Sovranista a chi?

(Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – La figuraccia sui migranti del nostro governo finto sovranista, che fa la faccia feroce con 3-4 navi di Ong con poche centinaia di persone dicendo che non sbarca nessuno, poi distingue tra “fragili” e “carichi residuali”, infine fa sbarcare tutti, mentre tutt’intorno ne arrivano a migliaia su mercantili e barchini e, appena toccano il suolo italiano, ricevono il foglio di via e diventano uccel di bosco, intanto si

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

32 replies

  1. Sovranista a chi?

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – La figuraccia sui migranti del nostro governo finto sovranista, che fa la faccia feroce con 3-4 navi di Ong con poche centinaia di persone dicendo che non sbarca nessuno, poi distingue tra “fragili” e “carichi residuali”, infine fa sbarcare tutti, mentre tutt’intorno ne arrivano a migliaia su mercantili e barchini e, appena toccano il suolo italiano, ricevono il foglio di via e diventano uccel di bosco, intanto si vanta di avere spezzato le reni alla Francia perché Macron apre un porto a quattro gatti, rischiava di costare caro a Meloni. Ma la sua fortuna sono i finti antisovranisti europei, molto più sovranisti di lei, che lavorano per lei da prima del voto. Tipo Macron che, dopo aver cambiato idea tre volte (sì all’Ocean Viking a Marsiglia, anzi no, anzi sì ma a Tolone), la attacca (“scelta inaccettabile e incomprensibile”), blocca 3500 rifugiati dall’Italia, invita gli altri governi a imitarlo e schiera 500 uomini al confine. Il tutto perché Roma osa fare un po’ meno di quello che fa usualmente Parigi. Che, oltre a proteggere i nostri assassini latitanti, chiude ai migranti i porti e le frontiere di Ventimiglia e del Frejus, insegue e incrimina volontari che assistono donne straniere incinte, deporta migliaia di rifugiati oltre i nostri confini scaricandoli nottetempo come “carichi residuali” nei boschi di Claviere, per giunta violando la sovranità italiana.

    Nel 2018, quando Macron provò a insegnare l’accoglienza al governo Conte-1, la socialista Martine Aubry insorse: “Come osi dare lezioni agli altri, quando la Francia è tra i Paesi che fa meno per i rifugiati?”. Ora tutti inneggiano a Macron capo della resistenza antisovranista, mentre sui migranti e tante altre cose è sovranista quanto Scholz sull’energia e Orbán sui migranti e l’energia. Un bel regalo a Meloni, che può spacciare la figuraccia per un complotto dell’Ue anti-italiana. E gabellare se stessa per sovranista, cosa che non è più da quando si è consegnata mani e piedi a Biden per avere il permesso di governare in pace senza uno dei soliti golpettini bianchi made in Usa. Ieri infatti non ha fiatato quando il console ucraino Andrii Kartysh ha intimato a Sala, a Fontana e al sovrintendente Meyer di cancellare la prima della Scala col Boris Godunov di Musorgskij e “rivedere” il cartellone per ripulirlo da altri “elementi propagandistici”, cioè da opere di musicisti russi. Tutti putiniani come Musorgskij, nato nel 1839 e morto nel 1881, oltre un secolo prima che Putin salisse al potere. Un premier sovranista suggerirebbe a questo svalvolato e a chi ce l’ha mandato di non permettersi mai più simili scemenze e di rivolgersi a un bravo psichiatra. Invece c’è pure il caso che, nella nuova culla del sovranismo, alla prima della Scala l’opera di Musorgskij venga sostituita in corsa dalla fiction di Zelensky.

    Piace a 7 people

  2. Dal punto di vista delle regole scritte, Macron tecnicamente non ha sbagliato – lasciamo stare per un momento il fatto che lui se ne frega dei migranti, visto quello che di orripilante ha combinato al confine con l’Italia. Le regole (da cambiare) dicono a chiare lettere che le navi devono approdare nel porto più vicino: l’Italia! Visto che Malta per ragioni di spazio può farlo in minima parte. Il punto è che il superamento, nei fatti, dei trattati di Dublino 1 e 2 va condotto con la redistribuzione, oggi su base volontaria, domani chissà. Questo è quello che era riuscito a strappare Conte per mettere una pezza ai pasticci fatti da Renzi quando aveva accettato senza fiatare le disposizioni volute dai maggiorenti Ue, per poi venire alla Camera e gridare: “Noi ci terremo con orgoglio i nostri valori di solidarietà!” per mascherare il calamento di braghe fatto a Bruxelles.
    Comunque, i nostri eroi ora al governo si sono fatti riconoscere subito: non sanno un emerita mazza di come gestire la partita, racimolando ben poco. Anzi sono riusciti a farsi bloccare l’invio di 3500 migranti destinati alla Francia, creando pure un incidente diplomatico con Macron che certamente starà covando vendetta per quando si tratterà di gestire i dossier economici che riguarderanno l’Italia. Un consiglio: per non fare altre figuracce, prima di decidere qualcosa, telefoni a Mattarella per chiedere lumi. La campagna elettorale è finita. Non dimentichi che tra i maggiori paesi europei, l’Italia ha il più basso numero di migranti. La pesciarola della Garbatella se non riesce a usare la diplomazia (vada a lezione privata da Conte!) sarebbe persino capace di fare il capolavoro di farsi mettere a pari con gli altri grandi paesi come numero di migranti accolti finora.

    Piace a 12 people

  3. La verità è che (come sostiene anche Travaglio giustamente) tutti gli stati sono sovranisti, ossia quando c’è da tirare acqua al proprio mulino se ne fregano altamente degli altri. Inutile girarci sopra, Conte è stato uno dei pochi PdC di cui andare fieri anche perché in Europa alzava la voce ( vedi recovery) e non abbassava la testa come le solite macchiette gonfiate da media e TV.

    Piace a 6 people

    • “in Europa alzava la voce ”
      ma quando mai!!!
      piuttosto TRATTAVA,
      fino allo sfinimento degli interlocutori,
      usava la logica e la retorica.
      finchè gli altri non avevano più argomenti da contrapporgli,
      così prima è riuscito più volte ad avere la redistribuzione dei migranti, senza alzare la voce o trionfalismi,
      poi per ben 3 volte a far accettare a Bruxelles il DEF italiano,
      per non parlare dei vari scostamenti di bilancio durante la pandemia, e la grande invenzione del PNRR, senza apporsi MEDAGLIE!!
      Così ha messo le basi per avere un recupero economico straordinario, che ne ha goduto il sopravvalutato DRAGHI.
      Ma non ha fatto i conti con le bassezze etiche e morali della maggior parte del personale politico e mediatico italiano, in questo caso ha dimostrato un’altra dote.
      LA STRAORDINARIA RESISTENZA E DETERMINAZIONE
      ciò fa ben sperare.

      Piace a 3 people

      • Gentile Adriano, per alzare la voce intendevo ovviamente non abbassare la testa, ma anche mediare, trattare e portare a casa il risultato. Ma in occasione del recovery le ricordo che alzò (e non di poco) la voce perchè in Europa ci volevano dare due spiccioli, per ottenere praticamente da solo (e perculato da tutta dalla solita cricca mediatica e politica in Italia per la cosa, salvo poi questi perdere parola e memoria in merito) lo straordinario risultato ottenuto. Le sembra poco? Io ne vado fiero di aver avuto un PdC come Antonio Conte, per questo e per tanto altro. Non so lei. Cordialità.

        Piace a 1 persona

      • Gentile, spiace deluderla, ma capisco bene ciò che lei intende. Sullo scrivere, capita quando si dgta dal cellulare. A tal proposito, mi inchino davanti ai nobili appartenenti ai lincei e alla crusca che frequentano Infosannio. Cordialità.

        "Mi piace"

      • Analisi perfetta che mette in luce le qualità e doti di Conte evidenziando la mediocrità e meschinità di denigratori ed odiatori social che lo definiscono mr tentenna, bradipo ed altro.

        Piace a 2 people

      • E’ semplicemente vergognoso come Conte e la sua azione politica più che degna vengano sminuiti dagli esponenti delle lobby gattopardesche imperanti, ultimissimo caso l’untuoso Bernabe cha a 8 1/2 ieri sera esaltava la ritrovata credibilità dell’Italia con Draghi. Se essere credibili significa obbedire diligentemente ai pizzinni di Biden e Von der Leyen si può essere d’accordo. Io la penso altrimenti, e Conte per fortuna anche

        Piace a 2 people

  4. Anche Mussolini fece di tutto per avere quasi tutto il mondo contro, per poter gridare al complotto contro l’Italia ,e fare salire il consenso interno in nome di un nazionalismo che portò a fare concepire figli da mandare allo sbaraglio in Russia e Albania . Isolamento internazionale per fare aumentare il consenso e il potere interno “siamo circondati uniamoci al potere corrotto””

    Piace a 3 people

  5. Come dimenticare i migranti abbarbicati sugli scogli di Marsiglia, e quelli ricacciati dalla gendarmeria nei boschi del Piemonte, tra cui minori e donne incinte, quando mai si sono presi una nave negli ultimi anni, di questi ricollocamenti alla buona non si è saputo mai niente, come stava funzionando, con quale procedimento, a me sembra solo un pretesto per fare la guerra al governo italiano, che poi, tra l’altro, si stava mostrando docile europeista e atlantista, diciamo che sin tratta di una opposizione di principio preannunciata da quel “vigileremo sull’Italia”… stavano già pronti al minimo pretesto… Ci manca solo che stiamo con la Francia che ci vuole bene da sempre, come volerci male da soli

    "Mi piace"

    • In tutte queste questioni, il più sano ha la rogna. La Francia ha avuto comportamenti inaccettabili, l’ Italia pure. Ma non dimentichiamo che gli sbarchi e i recuperi, nella loro spettacolarità, ingigantita interessatamente, sono di gran lunga inferiori in numero alle persone accolte in Francia e soprattutto in Germania. Paesi dove i processi di accoglienza ed integrazione sono ben più coordinati e formalizzati rispetto a noi, dove spesso la buona volontà ed il buon cuore dei singoli sopperisce, fino a un certo punto, alle inconsistenze del sistema Italia

      Piace a 2 people

      • La Francia accoglie da un secolo i suoi coloniali francofoni, per questo ha accolto in europa più di tutti, la Francia ha un problema enorme con le banlieu, anche se tende a negarlo, e ha dovuto tirare i remi in barca, metterci al confronto con la Francia è come dire che noi ancora quel problema non lo abbiamo e possiamo andare avanti. La Germania ha accolto tanto ma solo quelli che può assumere e sistemare, vogliamo fare il paragone con la germania dobbiamo dire con precisione come li sistemiamo con casa e lavoro. L’Austria ha accolto fino a rimpinzarsi ma negli ultimi anni ha chiuso anche in seguito a certi fatti di ordine pubblico. Gli altri hanno fatto una scelta di campo nella loro politica migratoria e demografica, mi piacerebbe che l’UE glielo imponesse. Finchè c’è l’Italia a parare, e pochi altri a collaborare secondo liberalità, se e quanto vogliono, il problema non si è mai posto seriamente

        "Mi piace"

  6. Quella dei migranti è la cartina tornasole di un mondo di merda governato da gente di merda votata da gente di merda!!
    Questo il sunto della situazione…il resto sono parole a vanvera

    "Mi piace"

  7. “alla prima della Scala l’opera di Musorgskij venga sostituita in corsa dalla fiction di Zelensky.”……non dalla fiction , ma dallo stesso Zelensky al pianoforte, dove potrà essere ammirato per capacità e maestria nell’ uso del suo unico organo funzionante…….per i non informati, la scena cult della fiction ” Servitore del popolo” vede il protagonista Zelensky suonare il pianoforte con il pi@@llo. …….poi di membro in membro si arriva allo svalvolato console ucraino…….non oso immaginare l’ intera orchestra in cartellone alla Scala!

    Piace a 1 persona

  8. Io proporrei di lasciare l’ Africa agli africani. ….sono almeno due secoli che l’ occidente è sistemato in Africa senza limite alcuno allo sfruttamento di territorio, ricchezze e popoli! Senza una razionale ed onesta ricomposizione delle responsabilità occidentali, i flussi migratori non saranno gestibili. ….o crei le condizioni di vivibilità degna nel paese di origine, o gli individui continueranno a scappare da fame, malattie, sfruttamento, guerre convenzionali e non, come quella economica…….

    Piace a 2 people

    • È proprio quello di cui stavo parlando con mio figlio dieci minuti fa!! Lui lamentata del fatto che migliaia di extracomunitari, girano per le nostre strade spacciando e derubando i passanti perlopiù anziani, il degrado nella nostra città è sempre peggio purtroppo, la colpa è sì loro ma soprattutto di chi si è arricchito alle loro spalle, l’occidente imperialista, lo vediamo ogni giorno, aziende che hanno fatto extraprofitti che non pagano tasse adeguate, insomma le disuguaglianze hanno una forbice sempre più larga.. gli extracomunitari sono vittime che vivono di stenti nei loro paesi, vittime di racket e di soprusi sin dalla nascita!! chi si arricchisce è il vero criminale!!

      "Mi piace"