Moratti per un Pd in veste Calenda

Da bambino (più o meno a metà del secolo scorso) quando andavo in gita in auto con i miei ero attratto (come tutti i bambini in gita) dai cartelloni pubblicitari che addobbavano le strade. Non posso dimenticarne uno, coloratissimo, che pubblicizzava la “Radiolitina , gustosissima acqua radioattiva […]

(di Antonio Padellaro – Il Fatto Quotidiano) – “Al Pd serve Moratti. Sostenerla in Lombardia non è solo conveniente. Sarebbe anche una mossa davvero socialdemocratica”.
Michele Salvati sul “Foglio”

Da bambino (più o meno a metà del secolo scorso) quando andavo in gita in auto con i miei ero attratto (come tutti i bambini in gita) dai cartelloni pubblicitari che addobbavano le strade. Non posso dimenticarne uno, coloratissimo, che pubblicizzava la “Radiolitina , gustosissima acqua radioattiva da tavola” (giuro). Indelebile nella mia memoria resta l’immagine di un tizio barbuto in tunica bianca che emergeva, giustamente festoso, da quella che s’intuiva essere una tomba. Un Lazzaro, insomma, come infatti sembrava chiarire lo slogan: “Alzati e cammina”. Con grande rispetto per l’autorevole economista, politologo, professore universitario e già deputato dei Ds, Michele Salvati (e per i bravi colleghi del “Foglio”) il titolo sulla “mossa davvero socialdemocratica”, che deriverebbe dal sostegno del Nazareno a Letizia Moratti, mi ha ricordato qualcosa. Sì, quella antica e “gustosissima” acqua radioattiva con la bizzarra associazione di idee con l’odierno Lazzaro miracolato (dalla Moratti non dalla Radiolitina), che poi sarebbe il Pd. Non mi azzardo a commentare il contenuto di un articolo piuttosto lungo e complesso ma su quel titolo così conturbante mi permetto di avanzare un paio di ipotesi. La prima (abbastanza fantasiosa lo ammetto) riguarda l’autore del saggio: ovvero Salvati, tra i primi a teorizzare in maniera compiuta la necessità di un partito democratico in Italia. Il quale decide di sopprimere la sua creatura, come spesso accade (nei film horror) agli artefici geniali delusi dalla inadeguatezza dello loro invenzioni. E, dunque, che il Pd ingurgiti pure la candidatura Moratti alla Regione Lombardia, con tutte le politiche radioattive di destra che essa comporta, e la si faccia finita. La seconda ipotesi (quella che preferisco) prevede che l’ipotesi Moratti rappresenti il classico cavallo di Troia onde scalare dall’interno il fragile partito e trasformarlo, attraverso una rapida mutazione antropologica, da forza del centrosinistra (poca) a forza del centro moderato (molto). Così facendo (sempre nei miei arzigogoli) il Pd, magari provvisto di un nome diverso, potrebbe dotarsi di un leader adeguato alla bisogna: determinato, pugnace, aggressivo quanto basta. Modello Meloni per capirci. A questo punto sono stato illuminato come da un flashback che mi ha riportato indietro al cartellone. Mi è sembrato che quel personaggio di bianco vestito potesse non essere Lazzaro, bensì proprio colui che lo aveva sottratto al sonno eterno intimando l’alzati e cammina! Infatti, ora che meglio lo metto a fuoco, quel Nazareno aveva le fattezze di Carlo Calenda .

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

9 replies

  1. Devo avere da qualche parte degli incensi che un amico ha portato dal Tibet. E poi, se li trovo, omaggiandoli, credo invocherò tutto gli dei dell’Olimpo affinché il pd prosegua imperterrito nella sua marcia verso il baratro. 🙏

    Piace a 1 persona

  2. Zanda parla di sondaggi che assicurerebbero la Lombardia alla Moratti.
    A me pare la solita operazione folle alla DI Mario: mettono in lista nomi con cui non perdono solo il seggio, ma soprattutto la dignità (già persa, lo so).
    Ma sul serio ci sono lombardi (non ne conosco, a parte il mio amico Pirgo) di destra o di sinistra che voterebbero questa signora?

    "Mi piace"

  3. L’ostinazione del Pd per l’usurato insicuro è pari solo alla fobia di Travaglio per il Pd.
    Ma chi ricicla petiodicamente questa incapace sanpatrignanese? È mai possibile che un simile catafalco sia l’unica alternativa per cercare di battere quell’inutile e dannoso Fontanino? Se davvero siamo a questo punto, vuol dire che la fine del mondo è vicina.

    "Mi piace"

    • Fa parte dei salotti più aristocratici del paese, va bene per tutte le stagioni: la casta è lì che dura, come e più di prima

      "Mi piace"

  4. La Lombardia prossima ventura sarà sempre più nera nel senso di fascista.

    Il ridicolo Salvini col suo ridicolo ponte sullo stretto sta portando definitivamente la Lega nelle mani della fascistella romana, molto più brava di lui a raccontare balle ad effetto in tv.

    Ormai è lei che difende gli IIITALIAANI (urlati in stile Mussolini) dalle orde barbariche provenienti da tutto il mondo famelico che circondano Sacro Suolo.
    È lei che ci sta difendendo dall’assalto altrettanto famelico alle risorse del Sacro Suolo da parte dei furbetti del reddito di cittadinanza e dei furboni del bonus 110% che hanno rischiato di mandare in default le casse dello Stato.
    Eccheccavolo! Quegli sperperi li stavamo pagando con i soldi dei contribuenti mica con quelli degli evasori fiscali che, ora, giustamente, dobbiamo premiare innalzando il tetto del contante.

    Ora ci aspettiamo solo che la bionda tolga, giustamente, risorse alla Sanità Pubblica perché pagata dai cittadini che pagano le tasse. E non è più tollerabile!🤦‍♂️

    Il povero Salvini non si rende nemmeno conto che ne ha trovata una mooolto più brava di lui ad intortare gli IIITALIAAANI.
    Cavoli suoi.

    La Moratti a rappresentare la sinistra lombarda?
    😄😁😃😀😆😂🤣🤣🤣🤣
    Verrebbe da dire che questi sono ancora più fessi del capitano.
    Ma non è così.

    Qui si porta a compimento un disegno scientifico: quello di affossare non tanto quel che resta della povera Sinistra, ma di metterla in barzelletta.
    Di farci sopra una risata ogni volta che la si sente nominare.

    Piace a 1 persona

  5. TAGLI ALLA SANITA’
    Pubblicato 11/11/2022
    36
    DI LEONARDO CECCHI
    Penso sia vergognoso che il Governo abbia anticipato tagli per miliardi alla sanità pubblica. La nostra sanità.
    Ma penso sia anche incredibile che tu, operaio, disoccupato, sfruttato a 800 euro al mese che hai votato questa destra non ti renda conto di cosa stiano facendo questi signori. Che in neppure un mese di governo prima ti hanno distratto dai problemi reali, che ti stanno mangiando vivo, come inflazione e caro bollette con una legge sui “rave party” e la presa in ostaggio di 20 disperati in mare, e ora ti dicono a chiare lettere che taglieranno miliardi alla tua sanità.

    La sanità a cui ti rivolgi quando hai bisogno; la sanità dove lavora tuo figlio precario come infermiere che a causa di questi tagli continuerà ad esser precario o verrà messo alla porta; la sanità che già ora ha tempi biblici perché è stata massacrata, ma che domani diventerà inaccessibile. E ti toccherà andare dai privati, da loro caldeggiati.
    Io lo capisco che a sinistra spesso, spessissimo, abbiamo tradito tanti valori (mi ci metto pure io anche se non c’ero). Ma questi ti stanno proprio dicendo che sei di serie B per loro e conti solo per il voto.”

    Niente paura c’è sempre Mes all’orizzonte

    Piace a 1 persona