Guerra, le armi donate dall’Europa a Kiev sono finite nelle mani delle mafie

I traffici legali stanno alimentando circuiti clandestini: un buco nero che si allarga sempre di più: coinvolti anche Svezia e Paesi Bassi

(affaritaliani.it) – La guerra in Ucraina continua senza sosta da ormai 10 mesi. Timidi segnali di pace arrivano dal G20 di Bali, dove per la prima volta Zelensky parla e viene ascoltato dal ministro degli Esteri russo Lavrov, ma la trattativa vera e propria per far cessare il conflitto non è ancora iniziata. Quella in corso – si legge su Avvenire – è una tremenda guerra, dagli esiti drammatici per tutti, anche per l’area Schengen per la libera circolazione nell’Unione Europea. I servizi segreti occidentali stanno piano piano smarrendo le tracce del diluvio di armi che gli alleati riversano da tempo in Ucraina. Protetti da voti governativi e parlamentari, i traffici legali stanno purtroppo alimentando circuiti clandestini: un buco nero gestito dalle mafie ucraine, con la complicità di trafficanti transnistriani, moldavi e romeni. Jurgen Stockdirettore generale d’Interpol, non aveva sbagliato, mesi addietro.

“L’enorme disponibilità di armi in Ucraina – aveva detto – si ripercuoterà sulla proliferazione di traffici illeciti a guerra finita”. Stock – prosegue Avvenire – non ci aveva preso solo sui tempi, perché l’Ufficio nazionale d’inchiesta finlandese ha già intercettato carichi provenienti dall’Ucraina e destinati a criminali finlandesi. A gestire i traffici sarebbero gruppi come Bandidos MC, che innervano molte metropoli ucraine. Il problema sta assumendo proporzioni inedite, perché sarebbero coinvolti pure SveziaDanimarca Paesi Bassi, raggiunti via terra e via mare dai mercanti di morte.

Categorie:Cronaca, Inchieste, Mondo

Tagged as: , ,

4 replies

  1. Dove è finito Ovemai, ma dalla conduttrice dottoressa Educazione Asburgica naturalmente, no non è pervenuto, sta indagando sul traffico d’armi unitamente al ministro della offesa affari ruggenti. Ovemai…….

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...