“Campania, santuari come musei”: Terre di Campania presenta la guida a Maiori

Sabato 22 ottobre si presenta a Maiori la pubblicazione che tratta anche del pregevole Museo d’Arte Sacra custodito nella città della Costiera Amalfitana.

Dopo i positivi riscontri ricevuti con il primo evento di presentazione, la guida “Campania, santuari come musei”, realizzata dall’Associazione Terre di Campania APS con il contributo della Giunta Regionale della Campania – Direzione Generale 50.12 “Politiche culturali e il Turismo ”Unità operativa dirigenziale 01 “Promozione e valorizzazione dei Musei e delle Biblioteche”, comincia il tour di presentazione presso i santuari e musei inclusi nella trattazione. La prossima tappa si terrà sabato 22 ottobre, a partire dalle ore 19.00, presso la Sala degli Affreschi di Palazzo Mezzacapo a Maiori. Al Museo d’Arte Sacra Don Clemente Confalone, sito all’interno dell’Insigne Collegiata Santuario Parrocchia Santa Maria a Mare di Maiori, è dedicata una delle sezioni delle guida, nata con l’intento, per l’appunto, di raccontare i musei della regione Campania caratterizzati dalla particolarità di essere ospitati all’interno di Santuari. Questi luoghi sacri accolgono, tra le proprie mura, esempi di virtù umane e storie di Santi e beati, di uomini e donne che hanno lasciato una traccia profonda nella storia del nostro territorio e delle genti che lo abitano. I santuari esplorati all’interno della pubblicazione sono però, al contempo, anche dimore di cultura ed arte, ospitando musei entro cui sono esposte collezioni ricche di sculture, dipinti, elementi architettonici decorativi, ma anche oggetti e simulacri appartenenti ai santi che vi hanno dimorato, oltreché alle genti comuni dei rispettivi territori. Oltre al museo di Maiori, con il relativo santuario che lo ospita, sono stati inseriti all’interno del volume: il Museo Etnostorico delle genti Campane a Somma Vesuviana, il Museo del Complesso Monumentale di San Vito a Marigliano, il Museo Diocesano di Pompei, il Museo degli Ex-voto a Madonna dell’Arco, il Museo Gerardino di San Gerardo Maiella a Caposele. Di essi la pubblicazione “Campania, santuari come musei” non intende solo presentare la storia e le caratteristiche dei luoghi sacri e dei patrimoni museali in essi custoditi, ma aspira anche a suscitare un più profondo interesse verso il territorio su cui le realtà museali selezionate insistono.  “Campania, santuari come musei” vuole proporsi, dunque, come uno strumento che invita ad osservare l’offerta turistica locale secondo una prospettiva nuova, ampliando, attraverso alcuni peculiari luoghi e musei, il focus sull’intero panorama di ricchezze della nostra regione. La pubblicazione sarà disponibile anche nel formato audioguida scaricabile gratuitamente dal sito web www.terredicampania.it. All’evento di presentazione interverranno: Antonio Capone, Sindaco di Maiori; Don Nicola Mammato, Parroco di Santa Maria a Mare;  Giuseppe Roggi, incaricato della direzione del Museo Confalone. Parteciperà alla serata anche Padre Giampaolo Pagano, Priore del Santuario Madonna dell’Arco, che condivide, insieme alla Comunità dei Domenicani, le iniziative di Terre di Campania attraverso il Laboratorio Campania Bellezza del Creato. Modera Maddalena Venuso, giornalista e presidente dell’Associazione Terre di Campania.