Per il tabloid cinese Global Times, da Di Maio “uso irresponsabile di nemici esterni”

Per il tabloid cinese Global Times è stato “dannoso il sostegno dell’Italia all’Ucraina”

Roma, 18 lug. (askanews) – “Errori di calcolo diplomatici” e “politiche sbagliate”, come “ad esempio l’approccio duro dell’Italia nei confronti della Russia”, hanno aggravato la crisi di governo in Italia. Lo riferisce oggi il tabloid cinese Global Times in un editoriale, spiegando che “il sostegno dell’Italia all’Ucraina insieme ad altri paesi dell’Ue e il graduale aumento delle sanzioni contro la Russia sono dannosi per la soluzione dei problemi interni in Italia”.
Il giornale cinese ricorda che “sotto la guida di Draghi, l’Italia ha adottato una linea dura contro la Russia”, “compreso il taglio della sua dipendenza dalle importazioni di gas russe al 25%, dal 40% circa all’inizio dell’anno”.

“L’embargo sul greggio russo e sui prodotti petroliferi imposto dai paesi occidentali”, sottolinea ancora il Global Times, “ha portato all’impennata dei prezzi globali dell’energia, che sono diventati un problema che ha inghiottito molti paesi, causando un aumento dei costi di produzione e della vita, nonché una crescente pressione sulla gente comune in molti stati dell’Ue, compresa l’Italia”.
Il tabloid cinese Global Times si è scagliato oggi contro il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, accusandolo in un editoriale di un “uso irresponsabile di nemici esterni” per “disinnescare una crisi” di governo in Italia, legata solo a problemi “interni”.

Citando un rapporto di Politico, il tabloid cinese ha ricordato che secondo il ministro degli Affari esteri italiano “le turbolenze che stanno travolgendo il governo di Mario Draghi minacciano di negare all’Ucraina il supporto militare vitale nella ‘lotta contro la Russia’.
“Dopo che Draghi si è offerto di dimettersi, Di Maio ha affermato che l’attacco a Draghi da parte di Giuseppe Conte, attuale leader del partito del M5S, ‘sta aiutando la propaganda” di Mosca e “l’autocrazia di Putin sulla democrazia”, si legge sul giornale cinese. “Questo è assurdo e un uso irresponsabile dei nemici esterni per disinnescare una crisi interna”, commenta ancora il Global Times.

16 replies

  1. Antica saggezza cinese :come non essere d’accordo . Chi sugerisce a Di Maio queste demenziali eresie visto che non è capace da solo di produrle ?

    Piace a 1 persona

  2. Embè?
    Lui porta le ciabatte al banchiere e tanto basta per avere il telefono che gli squilla affinché conceda una intervista a coloro che adesso lo considerano un grande statista. Fino a ieri ne dicevano peste e corna, oggi i giornali se lo contendono come vediamo.
    Repubblica delle 🍌🍌🍌

    Piace a 3 people

  3. Bazzecole..

    Ci stiamo solo inimicando alcuni vasti mercati indispensabili per la nostra già malconcia economia..

    Tutto immolato in onore del Patto Atlantico. Ci stiamo affogando per compiacere gli usa.

    Piace a 5 people

  4. Forze unite poco coese e il bel Paese ne fa le spese e il Dragone non cinese salvatore atlantista sceso in pista s’è stufato e ha mollato troppo pressato da chi l’ha voluto senz’esser votato mentre il popolo Sovrano come di prassi lo prende nell’an…cora insistono con quel posto che piuttosto che schiodare preferiscono restare dai cittadini a farsi pagare per non fare una sega e vanno avanti e che glie ne frega se qualcuno poi si sbraga tanto c’è sempre chi paga e va avanti il carrozzone con dentro pure qualche coglione tanto sono abituati seppur trombati a finir riciclati sempre ovvio ben pagati perché loro sono l’élite e le masse seppur non stan zitt più di bùùu e tanti beeeee restan fritte buone e zitte abituate e rassegnate alle tante immani cazzate sotto forma di promesse ripetute fino alla morte son sempre le stesse a garantire miglior sorte puntualmente disattese ma che volete dal bel Paese e se le cose vi sembran strane avanti popolo delle banane non mollate e sopportate e più di tanto nun ve la pijate…pijatevela inder…come al solito! :-/

    "Mi piace"

  5. Lezione di democrazia e di politica anche dalla Cina. Piglia, incarta e porta a casa.
    Ormai mi tocca dare ragione a De Luca circa i giudizi espressi sul nostro fortuito ministro degli esteri.
    Ma a De Luca quello di Crozza.

    "Mi piace"

  6. infastidiscono le pressioni delle varie cancellerie ed ambienti europei ed USA
    e i loro “consigli” pelosi,
    ma infastidiscono anche le pressioni provenienti “dall’altra parte”.
    proprio la CINA
    che è molto sensibile (a ragione) ad ingerenze esterne
    si permette di svillaneggiare un ministro della Repubblica Italiana,
    anche se si tratta di un Di Maio qualsiasi.

    "Mi piace"

  7. Di Maio-Renzi-Calenda: come li vedo.bene insieme questi tre per il futuro centro, punto in cui si concentrano tutti quelli che si sono rimangiati gli ideali più volte e quelli che non ce li hanno mai avuti

    "Mi piace"

  8. Ogni pulpito è buono per svillaneggiare Dimma.

    Anche quello che da trent’anni oscura Tienanmen, quello che fa carne da porco ad Hong Kong, quello che fa tabula rasa in Tibet, quello che fa genocidi nello Xinjang, quello che al confronto lo jobacts è il sogno di ogni lavoratore, quello che si prepara a fagocitare Taiwan.

    Dai, siamo seri.

    "Mi piace"

  9. Temo che Di Maio ( che ho sempre difeso quando veniva chiamato “bibitaro”: a me il fatto che da studente lavorasse per non dipendere in toto dai genitori è sempre sembrato un valore aggiuto) abbia fatto tutto da solo.
    Ha capito dove stava il potere e si è accodato. Non è e non sarà nè il primo nè l’ ultimo .

    Per inciso, non amo il servo encomio nè il codardo oltraggio: tutti vanno rispettati. Magari combattuti ma sempre rispettati. Nel bene o nel male rappresentano un Paese. Si chiamino Trump, Biden (che, volendo, ci mette molto del suo, poveraccio…) Putin, Xi, Al Sisi, Draghi, Merkel, Macron…
    Tutti gli stati, nessuno escluso, si sono macchiati ( e continuano…) di nefandezze e di genocidi, quindi non conviene scagliare la prima pietra, potrebbe trsformarsi in un boomerang al primo simple twist of fate.

    Il codardo oltraggio, come il servo encomio, sono da uomini piccoli piccoli… “Sboroni” ( si dice da noi) da tastiera da tastiera.
    Purtroppo la politica, ora, è tutta un servo encomio ed un codardo oltraggio: e ovviamente i cittadini, attizzati da cotanto modello, si adeguano.

    Attenzione anche a dare in giro la patente di tiranno, despota, assassino… potremmo dover essere obbligati a cambiare idea: vedi i recenti casi di Erdogan, Al Sisi … per non parlare di Bin Salman…

    Prudenza, quindi…

    "Mi piace"