Il lato migliore

(Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Chi pensava di averle viste tutte non immaginava la scena sadomaso di ieri al Senato, con la staffetta per la seconda carica dello Stato fra una superstite dell’Olocausto ad Auschwitz, Liliana Segre, e un fascista dichiarato, Ignazio Benito Maria La Russa. Dico fascista, senza la vaselina dell’“ex” e del “post”, per non offendere il vecchio […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

50 replies

  1. Il lato migliore

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Chi pensava di averle viste tutte non immaginava la scena sadomaso di ieri al Senato, con la staffetta per la seconda carica dello Stato fra una superstite dell’Olocausto ad Auschwitz, Liliana Segre, e un fascista dichiarato, Ignazio Benito Maria La Russa. Dico fascista, senza la vaselina dell’“ex” e del “post”, per non offendere il vecchio ‘Gnazio, che se ne avrebbe a male, essendo solito ringraziare chi gli dà del fascio (“adulatore!”). E organizzare visite guidate ai busti e cimeli del Duce che conserva orgoglioso in casa. Perciò ci ha un po’ deluso il discorso di insediamento, in cui tenta di accreditarsi a sinistra come statista e pacificatore super partes senza scontentare la destra, con le sgangheratezze maldestre tipiche del neofita: l’omaggio alla Segre per non nominare il fascismo, le citazioni di Pertini (mancava il solito Pasolini, che si porta su tutto) e di Violante (autore, nel 1996 alla Camera, di un discorso simile al suo dall’altro versante, ma più vergognoso perché aveva molto più da guadagnarci) per non dire niente fingendo di dire tutto, il ricordo dell’“ispettore Calabresi” (che era commissario) per dimenticare la strage nera di piazza Fontana che fu la causa scatenante di tutto, il saluto al defunto fratello democristiano per fare pari e patta con se stesso e l’altro appena beccato a salutare romanamente, la baggianata della “festa nazionale del Regno d’Italia” per non ricordare come e perché il Regno finì (fascismo, leggi razziali, guerra, armistizio e fuga a Brindisi).

    Preferiamo ricordarlo com’era prima del goffo camuffamento: l’Ignazio La Rissa che menava le mani e litigava con tutti, l’amicone di don Salvatore Ligresti, il colonnello di An che offrì la Giustizia a Davigo, poi s’intruppò con B. e divenne avvocato di Previti (da presidente della giunta per le immunità, salvo rimettere il mandato prima di votare contro il suo arresto) e diffamatore della Ariosto (“pagata dai Servizi”), il ministro della Difesa che depenalizzò con Calderoli il reato di associazione paramilitare (e salvò i leghisti imputati a Verona per le Camicie Verdi con Calderoli, che l’aveva già scampata per l’immunità). E soprattutto l’occhiuto tutore della legge che, ai tempi del governo B. 2, fissò paletti ferrei per accogliere gli extracomunitari: “Possono restare solo se pagano le tasse e non sono stati rinviati a giudizio per reati da arresto”. In pratica tentò di spiegare agli stranieri che, per calpestare il suolo patrio, dovevano essere molto più onesti del premier italiano, rinviato a giudizio per vari reati da arresto fra cui la frode fiscale. Infatti ieri, per quanto rinco, quell’ ex premier ha avuto un lampo di memoria. E, appena l’ha visto, ha sparato un vaffanculo random. Finirà che il fascismo di ‘Gnazio verrà ricordato come il suo lato migliore.

    Piace a 5 people

  2. e abbiamo rivisto di che pasta sono fatti i renziani e i piddini…quando si tratta di inciuciare sono dei primatisti mondiali, per chi avesse memoria corta.
    Calenda come si è visto, non c’ha capito una mazza, come al solito.

    Piace a 8 people

    • Ieri Monica Guerzoni, quella che con quell’altra scema del corriere, pubblica sempre liste trovate nella buca delle lettere, diceva di averne ricevuta una di 14 nomi.
      L’unico che ha fatto è stato quello di Patuanelli, lui ha minacciato querela.
      Speriamo lo faccia.

      Piace a 3 people

      • Lei si è scusata in diretta così eviterà la querela e non sarà obbligata a dimostrare quello che scrive. Sarà la stessa le scrisse, sempre sul “fake news” che Putin finanziava i putiniani italiani, tirando in ballo i servizi (deviati?) che la smentirono? Forse dovremmo cominciare a domandarci perché i media italiani non sono credibili, tanto è vero che ieri (2018), nonostante le loro intemerate antigrilline, il movimento grillino raggiunse il 32% e il 25 settembre la “pericolosa fascista” ha portato il suo partito al 26%.

        "Mi piace"

      • chi querela? il mite Patuanelli? bah!
        Se persino una schiaquetta come la figlia di Corrado, imbeccata dalla Dietlinde, si permette di sparare balle e sputare sui 5S, vuol dire che è ora che reagiscano duramente, ma dubito che lo faranno.

        "Mi piace"

      • Sì lo so, è mite. Ma si sarà sentito denigrato con quella lista. Portala in tribunale e toglile pure le mutande. Tra l’altro andava a braccio, non c’era mica un articolo, che ha la copertura del giornale.

        "Mi piace"

  3. La senatrice Liliana Segre, vittima delle leggi razziali e deportata, che sarebbe stata, Ella sì, un esempio ed una presidentessa del senato degna di questa carica, dando all’Italia un alto profilo, lei davvero.. invece si è alzata ed ha lasciato il posto….. non posso andare oltre.. non so se siamo ancora in democrazia… Le mie parole sarebbero troppo pesanti.. aborro il governo che si appresterà a distruggere ancora di più questo povero martoriato paese.. 😢😢😢

    Piace a 6 people

    • Peggio dei “migliori” non potrà fare, anche se gli imbecilli continueranno a credere alle cazzate raccontate dai media in mano ai sessantottini.

      Piace a 2 people

  4. C’è differenza tra chi non crede nella Costituzione e si comporta di conseguenza e chi afferma di credere nella Costituzione ma è stato ben lungi dal volerla applicare e rispettare???
    Per me non c’è molta differenza!

    Piace a 2 people

  5. Il nuovo che avanza, e non siamo neanche all’antipasto… grazie, Giorgia! (e grazie soprattutto a chi ha reso possibile tutto ciò: gli elettori)

    Piace a 1 persona

    • il vero responsabile in primis è Lettaman, vatti a rivedere al replay gli ultimi 3 mesi.
      Gli elettori hanno votato secondo coscienza, i tre di destra hanno ricevuto gli stessi voti se non meno delle precedenti elezioni

      Piace a 2 people

    • @J.D.
      ti rispondo qui perché non essendo, io, tecnologico ho difficoltà a trovare il tuo commento su quell’articolo di Travaglio (La marcia contro la pace) scomparso dalla prima pagina di infosannio.

      Il fatto che tu abbia creduto che io non ti abbia risposto (al commento che hai linkato) per mancanza di argomenti, fa capire quanto tu sia molto più chiuso sulle tue opinioni e sulle e tue certezze rispetto a quello che vuoi fare credere.

      È successo, infatti caro Johnny, che quella tua risposta me la sono persa. Anche perché (arrivata molto in ritardo rispetto al mio commento), è scivolata via nel tritacarne dei numerosi articoli di Infosannio.

      Ti rispondo in breve su tutto ribadendoti che l’antiamericanismo rimane per me un epiteto da bar per il semplice motivo che la critica agli Usa è diretta, mirata e circostanziata SU QUESTA GUERRA e che, tale critica non può NON comprendere tutti quanti gli elementi a carico degli Usa, che hanno contribuito eccome a scatenarla.
      Elementi a carico degli Usa che non sto qui a ri-ri-elencare tutti perché chi fa artatamente partire la guerra il 24 febbraio non vuol sentire altre ragioni che le sue.

      Comunque chiedo:
      antiamericanismo ricordare Maidan e le interferenze del governo americano in quei fatti e gli otto anni di nazionalismo malato di razzismo/nazismo anti russo dei governi successivi?
      Antiamericanismo ricordare la capacità criminale storica delle politiche americane che continuano a tutt’oggi e che hanno pesato pure sul percorso della nostra esile democrazia del post fascismo italiano e che non rappresentano un bel curriculum se rapportato alle vicende specifiche di questa guerra?

      No, non è antiamericanismo questa critica insistita e anche dura, è semplicemente esercizio di democrazia.
      Quella in cui crede chi ha per bussola la nostra Costituzione.

      Dici che guardare alle colpe americane preclude di vedere quelle russe?

      Sicuro che chi, da questa parte del mondo, si mette il bavaglio e gli occhiali scuri, di fronte alle colpe dei suoi alleati, non sarebbe omertoso anche se fosse russo con un Putin al potere?
      Io non so quanto sia illiberale quel regime, anche perché tutto, qui da noi, è filtrato e deformato da propaganda utile ai desiderata degli Usa. Ma quel che è certo è che nessuno può permettersi di accusare di putunismo chi critica gli Usa qui in occidente, senza prove che non farebbe lo stesso se vivesse nella Russia di un dittatore.

      Da quel che si percepisce sembra che in Russia ci siano discussioni e opposizioni politiche in attività.
      Allora ripeto il concetto che che tu hai giudicato sofisma: nessuna coercizione può impedire di opporsi LIBERAMENTE anche ad un regime dispotico.
      Sapranno i russi, se lo vogliono, liberarsi dei LORO oppressori (se tali li riterranno essere) con i loro Gobetti e Gramsci che, qui da noi, hanno deciso LIBERAMENTE di battersi con coraggio da leoni anche nel regime illiberale per eccellenza: quello fascista.

      Capisci che non saranno MAI le armi dei Draghi e dei Biden a portare in giro per il mondo la democrazia?
      E che noi possiamo solo essere solo ESEMPIO?
      E che possiamo esserlo solo se COERENTI coi nostri princípi?

      Perché la domanda chiave è questa: che diritto hanno di fare la morale a sistemi politici diversi dai nostri, coloro che praticano (come in questa guerra in Ucraina) l’omertà con i propri alleati?

      Paradossalmente sono più abilitati a criticare Putin quelli che tu chiami antiamericani, piuttosto che coloro che praticano omertà con le responsabilità di Biden che è parte integrante di un sistema politico che ci appartiene.

      Senza COERENZA non può esistere CREDIBILITÀ. E, men che meno, pretesa di essere ESEMPIO.

      "Mi piace"

      • Come tu faccia, Gatto
        a vedere analogie tra una propaganda di guerra tesa a giustificare/alimentare una guerra stessa e una propaganda a favore di un vaccino tesa a salvare vite umane in un periodo drammatico in cui bisognava far fronte con immediatezza ad un virus micidiale e sconosciuto, per me è un mistero.

        Andrò a fare la quarta dose, Gatto e parteciperò anche alla manifestazione per la Pace il 5 novembre chiedendo che qualcuno dica in faccia a Biden di darci un taglio alla sua famelicitá geopolitica che tiene in piedi questa guerra.

        Se tu non farai né una cosa né l’altra chi te lo impedisce?

        "Mi piace"

    • “e grazie soprattutto a chi ha reso possibile tutto ciò: gli elettori”: ti piacerebbe una dittatura a 5Stekke, vero?

      E invece siamo in democrazia, quella cosa che a te piace tanto, ma solo quando gli elettori fanno quello che dici tu.

      Come godo e stragodo.

      Ah ah ah!

      "Mi piace"

      • Dov’è che avrei scritto il contrario, scusa? La mia era una mera constatazione oggettiva (che non implica nessuna forma di giudizio, tantomeno quella distorta che ci vorresti vedere tu): se oggi il Presidente del Senato è una cariatide fascista (per lui è un complimento), il merito principale è di Giorgia Meloni che l’ha voluto, poi di chi l’ha votata (la lista meloniana era nota prima del voto, dunque nessuna sorpresa e nessuna fregatura) e un pochino anche dei tanti astenuti.
        Pur con i suoi alti e bassi (e ‘gnazio è un basso, in tutti i sensi) è la democrazia, e la cosa mi sta benissimo anche quando non coincide coi miei desideri, come del resto avviene quasi sempre.

        Tu, piuttosto, dimmi: quand’è che hai scoperto che in Italia c’è la democrazia, ieri mattina? Senza bisogno di consultare i segreti archivi, mi risulta che fino all’altroieri non fossi dello stesso parere, anzi sono certo di ricordare che sostenevi che in Italia c’è la dittatura, purtroppo solo sanitaria, presagendo perfino oscure tragedie future, da vero gatto nero quale sei (dinanzi al quale un paio di scongiuri a pelle non vanno mai sprecati).

        Certo che godi veramente con poco.

        "Mi piace"

  6. Siamo un popolo da operetta, da sempre degnamente rappresentati da un circo di nani, ballerine e tanti ma tanti pagliacci. E c’è chi ancora dice che i governi Conte a trazione movimento 5stelle hanno fatto solo dei guai e dei casini. Quei due governi toccherà stamparli, incorniciarli e appenderli al muro per ciò che hanno fatto in appena tre anni per la gente, togliendo la polpa ai rapaci padroni di Confindustria. Che oggi ritornano ancora più affamati dal digiuno e si sbraneranno il recovery e ciò che rimane dell’Italietta.

    Piace a 7 people

  7. Questo e solo l’inizio, attendiamo ora l’elezione del leghista Fontana alla Presidenza della Camera( altro bel soggetto…) e aneliamo presto conoscere i nuovi “autorevoli” Ministri del nascituro governo Meloni per farci un’amara risata. Povera Italia!

    Piace a 3 people

  8. A me le accuse di post/ex o fascista in carica non mi appassionano affatto, così come i “vaffa” a chi ti ha baciato la pantofola fino all’altro ieri (e proseguirà domani). Si tratta di distrazioni di massa mentre dietro le quinte si ruba e froda lo Stato (cioè noi) indisturbati.

    Piace a 3 people

  9. la lenta discesa agli inferi
    Dal primo governo berlusconi, vi è stato uno smottamento continuo ed inarrestabile, una lenta discesa agli inferi, (fatta eccezione per i due brevi governi Conte) governi popolati di figuri grotteschi e pirateschi all’arrembaggio di questa povera Italia che ha un suo vulnus naturale nel suo elettorato, in quell’uomo ignorante funzionale, che va a votare come se si trattasse di una cosa che non lo riguarda poi così tanto, salvo poi lagnarsi di come vanno le cose.
    E ne abbiamo viste di marionette, di volgari mentitori, di arroganti incapaci, di spergiuri, di delinquenti che si sono indignati per essere stati messi sotto accusa da giudici inopportuni, quei giudici che non si fanno mai gli affari loro…e vanno a ficcare il naso dappertutto.
    La discesa agli inferi sta continuando con questo nuovo cammino che ci indirizza verso una destra-destra che a parte riciclare i suoi, non ci presenta niente di nuovo. Il giocattolino Italia ora è andato nelle mani di una ragazzotta coatta che non ha nemmeno idea di come farlo funzionare, anche perché in parlamento, a seguire i lavori parlamentari, non ci andava mai e vorrebbe rimetterlo nelle mani dei tecnocrati sperando che non lo rompano del tutto, anche perché così avrebbe l’alibi di non essere stata lei a combinare il pasticcio. E’ evidente che ancora non abbiamo toccato il fondo e il governo che verrà, viste le premesse, non ci fa presagire nulla di buono.
    Gesù Cristo dopo la discesa agli inferi, risorse, e noi viste le cose come vanno in Europa, non abbiamo a breve neppure quella speranza. Come dire: se tutto va bene siamo solo rovinati.

    Piace a 2 people

  10. Perché meravigliarsi?
    Da quella massa di esseri immondi non può certo uscirci dei galantuomini, pensate alla casellati.
    E sono stati eletti democraticamente, cosa vogliamo di più

    Piace a 1 persona

  11. Il vero perdente di ieri nn è B. Ma proprio la giovin Meloni , che pensando di perdere la faccia, che lei ci mette, nn eleggendo almeno alla seconda chiama il competente e presentabile La Russa, ha preferito il soccorso di Renzi e Base riformista PD al suo “alleato”Perché di IV e PD sono Migliori e Affidabili e con grande esperienza di governo, mica sono impresentabili come la badante Ronzulli. Comunque chi ben comincia è già a metà dell’opera…………

    "Mi piace"

  12. Vi sono tante brave persone che s’innamorano d’una immagine, che diventa un idolo ,anche se di questo idolo si conosce solo la superfice indorata da chi se n’è servito e continua a servirsene . Capita a volte che quell’idolo venga messo alla prova e che spesso deluda le aspettative. Magari non ti aspetti da un ebreo che appoggi l’Ucraina dei battaglioni Azov e invece lui fa .

    "Mi piace"

  13. Per non vederle TUTTE bastava dire NO al governo Draghi-grillino , ma il coraggio se uno non c’e l’ha mica se lo puo’ dare, vero Conte Grillo…

    Piace a 1 persona

    • Si si certo, qualunque fatto negativo accada in Italia ed in genere sul pianeta Terra, passando per il Covid e la guerra, è strettamente correlato ai comportamenti dei 5 stelle

      Piace a 1 persona

  14. Be un alto profilo al Senato adesso c’è. Attendiamo con “ansia” l’alto profilo della Camera, il solco è tracciato compresi i baci del Lucifero Giuda.
    Che la visione perseguiti le notti del Nipote.

    Piace a 2 people

  15. Intanto i 5s, oggi, voteranno non scheda bianca, ma Cafiero De Raho.
    A scanso di accuse e strani conteggi.
    E, soprattutto, ciò evidenzierà L’ABISSO tra le candidature, frutto dell’idea dello stato degli “scappati di casa”, rispetto a quelle di questa feccia…
    Ogni botte, del resto, dà il vino che contiene.

    Piace a 2 people

  16. È la democrazia bellezza.
    Se i ” nostri” fossero stati all’altezza del consenso che era stato dato loro, non saremmo così messi.
    Chi è causa del suo mal…ci fa solo la figura del cretino se da la colpa agli altri.

    "Mi piace"

  17. Una nipotina del Duce alla Presidenza del Consiglio, un fascista alla Presidenza del Senato, un leghista misogino alla Presidenza della Camera, ministri e sottosegretari a garantire l’impunità e gli interessi di un delinquente: proprio un bel capolavoro!
    Il geniale artefice di questo disastro dovrebbe camminare svelto rasente ai muri, possibilmente solo dopo l’imbrunire, con una spessa mascherina, e passare da un marciapiede ad un altro per evitare di essere riconosciuto.
    Dovrebbe mordersi le mani, darsi i pugni in testa, non darsi pace, divorarsi dal rimorso: ma guarda quanto sono stato cretino, ma come sono stato stupido, ma si può essere più imbecilli di così!?
    In preda ad una mortificazione cocente dovrebbe dare segni di una forte crisi depressiva, e allarmare amici e familiari con preoccupanti propositi autolesinistici.
    E’ vero, dovrebbe…Ed invece no!
    Dopo aver portato a sbattere il convoglio che gli era stato affidato, anziché affrettarsi a restituire le chiavi, il libretto e la patente, generosamente si è offerto di guidarlo ancora per altri sei mesi…
    E tuttavia sarebbe ingeneroso prendersela con Enrico Letta.
    A mio parere la colpa è soltanto della voracità degli studenti francesi che hanno svuotato il loro professore di tutta la sua scienza politica, e di tante energie intellettuali.
    Enrico Letta ha trasferito la sua sapienza politica, la sua arguzia strategica, e il suo fine fiuto tattico ai suoi studenti con tanta generosità… da restarne privo del tutto.
    E a noi i Francesi hanno restituito soltanto un pirla.

    Piace a 1 persona

    • Docente alla Sorbona, si alla Sorbona lui, segretario politico il Nipote, lui, la Sorbona lo rivendica solo ed esclusivamente come docente, quindi ponti d’oro. Nel Bel Paese abbiamo già la grandine.

      "Mi piace"

  18. Se un presidente del senato fosse una persona perbene, molto semplicemente non lo eleggerebbero presidente del senato.
    Era meglio la casellati?
    In pratica la carica serve solo a dimostrare che una certa persona è venduta anima e corpo ai padroni del paese, il che può avere anche una sua utilità, quando si tratta di persone apparentemente integerrime prchè le smaschera. E’ come se fosse una patente di vendutezza, un test che ne rivela la vera anima.

    (grasso, schifani, marini, pera, mancino, scognamiglio, spadolini ………………)

    Piace a 1 persona

  19. Notare la foto: l’inserviente untore alle spalle, con la mutanda facciale. Gli altri illustri diversamente uguali, senza.

    Tutto scientificamente gustificato. Poi qualcuno protesta perché la chiamo psicopandeminchia.

    BUFF0NI!

    "Mi piace"