Svizzera, disoccupazione ai minimi storici: licenziati dipendenti degli uffici di collocamento

Grande scatto in avanti della Svizzera sull’occupazione. In tutto il territorio, senza lavoro sono appena in 90mila, l’1,9 per cento della popolazione.

(tag43.it) – C’è almeno un Paese in Europa che sta vivendo un momento storico totalmente all’opposto degli altri, Italia compresa. Si tratta della Svizzera, dove si registra il minimo storico di persone attualmente senza lavoro. La disoccupazione è scesa fino all’1,9 per cento, tanto che a rischiare, adesso, sono gli impiegati degli uffici regionali di collocamento. Un paradosso, quello che vivono i cittadini svizzeri, causato dalla chiusura di uffici che, proprio a causa della mancanza di persone da aiutare, non servono più. E intanto in alcuni settori come sanità e ristorazione manca addirittura il personale.

Svizzera, disoccupazione ai minimi storici: licenziati dipendenti degli uffici di collocamento. Senza lavoro sono in meno di 90mila

Svizzera: meno di 90mila disoccupati 

Secondo gli ultimi dati ufficiali, in tutta la Svizzera a fine ottobre sarebbero stati poco meno di 90mila i disoccupati. Non accadeva da 20 anni, tanto che ad andare in crisi sono stati gli uffici di collocamento. Il settimanale ticinese La Domenica, edito dal Corriere del Ticino di Lugano, spiega che i «collocatori» adesso rischiano seriamente di perdere il lavoro. Anzi, sta già accadendo. Basti pensare che nel Canton Berna ne sono stati licenziati 60, mentre nel Canton Soletta non è stato rinnovato il contratto a tempo determinato ad alcuni di loro. Stefano Rizzi, dirigente del Dipartimento Economia e Finanza, ha spiegato che «un adeguamento degli effettivi si è reso necessario anche in Ticino».

Carenza di personale in sanità e ristorazione

Pochi, quindi, i disoccupati. Tanti, invece i posti vacanti. Fioccano gli annunci da parte di ospedali e ristoranti perché pare che siano sanità e ristorazione i settori in cui manca il maggior numero di lavoratori. Repubblica racconta dell’ospedale cantonale di Aarau, che cerca 10 infermieri in chirurgia e un annuncio sarebbe comparso anche a Roma. E anche nell’edilizia e nella logistica in Svizzera si cercano collaboratori. Un dato in netta contrapposizione rispetto a quanto accadeva all’inizio della pandemia, con la disoccupazione al massimo storico. Quindi cos’è successo? Per Stefan Studer dell’associazione Employés suisses, intervenuto sul portale Swissinfo, «la pandemia ha dato un’accelerata alla digitalizzazione dell’economia e allo sviluppo di numerose catene logistiche. Tutti i settori economici sono ormai in competizione per attirare le stesse qualifiche. Se avete competenze nell’informatica o siete conducenti avete l’imbarazzo della scelta nella vostra ricerca di impiego».

Svizzera, disoccupazione ai minimi storici: licenziati dipendenti degli uffici di collocamento. Senza lavoro sono in meno di 90mila

15 replies

  1. Vediamo di capirci cosa è la Svizzera cosa che non è l’ Italia.
    1) La svizzera non è nell’UE.
    2) La svizzera ha una democrazia diretta..i cittadini votano referendum propositivi
    3) La svizzera è il paradiso fiscale per il denaro
    4) E’ neutrale ed non è in guerra con nessuno.

    Piace a 1 persona

    • Ha accordi bilaterali con la UE.

      Referendum viene applicato in Svizzera per cambi della costituzione e/o per contestare legge o decreto, (100k firme nel primo caso, 50k nel secondo). Quindi non propone, al massimo può richiedere di cancellare/modificare leggi esistenti.

      Si, è paradiso fiscale, non perché ha le tasse più basse, (in CH per esempio c’è la tassa patrimoniale), ma perché garantisce affidabilità e stabilità politica (e di valuta, cosa da non sottovalutare per capitali ingenti).
      Ha anche evasione fiscale pressoché nulla.

      È neutrale “in generale” ma è allineata con EU/NATO per la guerra d’aggressione dell’Ucraina, fornendo accoglienza a rifugiati ucraini e armi all’esercito ucraino

      "Mi piace"

  2. Le paghe svizzere sono il triplo di quelle italiane.. però sotto i 3500 fch non puoi vivere, la vita è cara anche se il costo delle derrate alimentari è abbastanza uguale all’italia, i costi maggiori sono assicurazione sanitaria, affitto e divertimento, compreso auto.. chi decide di emigrare in Svizzera deve sapere che sono rigidi sul lavoro e poco socievoli ma se ciò non spaventa e si è esperti nel proprio lavoro, la strada è spianata! E poi ha bellissimi paesaggi il che non guasta!

    "Mi piace"

  3. è normale che questa notizia la riporti UN solo giornale, cioè Repubblica? sembra una bufala fatta e finita. Ahhhhh il fascino italico per la mitica Svizzera (specie dei No-Vax e complottari-complottisti vari), non lo capirò mai. Comunque sì se controllate online la svizzera ha da anni degli accordi di Libero Scambio con l’UE, che è il PRIMO partner commerciale della svizzera, non il secondo né il terzo. Di fatto, senza l’UE la svizzera non reggerebbe un solo secondo. E infatti, alla sola minaccia di ripercussioni in campo economico quando il partito di estrema destra locale aveva convinto la popolazione a prendersela con i croati impedendo a questi di andare in Svizzera gli Svizzeri hanno IMMEDIATAMENTE rimosso tutti gli impedimenti ai suddetti croati. Di fatto, la Svizzera è succube dell’UE senza poter avere la minima voce in capitolo su come gestirla con i partner questa UE. Sull’essere paradiso fiscale è semplicemente in virtù dell’esistenza del segreto fiscale, non perché le tasse sono basse o caccate del genere. Segreto fiscale che, ancora una volta, è venuto via perché l’UE glielo ha imposto, non perché loro volessero. Veramente, io la mitizzazione degli Italiani per questa landa montuosa che più e più volte ha fatto capire di odiarli gli italiani (quello che era successo al passo del brennero con i transfrontalieri se lo sono già dimenticato tutti?) non la capirò mai.

    "Mi piace"

    • Accordi bilaterali firmati nel 2003 per la libera circolazione di beni e persone tra EU e CH.
      Su 8 milioni di abitanti, quasi 2 non sono Svizzeri e la maggior parte di loro sono Europei…regole per permessi di residenza/lavoro extra UE sono molto stringenti mentre per Europei non c’è praticamente bisogno di permesso (in automatico con contratto lavorativo oppure se dimostri – i ricchi – di avere mezzi di sostentamento per risiederci, ad libitum).

      E comunque anche l’UE senza la Svizzera se la passerebbe peggio…fa comodo a tutti una piccola regione nel centro dell’EU che però non è EU anche se un po’ lo è…
      Gli Svizzeri non odiano l’Italia, tutt’altro…ci vanno volentieri in vacanza e a fare spesa (perché costa molto meno, non come scrive Mokj sopra…qualsiasi cosa al supermercato costa doppio o triplo, carne pure quadruplo…perfino la cioccolata svizzera costa meno in Italia che in Svizzera…). Cosa stigmatizzano dell’Italia gli svizzeri? Il caos, il non rispetto delle regole, (per loro che sono calvinisti è impensabile), il lassismo nel pubblico e la burocrazia bizantina, la criminalità, la sporcizia. Che è poi ciò di cui si lamentano pure gli italiani.

      Gli italiani non dovrebbero mitizzare la svizzera però…un esperimento che portasse per un anno amministratori svizzeri in Italia e amministratori italiani in Svizzera aiuterebbe entrambe le nazioni: l’Italia capirebbe cosa significa lavorare con serietà e dedizione, gli svizzeri imparerebbero ad applicare un minimo di flessibilità ad alcuni dei loro processi mentali che sono eccessivamente rigidi

      p.s. forse un altro passo, il Brennero confina con l’Austria

      "Mi piace"

  4. Voglio dire, questi 50 anni fa hanno fatto un referendum che chiedeva di tenere lontani gli Italiani dalla svizzera e ancora adesso larghi strati della popolazione ci vede come dei ratti. E gli italiani cosa fanno (compresa gente che conosco di persona)? si esaltano per questo nulla succube e soggiacente nei confronti dell’UE senza avere nessuna possibilità di incidere o decidere realmente che se non fosse per i miliardi custoditi nelle loro banche grazie al segreto bancario non se li cacherebbe nessuno al mondo, nemmeno un filo d’erba. Io veramente non capisco assolutamente la mitizzazione continua e reiterata che il popolo italico ha per la Svizzera.

    "Mi piace"

    • Di che cosa l’UE se la passerebbe male senza la Svizzera, esattamente? l’UE è il più grande mercato di beni e merci del mondo, se l’UE chiude i buchi di passaggio da fuori chi ci rimette veramente sono quelli di fuori, non quelli dentro. Vedasi L’inghilterra che da fuori dall’UE è quella che ci sta rimettendo di più nonostante l’esistenza del fantomatico Commonwealth (che non esiste più), mentre l’UE va avanti come prima più di prima. Si comunque non intendevo il brennero ma ho il ricordo vivivo delle numerose discriminazioni subite dagli italiani per colpa degli svizzeri, ma sembra che ai primi non gliene freghi praticamente nulla. La Svizzera è questo paradiso leggendario chissà perché e chissà per come.

      "Mi piace"

    • Non era contro gli italiani il referendum del 1970.
      Era per limitare il numero di stranieri al 10% della popolazione.
      Il referendum non passò (e oggi quasi 1/4 dei residenti in CH non è svizzero…come se in Italia ci fossero 15 milioni di non italiani…)

      Rimane il fatto che, aiutati dalla geografia, gli svizzeri sono molto selettivi con chi “si mettono in casa”: se non si lavora in Svizzera è dura permanere e prediligono lavoratori specializzati/laureati oltre ad una quota di lavoratori per fare ciò che loro non vogliono più fare (nel frattempo anche gli italiani, oramai alla 3a generazione di cui 2 nate, cresciute ed educate li, non vogliono fare tali lavori…riservati ad immigrati dall’area ex Yugoslavia).
      Banche, industria e farmaceutico sono piene di laureati europei, la maggior parte dei quali sono tedeschi, italiani e spagnoli.

      È nazione molto piccola ed il loro sistema finanziario chiaramente li aiuta e non poco. Però sulla loro irrilevanza nel mondo non ci giurerei. Hanno un sistema di ricerca e sviluppo solido e molte cose che usiamo giornalmente sono state inventate li, (la zip per esempio, il World Wide Web, il velcro, l’asfalto, etc.).
      Da anni la Svizzera è prima nel mondo per brevetti pro capite.

      Il pubblico è efficiente quasi come il privato, (burocrazia infatti è ridicolmente semplice rispetto all’Italia e praticamente tutta digitalizzata…un qualsiasi documento è ottenibile chiedendolo online e prodotto/spedito entro 24-48 ore), gli sprechi del denaro pubblico sono visti come un colpa grave, (visto che sono soldi di tutti, ha senso…lo considerano rubare peggio che quello di un ladro d’appartamento che peraltro è quasi inesistente come fenomeno), almeno quanto l’evasione fiscale.

      Anche per il budget comunale e/o cantonale sono “bravi”, nel senso che fanno budget annuale per andare in pareggio e quasi tutti gli anni riescono a chiudere in leggero attivo (l’opposto del sistema italico in cui si va a chiodo sempre e comunque, a prescindere…). Quando chiudono in negativo è perché hanno finanziato una nuova scuola e/o nuovi centri sportivi e/o strutture per la comunità.

      Per l’evasione, il carcere come pena sussiste in pochissimi casi eclatanti in cui la volontà di delinquere è acclarata senza ombra di dubbio. Ma le multe, (oltre al pagamento delle tasse evase), sono molto salate e rendono l’evasione non conveniente.
      Peraltro, ogni anno quando viene fatta la dichiarazione delle tasse viene data la possibilità di “autodenunciarsi”. Il vantaggio risiede nel fatto che non si applica alcuna pena in questo caso, “solo” il pagamento delle tasse evase, (+5% interessi di mora se l’evasione è relativa agli anni precedenti a quello della dichiarazione).

      "Mi piace"

      • Perché giustamente in Italia centri di ricerca o di Brevetti non ne esistono, esistono solo in Svizzera. Infatti è cosa ben nota che Samantha Cristoforetti è di nazionalità Svizzera e ha studiato in Svizzera perché gli Svizzeri sono più belli e più intelligenti nonché pieni di brevetti pro-capite. E sugli sprechi, guarda amico mio…a parte che bisogna capire che cosa intendi tu per sprechi, ma di fatto il sistema politico della svizzera è un sistema di cacca dove la scelta non esiste. La svizzera, di fatto, è una oligarchia retta da poche persone inamovibili dai propri ruoli che fanno quel cazzo che gli pare perché non esiste un governo come lo chiamiamo noi, esistono solo persone che per decenni hanno sempre lo stesso posto e non ne devono rendere conto a nessuno. Io preferisco avere un minimo di scelta e non vivere in una oligarchia.

        "Mi piace"

      • Poi sull’evasione fiscale, a parte il fatto che il segreto bancario è di fatto evasione fiscale, solo che non lo fa il piccolo ma lo fa il grande (e quindi è tutto ok?), come mai gli svizzeri sono così ligi al contrasto all’evazione fiscale e poi ci sono svariati casi di imprenditori italiani che hanno fatto fallimento fraudolento in Italia e hanno preso la residenza lì apposta per non farsi prendere? mamma mia quanta efficienza e quanta lotta al malaffare, sono sconvolto dal “senso di dovere” di questa magnifica terra svizzera. Ma neanche sognato. è successo solo qui vicino ad un’azienda morta vicino a dove vivo, il b******o ha lasciato tutti i lavoratori con le mutande e GUARDA CASO si è rifugiato in Svizzera per non farsi prendere! Come quelli che vanno ad Abu Dhabi per non farsi pigliare.

        "Mi piace"

      • Quale che sia il sistema politico loro, in molte aree il sistema paese funziona bene e rende buona la qualità della vita dei cittadini. A detta dei cittadini.

        "Mi piace"

  5. Tralaltro, italiani che scorrazzano su e giù per la suddetta Svizzera perché l’UE glielo ha concesso, non perché la svizzera o gli svizzeri sono buoni e gentili. Senso zero spiaccicato.

    "Mi piace"

  6. Abbiamo capito: gli Svizzeri sono “cattivi”. Come tutto il resto d’ Europa, a quanto pare. Anche la Grecia, sul quale destino abbiamo tanto pianto pochi anni fa ora è diventata “egoista” e non accoglie i migranti (con quali soldi? )
    Noi siamo buoni ma con le pezze al…
    Questione di gusti.

    "Mi piace"