Letta a due piazze

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Perché aspettare fino al 25 settembre quando possiamo farlo già ora? Votiamo subito il nostro slogan elettorale preferito. 1. “Il prossimo governo avrà la possibilità di investire ingenti risorse con i soldi che io ho ottenuto in Europa per il nostro Piano di ripresa e resilienza”. Pensate che l’abbia detto Conte, cioè il premier che […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

40 replies

  1. Letta a due piazze

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Perché aspettare fino al 25 settembre quando possiamo farlo già ora? Votiamo subito il nostro slogan elettorale preferito.

    1. “Il prossimo governo avrà la possibilità di investire ingenti risorse con i soldi che io ho ottenuto in Europa per il nostro Piano di ripresa e resilienza”. Pensate che l’abbia detto Conte, cioè il premier che dal 17 al 21 luglio trattò a Bruxelles sul Recovery e tornò in Italia con 209 miliardi, 36 in più di quelli previsti dal piano von der Leyen? Invece no: l’ha detto B., che all’epoca soggiornava in Costa Azzurra per paura del Covid e soprattutto dei giudici, ed era all’opposizione mentre i suoi house organ annunciavano la disfatta di “Giuseppi” e FI invocava il Mes. Ora, sottovalutando la propria fedina penale, è sinceramente convinto di essere Conte.

    2. “Ora la partita è aperta” (Enrico Letta). L’unica fase della legislatura col centrosinistra in partita fu quella del Conte2 (settembre 2019-gennaio ’21), grazie all’alleanza 5Stelle-Pd-Leu contro le destre (FdI, Lega, FI, Azione, +Europa e, buon’ultima, Iv). Poi arrivò Draghi e le destre staccarono di nuovo i giallorosa coi voti di governisti (FI e Lega) e oppositori (FdI). Per recuperare il distacco, Enrico Occhi di Tigre butta a mare il 10-12% del M5S per imbarcare il 3.6 di Calenda, con un saldo negativo dell’8-9. E riesce a dire, restando serio, che con l’8-9 in meno ha riaperto la partita rispetto a un’alleanza con l’8-9 in più. Ma un pallottoliere no?

    3. “Calenda farà da magnete per i voti di centrodestra” (Letta). Siccome le destre sono favorite e lo sport nazionale è il salto sul carro del vincitore, non si vede perché gli elettori di destra dovrebbero mollare l’arrembante Meloni per il perdente Calenda: per il suo fascino magnetico? Eppoi Calenda non va da solo (come a Roma, dove intercettò molti destroidi schifati da Michetti- chi), ma è alleato con quelli che a destra passano per “comunisti”. Quindi non prenderà voti a destra e, portandosi Gelmini e Carfagna, ne farà perdere a sinistra al Pd (che peraltro se ne frega e insegue quelli di destra). Però sarà orgoglioso del ruolo di magnete attaccato al frigorifero. Prossima mossa di Letta: candidare uno di Forza Nuova come magnete per i voti fascisti.

    4. “Questa neonata grande coalizione è… la Bad Godesberg della sinistra italiana… L’agenda Draghi è stata il lampo di Paul Klee sulla politica che produce somiglianze ed è oggi l’abracadabra del nuovo centrosinistra” (Francesco Merlo, Rep). Lo portano via.

    5. “M’hanno rimasto solo, ’sti quattro cornuti” (Vittorio Gassman, I soliti ignoti). Se passate dal camposanto, posate un crisantemo sui fu partitucoli di Renzi e Di Maio. Avevano promesso di lasciare la politica: alla fine ci sono riusciti, a loro insaputa.

    Piace a 10 people

  2. Caro Conte, devi comunicare e sottolineare più e più volte quello che sei stato capace di fare, non per altezzoso esibizionismo ma perchè questo è il paese delle false intestazioni…

    Piace a 7 people

  3. A me Letta fa pensare a quella raccontata da Totò: prendeva un fracco di legnate. E poi diceva: “E che so’ Pasquale io??!!”
    C’è poco da fare. La disgrazia dell’Italia è sempre stata una: che un democristiano è come il diamante. E’ PER SEMPRE!!!

    Piace a 4 people

    • Letta sa benissimo quello che sta facendo. Distruggere qualsiasi velleitarieta’ politica degli elettori di Sinistra.
      Come? Ormai sono decenni che fanno passare il PD per una forza di sinistra, schifando gli elettori di sinistra producendo assenteismo.
      se prendi 10 milioni di voti su 40 mln hai il 25% ma se ne prendi 8 mln su 25mln, ne hai il 32% e nonostante il 20% dei tuoi elettori non ti ha rivotato fai un salto elettorare notevolissimo. Questo e’ il gioco del PD.: produrre astenuti, solo cosi possono ‘vincere’ le elezioni.
      Invece di guardare le percentuali guardate i numeri dei votanti e vi renderete conto di cosa e’ successo negli ultimi 25 anni

      Piace a 6 people

      • Esatto! E’ quello che l’astensionismo produce e che quelli che lo promuovono non capiscono o fingono di non capire proprio per arrivare a quello che hai ben descritto.
        In questo senso va la frase emersa da un’inchiesta in cui Rondolino diceva a Renzi: “Non dobbiamo perdere tempo a riconquistare l’elettorato: dobbiamo spingerlo a non votare più”.
        E gli stolti gli vanno dietro.

        Piace a 7 people

    • Non essere troppo duro con te stesso: va bene l’autoflagellazione, ma qua siamo all’ascetismo.
      Se sei a questo punto allora valuta anche Di Maio, che almeno non rappresenta interessi mafiosi (che si sappia).
      O direttamente Berlusconi, così per lussuria personale (le risate sono assicurate, amare e abbondanti).

      Piace a 3 people

      • TI giuro non ti capisco, Jonny bello.
        Valutare Di Maio?
        Se il parametro è la fedina penale pulita non è l’unico ad averla.
        Se il parametro è la politica, beh è veramente un incapace: il giorno dopo aver fondato un partito (il secondo in un mese) non si candida con quel partito.

        Piace a 3 people

      • Ah ah ah!

        Jonny Yahweh, un borghesuccio, grande, grande (semicit.), ma che si fa le canne: quel tocco di trasgressione che non guasta mai…

        "Mi piace"

      • Adesso il fumistigatore, grad, arriverà e preciserà: “…ma paola, io non ho valutato affatto Di Maio, anzi, se tu leggi bene ho scritto ‘Se sei a questo punto…’, cioè, insomma, se si tocca il fondo, là ci può essere anche Di Maio…E’ sempre un piacere comunque discutere con te ❤️❤️❤️…”.

        "Mi piace"

      • Mia cara Paola, la fedina penale pulita (facciamo pure la lontananza dal malaffare espressa attraverso fatti tangibili, condanne o non condanne: io non sono un’istituzione, e ho tutto il diritto di non essere garantista) non è (solo) un parametro, ma per quanto mi riguarda è la precondizione per votare chicchessia.

        Capisco che per molti nominare Giggino sia come nominare il diavolo in persona, ma è proprio per questo che la mia era una battuta, proprio come quella di Alfredo Reggiani (almeno spero).

        Detto fuori dai denti, io al momento non lo voterei, ma non posso fare a meno di notare come molte delle medaglie con cui i sostenitori pentastellati si pavoneggiano (peraltro a ragione, trattandosi di evidenti conquiste sociali) gli siano state appuntate sul petto proprio dal sopracitato satanasso (ma so bene che la gratitudine non è di questo mondo).

        "Mi piace"

    • piuttosto che votare la pesciola, che mi fa ribrezzo, scrivo sulla scheda “vaffanculo lettamaio”

      "Mi piace"

    • E quindi “mi scusasse” ….. io, invece, piango.

      Tigre contro Tigre – trentatré trentini entrarono a Trento tutti e trentatré trotterellando – sopra la panca la capra campa, sotto la panca la capra crepa – etc etc
      Siamo letteralmente agli SCIOGLILINGUA, sia per la stupidità del dire che per la ….. velocità del dire/fare.
      Una vergogna insopportabile.
      Ho paura!

      Piace a 1 persona

  4. In questo campagna elettorale, vedo il movimento e Conte che hanno imboccato la strada giusta, applicando la ricetta semplice semplice. Sfanculare e ridicolizzare tutti i politici peones italioti con le buone e le cattive, correre da soli distanziandosi dalla feccia politica italiota, ricordare cosa hanno fatto i suoi governi e spiegarci cosa vorrebbero fare per la gente, dare prova di coerenza mandando a casa o sul territorio i suoi rappresentanti con il doppio mandato, mettere facce nuove e preparate per dare esempio di capacità di rinnovamento interno evitando di propinarci nani e ballerine. Forse solo così gli elettori delusi faranno finta di aver dormito ed avuto un incubo negli ultimi 17 mesi dove erano dentro imbarcati nel governo arca di Noè, capolavoro della mummia sicula. Ovviamente tappando la bocca a Grillo e alle sue supercazzole spedendolo nell’iperspazio.

    Piace a 5 people

  5. Il Delinquente Naturale si è intestato il Pnrr, mossa strategica sussurrata dallo Zio e dall’igienista dentale, olgettine, seconda carica, e rimasugli dovranno confermare.

    Piace a 1 persona

  6. Travaglio piange perché il suo amore, Giuseppi, e’ stato abbandonato dall’amante che lui stesso gli aveva trovato. Attenderà ancora alcuni giorni sperando che l’amante torni sui suoi passi e, nel caso non accadesse, tenterebbe di convincere il suo amore, Giuseppi, fra le braccia di Di Battista. Quel Di Battista, grande oppositore dell’ abbraccio mortale con i furbastri pidini, trattato a pesci in faccia dai sinistri del fatto quando corse a Bari a sostenere la candidata pentastellato che si era opposta all’alleanza con Emiliano.

    "Mi piace"

  7. A suo tempo l’avvertimento ci fu, la mucca nel corridoio, ma la mangiatoia era troppo a portata di mano (di velluto). Dispiace per Bersani.

    "Mi piace"

  8. “Travaglio piange perché il suo amore, Giuseppi, e’ stato abbandonato dall’amante che lui stesso gli aveva trovato…”.
    Vero. Tranne il fatto che piange. Travaglio non è proprio il tipo. Letta è già diventato il nemico numero uno. Viene e verrà manganellato da qui al 25 settembre.
    Che poi ha gioco facile visto quello che sta combinando.

    Piace a 1 persona

  9. Per me uno degli argomenti fondamentali è la posizione nei confronti della Nato. Il mio voto sarà fortemente condizionatoo da questo.

    "Mi piace"

    • Impara ad individuare quali siano le priorità, quali le cose fattibile a breve, medio e lungo termine.
      Saprai così riconoscere la strada da prendere senza velleità infantili.
      Il fatto che il M5S fin dalla richiesta di incremento delle spese militari si sia opposto e poi abbia cercato di promuovere una via diplomatica nel conflitto Russia-Ucraina è già un indizio nella politica che va verso una maggiore autonomia rispetto alle posizioni della NATO, leggasi USA.
      Dai su, un pò di realismo.
      Nello stato attuale, dove vedi che a comandare ancora le sorti del mondo sono gli USA con le loro guerre e i rovesciamenti di governi legittimamente eletti per i loro reconditi obbiettivi, non puoi pretendere che ci si esponga in modo plateale con una politica anti NATO, nel migliore dei casi non avresti futuro e possibilità di emergere, nel peggiore, verresti fatto fuori.
      Certe cose necessitano di tempi più o meno lunghi.
      Ecco perché Italexit di Paragone et similia sono distrazioni e fumo negli occhi per gli allocchi e funzionali al sistema per disperdere voti.

      Piace a 5 people

      • Ho letto con interesse i tuoi consigli. Se posso, anche se è collaterale, suggerisco di non presupporre troppe cose da una frase generica. Si rischia, secondo me, di crearsi un’idea precostituita dell’interlocutore.

        Piace a 1 persona

  10. letta sei andato di testa. Ma come fai con quella faccia lì parlare di occhi di tigre????
    letta amico mio dai retta a me, con quella faccia li non spaventi neanche uno scoiattolo.
    vai dal tuo elettorato (facile saranno 2 o 3 al massimo) e gli dici testuale: hgjjjjduuaakkk<<zzzzz, hjjjkksdslloooo.
    Capito? almeno un pasto caldo lo rimedi

    Piace a 1 persona

  11. Scusate se mi ripeto,e forse lo rifarò;secondo me Letta vuole perdere per governare( con Draghi), cosa che non avrebbe potuto fare alleandosi (e perdendo) con i 5S; infatti,nel caso del PD primo partito, avrà l incarico da Mattarella e potrebbe proporre non l’agenda Draghi,ma Draghi stesso, a forza Italia ( che ha già infiltrati con calenda) e ai governisti della lega,et voilà. Nel caso invece di iniziale governo Meloni/destre, speculazioni e preoccupazioni porterebbero a rapida implosione, con richiamo e ritorno del Salvatore con lo schema di cui sopra. Unico inconveniente ( sempre a mio avviso) in entrambivi casi, con FDI comunque forte e i 5S non più collante sociale, il rischio di disordini, forse voluto ma certo non facilmente controllabil, vedi mai che ci incazzeremo sul serio…

    Piace a 2 people

  12. Veramente la faccia di bronzo di B. è incredibile, ma sarà ancora più incredibile scoprire il 26 settembre quanti milioni di elettori ancora ci cascano

    Piace a 3 people

  13. Peter, visto che non si capisce nulla di percentuali, che fanno magari vincere le elezioni, dove si valuta la percentuale su i votanti effettivi, quindi se vota il 30% degli elettori, la percentuale è su quel numero di elettori ed il restante 70% non esiste, illustraci tu i dati esatti! Perché i dati di Trilussa sono giusti. ….prendere 10 milioni di voti su 40 milioni di elettori, è un quarto, quindi il 25%…..mentre prendere 8 milioni di voti su 25 milioni di elettori, è più del 30%…..i voti assoluti sono meno, ma per vincere le elezioni contano le percentuali su chi vota, gli altri non sono conteggiati. …..la democrazia infatti si sta restringendo, perché con il 50 % di astenuti, vince una minoranza , che con il 30% sul 50% di elettori votanti , governa , anche se non votata dal 70% degli italiani, cioè il 20% dei votanti + il 50% degli astenuti…….è come per la riunione di condominio, passa la decisione della maggioranza dei presenti, se sono 8 su 20, conta il voto degli 8 presenti, anche se sono meno della metà dei condomini totali…..ma scommetto che la riunione dei condomini sia più partecipata perché , almeno lì, ognuno vuol far valere il proprio voto. ….strana mentalità quella italiana…..

    "Mi piace"