I Måneskin sono solo il meno peggio di quanto c’è oggi

(di Andrea Scanzi – Il Fatto Quotidiano) – Uno dei tanti problemi dell’epoca attuale è l’ignoranza. Molti non sanno leggere, non comprendono il testo e sono intrisi di analfabetismo funzionale. Questo aspetto drammatico viene acuito dai social, dove vige la comunicazione urlata: o è bianco o è nero. Le sfumature non sono né comprese né tollerate. Non esistono quasi mai lettori, bensì tifosi. Vale per ogni settore: lo sport, la politica, la musica.

Appunto: la musica. Poiché c’è davvero gente convinta che quella di Paky o Achille Lauro sia “musica”, ogni critica viene restituita al mittente dai “gggiovani” con la seguente motivazione granitica: “Okay boomer”. Il rincoglionimento è tale che, se osi asserire che Eric Clapton è appena più rilevante e dotato di Salmo, qualcuno ti dà del passatista. Siamo alla canna del gas (russo) e l’unica soluzione resta il meteorite.

Esaurita questa lunga premessa, è tempo di parlare dei Måneskin. Ovviamente sarà inutile, e le prossime righe – poiché né tutte bianche e né tutte nere – verranno fraintese, manipolate e criticate a caso tanto dai fan quanto dai detrattori. Amen. I Måneskin hanno un successo pazzesco, il loro concerto a Roma è stato l’ennesimo trionfo e se piaci a Iggy Pop e Rolling Stones qualche dote devi averla per forza. Il fatto che una band rock abbia successo, in questi tempi di musica quasi sempre pietosa, è una buona notizia. I Måneskin sono bravi, furbi, efficaci, vagamente impegnati, appena appena di rottura e costituiscono – nel panorama postatomico attuale – un apprezzabile meno peggio. Non sono certo loro quelli da attaccare e bombardare. Dunque lunga vita. Al tempo stesso, chi li tratteggia come fenomeni assoluti o si accontenta con una certa facilità o non conosce la storia della musica. La recensione più calzante dei Måneskin l’hanno data i Porcupine Tree. Un gruppo di talento raro, che però (tanto per cambiare) non tutti conoscono. Il loro leader, Steven Wilson, ha ben fotografato l’epoca attuale: “La musica di oggi è TikTok, è contenuto social. Come fai a fare musica in 15 secondi? Noi non ci riusciamo. Ci sono delle nuove band, ma il rock ha fallito nel reinventarsi per troppo tempo. È ormai diventato virtualmente invisibile nel mainstream, dove l’urban è completamente dominante, ed è diventato un genere di culto, come è successo al jazz nella seconda metà del Novecento”. Puro Vangelo, come direbbe Kit Carson. Wilson ha poi recensito la band italiana lanciata da X-Factor e Manuel Agnelli: “I Måneskin? Sono terribili. Certo è fantastico per l’Italia ed è sempre positivo quando una band fa conoscere ai ragazzi chitarre e batterie. Vorrei solo che fossero un po’ meglio. Per chi è cresciuto sentendo i Led Zeppelin, i Pink Floyd o i Black Sabbath, ascoltare gruppi come i Måneskin o i Greta Van Fleet e prenderli seriamente è dura perché sono una copia scadente di quel che erano gli altri. I Måneskin sono molto meglio dei Greta che sono una specie di versione boy band degli Zeppelin, ma non sarebbe bello se arrivasse qualcuno di un po’ più creativo e ispirato?”.

A parte l’uso eccessivo della parola “terribili”, condivido ogni parola. I Måneskin non sono né disastrosi né geniali. Sono un apprezzabile meno peggio in una fase storica musicalmente stitica e involuta. Un gruppo derivativo in tutto, che sa stare sul palco ma che non inventa nulla (e che del resto neanche ne ha la pretesa). Una “discreta cover band che fa inediti”, se permettete l’ossimoro. Ripeto: lunga vita. I cortei, però, li farei per ben altre realtà artistiche. E se ho voglia (sempre) di rock ascolto gli originali. Mica le copie (per quanto dignitose).

39 replies

  1. I Maneskin hanno fatto una cover “Beggin'” dei Four Seasons che in USA è più conosciuta dell’originale e di ogni eventuale cover precedente; le ho ascoltate tutte e la loro versione è una vera bomba, la migliore. Quindi bravi, furbi, efficaci, appunto, mica genio e sregolatezza piuttosto professionalità e disciplina, non si drogano, non si ubriacano, vanno a letto presto e si alzano presto per lavorare, vestono grandi griffe che fanno a gara a vestirli, e si sanno muovere sul palco da star consumate. Non ci sono segreti

    Piace a 1 persona

    • gentma CARMEN, vedo che tu te ne intendi. Hai capito che è tutto un business e una serie di trucchetti per accalappiare degli ingenui che credono che quella sia “musica” . Io strimpello un po’ di pianoforte ed ascolto da Mozart a Thelonius Monk. TI DO UN CONSIGLIO GRATUITO. PROVA AD ASCOLTARE(MAGARI CON QUALCUNO CHE TI AIUTI NELLA COMPRENSIONE) I CLASSICI (DA BACH A DEBUSSY E VERDI E DA ARMSTRONG A MILES DAVIS). NE TRARRAI VERO GODIMENTO. IN CUOR TUO RINGRAZIERAI DEL CONSIGLIO. TE LO DICE UNO CHE DA RAGAZZINO AVEVA COMINCIATO COMPERANDO I DISCHI DI ELVIS PRESLEY E DEI PLATTERS (COMUNQUE ROBA “ALTA” RISPETTO A QUELLA DI OGGI) E POI HA CERCATO DI EVOLVERSI SEMPRE PIU’.

      "Mi piace"

      • Consiglio semplicistico, si puo’ sempre capire la musica che sia la Sinfonia di Gorecki o i Maneskin, a differenza di chi coltiva pregiudizi dall’alto dei suoi gusti irrigiditi negli scomparti generazionali, sgridazzando in maiuscolo consigli con la convinzione di chissà quali levature. Buona giornata

        "Mi piace"

    • X Carmen:

      chiamali come ti pare ma sono POLLI D’ALLEVAMENTO.

      Non rockers.

      Polli.

      E gente come te non se ne rende ancora conto.

      FUCK PUTIN mi raccomando 😀

      "Mi piace"

    • GENTILE MANU, QULACHE VOLTA MI VIENE PERFINO DA PENSARE CHE PUTIN ED IL FILONE ANTIOCCIDENTE HANNO RAGIONE.

      "Mi piace"

    • GENTILE MANU, QUALCHE VOLTA MI VIENE PERFINO DA PENSARE CHE PUTIN ED IL FILONE ANTIOCCIDENTE HANNO RAGIONE. tI DO UN CONSIGLIO SPASSIONATO : CHIEDITI CHE SIGNIFICA “AGGIORNARSI”. CONSIGLIO CADUTO NEL VUOTO ?

      "Mi piace"

  2. “Che pena che fa questo gruppo di giovani stupidi. Conformisti, intrappolati nel successo, purissima plastica, perfetti rappresentanti di una generazione di imbecilli, incapaci persino di comprendere le circostanze storiche che hanno portato alla guerra in Ucraina. Tanto, se sei rock, puoi essere superficiale, accontentarti degli slogan, e sopratutto non dare fastidio al Dipartimento di Stato USA. Poverini, non hanno capito niente del mondo, ma tanto, siamo rock, giusto?, basta usare la parola “fuck” e tutto il resto passa in secondo piano. L’ignoranza, la falsa coscienza, l’ideologia americana, la spazzatura al posto del cibo”. E va be’.

    L’ex cantante del Piccolo teatro degli orrori a proposito dei Mannaggiaskin.

    Piace a 2 people

    • GENTMO SPARVIERO: CHE COSA AGGIUNGERE ? PERO’ IO TI CONTESTO QUANDO SCRIVI “Poverini, non hanno capito niente del mondo”. fORSE HANNO CAPITO TUTTO, ALMENO DI Q U E S T O MONDO. MA LA COLPA NON E’ LORO . E’ DEI MASSMEDIA CHE PORTANO 70000 FANTOCCI AI COSIDDETTI CONCERTI.

      "Mi piace"

      • La definizione è del cantante del Piccolo teatro degli orrori.

        Anche io dissento lì: loro hanno capito BENE come funziona il mondo dei soldi e del successo.

        La parte ‘ribelle’ della loro vita l’hanno fatta quando erano all’asilo, evidentemente.

        Poi li hanno messi a X-Factor e tutto s’é aggiustato.

        "Mi piace"

    • infatti, Scanzi ci campa proprio con queste disfunzioni.

      sui social propone lo svilimento aggressivo di un qualunque ragionamento politico,
      ad esempio veicolando info-grafiche (di altri) gradite agli AF.

      "Mi piace"

    • Ti piace vincere facile eh?

      Aggiungerei anche Two minuts to midnight degli I. Maiden, che sicuramente parlavano in maniera più approfondita del rischio nucleare del ‘mr Fuck Putin’ romano.

      Piace a 2 people

  3. Direi che la musica è figlia dei tempi in cui si produce,molte volte li precorre ,in altri si accomoda e li accompagna.
    Siamo noi invece che scegliamo di quale musica essere figli e di quale possiamo tranquillamente farne a meno.
    È anche cambiato il metodo di acquisto:saro’ boomer ma per me non ha prezzo andare a comprare i dischi in negozio,invece che scaricarli.
    Poi in sostanza….chi ai Maneskin,chi a Eddy Vedder…

    Piace a 1 persona

  4. Qualche anno fa, Elton John andò a Sanremo.
    Sullo stesso palco, chi prima chi dopo, Clementino, Lorenzo Fragola, Valerio Scanu, Irene Fornaciari e altri scappati di casa.
    La musica italiana è in coma da un bel pezzo.

    "Mi piace"

  5. Sentire Scanzi atteggiarsi a esperto di musica rock mi manda ai matti.

    Alice in chains stasera….il Selvaggio Lucarelli mi ha fatto deprimere

    Piace a 4 people

  6. I Maneskin non è che non siano bravi, è che sono polli d’allevamento. Al posto della ribellione del rock, hanno tutto incorporato per piacere a chi ha il potere.

    Per questo dicono ‘fuck Putin’ per dire NO alla guerra.

    Dicessero Fuck Biden e W Assange, ma non lo fanno.

    Quindi, sono polli d’allevamento, tirati su a talent show e Sanremo.

    E nessuno sano di mente può dire che hanno tutto ‘sto successo perché sono bravissimi o perché sono l’unico gruppo rock del mondo.

    Cosa avevano di meno gli Afterhours del ‘babbo Manuel’? Cosa avevano di meno i Marlene Kuntz?

    Vogliamo parlare del rock ‘vero’ e di come non se lo filano nel media mainstream?

    Quante volte è stato citato il nuovo disco degli Iron Maiden, per esempio?

    Quanti conoscono in Italia i Null Positiv o i Ramhstein?

    Strano vero, che questi 4 bamboccetti abbiano avuto subito una turnee negli USA con 22 concerti, e che in un anno hanno fatto più grana di Agnelli in 30 anni e rotti di attività.

    Per chi non le consocesse, le Burning Witches, complesso rock femminile svizzero:

    Per chi non sapesse chi sono i Null Positiv:

    Per chi si fosse perso l’ultimo disco degli Iron Maiden:

    "Mi piace"

    • Infatti un Roger Waters inizia i suoi concerti con il filmato di Danni Collaterali ,altra pasta ,nemmeno da mettere sul piatto del confronto a questo bambolotti.
      Chi è veramente contro la guerra lo fa da una vita e nessuno gli mette in bocca un nome o uno slogan

      "Mi piace"

  7. Rage against the machine-band Californiana si fecero arrestate a wall street per concerto improvvisato…contro élite finanziaria.
    Altro che questi 4 pagliacci con il fuck facile
    A migliaia di km dalla Russia

    "Mi piace"

  8. I maneskin fanno schifo ma non è colpa loro.
    Si adattano perfettamente al decadente mondo in cui viviamo.
    Tutta forma e zero sostanza.
    Il fatto che siano apprezzati da vecchiacci incartapecoriti come i rolling stones è solo una conferma del livello infimo dei maneskin.
    In parole povere il nulla più assoluto con migliaia di fans ancora più disperati di loro che li idolatrano.

    "Mi piace"

  9. Certo che si parla di un fenomeno musicale, e delle ragioni che lo rendono tale, e si risponde con John Lennon e Led Zepelin, ma comprendere il ragionamento o aggiornarsi un attimino no eh

    "Mi piace"

  10. nON DICO ESSERE GRANDI MUSICISTI, MA CAPIRE SE UN PEZZO è IN TONALITA’ MAGGIORE O MINORE E CIO’ CHE COMPORTA ESPRESSIVAMENTE L’UNO E L’ALTRO MODO, NON SAREBBE MALE , ALTRIMENTI POSSIAMO PARLARE DELLE CAPRIOLE CHE FANNO SUL PALCO, MA ANCHE LI’ C’E’ DI MEGLIO : ALLORA PREFERISCO I GINNASTI OLIMPIONICI. E POI CI SI MERAVIGLIA DELLA POLITICA (DEI SEDICENTI “DIRIGENTI”DI PARTITO E DEL GREGGE DELLìELETTORATO COSIDDETTO “ATTIVO”.

    "Mi piace"

  11. In realta’ al momento i Maneskin hanno dimostrato di essere funzionali alla musica (?) di oggi, dove l’aspetto visivo conta molto piu’ delle 7 note. Inoltre che siano apprezzati o no dai Rolling Stones conta relativamente, anche perche’ sono spesso le case discografiche che decidono chi e’ di supporto alla star principale di un concerto. Comunque il business dominava la musica anche negli anni ’60 ed musicisti avevano anche allora un certo conformismo nel loro modo di presentarsi, di vestirsi e di atteggiarsi. Quello che e’ cambiato radicalmete e’ la modalita di diffusione della musica.

    Detto questo, sono comunque contento che 4 ragazzi italiani possano vivere il sogno di essere una star.

    Aggiungo, che senza pregiudizi, bisogna vedere se effettivamente musicalmente hanno stoffa. Al momento hanno soprattutto eseguito delle cover. I due brani successivi a Begging sono stati 2 mezzi flop dal punto di vista commerciale, almeno negli Usa e UK.

    Aspettiamo, per chi ne ha voglia, ancora un paio di album e vediamo se oltre all’immagine c’e’ anche della buona musica.

    "Mi piace"

  12. Ho 63 anni e sono cresciuto a pane e Musica, Rock in primis. La mia generazione ha vissuto l’epoca d’oro, quella in cui oltre al fenomeno della ribellione, della provocazione e della sperimentazione si impose un Rock, quello poi definito progressivo, che voleva coniugare Bellezza, Armonia, Melodia e Innovazione. L’unico Rock “colto”, fatto da artisti che spesso venivano dal Conservatorio, e che amavano anche la Musica Classica. King Crimson, Gentle Giant, Yes, Van der Graaf Generator, Caravan, Camel, Genesis etc. etc. Anche in Italia si produsse grande Musica, con Band di valore come PFM, BdMS, RdM, Osanna, Orme e altri minori riscoperti anni dopo ( Museo Rosemback e Campo di Marte su tutti). Dico questo perché negli anni ’90 una sola Band ha rappresentato al meglio ( fino al 2010) quella cultura, evolvendola, con Album spettacolari ( li ho tutti). E sono proprio i Porcupine Tree. Quindi per me quello che dice Steve Wilson è cassazione. I Maneskin sono terribili…per i veri cultori del Rock. Sono bravini, sia chiaro, rispetto alla mondezza musicale imperante, sono tanta roba. Ma sono costruiti e propagandati a tavolino. Quando e se finirà la sbornia che ha demolito le nuove generazioni in fatto di gusti e cultura musicale i Maneskin avranno lasciato una traccia modesta. P.s. Io il 24 ottobre andrò a Milano a vedere il ritorno, dopo 12 anni, dei PT. Altro pianeta.

    "Mi piace"

  13. Guardiamo un attimo un gruppo rock di italiani che non hanno avuto in 30 anni di successo quello che hanno ottenuto loro grazie ai MAGGICI TALENT SHOW che ti aprono lo star system, specie se poi ti metti a 90° rispetto all’ideologia imperante negli USA: obbedire a comando contro la Russia.

    Marlene Kuntz: l’uscita di scena, 2003

    L’ape regina, 1997:

    Ovviamente per i microcefali che applaudiscono il fuck Putin queste canzoni sono chiedere troppo, no?

    "Mi piace"

    • IO SELEZIONO PER QUALITA’, NON PER ANNO. AD ES. PAOLO CONTE MI PIACE ANCHE SE LA REGISTRAZIONE E’ DOPO IL 1999 E COMUNQUE DOPO QUELL’ANNO, C’E’ , ALMENO NELLA MUSICA LEGGERA, MOLTO POCO , (E CERTAMENTE NON CI SONO I MANESKIN)

      "Mi piace"

  14. Caro Scanzi… e sticazzy? Al netto del fatto che io non sappia manco chi siano sti quattro dementi di cui parli, ma hai scritto le solite sciocchezze retoriche, e alla fine non ti sei oggettivamente esposto più di tanto, come sempre fai ormai in qualità di immenso paraQ-lo.
    Scemo te, ma ancor più scemo io che ti ho voluto leggere, perdendo tempo ancora una volta parecchio assai in più. 😂

    "Mi piace"