Giuliano Ferrara: “Non si capisce un tubo di quel che va facendo la presidente Meloni”

(Estratto dell’articolo di Giuliano Ferrara – il Foglio) – Isolamento internazionale dell’Italia in Europa, giù le relazioni diplomatiche con partner decisivi, blocco dei ricollocamenti previsti in Francia. Non si capisce un tubo, è molto strano, per non dire grottesco, quel che va facendo la presidente Meloni in materia di immigrazione e accoglienza dei profughi. […]  Il massimo sforzo di creare le condizioni di una integrazione politica piena e legittimante del nuovo governo di destra a Bruxelles sembrava prevalere su altre considerazioni. E l’attenzione ai rapporti con la Francia, oggi sul filo di lama di una polemica molto astiosa, era emersa da subito, già nella fase di preparazione del governo Meloni.

D’altra parte la gestione del Pnrr e degli accordi di Dublino e altri tuttora validi, e del budget finanziario di compensazione dell’accoglienza marittima, autorizza i francesi, oltre tutto provocati dalle incaute e guascone dichiarazioni di Salvini sui “porti francesi aperti”, a richiamare l’Italia dei “porti chiusi” alle sue effettive responsabilità di partner europeo beneficiario di ingenti aiuti finanziari, con un’apertura collaborativa nella gestione degli sbarchi che però parte dal rispetto del diritto della navigazione e dunque dall’apertura degli approdi sicuri per le imbarcazioni che salvano profughi o migranti dal naufragio in mare. […] Ci hanno già provato a fare la voce grossa e a usare le maniere forti: non regge, nemmeno dal losco punto di vista della propaganda e della demagogia populista cosiddetta. Ci si aspettava un cambio di registro guidato con un minimo di saggezza dalla presidente del Consiglio e in ragione delle sue ambizioni di durata, di efficacia, di tenuta politica nel concerto europeo.

Ci si poteva aspettare una voce nuova nelle sedi istituzionali, una riflessione sui Trattati, una rete di relazioni da costruire, massimamente con la Francia che è nostro partner privilegiato soprattutto ora che è in questione la revisione di Maastricht e declina o si ridimensiona l’asse franco-tedesco. Sono stati assorbiti a milioni i profughi dall’Ucraina, in contesti diversi e con sofferenze sociali per tutti.

La difesa dei confini della patria c’entra poco con quello che è successo a Catania o a Reggio Calabria. Invece abbiamo, con la complicità finora di Meloni stessa, un calco starnazzante della vecchia e improbabile sceneggiata anti immigrazione, che fu a colpi di “zecca comunista”, “dàgli alle ong”, “l’Italia la vedrete solo in cartolina”. Che senso ha?

13 replies

  1. “Non si capisce un tubo di quel che va facendo la presidente Meloni”
    perchè una m3rda è più intelligente!!!
    sa solo sbraitare frasi fatte
    l’avete gonfiata come una mongolfiera
    ed ora avete paura che vi scoppi in faccia.
    ne parliamo col prossimo trimestre
    in cui si certificherà il collasso dell’economia, causa scelte scellerate!

    Piace a 3 people

    • Gonfiata come un oca all ingrasso ! Per il paté de foi gras francese ! La stampa tutta adora gonfiare i tacchini di turno per poi seppellirli ! Potrebbero tutti lavorare alla Pirelli! invece di scrivere boiate !

      Piace a 1 persona

  2. Povero ferrara …forse non vuoi capire… ma va bene così siamo solo all’inizio ….e questo ti va benissimo a un vagone di …. è ancora poco…vedrai che dimagrirai!

    Piace a 1 persona

  3. Quelli del Foglio non si smentiscono mai: prima creano il “mostro”, poi lo disconoscono.
    Del resto quando si ha come direttore un imbecille come Cerasa non potrebbe essere altrimenti

    Piace a 2 people

  4. Stano segando i rami su cui si sono accomodati i cavernicoli.
    Ridurre il superbonus vuol dire una sola cosa: FERMARLO.
    E la carta del RDC non ti dà contante da spendere a migxotte, ma solo in consumi di necessità, reimmettendo nel circolo economico del commercio legale quelle somme che hanno tenuto in piedi i consumi.
    Vedremo già da Dicembre di quanto comincerà a implodere il PIL. Tre mesi consecutivi di arretramento è recesione Tecnica.
    Se nel contempo volessero continuare con le spese astruse, tipo il Ponte di Messina, l’anticipo pensionistico, i condoni, le tensioni che si creerebbero in modo strutturale nel bilancio pubblico potrebbero indurre le agenzie di rating a declassare i BTP nostrani al livello C, Junk, spazzatura.
    E la BCE, PER STATUTO, è impossibilitata a investire in obbligazioni con quella classe di merito.
    Che farebbero in tal caso, a parte dimettersi e scappare? Verranno toccate in primis le pensioni, poi gli stipendi di ogni dipendente pubblico, incluse forze dell’ordine, Vigili del Fuoco, personale della Sanità e dell’Istruzione. Sospeso ogni tipo di appalto, cominciando dalle forniture di materiale, apparecchiature e medicinali in ambito sanitario.
    Però vuoi mettere il capitone con i suoi seguitissimi post a sbraitare contro i nemici esterni per sfasciare la UE e portarci nell’orbita russa?
    Tutto questo solo in Itaglia e non sono megalomanie ma sicura realtà proseguendo da sciammanati come stanno facendo.

    Piace a 1 persona

    • Come al solito non sei distante dalla realtà che verrà.
      Spero di no ,ma i presupposti ci sono tutti!
      Anche l’aumento del cartaceo è sintomo di condiscendenza alla mafia.
      Falcone diceva…”cerca il denaro e trovi la mafia” se lo si abolisce come fai a trovarla? (evidentemente sto scherzando)
      La proposta sindacale era 10.000 per ottenere 5.000 !
      ) miliardi per aiutare le famiglie ma molti di più per Confindustria ed armamenti.
      E siamo solo all’inizio…si ringrazia chi non è andato a votare 63% nel 2018 e 73% per 2022!

      Piace a 1 persona

  5. Er Tronco dice: c’avete sfracellato lo scroto sulla grande novita’ del primo presidente del consiglio donna, accolta a destra e a manca con squilli di tromba, ignorando volutamente cio’ che aveva fatto e detto. Ora inizia ad emergere tutta la sua inadeguadezza politica e culturale.

    Piace a 1 persona

    • Speriamo almeno per consolarci che ritorni di moda ” la mini-gonna”!
      Comunque ci avrei visto come vicepresidente brunettolo! Che coppia!

      "Mi piace"

  6. Mah! E allora come si spiega che ha superato il 30% nei sondaggi post voto? Ma questo i grilloidi non riescono a capirlo.

    "Mi piace"

    • Anche Salvini e Renzi erano al 30 poi guarda dove sono adesso. Vola basso, testina e vedi di piantarla con sti termini da scuola media, se vuoi essere presa in considerazione. Un mese che siete al governo e avete già dimostrato di essere dei cavernicoli, altroché grilloidi

      "Mi piace"

    • Ti faccio un piccolo riassunto perchè la meloni è arrivata dove è arrivata:
      da 1.421.109(2018) a 7.302.517(2022) = + 5.881.408
      FI 4.612.856(2018) a 2.278.217(2022)= – 2.334.639
      Lega 5.702.517(2018) a 2.464.005(2022)= -3.238.512
      UIDC 418.177(2018) a 255.505(2022)= – 62.672
      Totale 12.154.659(2018) 12.300.244(2022)= + 245.585
      I voti in + della meloni 5.881.408 sono la somma dei voti presi in meno da FI+Lega+Udc = 5.635.823 = + 245.585

      Spero ti sia ora chiaro !

      "Mi piace"

  7. Non sono d’accordo sull’inadeguatezza politico/culturale della Meloni. La Meloni rappresenta la destra italiana odierna, le cui ricette sono assolutamente in linea con le tendenze espresse in tutto l’Occidente dal mondo politico “conservatore”. Certo la “classe politica” che esprime è molto spesso imbarazzante, e in un Governo di coalizione la destra meloniana si deve prestare a molti compromessi. Con interlocutori politici ancora più imbarazzanti ( tra Forza Italia e la Lega). Ma il progetto c’è. A me fa abbastanza schifo. Che sia inadeguato alle necessità lo vedremo nel tempo. Che sia ingiusto troppo spesso è già evidente.

    "Mi piace"