Green contrappass

(Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – In un dibattito pubblico impazzito che non conosce più logica né buonsenso, distinguo e sfumature, ma solo tutto-bene o tutto-male, servo encomio o codardo oltraggio, non puoi più discutere di nulla senza finire intruppato in un derby da manicomio: riformisti-populisti, atlantisti-putiniani, No Vax-scientisti. L’ultimo era stato sospeso otto mesi fa causa guerra, ma ora riparte a spron battuto

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

75 replies

  1. Green contrappass

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – In un dibattito pubblico impazzito che non conosce più logica né buonsenso, distinguo e sfumature, ma solo tutto-bene o tutto-male, servo encomio o codardo oltraggio, non puoi più discutere di nulla senza finire intruppato in un derby da manicomio: riformisti-populisti, atlantisti-putiniani, No Vax-scientisti. L’ultimo era stato sospeso otto mesi fa causa guerra, ma ora riparte a spron battuto per le misure del governo Meloni sul Covid. Le Drag Queen dei giornaloni non hanno dubbi: Meloni e il neoministro Schillaci flirtano coi No Vax. Ma nei due giornali di destra che hanno spostato le lingue da Draghi a Meloni (Giornale e Libero) c’è grossa crisi, perché sono alla terza virata in due anni: nel 2020 lapidavano Conte perché era troppo duro (due mesi di lockdown, vaccini facoltativi); nel 2021 esaltavano Super Mario perché era più duro di Conte (Green pass, Super Green pass, vaccini obbligatori agli over 50 e ai lavoratori); ora lodano Meloni perché smantella i divieti e gli obblighi draghiani, con effetti esilaranti. Giornale: “Ostaggi del Covid. Svolta sul virus: bollettini solo settimanali, reintegrati i medici No Vax. La sinistra rimpiange la pandemia”. Libero: “Nostalgici del Covid. L’emergenza è finita, lasciateci in pace”. Noi, plurivaccinati ma contrari al Green pass per lavorare, all’obbligo vaccinale con multe e divieti, ci beccammo dei “No Vax” dal Giornale e da Sallusti. Che ora se la prende con “gli irriducibili della pandemia”, cioè con se stesso, perché “oggi” si può dire “basta obblighi”.

    In realtà gli obblighi non avevano senso neppure quando Draghi li impose. E per capirlo non c’era bisogno della confessione di Pfizer sull’efficacia mai testata del vaccino contro i contagi: tutti sapevano dall’inizio che quel vaccino non evita la trasmissione del virus, ma limita solo gli effetti gravi. Tutti tranne Draghi, che il 22.7.2021 definì il Green pass “la garanzia di ritrovarsi tra persone non contagiose”. Balla sesquipedale: il vaccinato si contagia e contagia, come il non vaccinato. Tutte le politiche draghiane sul dovere altruistico di vaccinarsi, con obblighi, divieti, multe, espulsioni dal lavoro, discriminazioni a scuola, scontri di piazza, manganelli, idranti, si basavano su un falso scientifico. Vaccinarsi è un atto saggio, ma egoistico. E i No Vax non danneggiano nessuno, tranne (in alcuni casi) se stessi, specie con l’85% di vaccinati spontanei. Se ora il governo cancella le multe, peraltro in odore di illegittimità, fa bene. Se rimanda al lavoro i sanitari non vaccinati fa benissimo, anche per i buchi d’organico in ospedali e Rsa. Se abolisce l’obbligo di mascherina in corsia fa malissimo perchè, diversamente dal vaccino, l’Ffp3 protegge dai contagi. Quando finirà il derby e si riattiveranno i cervelli, sarà sempre troppo tardi.

    Piace a 7 people

  2. “Se abolisce l’obbligo di mascherina in corsia fa malissimo perchè, diversamente dal vaccino, l’Ffp3 protegge dai contagi.”.

    Anche la questione efficacia mascherine, prima o poi, dovrà cadere. Ai mille motivi che è inutile qui ribadire, tanto sarebbe perfettamente inutile, bisogna anche aggiungere che non solo sono inutili (le zanzare non le fermi con le cancellate: astenersi filo sputacchi, non è il caso…), ma, in alcune circostanze, pure dannose, soprattutto per come, nella quotidianità, vengono effettivamente usate.

    Comunque, non introducono l’obbligo di NON indossarle, quindi, chi vorrà, potrà respirare i prodotti di scarto della propria respirazione per tutta la sua esistenza, se lo vorrà. Nessun no-vax si sognerà mai di chiamarlo SORCIO e potrà andare indisturbato al cimema, a teatro, al ristorante e soprattutto rimanere al lavoro, che nessuno gli torcerà un capello!

    "Mi piace"

  3. Finalmente un articolo serio e di verità sul covid e le misure assurde votate anche dal m5s,peccato perché a parte un editoriale di Travaglio dal titolo green pacco,non ricordo battaglie del fatto quotidiano contro queste misure folli di Speranza,meglio tardi che mai

    Piace a 3 people

    • “a parte un editoriale di Travaglio dal titolo green pacco, non ricordo battaglie del fatto quotidiano contro queste misure folli di Speranza, meglio tardi che mai”

      “Non so cosa intendi per battaglie, ma di certo Travaglio è stato sempre coerente.”

      ilFattoQuotidiano, non è Travaglio; mi pare che anche con l’attuale questione guerra in Ucraina si abbia avuto una volta in più la conferma di ciò.

      Inoltre, quello che Travaglio dice nel video, corrisponde esattamente a ciò che @Marco ricordava benissimo fosse il contenuto di Green Pacco. Un po’ pochino, siòre e siòri…

      "Mi piace"

  4. #14 linea722022-10-29 12:13
    Ma Mattarella la vuole smettere una buona volta di interferire con le scelte del governo?
    La costituzione gli assegna dei poteri ben precisi, e fra questi non ci sono quelli dell’esecutivo.
    Ieri, appena dopo le prime timide aperture del nuovo governo riguardo il ripristino di una situazione di diritto, ha sentito l’esigenza (del tutto inopportuna) di fare delle precisazioni:
    “Dopo oltre due anni e mezzo di pandemia non possiamo ancora proclamare la vittoria finale sul Covid-19, ma dobbiamo ancora far uso di responsabilità e precauzione.
    La Sanità pubblica ha il compito di mantenere alta la sicurezza soprattutto dei più fragili, dei più anziani, di coloro che soffrono per patologie pregresse.
    Nella lotta al Covid la scienza è stata decisiva: senza l’ammirevole impegno della scienza per individuare i vaccini, scoperti e prodotti in tempi record oggi saremmo costretti a contare molte migliaia di morti in più. Se oggi possiamo affrontare il covid, come se si trattasse di un’influenza è perché ne è stata fortemente derubricata la pericolosità per effetto della vaccinazione; dalla grande adesione alla vaccinazione, dovuta all’ammirevole senso di responsabilità della quasi totalità dei nostri concittadini, sollecitati a farvi ricorso dalla consapevolezza di salvaguardare, in tal modo, la salute propria e quella degli altri”

    Discorso non solo inopportuno: i vaccini ancora presentati come ciò che ha ridotto il numero dei morti, mentre abbiamo avuto il numero più alto di morti a livello planetario; i vaccini come causa della minore pericolosità oggi del covid, quando questa è la normale evoluzione di qualunque virus; l’adesione alla vaccinazione presentata come dovuta a senso di responsabilità, quando invece è stata determinata da una parte dalla paura indotta e dall’altra dalle minacce e dai ricatti; e infine, la bugia peggiore di tutte, continuare a ribadire che i vaccini preserverebbero la propria e l’altrui salute, quando questa menzogna è ormai stata smascherata in modo incontrovertibile. (dal sito LC)

    "Mi piace"

  5. “nel 2020 lapidavano Conte perché era troppo duro (due mesi di lockdown, vaccini facoltativi)”.

    Conte buono, Conte bello, Conte bravo, Conte fico, Conte, Conte, Conte, for ever and ever…

    "Mi piace"

      • @mangiaratti
        Video del settembre 2020, quando il cumulato dei decessi di/per/con Covid era 35.000.
        Oggi si sono superate le 179.000 vittime.

        Nel 2020 il totale dei decessi per il complesso delle cause è stato il più alto mai registrato nel nostro Paese dal secondo dopoguerra:
        746.146 decessi, 100.526 decessi in più rispetto alla media 2015-2019 (15,6% di eccesso).
        Nel 2021 il totale dei decessi per il complesso delle cause è in calo rispetto all’anno precedente, anche se rimane su livelli molto alti: 709.035 decessi, 37 mila in meno rispetto al 2020 (-5,0%), ma 63 mila in più rispetto alla media 2015-2019 (+9,8%).
        Gran parte dell’eccesso del 2021 è stato osservato nel primo quadrimestre quando la copertura vaccinale era ancora molto bassa.
        E NEL CALCOLO DEL 2020 BISOGNEREBBE CONSIDERARE PURE IL DRASTICO CALO DI MORTI PER INCIDENTI, STRADALI E SUL LAVORO.

        Ma è stato solo uno scherzo.
        Appaiono nuove variante che non si sa come possano comportarsi.
        L’ultima sequenziara è la BQ1 Cerberus, e si annuncia più cattiva della Omicron5.
        E giustamente la fasciocoatta fa rientrare in servizio medici e infermieri NOVAX, negli ospedali e altre strutture sanitarie che si dimostrarono, inizialmente, i peggiori serbatoi di contagio.
        Manca la volontà di vivere in collettività, il senso del rispetto civile verso i più fragili, sostituito da un individualismo infantile che porta dei narcisi patologici e frustrati ad individuare nell’utilizzo di una mascherina la privazione di libertà propria e non un aiuto agli indifesi, per tante ragioni, abbandonati alla sorte contro il virus.

        "Mi piace"

      • Pirgo non attacchiamoci alle sviste per cortesia! Hai sentito Padellaro? Hai sentito cosa ha riportato il TG2?

        Tutte sviste, sì, sì…

        "Mi piace"

    • Un’incensata a Conte e una stilettata a Draghi sono buone per ogni tema/articolo per MT, credo oramai vengano dall’auto correttore del suo software di scrittura

      "Mi piace"

  6. Vorrei ricordare che durante l’emergenza pandemica eravamo praticamente indifesi e con le terapie intensive intasate dai ricoveri dovute alla polmonite bilaterale. Vorrei ricordare agli smemorati il corteo dei camion dell’esercito colmi di bare che sfilavano a Bergamo. Vorrei ricordare i morti tra il personale sanitario per cercare di prestare soccorso all’invasione di contagiati. Vorrei ricordare che fummo costretti a misure drastiche per evitare che i cimiteri si trasformassero in lazzaretti. Vorrei ricordare tanto altro, e soprattutto che non stiamo parlando di un’era geologica fa, ma di appena due anni dove eravamo totalmente impreparati ad affrontare praticamente per primi una cosuccia come una pandemia mondiale. Se dopo due anni possiamo provare a riprendere una vita normale lo dobbiamo alla scienza e a chi in quei tragici mesi si è sacrificato per noi. Ciascuno di noi è libero di fare ciò che crede, senza avere però comportamenti irresponsabili che possano creare problemi alla vita altrui. Si chiama essere una comunità. Dimenticare tutto ciò è da irresponsabili, ossia nel pieno stile di vita italiano.

    Piace a 3 people

    • Sarebbe anche utile ricordare “Tachipirina e vigile attesa” che forse qualche relazione con i morti l’ha avuta, così, senza polemica per non ricadere nel discorso ” tifoserie” giustamente richiamato da Travaglio.

      Piace a 2 people

      • Gentile Maigret, lei ha perfettamente ragione. Ma dimentica che eravamo davanti ad una pandemia pressoché sconosciuta, dove anche la scienza all’inizio brancolava nel buio, come è purtroppo normale che fosse. Avere avuto i primi vaccini entro un anno dallo scoppio è stata una vittoria. La gente cantava nei balconi di casa ed applaudiva al suonare delle sirene delle ambulanze nel silenzio assordante delle nostre città. Non scordiamoci la realtà vissuta. Cordialità.

        Piace a 3 people

      • “Ma dimentica che eravamo davanti ad una pandemia pressoché sconosciuta, dove anche la scienza [quale? La medicina non è una scienza, ma una tecnica e non è un particolare insignificante, come potrebbe sembrare: smettetela!] all’inizio brancolava nel buio”: se è per questo brancola nel buio tutt’ogg,i perché le conviene!

        Ecco quanto era sconosciuta la pandeminchia:

        «Sorpresa: ci sono ancora medici che curano
        Date: 11 Aprile 2021Author: ilsimplicissimus

        Potrebbe sembrare modesto e improprio pubblicare il racconto di una dottoressa di base, in mezzo all’imperversare di luminari che dicono tutto e il contrario di tutto come banderuole al vento del mercato pandemico e vaccinale. Invece è la scelta migliore perché sono questi i medici più a contatto con i pazienti, più vicini all’esperienza concreta nonché gli ultimi nella catena degli “investimenti” umani di Big Pharma e in generale di una medicina orientata al profitto . Dunque non hanno conflitti di interesse o comunque non così grossi da chiudere la bocca. Perciò mi piace riportare l’esperienza di una dottoressa bolognese, Grazia Dondini, raccontata qualche tempo fa in un intervista e sulle pagine di Auret, Associazione autismo e terapie:_

        “Noi medici di medicina generale, tutti gli anni, generalmente da ottobre a marzo, vediamo polmoniti interstiziali, polmoniti atipiche. E tutti gli anni le trattiamo con antibiotico. Si tratta di sintomi simil-influenzali – tosse, febbre, poi compare “senso di affanno” – che non si esauriscono nell’arco di qualche giorno.
        La valutazione del paziente e l’evoluzione clinica depongono per forme batteriche; si dà loro un antibiotico macrolide (e nei casi più complicati del cortisone) e, nell’arco di qualche giorno, si riprendono egregiamente con completa risoluzione dei sintomi.
        Quest’anno non è andata così.
        Il 22 febbraio di quest’anno è stata comunicata la circolazione di un nuovo coronavirus.
        Il Ministero della Salute ha mandato un’ordinanza a tutti noi medici del territorio, dicendoci sostanzialmente che eravamo di fronte a un nuovo virus, sconosciuto, per il quale non esisteva alcuna terapia.
        La cosa paradossale è che fino a quel giorno avevamo gestito i medesimi pazienti con successo, senza affollare ospedali e terapie intensive; ma da quel momento si è deciso che tutto quello che avevamo fatto fino ad allora non poteva più funzionare. Non era più possibile un approccio clinico/terapeutico.
        Noi, medici di Medicina generale, dovevamo da allora delegare al dipartimento di Sanità Pubblica, che non fa clinica, ma una sorveglianza di tipo epidemiologico; potevamo vedere i pazienti solamente se in possesso di mascherina FFP2, che io ho potuto ritirare all’ASL solo il 30 di marzo. Ma c’è una cosa più grave.
        Nella circolare ministeriale, il Ministro della Sanità ci dava le seguenti indicazioni su come approcciarci ai malati: isolamento e riduzione dei contatti, uso dei vari DPI, disincentivazione delle iniziative di ricorso autonomo ai servizi sanitari, al pronto soccorso, al medico di medicina generale. Dunque, le persone che stavano male erano isolate; e, cosa ancora più grave, il numero di pubblica utilità previsto non rispondeva.
        Tutti i pazienti lamentavano che non rispondeva nessuno; io stessa ho provato a chiamare il 1500 senza successo. Un ministro della salute che si accinge ad affrontare una emergenza sanitaria prevede che i numeri di pubblica utilità non rispondano?
        Un disastro.

        In sintesi: le polmoniti atipiche non sono state più trattate con antibiotico, i pazienti lasciati soli, abbandonati a se stessi a domicilio. Ovviamente dopo 7-10 giorni, con la cascata di citochine e l’amplificazione del processo infiammatorio, arrivavano in ospedale in fin di vita. Poi, la ventilazione meccanica ha fatto il resto. Io ho continuato a fare quello che ho sempre fatto, rischiando anche denunce per epidemia colposa e non ho avuto né un decesso, né un ricovero in terapia intensiva. Ho parlato con una collega di Bergamo e un altro collega di Bologna che hanno continuatoi a lavorare nel medesimo modo e nessuno di noi ha avuto decessi e ricoveri in terapia intensiva.
        Anche l’OMS ha dato indicazioni problematiche: nelle prime fasi della malattia ha previsto solo l’isolamento domiciliare, nella seconda e terza fase, quindi condizioni di gravità moderata e severa, l’unico approccio terapeutico previsto doveva essere l’ossigenoterapia e la ventilazione meccanica. A mio modo di vedere c’è una responsabilità anche dell’OMS, perché non ha dato facoltà al medico di valutare clinicamente il paziente.

        Poi c’è un altro problema. Si arrivava in ospedale, si faceva il tampone: tampone positivo, quindi veniva formulata la diagnosi di COVID-19. E si veniva trattati come tali. Punto. Qui a Bologna c’è stato anche altro: a pazienti con tampone negativo, venivano fatte una o più TAC toraciche e sulla base delle immagini di “ground glass” veniva formulata la diagnosi di COVID-19. Mi sono confrontata con una radiologa e mi ha confermato come queste immagini radiologiche non siano patognomoniche per COVID-19, poiché si evidenziano in molteplici altre patologie. E quindi si è finito per mascherare altri quadri clinici anche più gravi. Pertanto ritengo che innumerevoli condizioni cliniche non siano state trattate come avrebbero dovuto.

        Il primo studio cinese del 24 gennaio afferma che, riguardo all’isolamento del SARS-COV-2, non sono stati rispettati i postulati di Henle-Koch, indispensabili per isolare effettivamente un virus o un batterio. A riguardo, sono andata in un laboratorio di ricerca, per chiedere informazioni, anche perché girava un documento da cui sembrava che si utilizzasse un primer per avviare questa amplificazione genica che avrebbe una sequenza complementare al cromosoma 8 umano (il che significherebbe 100% di falsi positivi). Mi è stato risposto che i postulati di Koch sono vecchi di oltre un secolo. Allora ho chiesto: scusate, voi lavorate con una sequenza genica; ma per allestire un vaccino avrete bisogno del virus intero. Mi è stato ribattuto che in questo caso, i postulati di Koch sarebbero necessari, perché per un vaccino avremmo bisogno dell’involucro virale. Mi sembra piuttosto contraddittorio. Bisognerebbe indagare bene su come vengano allestiti questi tamponi e ricordiamoci che lo stesso ideatore del test di amplificazione genica, il Dott. Mullis, ha sempre sostenuto che non dovesse essere utilizzato a fini diagnostici!

        Noi riceviamo annualmente il report dell’influenza dell’autunno-inverno precedente. Ce lo consegnano nell’autunno successivo, in occasione dell’apertura della campagna vaccinale antinfluenzale. Quest’anno, stranamente, questo report è arrivato verso la fine di febbraio: questo significa che si era già deciso che tutte le forme influenzali/simil-influenzali dovevano essere battezzate come COVID-19. L’influenza è sparita, insieme a tanto altro. Io sono convinta che ci troviamo di fronte a numerose sovradiagnosi di COVID-19. Sui dati dei ricoveri e delle terapie intensive: non ci può essere chiarezza fino a quando non si specificherà chi sono queste persone e di cosa effettivamente soffrono. Dai dati comunicati non si capisce: non si fa questa necessaria operazione di definizione dei ricoveri. Si danno semplicemente dei numeri, come i numeri dei tamponi positivi in pazienti per la maggior parte asintomatici. E questo allontana dalla reale misura del problema, sempre che di COVID-19 si debba parlare. E’ evidente che si voglia ricercare solo quello.”

        Mi verrebbe da dire che i coviddari non meritano medici così, ancora fedeli al giuramento di Ippocrate si dovrebbero curare solo presso i luminari della paura. Almeno diminuirebbero di numero.».

        "Mi piace"

    • Bravo. 👏👏👏👏👏

      Per quanto mi riguarda continuerò ad usare (correttamente così 😷, non portandola a mo’ di bavaglino dei bambini) la mascherina anche cone protezione contro l’influenza e un banale raffreddore. Da quando la uso nei luoghi con tante persone non ho più avuto nè l’una nè l’altro, mentre prima un bel raffreddorone almeno due volte all’anno non me lo toglieva nessuno come pure i bruciori alla gola. Ah, nel frattempo la mia età è aumentata quindi sono diventato anche più sensibile ai malanni di stagione.

      Piace a 1 persona

      • Bravo Peter. Concordo al 1000 %. Anche io prendevo almeno 2 raffreddori l’anno e da quando, costretto, ho dovuto usare la mascherina non ne ho beccato nemmeno mezzo!

        "Mi piace"

      • La mascherina è come una sciarpa per la gola, riscalda l’aria in entrata e puo’ evitare infiammazioni da raffreddamento, come segnalano tra i cagionevoli del raffreddamento, nel caso invece siano presenti patogeni, alcuni dicono che possa fungere da incubatore: comunqnue ognuno decide per quello che ritiene giusto per sè. Buona giornata

        "Mi piace"

    • Dal momento che questi farmaci non erano progettati per rendere sterili al contagio (parola del rappresentante Pfizer al parlamento europeo) e che a riguardo hanno un’efficacia molto parziale e limitata nel tempo, se dopo due anni possiamo riprendere la vita normale lo dobbiamo soprattutto al virus che è mutato in varianti meno pericolose. Poi, soprattutto nella popolazione fragile, questi immunostimolanti hanno certamente avuto un’utilità, ma come _profilassi_preventiva_ e non per creare un’immunità di gregge, come è stato per il vaiolo.

      Alla luce di ciò, fermo restando che per alcune categorie era assolutamente raccomandabile la somministrazione, tutte le misure punitive nei confronti dei non vaccinati appaiono sproporzionate e illegittime. Ne riparleremo alla vicina sentenza della Corte costituzionale.

      "Mi piace"

      • Voglio precisare che nel caso tutte le promesse di efficacia e sicurezza fatte sui vaccini fossero state reali e non delle fake come dimostrato ormai ampiamente, nemmeno in quel caso poteva essere disposto l’obbligo.

        L’habeas corpus non sono le Costituzioni o qualsiasi altra “carta”, né tantomeno i cantori di Jingle, a garantirlo, in quanto un diritto naturale inalienabile, per il solo fatto di essere, dopo Dio (per chi ci crede), gli unici indiscussi padroni del proprio corpo, sul quale nessuno può avere potere decisionale, né in tempi normali, né in tempi di crisi, né per nessun fantomatico bene collettivo.

        Ficchiamocelo bene in testa!

        "Mi piace"

      • Dal punto di vista normativo, l’unico strumento cui si può fare appello è la Costituzione, che è (anche) la formalizzazione del naturale contratto sociale. Tu fai un discorso filosofico che in gran parte condivido, ma che non può essere fatto valere all’atto pratico: in ambito giuridico vale sempre la massima “quod non est in actis non est in mundo”.

        Poi io sono contrario per principio agli obblighi vaccinali (per gli altri: ciò non equivale a no vax), ma in certi casi possono essere giustificati. Non era certo il caso del CoViD 19.

        Piace a 1 persona

      • I discorsi filosofici, che non sono affatto astrazioni come troppo sovente l’ignoranza moderna pensa (il verbo pensare viene qui usato impropriamente: i moderni oggi sono capaci solo di agitarsi, non certo di pensare…), non è che non possono valere all’atto pratico, non riescono PIU’ a valere all’atto pratico, perché il problema epistemologico che si è creato dalla confusione tra scienza e tecnica (questo vale non solo per la medicina, ma anche per la politica) ha portato la secondoa a credersi indipendente da qualsiasi guida. In questo modo si sono sovvertite le gerarchie nelle quali il guidato è diventato conduttore e viceversa. Questa deplorevole situazione non ha inficiato minimamente il metodo ortodosso, il ripristino del quale deve comunque essere perseguito tenacemente e instancabilmente, oggi più che mai. Tale metodo è eternamente valido e nessuna mistificazione potrà mai compromettere, se non mementaneamente, la sua efficacia.

        Il primato e il ruolo di “conoscente” non potrà mai averlo una tecnica (la medicina in questo caso; ecco perché in un altro commento ho precisato che la denuncia di questo stato di cose, non è affatto un dettaglio insignificante come potrebbe sembrare a prima vista…), che dovrà sempre limitarsi al ruolo del “passeggero”, non usurpare quello del “conducente”, pena il caos che anche un cieco sarebbe oggi in grado di vedere.

        Con le buone o le cattive, questa impostura ha i giorni contati: vincit omnia Veritas!

        "Mi piace"

      • Condivido tutto, ma anche il diritto ha un suo metodo, in queste vicende – dal Green Ass al (non) obbligo, che anche tu ben conosci – calpestato senza pietà.
        Se parliamo di metodo in generale sono totalmente d’accordo, perché vi rientra anche quello giuridico, che è l’unico cui è possibile appellarsi quando vi sono delle violazioni dei diritti. Ovviamente, nella sua applicazione, bisogna tenere conto anche degli altri metodi “particolari”, come appunto quello scientifico.

        "Mi piace"

      • “quod non est in actis non est in mundo”:

        volevo aggiungere che anche i poteri esecutivo e legislativo sono da ascrivere alle tecniche.

        Non ovviamente quello legislativo, se non fosse che nessun Parlamento moderno può tenere il luogo di scienza, senza suscitare fragorose risate in quei rari che ancora sono in grado di pensare in questo manicomio a cielo aperto, nel quale la società si è trasformata, senza neanche accorgersi.

        "Mi piace"

  7. Ormai è tutto una questione ideologica di pro/contro. Nel merito non discute più nessuno.
    Trovo comunque assai “strano” ( esattamente come nei primi mesi dell’ infezione) che una mascherina pulita e correttamente indossata non protegga, in gran parte, da un virus respiratorio, qualsivoglia esso sia. E ovviamente più la mascherina è protettiva ( FFP2, FFP3) e più l’ efficacia aumenta.
    Possiamo raccontarci di tutto sui vaccini, le reinfezioni, …ecc… ma non su questo.
    Se poi uno la mascherina la cincischia fuori e dentro dalle tasche per un mese senza nemmeno sanificarla… Ma questo mi pare ovvio… O no?

    "Mi piace"

    • “Trovo comunque assai ‘strano’ ( esattamente come nei primi mesi dell’ infezione) che una mascherina pulita e correttamente indossata non protegga, in gran parte, da un virus respiratorio, qualsivoglia esso sia… Se poi uno la mascherina la cincischia fuori e dentro dalle tasche per un mese senza nemmeno sanificarla…”,

      eppure è proprio questo che in pratica succede: chi segue la profilassi di cambiarla ogni due ore (e all’aperto, mica è un ambiente asettico come le sale operatorie, due ore sono già troppe…) e di indossarla correttamente? STRANO lo sarà per te, non per chi sa che il problema non è il droplet, ma l’aerosol e il particolato atmosferico. Ma che lo dico a fare: ormai i cervelli funzionano anaerobicamente. Buona fortuna a tutti!

      "Mi piace"

  8. Travaglio semplicemente perfetto, personalmente da non vaccinato perché dubbioso sugli intrugli di Pfizer et similia e perché, in generale, mal sopporto imposizioni quando le reputo, sintetizzando, ” ad minchiam” ho usato, uso e continuerò ad usare la mascherina quando mi troverò in situazioni potenzialmente rischiose, vedi luoghi affollati ecc. ecc.

    "Mi piace"

  9. A tutti quelli che criticano l’operato di Conte a inizio pandemia dico loro che personalmente non smetterò mai di ringraziare il fatto che ci fosse lui a gestire la situazione in quel tragico periodo. Non oso nemmeno lontanamente immaginare che cosa sarebbe potuto accadere se a capo del governo ci fosse stato un politico di quelli, tipo Salvini e Meloni che sbraitavano un giorno sì e l’altro pure che bisognava fare l’opposto di ciò che decideva Conte.

    Avete anche dimenticato tutti che cosa fecero e dissero due sindaci lombardi?
    Sala “Milano non si ferma”, infatti Fontana e Gallera per fronteggiare la situazione non trovarono nulla di meglio che parcheggiare i tanti malati nelle RSA con tutto quello che ne è conseguito.
    Gori “Bergamo non chiude” e infatti non chiuse, però ora ricordiamo solo i camion dell’esercito che portavano via le bare.

    A riprova della memoria corta, cortissima, degli italiani tante volte sottolineata da Travaglio, i due sindaci in questione sono stati rieletti. Per Fontana si parla di ricandidarlo alla presidenza della Lombardia. L’unico ad essere stato defenestrato (non dai cittadini) è stato l’insipiente Gallera, forse meno colpevole degli altri.

    Piace a 3 people

    • Bravo! 7.000 morti nelle RSA, oltre 30.000 in regione e non una singla indagine a carico, malgrado le centinaia di denunce, su capoccia lombardi?

      E’ una strage che grida vendetta.

      "Mi piace"

    • “A tutti quelli che criticano l’operato di Conte… Avete anche dimenticato tutti che cosa fecero e dissero due sindaci lombardi? Fontana e Gallera per fronteggiare la situazione non trovarono nulla di meglio che parcheggiare i tanti malati nelle RSA con tutto quello che ne è conseguito”.

      A tutti quelli che criticano l’operato di Giuda, avete dimenticato che esiste Satana?

      BELIN!

      Tranqui, non abbiamo affatto dimenticato: la nostra memoria non ha soluzione di continuità, come quella di qualcuno.

      "Mi piace"

  10. Ma come fai a dire “intrugli”? Ma cosa ne sai? Un po’ di rispetto per chi spende la propria vita per la scienza e passa anni a studiare e lavorare in laboratori medici. Secondo te migliaia di medici studiano anni e anni per dare un intruglio a te? Ma per favore… e poi non c’è da stupirsi della vittoria di Meloni.

    Piace a 2 people

    • Si riferisce al sottoscritto? Non le piace la definizione di intruglio che ho riservato al prodotto Pfizer? Mi spiace che codesto termine l’abbia così turbato ma dovrà farsene una ragione perché continuerò a definirlo tale, le garbi o meno! Per il resto vorrei tranquillizzarla: Né io né miei famigliari/parenti, tra cui un paio di medici, abbiamo votato FdI quindi le consiglio di rivedere quel assurdo assioma che ha voluto proporre e che, per quel che mi riguarda, la (s)qualifica.

      "Mi piace"

      • Si levi pure i guanti bianchi quando riprende certi decer3brati, non ne vale la pena, mi creda.
        Poi faccia come meglio crede, ma si ricordi che siamo in queste condizioni perché abbiamo concesso troppo a questa specie di filantropi cac4sotto, anche in tema di insulti.

        "Mi piace"

  11. Pengue, perché mandi in moderazione dei commenti INNOCUI, tenendolo in attesa di definitiva cancellazione?

    "Mi piace"

  12. Hanno trasformato la lotta tra classi in una lotta per le mascherine.
    Non avrei mai creduto che la gente potresse scendere così in basso.
    Ma chi lotta per un articolo grammaticale è anche peggio.
    L’evoluzione della specie umana si è inverita in involuzione.Dall’umano all’umanoide

    "Mi piace"

  13. Non capisco perché si continui a confondere situazioni e condizioni diverse……di fronte ad un virus sconosciuto o comunque diverso da quelli conosciuti, contagioso e trasmissibile per via aerea, senza accertata ed efficace terapia specifica, non si hanno molte soluzioni per limitare il contagio, se non la barriera fra chi potrebbe essere infetto e gli altri, cioè distanziamento, mascherina, isolamento……che poi sono le misure comunemente adottate anche in altre situazioni. ….ad un paziente con sospetta/diagnosticata tubercolosi si mette la mascherina, gli operatori sanitari, medici ed infermieri, in sala operatoria indossano mascherina e guanti sterili, il paziente immonocompromesso va in isolamento perché qualsiasi germe, anche banale, per lui costituisce un rischio, il paziente con infezione da Clostridium difficile sta in isolamento e gli operatori si vestono per assisterlo, per posizionare un catetere venoso centrale si indossano mascherine, guanti sterili e si opera in campo sterile. …..sono semplici barriere per limitare le infezioni, come il semplice lavaggio delle mani che ne riduce il rischio! Per il Covid all’ inizio della pandemia sono state adottate misure conosciute e comunemente usate……..altro discorso sono i vaccini anti Covid che come scrive Travaglio rispondono alla libera scelta di ciascuno di proteggere se stesso dalle conseguenze cliniche dell’ infezione, lieve o grave per una serie di fattori concomitanti, senza alcuna azione sul contagio, quindi sulla protezione altrui esercitata esclusivamente dai mezzi barriera! Il Green pass non aveva infatti alcun significato medico/sanitario…..provvedimento che arriva dopo pandemia e vaccini, situazione completamente diversa rispetto ai primi mesi del 2020! I no vax avevano ogni diritto costituzionale del rifiuto al vaccino anti Covid , ma non del rifiuto di adottare ogni mezzo per limitarne diffusione e contagio, cioè possibilità di infezione per sé e per gli altri…….qualcuno sarebbe disposto ad avere rapporti sessuali con un HIV positivo senza la barriera del profilattico? E sarebbe contento se l’ HIV positivo non adottasse ogni criterio di precauzione per impedire la trasmissione del virus da lui ad altri? Malattie con diversa modalità di trasmissione che usano lo stesso principio della barriera fra individuo e virus o batteri! Quindi mentre il dibattito sul vaccino e sua obbligatorietà è legittimo, visto che la tutela della salute pubblica non passa dal vaccino, per cui cade ogni forma di obbligatorietà reale o indotta, quello sulle mascherine e lockdown è assurda, e Conte non era più pdc quando sono stati introdotti Green pass o obbligo vaccinale per gli over 50! Chi non ha ancora capito la differenza si faccia operare da un chirurgo senza mascherina e senza guanti sterili, si faccia tossire in faccia da un tubercolotico o si faccia baciare da chi ha la mononucleisi infettiva…..poi commenti su come è andata a finire…..Quanto ai vaccini anti Covid su cui è stata certamente fatta una speculazione economica, nessuno sarà in grado di dire come sarebbe potuta andare la pandemia senza il vaccino, uguale? Meglio? Peggio? Io ho fatto la vaccinazione quando il virus presentava possibilità di evoluzione clinica grave, nel momento in cui le mutazioni successive hanno ,fortunatamente, cambiato la clinica, relegandola alla quasi esclusiva infezione delle prime vie respiratorie, si può anche scegliere di non vaccinarsi con la quarta dose, valutando il rischio/beneficio individuale, diverso per età, comorbilita’ e fragilità, perché io difficilmente ho un alto rischio di morire per una banale influenza od infezione delle vie urinarie, ma altri no, perché la gravità di una qualunque infezione dipende oltre che dall’ agente, anche e soprattutto dalle condizioni generali e cliniche dell’ ospite. ……..i poveri con scarsa cura personale e medica, muoiono di più, per qualsiasi causa od agente infettivo!

    "Mi piace"

    • “ad un paziente con sospetta/diagnosticata tubercolosi si mette la mascherina, gli operatori sanitari, medici ed infermieri, in sala operatoria indossano mascherina e guanti sterili… Chi non ha ancora capito la differenza si faccia operare da un chirurgo senza mascherina e senza guanti sterili, si faccia tossire in faccia da un tubercolotico o si faccia baciare da chi ha la mononucleisi infettiva”:

      tu invece che hai capito tutto, hai capito che il patogeno della tubercolosi è un batterio? Che in sala operatoria ci si mette la mascherina per lo stesso motivo e per evitare di sputazzare sul cuore aperto del paziente? Che per un virus il problema non è il droplet, ma l’aerosol e il particolato atmosferico, il primo che esce da qualsiasi mascherina, a meno che non indossi uno scafandro, e il secondo che fa più danno che altro con la mascherina indossata? C’è un mio commento in moderazione che prego Pengue di far passare, peché non ho voglia, né tempo, di fare Paganini!

      "Mi piace"

  14. Il virus, però, VIENE DA LONTANO:

    2 – A WUHAN DAL 2004 TEST CON SARS INFETTATO DA HIV
    Se conferiamo tale importanza al bio-ingegnere francese è proprio perché certifica gli stessi risultati cui erano approdate le nostre indagini prima di leggere il suo illuminante studio scientifico.

    Nel precedente reportage abbiamo citato vari esperimenti tra cui quello del 2006 della School of Life Sciences della Xiamen University di Fujian in Cina sulla “Preparazione di un RNA chimerico corazzato come calibratore versatile per analisi di più virus” dove hanno «cercato di impacchettare direttamente una sequenza di RNA estranea lunga 1200 nucleotidi contenente frammenti genici di virus dell’epatite C (HCV), HIV-1, sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 1 (SARS-CoV1) e SARS-CoV2 nel vettore di produzione dell’RNA corazzato originale pAR-1». Spaventoso!

    Si menziona un virus SARS-CoV2 già allora ma non è dato sapere quali correlazioni abbia con quello attuale perché la comunità scientifica nega falsamente la sua costruzione in laboratorio e pertanto non fa nemmeno tentativi di approfondimento in questa direzione.

    In WuhanGates 9 abbiamo anche visto che in uno studio del 2007 «un MAb (Anticorpo Monoclonale) contro p24 dell’HIV è stato generato dal gruppo HIV dell’Istituto di virologia di Wuhan» ma in merito alle dinamiche di costruzione di quel “p24” nelle note si può leggere soltanto “risultati non pubblicati”. Abbiamo poi scoperto che quella ricerca non fu la prima in cui un SARS-CoV da pipistrello cinese a ferro di cavallo fu infettato con uno pesudovirus a base di HIV.

    Gli scienziati dell’Istituto di Virologia della provincia di Hubei, infatti, presero parte ad uno studio del 2004 realizzato dal Dipartimento di Genetica e Biologia Cellulare della Peking University di Pechino grazie al finanziamento di varie istituzioni governative cinesi e a quello del programma EPISARS della Commissione Europea sviluppato sotto il coordinamento dell’Istituto Pasteur di Parigi dal titolo “Identificazione di due residui di Aminoacidi critici della Proteina Spike di Coronavirus della Sindrome Respiratoria Acuta Grave”.

    «In questo studio, sono stati studiati gli effetti delle variazioni di RBD sull’infettività SARS-CoV nelle cellule umane impiegando virus pseudotipati HIV / SARS» si legge nel testo della ricerca dove per RBD si intende il Receptor-Binding Domain in riferimento all’enzima ACE2 della proteina S Spike che è quello che consente al virus killer di aggredire le cellule umane.

    La responsabile del centro ricerche malattie infettive del Wuhan Institute of Virology Shi Zhengli
    Nel 2013 arriva la svolta della carriera per la biologa Shi Zhengli, la ricercatrice di Wuhan soprannominata “bat-woman” per aver dedicato 15 anni agli studi su questi mammiferi volanti, grazie alla ricerca “Isolamento e caratterizzazione di un coronavirus simile a SARS di pipistrello che utilizza il recettore ACE2” in cui fu isolato il WIV 1 poi utilizzato per altri pericolosi studi.

    Gli esperimenti si svolsero all’interno del progetto PREDICT 2 finanziato non solo da USAID (CIA) ma anche da Eco HealthAlliance, un’ONG privata di New York sostenuta dal colosso farmaceutico Johnson&Johnson, più volte condannato per gravi violazioni, e pure da università americane, cinesi e saudite come descritto in WuhanGates 1.

    E anche in quello studio si menziona l’agente patogeno dell’AIDS in riferimento all’anticorpo citato nei precedenti esperimenti: «Per la rilevazione dell’HIV-1 p24 nei surnatanti, l’anticorpo monoclonale contro HIV p24 (p24MAb) è stato usato come anticorpo primario». Questo è sufficiente anche a noi profani per dimostrare quanto siano fondate e verificabili le analisi estremamente tecniche pubblicate dal professor Bricage. (da GospaNews)

    "Mi piace"

  15. E tu hai capito la trasmissione per via aerea, la trasmissione per via orofecale, salivare e quella per via sessuale ? E che si limitano con le barriere a livello della via di trasmissione? E che la mascherina è una barriera come il profilattico? E che per avere aerosol prima devi avere le goccioline? Come si fa un aereosol? Si mette un liquido, fiale, in un contenitore, poi si fa passare ossigeno/aria……..Ed il chirurgo con la mascherina evita lo sputazzamento, cioè le goccioline, che se restano dietro la barriera hanno meno possibilità di trasformarsi in aereosol, cioè liquido+ aria…..e se insieme alla mascherina il cristiano normale, che non è costretto a stare come il chirurgo a pochi centimetri dal paziente, usa anche il distanziamento, la barriera è più efficace, almeno che tu non creda che se uno starnutisce in Sicilia, si infetti tutta la Calabria per aereosol atmosferico. ……..che l’ agente della tubercolosi sia un batterio non fa alcuna differenza, sempre via aerea……. ed in ogni caso se tu avessi ragione, allora il lockdown, duro come quello cinese, sarebbe stato l’ unica soluzione possibile. …..a finestre ovviamente chiuse! Isolamento per 6 mesi e l’ aereosol atmosferico è solo dentro la casa infestata, ma non fuori. ……….Perché l’ aereosol diventa meno efficace proporzionalmente alla distanza e alle barriere che trova. ……non a caso gli operatori sanitari erano scafandrati, mentre ai comuni mortali era consigliato distanziamento e mascherina. …..poi qualcuno, siccome voleva contare i peli del cubo a Conte senza mascherina, ha beccato la salmonella e ha dedotto che le mascherine non funzionano……allora chi sa tutto avrebbe potuto offrire soluzioni al momento, perché è dalla peste che si usano le stesse misure di protezione. ……coprire naso e bocca, stare lontani dai contagiati e lavarsi! Oppure pensare che il Covid era il castigo di Dio e che ogni possibilità di difesa era inutile, da cui mi appunto il memento mori e lo seguo per ogni altra situazione, soprattutto personale, visto che la scienza è inaffidabile! È una scelta legittima, perseguila!

    Piace a 1 persona

    • “E che la mascherina è una barriera come il profilattico?”:

      La mascherina è una barriera (inuutile e a volte dannosa), ma non alla maniera del profilattico!

      “Isolamento per 6 mesi e l’ aereosol atmosferico è solo dentro la casa infestata, ma non fuori. “: ma che stai a di’? Fuori non si respira? Fuori si mescola al particolato e la giostra continua a girare.

      ” È una scelta legittima, perseguila!”

      Se è legittima, l’imperativo conseguente è contraddittorio: perseguitela e non rompete i cocones con nessun obbligo. Nessuno vi dirà di togliervela con la stessa boria con cui avete obbligato quelli che LEGGITTIMAMENTE hanno ritenuto di scegliere il contrario!

      Fate pace con la lingua (e la saliva che qui è l’imputato pricipale), l’unico organo rimasto funzionante.

      Il memento mori lo seguirei anche se la scienza fosse affidabile, figuriamoci con quella che oggi ne ha usurpato il posto: il problema manco me lo pongo.

      "Mi piace"

    • “E che per avere aerosol prima devi avere le goccioline?”;

      e prima ancora devi avere due atomi di idrogeno e uno di ossigeno?

      Ma fammi il piacere!

      "Mi piace"

  16. Condivido il miglior giornalista che c’è attualmente e (fortunatamente) da molti anni in giro in una percentuale di volte che sfiora il cento per cento, ma a mio avviso toppa clamorosamente su due punti: vaccino e nel 2018 l’ammucchiata giallo-verde. Su quest’ultima è vero che i 5s dissero che avrebbero governato “con chi ci sta”, ma Travaglio omette di dire che specificarono senza dare poltrone a nessuno e solo con i loro ministri, presentandoli addirittura prima. E poi tradirono i loro elettori che ci avevano creduto mettendosi assieme agli altri traditori della Lega.
    Sui vaccini e su questo articolo, invece..
    “Noi, plurivaccinati ma contrari al Green pass per lavorare, all’obbligo vaccinale con multe e divieti”
    ..ma “Voi” chi?
    “In realtà gli obblighi non avevano senso neppure quando Draghi li impose”
    ..non è vero, avevano senso e avrebbero dovuto imporli da subito a chiunque fosse voluto uscire di casa.
    “quel vaccino non evita la trasmissione del virus, ma limita solo gli effetti gravi.”
    .. esattamente, per quello senza vaccino te ne stai a casa e non vai in giro ad infettare me, vaccinato o, con esiti gravi tutti quelli che non si potevano vaccinare.
    “il vaccinato si contagia e contagia, come il non vaccinato.”
    ..”come il non vaccinato” un paio di palle, contagia e si contagia molto meno il vaccinato
    “E i No Vax non danneggiano nessuno, tranne (in alcuni casi) se stessi, specie con l’85% di vaccinati spontanei.”
    .. questa è una puttanata che si contraddice da sola. I no-vax, imbecilli, danneggiano se stessi e chissene frega, specie se muoiono in fretta, ma ammalandosi in modo più grave occupano il mio posto letto ritardandomi di due anni un’operazione, fanno morire malati oncologici che aspettano ed altri e costano molto più degli altri a tutta la collettività quando si ammalano. Tralascio lo “specie con l’85% di vaccinati” che è la vergogna della vergogna, che vuol dire faccio come mi pare tanto mi parano gli altri!..
    “e ora il governo cancella le multe, peraltro in odore di illegittimità, fa bene”
    ..fa malissimo, è peggio di un condono.
    “Se rimanda al lavoro i sanitari non vaccinati fa benissimo, anche per i buchi d’organico in ospedali e Rsa.”
    ..fa malissimo, è un pessimo esempio ed un oltraggio a chi ha fatto il proprio dovere.
    “Quando finirà il derby e si riattiveranno i cervelli, sarà sempre troppo tardi.”
    ..purtroppo sei tu, in questo ed in altri rarissimi casi, che dovresti riattivare il cervello, ma quando t’impunti è più forte di te e ti esce fuori il Fonzie più stupido e testardo che ognuno di noi ha in sé.
    Grazie, comunque, di esistere.. 👍

    Piace a 2 people

    • “occupano il MIO posto letto”: azz!

      Ah ah ah!

      Ecco, io pago per il TUO posto letto.

      63 commenti buttati nel cess0.

      PS: imbecill3 sarà quella che doveva abortire…

      "Mi piace"

    • Effettivamente un articolo di Travaglio dominato dal giusto astio verso il guerrafondaio ributtante Draghi, ma che, in tema di pandemia e dintorni, oscura gli occhi al nostro bravissimo e preziosissimo direttore.

      "Mi piace"

  17. Effettivamente il nazionalismo di matrice laica ha portato ad un vero e proprio cannibalismo in seno alle comunità e famiglie. La religione, la fede, il cristianesimo e il cattolicesimo danno una parvenza del sacro a ciò che di sacro non ha poi così molto, per non dire nulla, in quanto incapace di attendere lo sviluppo intrinseco di una sospensione di intenti e di volontà se non per alimentare un’ autodeterminazione spinta e spicciola, delle proprie libertà acquisite o sentite e vissute come tali, sottraendole alla moralità comune attorcigliata ad antichi e nuovi tabù che fanno coltre ad ogni virgulto ribelle.
    I diritti sociali trovano allocazione tra ciò che è morale vigente e ciò che rompe con la tradizione in libertà di scelta e libero arbitrio cosciente e ciò che cerca di ricomporre la morale comune oltraggiata , sinistra e destra, di sinistra a cui la destra catto – clericale e anche più ortodossa che vede come male e peccato la libertà di abortire (..) , come una macchia indelebile sulla verginità morale della donna, che di poi, potrà generare amoralità come moralità in termini di consapevoli scelte, che è ciò che definisce la radice del peccato di cui il Malleus Maleficarum , fornisce ampie e precisione se cure;se il diritto ad abortire sarà tolto e sarà legge , ciò farà sì che il pregiudizio by gotto di coloro che credono a questo peccato si scaglierà ancora più forte contro chi si troverà senza plausibili alternative se non andare fuori dall’Italia o in alternativa avere figli considerati illegittimi in quanto figli di più uomini . Il peso che gravita a pregiudizio su questa questione, che invero interessa il genere umano, non la dolce e altra metà a seconda di come gira il vento, passa sempre da TV e giornali, come se la vita fosse il rotolo di carta igenica con cui ci teniamo puliti in quanto, anche lo stesso concetto del vita di scelte e responsabilità, si declina solo al femminile e alla coscienza deLla o della “presunta tale” , nella sua nuova veste denigrata, pur ancora essendo impossibile immaginare un maschio partoriente, nonostante il fatto evidente che avrà avuto un partner a meno che non ci si aspetti un popolo di nazareni o di incubatrici.

    Il sonno della ragione genera mostri.. ci siamo quasi.

    Purtroppo la scuola nozionistica, semplificativa come altrettanto sbrigativa, per non dire altro, ha riportato molti tabù in vita e adesso la sinistra più storica si trova a fare i conti con il vento retrogrado che lei stessa ha partecipato ad alimentare assoggettando un corpo di risorse, ancora a Minimi diritti inalienabili, ma non insindacabili, avendo portato una buona fetta di popolazione sul ciglio di un baratro.

    "Mi piace"

      • La ragione sociale credo che sia implicita ma estroflessa nelle linee di mercato e gestione risorse. Il dente duole dove la lingua batte oppure s crede, la lingua batte dove il dente duole, un riflesso non totalmente incondizionato, secondo la misura di Pavlov, ma riflesso ad una volontà di acquisire la percezione dello stesso dolore e la nostra lingua, tattile e sensoria, lo permette naturalmente.

        Lei dovrebbe essere un apogeo e se comunque, fosse nella via dell’apostolato, o del diritto, ciò non la aliena dal non considerare presente, nella ombra e nella luce, ciò che crede ombra e concepisce tale, ignorando in primis una eventuale e certa tempesta solare, alla coscienza, sua e di altri, in questo triste paese.
        Se per lei , la ragione sociale, come la ragione laica , nazionalista quanto legata al periodo repubblicano, che tra l’altro sembrerebbe che abbia quasi terminato la sua corsa, è ombra di una ragione più divina e più sacra, si aspetti pure chi vede e pensa in modo opposto, nel concepire la sacralità ipocrita e una corruzione dilagante, come presunto dogma per sottacere la ragione laica che appartiene al genere umano e non ai soli clericali ne ai calciatori in veste di attacco e difesa.
        Un essere, che invecchia pure, con tutte le anomalie del caso di cui nessuno ne è e ne sarà mai immune, si trova di fronte un castello fatto anche di violenta falsità e di zombi cresciuti dentro le assordanti discoteca (ipogee) a fiumi di alcol e meta anfetamine e altro.

        Io non avevo mostri, ma a volte si compartecipa a crearli, che sia per divertimento diabolico o una stanchezza prostrata non saprei ma, per stanchezza si possono creare anche maschere di mostrine vario , ironici satirici , satanici di satiri in festa e varietà da spettacolo.

        "Mi piace"

      • Dal riflesso di Pavlov, alla schizofrenia, passando il processo di automazione delle capacità cognitive ed emotive, quindi intellettive e comportamentali, vi è un filo logico; la tendenza a generalizzare del politico, è quella facoltà che da pochi elementi ne trae un assunto ipotetico da cui fare scaturire altrettante ipotetiche conseguenze e dire che la schizofrenia degli operai è un riflesso pavloviano significa solo paragonare l’uomo e la sua Storia al cane.

        "Mi piace"

      • Gatto non capisco cosa intenda.
        Da molto siamo sepolte sotto pagine di pensieri di amori di ideali e di ragioni che la storia ha cancellato, perseguito o osannato; siamo uno nel flusso che ci acconsenta.
        Quindi non capisco di cosa si lamenti e chiede? Elaborare è un esercizio che stanca e spesso è privo di remunerazione ma non di spese energetiche personali a base di n atp, verso un mondo che non ti riconoscerà mai lo sforzo di perseguire con pazienza uno o pochissimi obiettivi , dove potervi dedicare quasi tutte le risorse e ritrovarsi nel dove di altri, nella ragione che altro ha d ciao ed iposto per puro magheggio politico di stampo pretoriano.

        "Mi piace"