Tabacci salva ancora Di Maio, Ipf alle elezioni con il simbolo di Centro Democratico: così il ministro evita l’incubo delle firme

il ministro e il sottosegretario avevano già fatto squadra in Parlamento con un gruppo unico alla Camera e al Senato

(Giovanni Ruggiero – open.online) – Sarà il sottosegretario Bruno Tabacci a permettere a Luigi Di Maio e al suo movimento Insieme per futuro di correre alle prossime elezioni Politiche del 25 settembre. Dallo staff del ministro degli Esteri assicurano che non si tratterà di un mero accordo elettorale quello assieme a Centro Democratico, ma «dell’evoluzione di Insieme per il futuro». Il partito di Tabacci aveva già permesso ai parlamentari scissionisti del M5s di poter formare i propri gruppi alla Camera e al Senato, così come aveva fatto lo stesso Tabacci con i Radicali di Emma Bonino, quando le aveva concesso il simbolo per i gruppi parlamentari della nascente +Europa, con una fusione a freddo finita malissimo. Già presidente della Regione Lombardia, per mezzo secolo in politica sotto le insegne della Democrazia cristiana, Tabacci si è detto sempre un grande sostenitore del progetto di Di Maio, che al Foglio aveva definito «coraggioso». Con questo accordo, il movimento del ministro degli Esteri eviterà di dover raccogliere le famigerate firme, necessarie per quei simboli che non hanno avuto una rappresentanza in parlamento autonoma dall’inizio della legislatura, o una deroga come quella ottenuta con un emendamento al decreto Elezioni da Italia Viva, Leu, +Europa e Noi con l’Italia.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

16 replies

  1. Se io fossi di maio pregherei il Signore di essere dimenticato e SOPRATTUTTO di non essere eletto.
    Della serie…….
    Meglio tacere e passare per stupido che aprire la bocca e togliere ogni dubbio.

    "Mi piace"

  2. Salvato da uno degli ultimi dinosauri che hanno contribuito a distruggere questo paese
    Ma è come se avesse dato un’aspirina al malato terminale dopo il 25 settembre un defunto giggino si reincarnera’ nelle vesti di un bibitaro

    Piace a 1 persona

      • E anche Tabacci il “padrone” del simbolo che viene prestato alla chiunque. Nemmeno una peripatetica ha così tanti fruitori
        P. S. :pare che Cartelletta è inserito nella zona Modena (chissà a Bibbiano cosa dirà giggino)

        "Mi piace"

  3. Che fine miserabile.

    Passato dalla leadership del più grande partito d’Italia ad un MENDICANTE che è stato salvato da questa testa da scaldabagno che ha meno elettori che capelli.

    Piace a 1 persona

  4. È uno scenario disgustoso!! Stanno soltanto facendo accordi, assemblaggi, ammucchiate, tutti che si vogliono collocare chi da una parte chi dall’altra, eccerto, solo questo sanno fare, cercare di posizionarsi nel miglior modo possibile.. ma non pensando al programma da portare e da realizzare, no, quello con calma e per piacere, dopo che tutti si sono sistemati e trovati il loro angolo di paradiso!! Solo dopo! Vomitevoli!! L’unica forza che ha già pensato al programma è il M5S!! Che ha aperto alle liste civiche e a tutti coloro che hanno a cuore una sola cosa, il bene dell’Italia non a parole a fatti!! Quel programma sottoposto al pdc, che non si è nemmeno degnato di guardare!! Ed ancora si sente parlare che la colpa è del movimento, se si andrà ad elezioni anticipate!! La parola pudore è sconosciuta ai più oramai! Personalmente sono sempre più schifata!

    Piace a 1 persona