Carissimi Conte e Draghi, questa crisi nessuno l’ha capita

Carissimi Conte e Draghi se provaste a chiedere in giro, al bar o in metro (ma dubito che li frequentiate) verifichereste che nessuno ma proprio nessuno ha capito un bel niente di questa crisi. “Che casino!”, è infatti la frase più gettonata. Lo strappo dei 5S è stato sicuramente dettato da ragioni profonde […]

(Antonio Padellaro – Il Fatto Quotidiano) – Carissimi Conte e Draghi se provaste a chiedere in giro, al bar o in metro (ma dubito che li frequentiate) verifichereste che nessuno ma proprio nessuno ha capito un bel niente di questa crisi. “Che casino!”, è infatti la frase più gettonata. Lo strappo dei 5S è stato sicuramente dettato da ragioni profonde, che tuttavia sfuggono al cosiddetto uomo della strada. Il termovalorizzatore di Roma? Via non scherziamo. Quanto a Draghi, un premier che si dimette dopo aver ricevuto la fiducia delle due Camere resta un mistero glorioso, e anche doloroso: non si abbandona il timone della barca con il mare in tempesta. Non sappiamo se si porrà rimedio a questa crisi insensata. E se non sarà possibile, niente paura, si andrà a votare in autunno, dopodiché è probabile che vedremo Giorgia Meloni a Palazzo Chigi e Matteo Salvini al Viminale. Al Pd spetterà il compito di tenere alta la fiaccola dell’opposizione (e dell’antifascismo). Draghi potrà finalmente tornare a fare il nonno. Quanto ai grillini superstiti, dopo essere stati al governo con tutti potrebbero provarci, perché no, anche con FdI. Il giallo si porta bene anche sul nero (che è poi il colore del futuro che ci aspetta).

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

29 replies

  1. Queste destre sono state selezionate e indirizzate da queste sinistre e dai giornalisti, pasciute dai massimi sistemi capitalisti-oligarchici sia USA/UK/Arabia/Israele sia Russia/Cina.

    Piace a 1 persona

    • S’ode a destra uno squillo di tromba, a sinistra sedicente progressista NON risponde uno squillo! Da questa parte sono tutti a corto di fiato! Consiglio come efficace rimedio una bomboletta di BroncoValeas spray! Alias, un decreto legge di immediata applicazione su tariffa minima di 9 euro all’ora per lavoratori precipitati nel nero buio del liberismo anarchico e senza limite alcuno. ScendiLetta la smetta di fare il pesce in barile e/o di parlare come se fosse un anonimo Antani prematurato. Punto

      Piace a 1 persona

  2. Chi semina vento raccoglie tempesta. E il M5S, partorito da Grillo e Casaleggio, e sostenuto e gonfiato per anni nel suo ondivagare dal Fatto di Marco Travaglio & C. ha contribuito parecchio a scatenare questa tempesta.

    "Mi piace"

      • “Pidiota” sarà lei, che come minimo non sa leggere. Chi ha mai scritto che il Pd e altri partiti siano Immuni da responsabilità? Io no di sicuro, che qui mi sono limitata a citare il “contributo” dato dal M5S e da il Fatto a scatenare questa tempesta. E del resto quanto sta avvenendo conferma le mie perplessità e critiche per la degenerazione e decadenza di tutto il sistema dei partiti vecchi e nuovi (M5S compreso), incastrati in un sistema elettorale sbagliato (ma voluto da loro stessi) che mi hanno indotto, dopo una vita di partecipazione, ad astenermi dal voto alle elezioni politiche dal marzo 2018 in poi. Qui nessuno è “superiore”, nemmeno il M5S con la sua pretesa di mandare “affanc…” tutti gli altri e “aprire il Parlamento come una scatoletta di tonno”, invece di riempirlo di persone capaci, competenti, oneste e coerenti. Ha sprecato una montagna di consensi per governare prima con la Lega, poi col PD, poi con Draghi, per ritrovarsi infine in mille pezzi , dopo decine di cambiamenti di casacca. E ora chi l’ha sostenuto cerca di scaricare la colpa solo sugli altri e si piange addosso perchè se si andrà presto alle elezioni vincerà la destra. Qualche autocritica, mai??

        "Mi piace"

      • Io il PACCO 5 STELLE l’ho ormai rimosso d’alleanza coi PIDOCCHI , vera METASTASI del paese (la cosidetta destra AFFARISTA PROVICIALISTA e di SISTEMA MAFIO – MASSONICO manco la considero) tutti comunque fautori di un’entrata in guerra che a noi italiani non riguardava minimamente e si sfracella sulla tanto decantata costituzione, oramai calpestata senza vergogna e
        quotidianamente indifesa da un PDR inguardabile, inascoltabile e mediocre.

        "Mi piace"

    • Il M5s è stato sostenuto dagli elettori. Che nel 2013 gli diedero il 25% e nel 2018 il 33% dei votanti. Alla Signora Magda dispiacerà, ma questo è un fatto, un fatto legato a quella parola inflazionata, usata spesso a sproposito, ma che si chiama democrazia. Una democrazia malata perché se una forza politica, con un consenso così alto, si trova un fuoco di sbarramento così elevato, dal Sistema dei Partiti ( tutti, dal finto centrosinistra al finto centrodestra, ai cespugli centristi), dai Sistemi lobbistici, dai Media, dai Giornali, tutto puzza di Regime. Uno Status Quo inattaccabile. E che il Fatto e Travaglio in primis, unici contro tutto questo ambaradan, abbiano “pompato” il grillismo è una parodia ridicola, degna di chi ama il Sistema antidemocratico, autoreferenziale, immanente e immodificabile. La tempesta, cara Sig.ra Magda, è effettivamente in arrivo. Ma chi l’ha scatenata, questa sorta di tempesta perfetta, sono proprio i nemici del Movimento. Compresi quelli interni, alla Di Maio. E l’errore principale dei pentastellati è stato non capire prima che la “scatoletta di tonno” non andava aperta. Ma buttata via.

      Piace a 3 people

    • Un giornale solo, controcorrente a TUTTA l’informazione associata,
      è riuscito a portare un movimento scalcagnato e di scappati di casa al 33% delle elezioni, e far fuori il più grande PDC con la più grande maggioranza che l’Italia abbia mai avuto.
      ‘Azz
      se è così facile come dice la NONNA con l’elmetto
      quasi quasi ne fondo uno anch’io

      Piace a 1 persona

    • meno male cara magda e probabilmente si trasformerà in tifone, mi auguro che qualche fulmine ti solletichi le natiche, giusto per illuminare un po le tue idee.

      "Mi piace"

      • E lei cosa faceva e cosa fa, e lo sa far bene il suo mestiere, visto che la butta sul personale, che non c’entra niente? Da quello che scrive ora, lei al tempo del fascismo sarebbe stato sicuramente insignito del diploma di squadrista della prima ora.

        "Mi piace"

    • Magdatroll suona meglio. I 5s sono stati massacrati a TV unificate e dalla maggioranza dei giornali, gli stessi che hanno prodotto vagoni di bava per lodare tutto ciò che usciva dalla bocca di Draghi, ma la responsabilità della crisi è dovuta a una delle pochissime testate indipendenti del paese. Lei, da brava troll spara a zero solo su chi dissente dal pensiero unico!

      "Mi piace"

    • Non so perche’ ma quando sento parlare di persone capaci, competenti e coerenti, mi viene un piccolo rigurgito , quasi un conato. Aggettivi profusi a volonta’ da una decina di anni da parte di quei politici per cui la capacita’ e’ quella di intrallazzare, la competenza e’ quella su a chi far arrivare i soldi, la coerenza e’ quella di continuare imperterriti a ignorare le sofferenze ed i problemi degli italiani.
      E’ un po’ come quando Craxi parlava di socialismo o Renzi parlava di riforme e Letta oggi parla di sinistra: la reazione e’ un’allergia istintiva al solo sentire questi termini

      "Mi piace"

  3. Si direbbe che Er Padella non ha capito i motivi della crisi, eppure basterebbe leggere qualche articolo del suo giornale, la gente l’ha capita eccome, quale bar frequenta lui. Il PD è antifascita in patria e filo-nazi all’estero, basterebbe leggere il suo giornale che glielo spiega

    Piace a 3 people

  4. La.domanda che dovrebbe farsi Padellaro è perché Conte abbia aspettato così tanto per fuggire dal governo Draghi. La risposta potrei darla io: aspettava la scissione di DiMaio (che altrimenti sarebbe stata colpevolizzare su Conte) e aspettava il momento/data per cui il ricorso anticipato alle urne poteva essere accettato da tutti i suoi, nella consapevolezza che tanto si voterà comunque nel 2023. Conte secondo me ha giocato bene le sue carte. Spero che il M5S gli stia dietro ed inizino seriamente a pensare alla campagna elettorale di sinistra per aprile mentre gli altri stanno a scannarsi al governo

    Piace a 1 persona

  5. Questa storia dell’unità democratica per ” battere le destre” l’ha inventata Bertinotti che diede una grossa mano a far cadere il governo Prodi. Non attacca più : dopo aver sostenuto Zelensky che, diversamente etnico, tollera i neonazisti nelle Forze Armate ucraine, i nostri ” superdemocratici” a suon di cannonate dovrebbero perlomeno vergognarsi.

    Piace a 1 persona

    • Guarda ho notato da qualche tempo che Padellaro Scanzi e Gomez si sono ammosciati.
      Ho l’impressione che le liste di proscrizione stiano sortendo il loro effetto.

      Piace a 1 persona

  6. Mi dispiace che non l’hai capita, caro Padellaro, perché la matassa non è poi tanto complicata. Draghi se ne stava tranquillo aspettando la chiamata al colle. Mattarello, mattacchione, aveva capito che la politica si era incartata e, voglioso di un secondo mandato, ha incatenato per le palle il drago con il governo di disunita` nazionale. Quando il drago si è accorto del tiro mancino che, oltre a Matta, gli avevano preparato gli altri partiti, non vedeva l’ora di togliersi dalle palle. Figuriamoci se perdeva questa occasione. Adesso proponi al tuo amico tiraglio, che vuole a tutti i costi il drago al governo, di accendere un cero a s. Biden e a santa ursula affinché intercedano e convincono il drago a stracciare le dimissioni. Affinché il movimento delle stalle possa, in quest’ultimo scorcio di legislatura, rifarsi una verginità nonostante “chi pe tanto chi trumbau, torna virgini com’era”(dalla “Ceceide” di Vincenzo Ammira`.

    "Mi piace"

  7. Eh no caro Padellaro, in molti hanno capito, “il Fatto” è che per diverse ragioni di educazione ad esempio, di rispetto, ciò che si è capito non si può mettere nero su bianco senza andare incontro a eventuali querele.

    "Mi piace"

  8. Concordo con Salmi, fino alla scissione formale di Di Maio, Conte non poteva muoversi….probabilmente era a conoscenza di chi fosse Di Maio molto prima di noi, ma era il capo politico del M5S, suo vicepremier, poi ministro ed esponente di rilievo del M5S, sempre appoggiato dal garante/fondatore Grillo. ….una camicia di forza per Conte da cui si sarebbe potuto sottrarre solo rifiutando la proposta/trappola di guida del M5S a febbraio 2021. ….un nuovo soggetto politico a guida Conte nato nel 2021 avrebbe svuotato elettoralmente il PD ed il M5S. ….ma sono intervenuti Grillo e Di Maio, e non per salvare il M5S, da cui Di Maio sapeva di uscire al momento opportuno, ma il PD con cui Di Niente ha un ottimo rapporto, da anni….avete la memoria corta o vi ricordate cosa è successo per le elezioni del PdR?

    "Mi piace"

    • Forte di quel consenso personale e appoggiandosi ai vari Lezzi morra e tanti altri, compreso il Dibba se avesse avuto e ha coraggio, cosa di cui dubito fortemente, resosi conto della trappola se sarebbe dovuto andare da quel covo di serpenti e aver formato un nuovo mv.
      Purtroppo uno il coraggio non se lo può dare e lui coraggio, fino ad oggi non ha dimostrato di averne.

      "Mi piace"

  9. Spiace scriverlo ma è l’articolo più deludente di Padellaro dai tempi dell’invenzione della ruota.
    “Nessuno ma proprio nessuno ha capito un bel niente di questa crisi”?
    Sorvolo sull’inciampo della doppia negazione e consiglio al bell’Antonio un meritato riposo nella frescura.
    Al suo ritorno, nonostante i miei stanchi neuroni, qualche indizio per capire la crisi posso regalarglielo.
    In cambio di un caffè…shakerato!

    "Mi piace"