Andrea Scanzi: “La sagoma Di Maio”

(Andrea Scanzi) – Se non facesse piangere, Luigi Di Maio (anzi quel che ne resta) farebbe molto ridere. Ogni giorno ne inventa una. E’ proprio una sagoma.

Ve ne racconto due che vi rallegreranno la giornata.

La prima: Di Maio e Tabacci, come vi avevo detto giorni fa, stanno elemosinando alleanze con gruppi lillipuziani per superare almeno l’1%. Per questo si sono uniti al fortissimo Partito Animalista, che alle Europee del 2019 prese in tutto 150mila voti. Roba forte. Giggino Fabris Di Maio si è accordato col presidente del Partito Animalista Cristiano Ceriello, solo che ieri s’è scoperto che quello non s’era accordato precedentemente col resto del partito, che ora registra dimissioni in massa. “Con una lettera agli iscritti e un comunicato stampa alla vigilia di Ferragosto”, come racconta stamani sul Fatto Marco Palombi, “s’è dimesso mezzo gruppo dirigente”.

Daje Di Maio, daje Maaaaaaaaanlio Di Stefano, daje Azzolina!

La seconda: Di Maio si è alleato col Psdi. Non è una battuta: è successo davvero. Molti di voi pensavano che i socialdemocratici, già abbastanza pleonastici nella Prima Repubblica, non esistessero più. Macché: ne esistono addirittura tre, di Psdi. Nessuno di questi tre ha voti, o quasi, ma Di Maio sta raccattando tutto. Quindi ha stretto un’alleanza storica con uno dei tre Psdi oggi esistenti. Non trovate tutto questo emozionante? Il presidente del Psdi unitosi a Di Maio si chiama Mario Calì. Egli è raggiante: “Il Psdi porta in dote allo schieramento progressista un patrimonio ideale, progettuale ed umano di assoluto ed evidente valore”. Me cojoni! Parole sature d orgoglio anche per l’uomo che sconfiggeva la povertà e violentava i congiuntivi: “L’imperativo adesso è unire le forze per fornire precise soluzioni sui temi, le esigenze e le istanze che hanno a cuore i cittadini in questo momento storico”. Qui si fa proprio la storia!

Bravo Di Maio: ogni giorno ti scavi la fossa e non hai alcun riguardo per te stesso e quel che resta della tua dignità. Son soddisfazioni.

11 replies

    • Strimpellavano contro questo pover’uomo con la storia del bibitaro e della carriola nell’orto del padre e ora che pagliaccio senza pudore lo è diventato per davvero lo invitano in tutti i media come un eroe tornato dal fronte. Italietta ? No ,Italiaccia di m ! E tu Grilletto te la prendi con Di Battista… pover’uomo anche tu e vile !

      Piace a 3 people

  1. Ecco, proprio ier sera mi chiedevo che fine avesse fatto quel coLLione di Scanzi paraQ-lo, sperando fosse in ferie fino al 2042. Ed ecco che proprio oggi leggo una delle sue solite banalità. Azz, mi porto sfiga da solo, mannaggia… La prossima volta sto zitto e non mi chiedo alcunché! 🤦🏼‍♂️😅

    "Mi piace"

    • Cekko,
      A me di Scanzi irrita anche quel suo storpiare i nomi biascicandoli , sia negli articoli sua nei video , come se Manlio di Stefano fosse responsabile del nome che porta, tanto quanto il suo , di nome .
      Critiche politiche sui politici ne faccia quante ne vuole, ma bullismo no.
      Ma del narcisismo patologico non si guarisce .

      Piace a 1 persona