Solopaca (BN), ieri migliaia di turisti alla sfilata dei carri della Festa dell’Uva

Migliaia e migliaia di persone hanno invaso ieri il Corso Principale di Solopaca per partecipare al clou della Festa dell’Uva: la sfilata dei carri allegorici tutti allestiti con chicchi e grappoli d’uva. Questa giornata, tanto attesa dai solopachesi dopo due anni di stop per Covid, ha visto migliaia di turisti e curiosi “tuffati” in questo meraviglioso Borgo storico.  

Ricordiamo che la 43esima Festa dell’Uva è in programma fino a domani, martedì 13 settembre, ed è organizzata dal Comune di Solopaca, Comitato Festa dell’Uva Solopaca in sinergia con la Pro Loco, l’associazione Maestri Carraioli, l’Associazione Commercianti Solopaca, Gal Taburno, Sannio Consorzio Tutela Vini, il patrocinio della Regione Campania e co-finanziata dal ‘POC Campania 2014-2020. Rigenerazione urbana, Politiche per il Turismo e la Cultura. Programma Unitario di Percorsi Turistici di tipo culturale, naturalistico ed enogastronomico di portata nazionale ed internazionale’ che rientra nella brandy identity “Campania.Divina”.

Dalle ore 10.00 di ieri mattina i carri allegorici e i gruppi folk hanno sfilato lungo tutto il corso principale, preceduti dal lungo corteo storico che ha evocato gesta e personaggi della famiglia Ceva-Grimaldi, che detenne in feudo “Telese e la Terra di Solopaca” dal 1574 al 1764.

I carri allegorici sono stati tradizionalmente introdotti dalla statua della Madonna Addolorata, appositamente realizzata con chicchi e grappoli d’uva e a seguire il pannello con lo stemma del Comune di Solopaca e il Gonfalone ‘scortato’ dai vigili urbani.

A fare gli onori di casa alle tante autorità intervenute, civili e militari, il sindaco Pompilio Forgione, emozionato per il ritorno della Festa dopo due anni di stop e poi per le migliaia di persone giunte a Solopaca. Tanti i sindaci e delegati presenti con i loro gonfaloni e poi il Presidente della Provincia Nino Lombardi e la senatrice Sandra Lonardo.

Ad aprire la sfilata come detto il carro della Madonna Addolorata fatta dalla bottega ‘Madonna’ e a seguire il pannello del Comune di Solopaca della bottega ‘Impiano’; poi i pannelli Solopaca Città del Vino della bottega ‘Cieuzo’, ‘Cantina Sociale di Solopaca’ del gruppo ‘Capriglia Streat’, ‘Maestri Carraioli’ della bottega ‘A Masseria’ e a chiudere i pannelli quello della Pro Loco di Solopaca.

Mentre ad aprire i carri è stata la Bottega Zi Peppo e Jaco con “Solopaca Doc: L’unione dei due mondi”; a seguire Bottega Gli amici di ciao Pe che ha presentato “Harry vs Voldemort: Fino a l’ultima goccia”; poi la Bottega Viento e Voria con il carro: “Dal vino a Venere”; il quarto carro realizzato dalla Bottega Mast’Antonio: “Lo scarpone”. A seguire poi Bottega Fonzi: “Per un pugno di euro”; mentre la Bottega ‘Nuova Era’ ha presentato in questo anno particolare :“Procida capitale della cultura”. Mentre la Bottega Anni 90: “Di……Vin……Paese” e per finire la Bottega L’Oro di Solopaca con il carro: “Il faro di Alessandria”. A chiudere la sfilata il grande gruppo dei Bottari di Solopaca “I Tampagni”. All’interno del corteo i bravissimi ‘Sbandieratori Cavensi’ di Cava dei Tirreni, e poi i gruppi folk ‘A Vecchiarella di Cava dei Tirreni, ‘i Giullari di Minturno’, ‘a Ziarella’ di Reino e poi i Tableau Vivant realizzati dagli alunni della scuola media. 

Grande soddisfazione tra gli organizzatori che anche nel pomeriggio di ieri – fino a tarda notte – hanno registrato una presenza folta di turisti e visitatori per le vie di Solopaca. La festa dell’Uva intanto continua nel pomeriggio di oggi alle ore 18,30 con la sfilata dei carri allegorici ‘Contromano’ e in serata l’attesissimo ‘Cantasolopaca’.

Domani, martedì 12 settembre, ultimo giorno della Festa dell’Uva e come da tradizione ci si sposta tutti alla Cantina Sociale di Solopaca dove dalle ore 18.00 c’è la sosta dei carri allegorici, alle ore 21.00 estrazione dei biglietti della lotteria e a seguire spettacolo musicale a cura di ‘Terra Mia’.