lo schermo della nostra bella TV.

    "Mi piace"

  20. Scusate , ma rispondo qui a Gsi…..brutto segno quando si confonde identità e visione politica alternative ad una politica autoreferenziale, affaristica ed elitaria a destra ed a sinistra, come spocchia. …..non è spocchia, è diversità, discontinuità, isolamento obbligato , quando il possibile interlocutore rappresenta ciò che i tuoi valori, la tua etica ed il tuo senso della Politica combatte! Non ci sono le condizioni politiche per alcun accordo con il PD, perché è il PD che sforna i Renzi, i Bonaccini, le Boschi, gli Orfini, i Franceschini, i Fassino, i Letta. …..sono i prodotti della politica di apparato del partito, non il contrario! Ma di cosa dovrebbe parlare il M5S con simili espressioni politiche, di un essere o fare politica che non ci appartiene ? Le distanze fra le forze politiche si colmano quando una delle due cambia radicalmente il suo modo, storico, di essere politica, da apparato di partito a partito di massa, e non è il caso del PD, che è e rimane elitario, che parla ed ha consenso fra ceti sociali non sovrapponibili, ma semmai in conflitto, con quelle praterie elettorali, non di spocchiosi, ma di orfani di rappresentanza politica! I ceti popolari votano per disperazione Meloni o si astengono, ed a questi il M5S risponde con un’ alleanza con il PD? Un suicidio politico! Io non ho certezze, ho solo la constatazione di fatti e questi fatti mi dicono che se il M5S si allea con il PD, io non lo voto, perché non ho più alcun riferimento/motivo valoriale, e se proprio dovessi votare per convenienza ed interesse personale, fregandomene di ideali e valori , allora dovrei votare Berlusconi che è l’ originale, mentre il PD ne è la copia, con la spocchia/supponenza di ” sinistra” , mentre ne ricalca la mentalità, gli inganni, la disonestà, l’ uso privatistico delle istituzioni democratiche , a danno del bene comune e dei cittadini più deboli, la cui tutela e rappresentanza spetta a qualcuno, che dovrebbe assumersene onore ed onere da solo, senza fraintendimenti od alleanze con chi da decenni li frega e danneggia! Non si fanno accordi con l’ inganno politico, pena essere considerati l’ ennesimo inganno!

    Piace a 1 persona

    • Brava Ale, si perde tempo a lavare le teste agli asini…. se non hanno ancora capito ,non capiranno più.
      Questa è le dimostrazione che il popolo om conta un c…o e non vuole contare un c…o!
      QuaLE FUTURO,QUALE CAMBIAMENTO …MA PER FAVORE…SMETTIAMO DI ESSERE IPOCRITI CON SE STESSI E CON GLI ALTRI.
      Fate veramente cascare le braccia…neppure 70 di malapolitica non vi ha insegnato nulla!

      "Mi piace"

    • Scusa Alessandra, su questo punto sono stata spesso attaccata, ma quando Conte si professa più progressista dei progressisti, il baluardo del progressismo in Italia affidandone il sigillo alla Appendino, di preciso, a cosa avete pensato… che farà da solo o con le altre forze progressiste? Se si va a vedere chi sono oggi i suoi elettori, sono in buona parte oriundi del PD, che quindi non la vedono così male l’alleanza, anzi; lo zoccolo duro che è rimasto si è dato a Conte in amore, qualcuno si mantiene critico basculante, ma la linea, la sostanza, il progetto, è Conte e Conte ha il DNA del PD, chi è rimasto con qualche lontana eco “mai col PD” forse, magari, eventualmente, ha sbagliato a capire. Io non dico che sia sbagliato, non mi riguarda piu’, ma non è certo una sopresa, piuttosto mi meraviglia che ancora lo sia per qualcuno

      "Mi piace"

    • Alessandra,
      1) “non è spocchia, è diversità”.
      Anche quella di Di Maio sembrava diversità, invece era spocchia e piedi altro.
      2) sono d’accordo con la tua disanima su cos’è il PD oggi. Ma il PD non è solo i suoi dirigenti. È un corpo elettorale non necessariamente tutto assimilabile alla sua dirigenza.

      È un elettorato più che mai in bilico.

      Ma la cui parte migliore (che esiste) non sarà mai attratta da chi le dimostra repulsione a priori.

      Se il dialogo (che non necessariamente deve diventare un accordo) dei 5stelle col PD può servire a far emergere le contraddizioni latenti nel PD e ad allargare, quindi, il campo di chi considera importanti i valori di cui sono portatori oggi i 5stelle ma che ieri erano quelli del partito di Berlinguer (poi diventato pd), beh…
      Sarebbe per me, comunque una vittoria.

      "Mi piace"

  21. Mi pare fosse il party organizzato da tal bettini, un ideologo per pochi: vi partecipò, invitato, anche Conte.
    Mi sfuggì un ahia!
    Probabilmente ne uscì stregato.

    Facciamo un altro esempio eclatante?
    Guarda il maestro Guccini: qualche incontro con Zoro e, in uno degli ultimi, poco prima delle elezioni, lui, da buon bolognese disse: pierferdy casini? Perché no (candidato per la seconda volta dal pd proprio a Bologna, seggio blindatissimo, e naturalmente eletto)?

    Capito il tocco magico come ti riduce??
    Fine di un altro mito.

    "Mi piace"

  22. Nessuno, 70 anni di malapolitica sembrano non aver insegnato nulla, ma se il 50% degli italiani si astiene, evidentemente almeno dubitano! Quali risposte attendono? Che qualcuno si prenda l’ impegno di rifondare una diversità, almeno una diversità, dalla malapolitica, e la risposta non può essere un’ alleanza con i protagonisti! Il PD è la rappresentazione collusiva alla base di una politica deleteria, dove se le impronte in Lombardia sono del cdx, in Toscana sono del csn, che in decenni è riuscito a far fallire la principale banca italiana, il MdP, e la sanità pubblica toscana, il buco nero di mezzo miliardo di euro. …a questo tipo di disastri, si dovrebbe dare una risposta, in termini economici, sociali, culturali, etici e politici….se Conte/M5S è all’ altezza ed in grado, da solo, bene, altrimenti vada a casa! Un vuoto politico prima o poi si riempie, nel bene o nel male……il M5S decida se costruirsi ,politicamente, per riempire questo vuoto , e certamente non può farlo alleandosi con i responsabili, solo perché sventolano la falsa bandiera della sinistra, quando anche i sassi ormai hanno capito che sono esattamente il contrario! Nel PD per un Majorino vergine, presentabile, ci sono bande di impresentabili, e comandano queste nel partito, non i Majorino!

    Piace a 4 people

    • Che dire Ale, a livello locale che il M5s si prenda le proprie responsabilità.
      Certamente i problemi della Lombardia li conosce e li sente sulla carne viva chi ci risiede ,non certo una Lombardi o una Taverna… e solo per questo che ho sempre pensato che costruire un cambiamento si doveva partire dal basso e non a livello nazionale.
      Dall’alto abbiamo incontrato un “sistema” che ti ha demolito perchè ha un potere consortile….Tutti uguali uniti nell’intento contro il M5s.
      L’illusione di farcela non avendo mezzi anzi privandosi di quei pochi che la legge ti permetteva di avere per affrontare la battaglia.
      Ci hanno premiato i sacrifici NO, Non ci hanno più votato. Gli altri hanno seguito i nostri esempi NO! Quindi strategia sbagliata ma eticamente valida.
      Etica politica ? Non esiste! Quindi bisogna creare Sindaci ,comitati di quartiere, associazioni 5Stelle… che rappr3esentino i cittadini in tutti i consessi locali, nelle periferie abbandonate, nei problemi giornalieri della popolazione: creare una nuova coscienza nei cittadini, la critica, la collaborazione , la solidarietà e il controllo del territorio. Denunciare, denunciare e ancora denunciare la malapolitica e tutto ciò che rappresenta l’arroganza di chi tutti i giorni calpesta i diritti dei cittadini.
      Più facile all’armare un sindaco che non un ministro.
      Ciao Ale… buona serata.

      "Mi piace"

  23. Carmen, ma con il 50% di astenuti, il M5S punta a quel 5% di elettori PD che auspicano un’ alleanza con il M5S, mentre il 95%, renziano, spera in un ritorno del fenomeno o in un’ alleanza con il Terzo polo? Gli ex elettori del PD, non votano più PD, e possono votare 5 stelle solo se non si allea con il PD. …..il 50% di astenuti aspetta una risposta, ma sa perfettamente che non potrà venire né dal PD né da chi si allea con lui! Il M5S è al momento il secondo partito nei sondaggi, perché da SOLO! Ha 5 anni di tempo per dimostrare che un’ alternativa è possibile. …lavori per questo, lasciando i residui della storia, al proprio destino, perché il PD come partito di massa non esiste, non ha futuro, mentre a breve le condizioni economiche e sociali, richiederanno urgentemente la rappresentanza politica di ceti sempre più poveri, da cui nella storia l’ esito di un passato già visto od in altro……il M5S potrebbe essere questo altro, dove le elezioni in Lombardia contano per ciò che vuoi essere per il futuro, non per il cortile di casa, risibile!

    Piace a 1 persona

    • Va bene Ale, questo l’ho scritto esattamente sopra, come lo scrivevo in campagna elettorale, se fai l’alleanza col centrosinistra (cioè il PD), gli dai il boccaglio dell’ossigeno e i suoi elettori non migrano più verso il Movimento sentendosi nello stesso alveo; prima il M5S beccava sulle istanze comuni della popolazione e prendeva da ogni lato, oggi se vuoi gli elettori del PD devi dargli le cosucce del PD, altrimenti non ci vengono (vedi cosa dicono oggi i contiani dei grillini, tanto x dire). Il passaggio fondamentale che gli elettori del Movimento devono fare, forse, è questo: il Movimento di Conte è un’altra cosa dal M5S che abbiamo conosciuto, progressista, atlantista, europeista, perbenista, aggressore-aggredito, no vax e tutto il campionario, chi si ci ritrova, e per Conte, oggi o fra 4 anni fa lo stesso, converrà farci pace prima o poi

      "Mi piace"

  24. Scusa Carmen, ma non uso la parola progresso o progressista, sono come la Costituzione per la guerra, la ripudio! Se progresso è investire 100 miliardi di dollari da parte della potenza occidentale , piu tecnologicamente di progresso, in una guerra, è un ” progresso ” che non mi piace…….l’ avanguardia tecnologica che non corregge la realtà secondo cui ” nessun uomo muore più di quello obbligato a rappresentare la nazione”….il contadino rispettoso di terra e natura è ed era oltre. ……di quale progresso, progressisti stiamo parlando? Culturalmente e spiritualmente siamo regrediti, andrebbe usata la parola contraria : fermiamo il processo di regressione umana! La società attuale è cinismo ed egoismo al massimo livello supportato da tecnologia sofisticata…….

    "Mi piace"

    • … lo chiedi a me? bisognerebbe vedere cosa intende Conte quando dice “noi siamo i veri progressisti”… suppongo come lo intende il Pd, dal momento che è campo comune, escluse le armi e l’inceneritore, ho fatto un elenco molto approsimativo, aggiungo che l’identità digitale e sistemi di controllo capillare verso cui spinge l’Ue, presuppongono l’uso di tecnologia spinta, che in forme progressive portano a una aberrazione dell’identità come persona, esattamente come dici, bisognerebbe vedere che limiti gli dà Conte, ma non ravvedo una sola riflessione sui limiti, a cominciare da quelli della scienza sul corpo delle persone, ma va bene

      "Mi piace"

  25. Ti rispondo per cortesia.Il voi è inteso al movi8mento e non inteso a Carmen.Voi come movimento di caxxate ne avete già fatte troppe.Vi ho votato anche l’ultima tornata.Primo per mettere il mio piccolo ostacolo a quella banda di para…i che oggi sgovernano e che stanno cercando di farmi del male.Secondo perché avevo ancora un barlume di fiducia in Giuseppi.Ma incomincio a pensare che era un abbaglio.Se il mov fa alleanze con l’altra metà del cielo dei paraculi è sicuro che da me il piccolo ostacolo non lo prendono più. Quelli come me non hanno rappresentanza in questo momento da nessuna parte.Il movi8mento attuale(Poco cattivi, combattivi e facili al “compromesso”)? Non mi rappresentano?Basta saperlo.Se sto annegando, al primo appiglio mi aggrappo. Se poi tu mi dai calci in faccia e vuoi farmi annegare, da te staro molto lontano.(già successo con Di Miao)…Si torna a “nuotare”, sperando di salvarsi, visti i tempi. È una metafora.Spero di essere stato comprensibile. Ho letto i posti di Alessandra un consiglio leggili.Saluti

    "Mi piace"

    • Se mi dai consigli alla lettura, te lo posso dare pure io, leggi meglio che mi pare non abbia capito il quadro… ” voi del movimento” mentre interloquisci con me, significa includermi, … hai sbagliato forma e indirizzo, ma vedo che non è chiaro nemmeno cosa sia cortesia e cosa no. Saluti

      "Mi piace"

  26. Carmen, gli ex elettori del PD, e sono tanti, non lo votano ed aspettano una diversità politica rispetto al PD. …potrebbe essere il M5S o altro, ma certamente non torneranno a votare PD o chi è in alleanza con lui! Viceversa gli elettori fedeli del PD lo voteranno comunque, indipendentemente dalle alleanze, ma quella con i 5 stelle è indigesta. …., se il PD e M5S vanno insieme in Lombardia, una parte di elettori PD voterà a destra, perché sanno perfettamente chi sono, ed il cdx vincerà ugualmente, ed il M5S avrà perso prima ancora di partecipare alle elezioni! Non devono migrare al M5S gli elettori del PD, ma quelli che da anni non sono più elettori del PD, perché il ceto sociale ed economico che attualmente sostiene il PD, non voterà mai 5 stelle, semmai vota Calenda, come a Roma! Gli elettori piddini sanno perfettamente chi è il loro avversario politico : il M5S! Non votano una coalizione PD M5S, così come chi vota M5S, non andrebbe a votare un tale schifezza, con la differenza che gli elettori 5 stelle si astengono, mentre i piddini votano Calenda o FI! Alla fine dei giochi vince il cdx, la coalizione M5S PD perde, con il M5S al 3-5% ed il PD al 18-20%, cioè il M5S ha fatto da stampella al PD per prendere la stessa percentuale di voto che avrebbe ottenuto andando da solo e dimostrando di essere a rimorchio! Mentre da solo il M5S può aspirare a percentuali più alte, pescando da quel 50% di astenuti, e se vince la destra chi se ne frega. …..importante è la TUA percentuale di voto!

    "Mi piace"

    • Sono le stesse cose che dico io, perchè me le ripeti, vediamo semmai di centrare il punto. Io dico da settembre … vedete che tornerà a casetta, vedete che usa frasi antitetiche che mette insieme opzioni contrapposte per non prendere mai posizione univoca… oggi chiede i voti per alleanze col centrosinistra senza nominare il PD (furbacchione), e io, che non me frega niente, capisco il discorso politico che sta facendo, mentre i suoi fan sono partiti per la tangente al punto che qualcuno ha pensato che sono io a difesa di Conte rispetto a tutti gli altri uniti nella solidarietà ribelle, mah, e va bene, passo e chiudo, almeno è divertente. Un saluto

      "Mi piace"

    • Ma tu Ale che ne sai del ceto economico che attualmente vota PD?
      Hai dei dati magari basati su exit poll o altri dati demoscopici?

      Diciamo pouttosti che hai le tue convinzioni ma che, non per questo devono per forza coincidere con la realtà.

      "Mi piace"

  27. I no vax sono stati la più ingegnosa macchina di distrazione di massa mai imbastita, spostare l’ attenzione sul nemico untore interno, per nascondere interessi economici e finanziari a sostegno delle multinazionali, il che non significa che il vaccino fosse un veleno, ma neppure acqua santa, mezzo utile in un certo momento, ma anche mezzo e strumento di speculazione e profitto, dove il vero dibattito avrebbe dovuto essere di natura giuridica e non sanitaria, visto che 3 o 5 milioni di non vaccinati, non possono costituire alcun pericolo per il 90% di vaccinati, al pari di qualsiasi altra malattia infettiva dove la copertura vaccinale richiesta è dell’ 85%! Si è usato lo stesso meccanismo della Santa Inquisizione, dove si colpiva l’ eretico perché le sue idee erano pericolose per il potere politico ed economico, di turno, e non per la diffusione della peste o di qualsiasi altro castigo di Dio! I no vax non hanno impedito né la vaccinazione di chi abbia scelto di farla, né aumentato la diffusione della pandemia…..il virus avrebbe fatto il suo corso, con le sue varianti, con la sua possibilità di bucare il vaccino o di essere in qualche modo ostacolato dal vaccino nella sua espressione clinica di malattia, anche se in Italia si fossero vaccinati tutti e 60 milioni di italiani……Il problema giuridico è stato invece un precedente pericoloso, passato in sordina per l’ isteria collettiva orchestrata dai media. ….una pagina da medioevo senza il coraggio dell’ inquisitore, che almeno ci metteva la faccia nel decapitare od arrostire qualche avversario scomodo!

    "Mi piace"

  28. Finalmente anche i più strenui difensori di mr tentenna sancho panza il bradipo leader dei penultimatum stanno aprendo gli occhi e lo vedono per ciò che è realmente, una sola una semplice sola.

    "Mi piace"