Nancy Pelosi è a meno di un’ora da Taiwan e i cinesi muovono i carri armati

(ANSA) – L’aereo Usa finora usato dalla presidente della Camera americana Nancy Pelosi e dalla delegazione del Congresso nella missione in Asia è a meno di un’ora da Taiwan: il sito web di monitoraggio dei voli Flightradar24, che ha ammesso di aver avuto difficoltà nella gestione dell’enorme numero di collegamenti registrati, ha indicato per la prima volta la destinazione finale di ‘Tsa’, Taipei Songshan Airport, lo scalo della capitale usato per fini civili e militari. Allo stato, il Boeing C-40C (Spar19) della Us Air Force sta per lasciare le ultime isole delle Filippine.

(ANSA) – La Cina va all’attacco degli Usa, accusati di “tradimento” sulla questione di Taiwan e di essere “il più grande distruttore della pace odierna” nell’imminenza della visita di Nancy Pelosi a Taipei. Il ministro degli Esteri Wang Yi, in una nota, ha detto che il principio della Unica Cina “è il consenso universale, la base politica per gli scambi della Cina con altri Paesi, il nucleo di interessi fondamentali e una linea rossa e di fondo insormontabili”. Alcuni politici “si preoccupano solo dei propri interessi, giocano apertamente con il fuoco su Taiwan e diventano nemici di 1,4 miliardi di cinesi che non finiranno mai bene”.

TAIWAN: BLINKEN, SE CI SARÀ CRISI SARÀ RESPONSABILITÀ DELLA CINA

(ANSA) – “Se Nancy Pelosi deciderà di visitare Taiwan e la Cina tenterà di creare una crisi o di far salire la tensione, la responsabilità sarebbe interamente di Pechino”.

Lo ha detto il segretario di Stato americano, Antony Blinken, parlando ieri a New York a margine della Decima conferenza del Trattato di non priliferazione delle armi nucleare. Blinken ha ribadito che il “congresso è indipendente” e che molti suoi membri hanno visitato Taiwan in passato.

TAIWAN: MOSCA, ‘POSSIBILE VISITA PELOSI PURA PROVOCAZIONE’

(ANSA) – Il portavoce di Putin, Dmitri Peskov, ha dichiarato che “tutto ciò che riguarda questo tour e una possibile visita a Taiwan” della presidente della Camera dei rappresentanti Usa, Nancy Pelosi, “ovviamente ha un carattere puramente provocatorio”. Lo riporta l’agenzia Interfax. La Russia appoggia la Cina sulla questione di Taiwan e comprende le preoccupazioni di Pechino per la possibile visita della speaker della Camera Usa, aggiunge la Tass, citando il Cremlino.

AEREO DI PELOSI VERSO TAIWAN VIA INDONESIA E FILIPPINE

(ANSA) – L’aereo Usa finora usato dalla presidente della Camera americana Nancy Pelosi e dalla delegazione del Congresso si starebbe dirigendo verso Taiwan seguendo una rotta molto più ampia per evitare il mar Cinese meridionale, dopo la partenza avvenuta nel pomeriggio. Secondo il sito web di monitoraggio dei voli Flightradar24, il Boeing C-40C (Spar19) della Us Air Force sta per approcciare le Filippine dopo aver attraversato lo spazio aereo di Malaysia, Singapore e Indonesia.

L’aereo della speaker, atteso in serata a Taipei, si sta dirigendo verso nord puntando Mar delle Filippine e Canale di Bashi, dove sono schierati la portaerei Usa Ronald Reagan e il suo gruppo d’attacco, vicino a Taiwan. La Reagan, di base a Yokosuka in Giappone, sta operando con l’incrociatore lanciamissili Uss Antietam e il cacciatorpediniere Uss Higgins.

Nell’area, tra l’altro, c’è anche la nave d’assalto anfibia Uss Tripoli, parte di un dispiegamento nella regione iniziato all’inizio di maggio dal suo porto di origine di San Diego. Nel primo pomeriggio a Kuala Lumpur, a complicare gli scenari già incerti, è atterrato un altro Boeing C-40C (Spar20) sempre della Us Air Force proveniente da Tokyo.

Categorie:Cronaca, Mondo

Tagged as: ,

5 replies

  1. Se gli Usa provocano e la Cina risponde noi con chi dovremmo stare? Se non sbaglio li non c’è la nato e neanche l’Atlantico che ci impone di essere atlantisti

    "Mi piace"

  2. “Se Nancy Pelosi deciderà di visitare Taiwan e la Cina tenterà di creare una crisi o di far salire la tensione, la responsabilità sarebbe interamente di Pechino”.

    Blinken, per chi non lo sapesse, è un altro sionista, pure lui ‘fratello di fede’ di ZeZe.

    Caso, naturalmente.

    Forse pensano che la Russia e la Cina facciano rima con PALESTINA, ma hanno sbagliato qualche conto se così è stato pensato.

    Piace a 1 persona