Alta tensione Serbia-Kosovo

(ANSAmed) – Sconosciuti hanno lanciato in serata una bottiglia molotov contro la casa di una famiglia serba nei pressi di Gracanica, enclave serba a pochi km dalla capitale kosovara Pristina. Zoran Trajkovic, che al momento dell’attentato era in casa con i suoi familiari, ha detto che ad aver paura sono stati in particolare la moglie incinta e uno dei suoi figli di tre anni. Non si sono registrati comunque feriti, solo danni materiali all’abitazione.

Come riferiscono i media a Belgrado, già in passato la famiglia serba era stata oggetto di attacchi e provocazioni. Alcuni mesi fa sulla palizzata del cortile di casa era apparsa una scritta inneggiante all’Uck, l’Esercito di liberazione del Kosovo che combattè contro i serbi nel conflitto armato del 1998-1999, mentre in precedenza Zoran Trajkovic era stato attaccato e picchiato da alcuni kosovari di etnia albanese. Condannando l’attentato, il direttore dell’Ufficio governativo serbo per il Kosovo Petar Petkovic ha detto che esso è la conseguenza della politica di odio antiserbo portata avanti dal premier kosovaro Albin Kurti.

Categorie:Cronaca, Mondo, Politica

Tagged as: , ,

4 replies

  1. Si chiama sesto senso o intuizione, fondato sull’esperienza e su procedimenti logici e analogici che riescono a rendere questa predittiva. Certamente, a parte la legittima corrispondenza di innumerevoli varianti, il sesto senso può essere soggetto anche ad errori nelle sue qualificazioni analogiche o identificative, ma di buona norma tende ad azzeccarci. D’altronde senza il valore dell’esperienza e dell’intuizione cosa resterebbe del genio umano se non un’altrettanto umana stupidità?

    "Mi piace"