Lesa Migliorità

(“Lesa Migliorità” di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Qualche spunto per il cabaret. Zerovirgola, il politico più impopolare, già convinto di aver ucciso il politico più popolare che però rimane tale, ora crede di avere bloccato la sua candidatura a Roma-1 facendogli paura: e tutti lo assecondano, come si fa con i casi umani. Carletto dei Parioli, suo compare di litigate e di […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

38 replies

  1. Lesa Migliorità

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Qualche spunto per il cabaret. Zerovirgola, il politico più impopolare, già convinto di aver ucciso il politico più popolare che però rimane tale, ora crede di avere bloccato la sua candidatura a Roma-1 facendogli paura: e tutti lo assecondano, come si fa con i casi umani. Carletto dei Parioli, suo compare di litigate e di mitomania, noto perché si candida a tutto, anche alla Federpesca, e sempre con un partito diverso, annuncia che correrà a Roma-1 per fare il deputato, essendo già eurodeputato (col Pd) e consigliere comunale (con Azione), dopo aver contribuito ad affondare Italia Futura (Montezemolo) e a farsi trombare con Scelta Civica (Monti). Ma, siccome Conte non si candida più, rinuncia precisando che avrebbe stravinto. Un po’ come quando si sentiva già sindaco di Roma (“vinco al primo turno”): poi arrivò terzo, mancando il quarto posto solo perché la destra gli aveva regalato Michetti.
    Conte si esercita a spiegare perché il M5S non può votare B. al Colle: ieri gli è scappato detto che “ha il conflitto d’interessi”, ma ha subito rimediato aggiungendo che “ha fatto molte cose buone” (fortuna che non gli han chiesto quali). Con un altro po’ di training, forse riuscirà a rinfacciargli un eccesso di cerone. Il compito più ingrato spetta a Minzo: dopo i peana del padrone al Reddito di cittadinanza, deve registrare altre flautate parole di B. (“Il voto al M5S aveva motivazioni tutt’altro che ignobili. I 5Stelle hanno dato voce a un disagio reale che merita rispetto”), senza poter aggiungere “luridi bastardi”, sennò perde il posto. Ora che Mattarella dice no al bis, Cassese dichiara che “la rieleggibilità non è prevista neanche per i giudici della Consulta, secondo l’art. 135 della Costituzione: perché non dovrebbe valere anche per il capo dello Stato?”. Strano: nel 2013, quando l’amico Napolitano si fece rieleggere, non fece una piega. E il 13 agosto ’21 disse l’opposto: “La Costituzione non prevede che il mandato non sia rinnovabile: se è rinnovato nei termini previsti, è possibile”. Faceva prima a citare il proverbio toscano: “La legge è come la pelle dei coglioni: più la tiri, più si allunga”. L’intera stampa è listata a lutto per lo sciopero generale Cgil-Uil contro Draghi, tipico caso di lesa migliorità: “Incredulità di Draghi” (Rep), “Stupore nel governo” (Corriere), “L’ira di Draghi” (Messaggero), “Fermatevi, finché siete in tempo”, “Premier sbigottito” (Stampa), “Follia dei sindacati” (Giornale), “Ci mancava solo questo” (Libero). Tra le prefiche inconsolabili si segnala per acume Cappellini di Rep: “C’è il rischio che la piazza diventi l’occasione di un raduno di scontenti, No Vax compresi”. Ma a tutto c’è rimedio. D’ora in poi, se i sindacati vogliono proprio fare i sindacati, solo raduni di contenti.

    Piace a 7 people

    • Sì, troppo timido. Bei tempi quando, da Primo Ministro, denunciava con nome e cognome Salvini e Meloni per le fake news a raffica suscitando l’ira del Merdana per non essere riuscito a censurare il videomessaggio

      Piace a 2 people

      • Le parole di rispetto nei confronti di B.non sarebbero mai uscite dalla bocca del M5Stelle quello vero .Mai iscritto se non al suo partito ,dai Travavaglio fai ancora uno sforzo

        "Mi piace"

    • Primo sport nazionale: Blaterare di styling

      Travaglio il forgiatore di nani e ballerine
      (ei fu. Gazzellona).
      Vorrei vedere te comandare una truppa di mercenari, che ha incrociato una miniera d’oro, cercare e calibrare le parole giuste nel dissuaderla ad andare in battaglia, anziché convertirsi in ricchi minatori.

      "Mi piace"

    • Secondo me lo fa per non sentirsi dire che è vedovo. Ma mi sembra piuttosto benevolo, se volesse saprebbe essere ben più velenoso.

      "Mi piace"

      • anche tu, in questo caso, sei molto benevola.
        penso invece che comici ad osservare meglio le mosse di avvicinamento di Conte alle votazioni del PDR, e gli abbia mandato un primo piccolo avviso; delle accuse degli altri MT se ne frega.

        "Mi piace"

    • Sono benevola perché se il banana dice che i 5s rispondevano a un bisogno e bla bla bla, il giornalista mediocre italiano che fa? Chiede a Conte se pensa di ricompensarlo per le sue belle parole col voto a pdr.
      È l’unico che ha detto qualcosa, perché è l’unico cui rompono le balle tutti i giorni. Quindi, dai, le parole di MT sono dovute, ma meno dure dell’editoriale di sett scorsa “le parole per dirlo”. Lì era stato spietato (e giustamente).

      Piace a 1 persona

      • “Che non lo dicano Conte, Letta & C. è invece stupefacente.”
        “Conte si spinge più in là, tracciando un identikit del futuro presidente – “persona di grande profilo morale e autorevolezza che possa guidarci per sette anni” – che esclude in radice B.”

        Dov’è la spietatezza nei confronti di Conte?
        Però è la seconda volta che, in qualche modo, lo critica..
        piano piano se Conte si muove ancora verso destra, o arzigogola risposte fumose, altro che scoppole gli rifilerà.

        Piace a 1 persona

      • No no, non mi sono capita, non verso Conte. Spietato nel dire che sono dei pavidi e che hanno paura di dire le cose a stampatello e cioè di chiamarlo puttaniere, mafioso, delinquente, ecc ecc.
        Verso destra? Speriamo di no. Anche se potrebbe (così facendo) riacciuffare un po’ di fuoriusciti. La partecipazione ad Atreju, boh. Era necessaria?

        "Mi piace"

    • Se mai ce ne fosse bisogno,questa è l’ennesima prova che Travaglio è un giornalista neutrale.Ce ne sono anche altri,ma con un talento come il suo nessuno.

      "Mi piace"

    • non vorrei sbagliarmi, ma se Conte è così tiepido è perché il partito dei Gigini è molto amico anche di B e lui lo sa bene.

      "Mi piace"

      • Mi sa che ci hai preso in pieno, eppure per mettere in crisi il partito dei gigini, che un tempo neanche stringeva la mano a certi soggetti ed ora ci si apparecchia le tavolate, basterebbe dire a favore di telecamera: “In qualità di Capo Politico del Movimento, la nostra linea inderogabile è fuori la mafia dallo Stato, e chi lo mette in discussione è fuori”
        Parole rivoluzionarie e troppo difficili, per un esperto di mediazioni fallimentari (e quindi la persona giusta al posto giusto)

        Piace a 1 persona

  2. Ho trovato Luca Ricolfi che parla di COVID.

    A proposito di MIGLIORI….

    ””Il premier Mario Draghi, è il sospetto di Ricolfi, “si sta comportando come se stesse aspettando che la situazione precipiti al punto da consentirgli di imporre l’obbligo vaccinale senza colpo ferire. Da questo punto di vista il non far nulla su scuole, trasporti, cure domiciliari è perfettamente razionale: se sei convinto che l’unica salvezza è il vaccino per tutti, e magari non ti hanno spiegato che non potrà bastare, puoi essere tentato di creare le condizioni in cui tutti si saranno convinti che non c’è altro da fare”. Insomma, l’obbligo vaccinale non basterà come di conseguenza non basterà l’applicazione del Green pass praticamente a tutte le categorie professionali.

    Ma c’è anche un altro motivo, prettamente scientifico, per cui la tanto agognata immunità di gregge resterà un sogno, ed è il più importante. “La formula matematica per il calcolo dell’immunità di gregge (Vc=1-1/R0) si riferisce a un vaccino perfettamente sterilizzante, mentre i vaccini contro il Covid sono leaky, cioè non garantiscono che il vaccinato non si infetti e non trasmetta l’infezione. Se il vaccino è leaky – prosegue il professore -, si applica un’altra formula, da cui si deduce facilmente che nemmeno vaccinare il 100% della popolazione basta a spegnere l’epidemia”.

    Le soluzioni all’epidemia devono allora essere non solo scientifiche, ma politiche: “Metti in sicurezza le scuole con la ventilazione meccanica controllata, lo sta facendo solo la Regione Marche, anche se con numeri piccoli. Aumenti la flotta e il numero di corse dei mezzi pubblici. Vari un protocollo di cure domiciliari decente, e riorganizzi la medicina territoriale. Fai più sequenziamenti. Controlli sul serio le frontiere”. La vaccinazione, accusa Ricolfi, è diventata “una sorta di dovere patriottico, e squalifica qualsiasi obiezione o dubbio come una sorta di diserzione. Un clima così non si è mai avuto in Italia, dopo la fine della seconda guerra mondiale”. ””’

    Era il 9 settembre scorso.

    Il 7 settembre, invece, parlò della propensione a censurare le notizie scomode:

    ” Il lavoro dello studioso è di dire le cose come stanno, in base alle risultanze della ricerca scientifica. Se non fa questo, e decide che cosa dire e che cosa non dire in base all’opportunità politico-militare del momento, perde completamente la sua credibilità. Ma dire le cose come stanno è difficile nel corso di una guerra, e lo è particolarmente sui media più autorevoli (stampa e tg), che – giustamente dal loro punto di vista – si sentono impegnati in una missione suprema, la guerra al Covid, non certo a dare ai propri lettori una rappresentazione accurata della realtà. Il guaio, per lo studioso, è che – fra le molte cose vere o supportate dai dati – ve ne sono parecchie che non tengono alto il morale delle truppe, o addirittura hanno effetti di demoralizzazione (…).

    Fake checking

    Questa compulsione a prendere partito, riducendo al minimo i dubbi e le sfumature, è tanto più interessante quando si manifesta negli interventi di fact checking, i cui estensori ambirebbero ad un ruolo di giudici obiettivi e neutrali: anche lì, dopo poche righe, capisci dove si va a parare. La pratica del fact checking, proliferata durante il Covid, meriterebbe uno studio a sé. In innumerevoli casi si è trasformata in una sorta di killeraggio a danno delle posizioni eterodosse, anche se sostenute da studiosi autorevoli (…). Forse il caso più clamoroso di killeraggio è stato quello nei confronti degli scienziati che sostengono la tesi, minoritaria ma non del tutto priva di argomenti a supporto, secondo cui la vaccinazione di massa – in presenza di alti livelli di circolazione del virus – possa favorire la nascita di varianti resistenti al virus. Questa tesi, giusta o sbagliata che sia, è stata completamente cancellata dalla comunicazione pubblica, perché avrebbe potuto instillare il dubbio che sia stata una follia, nell’autunno-inverno del 2020, non abbattere la circolazione del virus prima di iniziare la vaccinazione di massa; e ora potrebbe alimentare il sospetto che la vaccinazione non basti, e che l’era delle restrizioni e dei lockdown non sia affatto finita. Nonostante gli sforzi per cancellarla e squalificarla, la tesi della pericolosità della vaccinazione di massa in condizioni di alta circolazione del virus sta faticosamente riemergendo nel dibattito scientifico, anche in sedi prestigiose come la rivista Nature. Forse, dovremmo smettere di parlare di fact checking, e prendere atto della mutazione: in epoca di guerra, il fact checking si è trasformato in fake checking, al servizio dell’ortodossia dominante(…).

    Disattenzione

    Lo stile omissivo tocca sia la comunicazione provax, volta alla promozione della campagna vaccinale, sia quella nivax, volta a sollevare dubbi sulla vaccinazione (…). È il caso di notare, tuttavia, che vi sono anche omissioni che, almeno a prima vista, non hanno una evidente finalità pro o antivax. Sembrano, piuttosto, frutto di un mix di superficialità, disattenzione, gregarismo (…). Rientrano in questa categoria tre casi di “sproporzionata disattenzione” a ipotesi scientifiche interessanti e – se vere – potenzialmente ricche di conseguenze pratiche: 1. la trasmissione aerea del virus (attraverso aerosol, anziché attraverso le goccioline); 2. il ruolo protettivo della vitamina D; 3. le basi genetiche della suscettibilità individuale al virus, nonché l’esistenza (da gennaio 2021) di un test per individuare gli italiani suscettibili (circa 1 su 6); Sul primo punto (trasmissione mediante aerosol), il silenzio è durato circa un anno. Nonostante pubblicazioni scientifiche e appelli di centinaia di scienziati di decine di paesi, per tutto il 2020 l’Oms non ha mai voluto prendere seriamente atto di questa possibilità. In Italia, grazie a una lettera aperta del prof. Giorgio Buonanno, l’allarme sulla realtà della trasmissione mediante aerosol era scattato fin dal 27 marzo 2020, ma è stato completamente ignorato dalle autorità sanitarie, e solo tardivamente preso in qualche considerazione dai mass media. Sul secondo punto (vitamina D), salvo isolate eccezioni, l’attenzione dei media è stata sempre bassissima, e sostanzialmente succube del Ministero della Salute che, diversamente dalla comunità scientifica, ha sempre cercato di togliere ogni legittimità all’ipotesi di un nesso fra carenza di vitamina D e suscettibilità al Covid. Ancora oggi (settembre 2021), sul sito del Ministero, l’ipotesi è sbrigativamente derubricata a fake news. Sul terzo punto (basi genetiche), l’esistenza di una copiosa letteratura scientifica, e l’indubbia importanza dell’esistenza di un test (dell’Università di Verona) per individuare i soggetti più a rischio, non sono bastati ad attirare l’interesse dei media e delle autorità sanitarie (…). ” (da Libero)

    "Mi piace"

    • “tesi, minoritaria ma non del tutto priva di argomenti a supporto, secondo cui la vaccinazione di massa
      – in presenza di alti livelli di circolazione del virus – possa favorire la nascita di varianti resistenti al virus.”

      questa tesi è sorella di quella che hai la ricezione de 5G una vota che sei vaccinato.

      inoltre quelle sono ipotesi non tesi, le tesi necessitano di verifiche per essere confermate
      mentre le ipotesi sono precedenti alle tesi e necessitano solo di Ricolfi ed altri eloquenti “scienziati”
      per essere confermate.

      ma dubito comprenda tali differenze, visto che non confermano la sua ipotesi

      "Mi piace"

      • Io invece NON dubito che i grandi scienziati come te non capiscano che queste ‘tesi’ siano anche supportate da dati fattuali, sennò non le avrebbero citate come plausibili.

        Ovviamente, tu non lo capisci, ma essendo in competizione con Ennio e Paolabl per il titolo del più ottuso del blog, non me ne stupisco.

        "Mi piace"

  3. Conte che ormai tira fuori una mega supercazzola pur di non dire dell’irrisolto gigantesco conflitto d’interessi che ha permesso al delinquente Silvio B. di infestarci la vita grazie ai suoi complici, sembra Fonzies che non riesce a dire “mi sono sbagliato”. Per me ennesimo motivo in più per non votare questo movimento alle prossime elezioni.

    Piace a 1 persona

    • Novax alle manifestazioni che accompagnano lo sciopero generale della CGIL? Ma non erano quelli dell’assalto fascista alla sede di Roma?
      Chiaro che se ci fosse spazio per questi facinorosi che al virus opporrebbero solo l’auspicio di un’immunità di gregge con ineluttabile contorno di morti perché la vita è una lotta per la sopravvivenza e chi non ce la fa peggio per loro, il sottoscritto per la prima volta se ne sta a casa.
      Travaglio: non ti seguo quando lisci i baffi a quella gente per cercare appigli contro le politiche di Draghi. Guarda che a questi della democrazia e della giustizia non frega niente. A loro interessa solo non prestare il loro braccino.

      "Mi piace"

      • se si fanno infiltrare mica è colpa della CIGL…
        e che quest’ultima ripeta l’errore è da dimostrarsi, in fatto di servizi d’ordine hanno più esperienza

        e poi mi pare che spesso sia complicato notare le differenze tra le due parti
        destra violenta e no-vax
        a volte paiono due corpi in uno

        "Mi piace"

      • I servizi d’ordine (parlo di quelli della CGIL) di un tempo non esistono più.
        Il mio riferimento era a novax facinorosi e organizzati che spacciano per battaglie di libertà la loro indifferenza e disprezzo nei confronti si impegna per porre un argine al dilagare del virus, non certo a quei cittadini che hanno semplicemente una paura folle del vaccino e vanno in piazza a manifestare contro le politiche economiche di Draghi nel rispetto di chi gli sta attorno.

        "Mi piace"

  4. Conte è un diplomatico assoluto, di conseguenza misura e pesa ogni sua esternazione, così facendo però si è snaturato completamente il M5S, è irriconoscibile e personalmente non mi rappresenta più e come me una grandissima parte degli iscritti.. so che è ancora l’unica alternativa decente in Italia però perché Conte, lo reputo ancora una degna persona, non andare al voto non è una soluzione, anzi, si consegna l’Italia in mano ai peggiori in assoluto!! Però dovrebbe leggere ed ascoltare i tantissimi delusi del movimento, quelli che rimpiangono quando dava una speranza a chi speranza ne aveva poca.. la diplomazia va bene, questo però sembra un asservimento alla politica più che altro e dà l’impressione effettivamente di voler rimanere incollati allo scanno, quando i portavoce aborrivano l’idea!!

    Piace a 1 persona

  5. Popolo di pederasti!! Piace a tutti il cetriolo nel culo!!??
    Se guardate come vivono gli altri popoli vicini la cosa e evidentissima ( tranne i nostri nazi amici di una volta gli austro tedeschi )
    Giornalisti buttate pure la pala …la buca è pronta!! Tocca a voi…

    "Mi piace"

  6. Marione fa trapelare irritazione per lo sciopero.
    Azzzzz!
    Fossi della CISL strapperei subito la tessera.
    Lavoratori unitevi!

    "Mi piace"

    • Ti conviene leggere l’editoriale di oggi della Lombroso…

      …Ah, l’hai già fatto? Non avevo capito l’ironia: scusa…

      "Mi piace"

      • L’ho letto ma condivido solo in parte.
        Cioè la parte sulla miseria dei sindacati sì, ma che il governo reciti non penso proprio.
        Questi non vogliono sentire volare una mosca.

        Come mai ti interessi di scioperi sindacali?
        Stai bene? Mica ti sarai vaccinato?
        Non mi fare preoccupare!!

        "Mi piace"

      • “Sbajato” Ohe Gatto veneziano ! Adesso ti sei messo pure a parlare “romanesco” ? Non è che la “Romana” comincia ad avere i suoi effetti ? O…è forse per adeguarti e farti capire meglio ? Non fare il permaloso: scherzo ovviamente. Un saluto !

        "Mi piace"

  7. perche stupirsi se giuseppi fa il giuseppi,
    in fin dei conti giuseppi è un pidipta amico dei pidioti, e i pidioti sono culo e camicia con il nano di arcore e tutto il suo circo zoologico compresi nani e ballerine,
    e mi stupisco come sia possibile che chi ha sostenuto e votato il mv5* possa ancora credere che questo cacciatore di poltrone sostenitore del rettiliano e tutto il cucuzzaro che infesta la politica italiana sia una persona affidabile e in grado di soddisfare e portare a termine le istanze del fu mv5*.
    sicuramente chi sostiene il mv5str…i di giuseppi non è mai stato un 5* ma gente che cerca un protettore politico per ottenere vantaggi personali.

    "Mi piace"

    • Cagliostro ,non ci hai ancora detto quanto ti pagano per ogni tuo commento avverso al Gigino bibitaro e al Giuseppi Conte ! Diccelo una volta tanto:ce ne faremmo una ragione e non ne parliamo più !

      "Mi piace"

  8. Conte si esercita a spiegare perché il M5S non può votare B. al Colle: ieri gli è scappato detto che “ha il conflitto d’interessi”, ma ha subito rimediato aggiungendo che “ha fatto molte cose buone” (fortuna che non gli han chiesto quali).
    ^^^^
    Bastano queste parole per chiarire l’intervento di Conte….il resto come al solito è per fare le pulci al Movimento!
    Ad esempio gli altri partiti potrebbero dire :
    Anche mussolini ha fatto cose buone…ma quali?
    Anche craxi ha fatto cose buone ,ma quali?
    Anche monti ha fatto cose buone,ma quali?
    Anche andreotti ha fatto cose buone,ma quali?
    e si potrebbe andare avanti fino ai 70 anni di democrazia subita…. ma nessuno che faccia un bilancio dei costi e dei benefici.
    I costi ci sono e si vedono e lo vedranno i nostri nipoti, i benefici ci sono e li vedranno solo quei pochi beneficiatari: loro e i loro amici(politici,massoni,lobby e mafuiosi),
    Se non altro Conte ha chiarito che B. non è nel DNA del Movimento…. e gli “altri” hanno detto qualcosa o sono stati zitti ?
    Solo i due zero,virgola hanno dato fiducia al delinquente.
    Questa la grande differenza.

    Piace a 1 persona