La Raggi, la mafia e il sistema

(Tommaso Merlo) – Roma brucia tra cumuli di spazzatura maleodorante. Già, il problema non era la Raggi, era la mafia che la Raggi stava combattendo. Il problema è un sistema marcio che non si vuole arrendere. La Raggi fu eletta a sorpresa anche perché la mafia spadroneggiava da anni in Campidoglio. Mentre i “grandi” sindaci del passato si pavoneggiavano a vanvera, la città veniva sommersa da cloaca morale e materiale. I primi tempi il sistema si limitò ad ignorare o ridicolizzare quella giovane donna, la vera persecuzione iniziò quando venne miracolosamente eletta. La vecchia politica rancorosa e la disinformazione lobbistica, la presero di mira per il semplice fatto di essere estranea al sistema e quindi rappresentare una minaccia. Per anni l’hanno attaccata per ogni inezia sbattendola in prima pagina e trascinandola addirittura in tribunale. Qualunque cosa succedesse a Roma era colpa della Raggi mentre le sue piccole e grandi vittorie venivano puntualmente sminuite. Manipolazione politica e disinformazione di massa. Un sistema ben rodato intento ad impedire ogni cambiamento. Con gli enormi debiti ereditati dai “grandi” sindaci del passato e tutto il sistema politico e mediatico contro, la Raggi non ha potuto fare miracoli. Anche perché invece di venire aiutata nel suo tentativo di girare pagina votato dai cittadini romani, la Raggi è stata sistematicamente boicottata. Politicamente, burocraticamente, mediaticamente. Alla faccia della volontà popolare. Ma del resto i sistemi usano i cittadini, mica li servono a meno che non gli convenga. E quando emergono alternative, i sistemi o le attaccano frontalmente come fatto con la Raggi oppure le riassorbono come fatto con gran parte del fu Movimento. L’unico vero interesse del sistema, è la propria egoistica sopravvivenza. I primi tempi tutto il Movimento si stringeva a difesa della Raggi. La sua vittoria a Roma aveva preceduto quella nazionale e pochi più di Virginia incarnavano i cittadini in politica. Per la sua sobrietà, la sua originalità, ma anche integrità e coraggio. Contro le mafie, contro i prepotenti fascistoidi, contro il vecchio marciume politicante e affaristico. Non è certo un caso se la Raggi è stata tanto massacrata dal sistema e allo stesso tempo così amata nel fu Movimento. Ma poi le cose sono cambiate. I dirigenti movimentisti han cominciato a scimmiottare i politicanti che volevano cacciare fino a diventare peggio di loro. Son cominciati le tattiche e le manovrine di corridoio. Le frasi fatte, i distinguo. Fino a farsi riassorbire dal sistema. Fino a perdere pezzi e trasformarsi in uno pseudo partito che vagheggia apparentamenti col Pd, uno dei suoi nemici storici e sulle cui ceneri partì l’ondata movimentista. Una deriva suicida coincisa con le comunali capitoline e a cui la Raggi non poteva starci. Maledetta coerenza. Ed ecco il festival delle ipocrisie partitocratiche che ha portato Gualtieri in Campidoglio a mani basse. Tra il sollievo della vecchia politica, gli applausi della disinformazione lobbistica e i brindisi delle mafie e dei prepotenti. Evviva. Torna la cloaca. Già, la Raggi e tutto il fu Movimento sono stati un tentativo pacifico e democratico di cambiare un paese marcio e in declino. Tutto qui. Ma dato che al sistema non conviene cambiare alcunché, si è messo di traverso. Massacrando ogni alternativa o riassorbendola. Fino ad avere la meglio. Ed eccoci qui. Altro che cambiamento radicale, penosa restaurazione anni novanta. Il tutto alla faccia della volontà popolare che infatti si è eclissata. Oggi vedere una donna come la Raggi in un partitino leaderista che insieme al Pd sostiene un governo come quello Draghi, fa male al cuore. Lei come Di Battista potrebbero ancora giocare un ruolo importante per aiutare a mettere insieme i cocci del fu Movimento. Se infatti la vecchia politica e le mafie sono ancora lì, lo è anche l’ansia di cambiamento dei cittadini. E più risoluta e consapevole che mai. Un’ansia che attende solo qualcuno che l’aiuti a ritrovarsi attorno ad un progetto politico nuovo e ripartire dopo l’ennesima delusione. Salvando quello che ha funzionato e imparando dagli errori. Il tempo è galantuomo. A Roma come nell’Italia intera si vive tra roghi mafiosi e spazzatura maleodorante. Cloaca morale e materiale. In molti lo stanno capendo. La Raggi e tutto il fu Movimento non erano il problema, ma una grande opportunità di cambiamento purtroppo sprecata. Il vero problema è un sistema marcio che non si vuole arrendere. Ieri come oggi. A Roma come nell’Italia intera.

53 replies

  1. I romani hanno votato Gualtieri, e hanno persino preferito Calenda alla Raggi. I politici li eleggono i cittadini, quindi i cittadini non si lamentino se le cose non cambiano. Avevano un’alternativa, per di più Raggi aveva provato che il cambiamento era possibile. Mo’ ci teniamo quello che abbiamo. E guarda caso adesso la magistratura si muove, la CEI reclama una Roma migliore per il giubileo, etc etc. ….

    Piace a 4 people

  2. Sto ascoltando radio tre,si parla dei problemi di Roma, si pontifica su tutto ma quasi nessuno nomina il nuovo sindaco,ci fosse stata la Raggi sai bel capro espiatorio, avrebbero dovuto tenerla solo per questo…

    Piace a 5 people

  3. Ho smesso di ascoltarla Radio3, tanto alti alcuni interventi degli ascoltatori quando infimo il livello dei giornalisti, con i soliti mantra, le solite parole d’ordine, il bassissimo livello di conoscenza delle tematiche di cui trattano ergendosi a arbitri morali e materiali.

    Piace a 2 people

  4. Sul movimento si sono accaniti al massimo, e ancora non hanno smesso anche se è irrimediabilmente morto, perchè era pericolosissimo per loro.
    Non gli è bastato ammazzarlo, fanno anche trascinare a terra il cadavere per le vie del paese, perchè sia di monito a tutti.

    Ma se il movimento è nato è perchè la popolazione è al limite della sopportazione, dopo esser stata tenuta in sonno per decenni col benessere (ben-avere in realtà), ora man mano che questo viene meno si rialza.

    E quando la popolazione si sveglia e si muove, tutta l’energia che ci è voluta per paralizzarlo si libera, e tutto il tempo che ci vuole perchè si muovesse ci vorrà per rifermarla.

    Sarà una rinascita sociale, ma attenzione, prima di ogni rinascita c’è una morte.

    Piace a 1 persona

  5. salto di qualità, bus a fuoco, sterpaglie ed autodemolitori a fuoco, una concessionaria con piazzale pieno di auto nuove no. Ah si, mancano i chip per le parti elettroniche, quindi fiamme molto limitate poco fumo che non si nota. Ottima maniera per smaltire parti costose da riciclare. Sicuramente saranno salvi i polmoni dei mandanti e piromani. Nemmeno un cinghiale allo spiedo si rimedia. Romani, il rubicone è distante, ma tirate ugualmente il famoso dado. Il pd vi ha fornite le biciclette, mò pedalate. Consolatevi, stesso mal….

    https://heracomm.gruppohera.it/casa/mobilita-sostenibile/hera-e-bike,

    Piace a 3 people

  6. @Caterina Piretti

    Il motivo è semplice:
    Il partito attualmente con maggiore consenso è fdi e si trova alla opposizione (anche se farlocca); il (fu) m5* , invece, è il partito arrivato primo alle ultime elezioni. Draghi non può tollerare di averli entrambi contro. Non gliene frega nulla se il movimento si dissangua.

    "Mi piace"

    • Adesso però non è più il primo gruppo parlamentare per cui la capacità di interdizione è diminuita. Però furbacchione non mi hai risposto alla seconda domanda. Se Giuseppe è così insignificante perché Dragoncello ha chiesto all’infame di scaricarlo? E se Dragoncello ha avuto l’ardire di chiedere una cosa simile quale livello di confidenza hanno i due furboni?

      Piace a 2 people

      • Ok, che non sia più il primo gruppo parlamentare è un fatto che riguarda i numeri nel palazzo. Nulla può togliere che il (fu) m5* è arrivato primo nel 2018. Questo è scolpito.

        Per quanto riguarda il resto: credo si tratti di un grumo di incognite che sta disorientando parecchi elettori, cioè il triangolo grillo-draghi-conte e i loro rapporti. O meglio, dove intendono arrivare, fino a quale limite o traguardo. Perché draghi vorrebbe fare fuori politicamente conte?
        Il banchiere è abituato ad essere installato e avere tutte le leve di comando a disposizione, senza intralci; inoltre, se il (fu) m5* fa il mansueto, è pacifico che continuerà a perdere fette importanti di consenso.
        Draghi deve livellare tutto a filo di mediocrità, questo è il suo incarico.

        "Mi piace"

      • D’accordo con te che il suo scopo sia livellare tutti alla mediocrità. Giorni fa su you tube ho visto un video dove un cronista parlamentare spiegava che i senatori 5Stelle sono tutti con Conte e sono disponibili a sfiduciare il governo sul decreto aiuti e diceva anche che gli iscritti alla piattaforma Russeau stanno tempestando Grillo di insulti e maledizioni perchè è lui che frena per convenienza e non per convinzione.

        Piace a 2 people

      • Non è mr. tentenna brancaleon giuseppi detto il bradipo penultimatum a far paura, anzi, l’avvocato è parte integrante dell’organizzazione a delinquere targata PD
        A far paura sono le istanze del mv5s che sono nella mente di milioni di italiani, ma soprattutto che il Dibba decida di resuscitarlo, questa è la vera paura,

        "Mi piace"

      • Ma tu pensi veramente che sia Mister Tentenna etc. etc. a frenare? E Grillo che frena per motivazioni economiche. Grillo è il proprietario del simbolo se Conte e i parlamentari strappano Grillo toglie loro il simbolo e buonanotte.

        Piace a 2 people

      • @Caterina Piretti
        buongiorno
        Mr. Tentenna e il grillo parlante sono due semi dello stesso zucchino, ambedue hanno ricevuto ordini perentori ( Ciro ) ( PD ) per distruggere ciò che resta del mv5s, non si spiega altrimenti.
        Un leader, se così vogliamo definire mr.tentenna, fosse tale avrebbe inviato il grillo a spigare e si sarebbe fatto il suo partituccolo, così non è dimostrando senza ombra di dubbio essere quel che realmente è, un agente liguidatore.

        "Mi piace"

      • Può essere come dici tu non lo metto in dubbio. Può darsi che Conte si rompa e formi un altro partito oppure che sia il liquidatore dei 5Stelle. In questo caso ho l’impressione che tutti e due dovranno camminare per molto tempo con le spalle rasenti il muro.
        Per quanto riguarda Di Battista, che mi piace, è quello stesso che in campagna elettorale disse che in 10 minuti si poteva bloccare il Tap salvo poi accorgersi che per recedere si doveva pagare una penale di 20 miliardi di euro facendo imbestialire i pugliesi che gli avevano creduto.

        Piace a 2 people

      • @Caterina Piretti
        Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova». Agatha Christie”

        "Mi piace"

      • Io ero e sono a favore del TAP e meno male che si è realizzato altrimenti anche la bicicletta sarebbe un lusso, questo per dire che nessuno è perfetto, neppure il Dibba,
        Per quanto riguarda gli indizi che mr.tentenna è un agente liguidatore incaricato dal PD abbiamo prove provate dell’amore viscerale tra i due, compleanni, feste, stime di simpatie, affari comuni, vedi l’endorsement di mr.tentenna verso Gualtieri a sindaco di Roma, liste congiunte con i pdioti, permanenza ad oltranza nel governo dei migliori, avvallare fiduce per la demolizione di provvedimenti targati mv5s,
        Alla luce di questi indizi potremmo tranquillamente auspicare ad una condanna all’ergastolo dei colpevoli.

        "Mi piace"

      • Io non critico Di Battista perchè è contro il Tap dico solo che prima di fare delle promesse è meglio informarsi. Per quanto riguarda il resto sappiamo da una vita che Conte è a favore del campo largo (lo è ancora?) e per quanto riguarda le feste e festicciole potrebbero essere pubbliche relazioni? Per le fiducie magari era d’accordo anche lui ma io sono convinto che dietro ci sia Grillo. Però se dovessi ragionare con il tuo metro di giudizio dato che Di Battista si fa editare i libri da Mondadori debbo pensare che sia amico di Berlusconi.
        Ti faccio notare che alle regionali in Emilia Romagna io ho messo la croce sul simbolo del M5S e un’altra croce su Bonaccini. E il cosiddetto voto disgiunto ma non per questo mi sento un traditore o rinnegato.

        Piace a 1 persona

    • in realtà potrebbe facilmente tollerare di averli contro, ma tenendo dentro il M5S continua a dissanguarlo, che è proprio il motivo per cui l’ha voluto nel governo.

      "Mi piace"

    • Ognuno di noi è dotato di libero arbitrio,
      Io non avrei mai e poi mai votato un pdiota, infatti se non fosse nato il mv5s avrei evitato di perder tempo nel recarmi ad un seggio elettorale,
      Oggi, visto i risultati, sto riflettendo e sicuramente voterò per il peggiore schieramento possibile, ma mai per un bradipo mr.tentenna eterno penultimatum, prima ci autodistruggiamo meglio sarà.

      "Mi piace"

      • Caterina Piretti
        No no nient’affatto, ostinarsi a voler fare diventare dei venditori di pentole degli ottimi politici equivale a lasciare il pollaio aperto affinché le volpi ne possano profittare, lo possiamo vedere giornalmente, e lo vedremo meglio tra qualche mese visto che seminando vento si raccoglie tempesta,
        Come recita l’adagio: servono moltissimi gonzi affinché i furbi prosperino, e in Italia almeno un milioni di furbi vivono di politica molto ma molto ben retribuiti, promettendo miracoli e non facendo un bel niente.

        "Mi piace"

  7. Persio Flacco
    Ti angosciano le politiche governative? La crisi sociale e occupazionale fanno crescere la tua frustrazione? Ti senti destabilizzare dai venti di guerra e dall’incombente crollo della economia?
    Perché accade tutto questo, ti stai chiedendo?
    La risposta è dentro di te, ma è sbagliata. (cit. Quelo).
    Mi è tornata alla mente questa perla di saggezza di Quelo (Corrado Guzzanti) seguendo di striscio le fibrillazioni della politica italiana, che fibrilla sempre ma non schiatta mai, purtroppo.
    L’Azione di Calenda, il “campo largo” di Letta, il nuovo partito di Giggino ‘a pultrona, le missive di Conte a Draghi, ecc. ecc.
    E come sempre, in vista della campagna elettorale prossima ventura, si ricomincia a parlare di “alleanze per governare” e di future “maggioranze di governo”.
    Bon, se anche voi, sparuti e confusi lettori, vi state chiedendo quale composizione di alleanze tra partiti, e quali maggioranze parlamentari, sarebbero le più adeguate a farci uscire dai guai, e nella vostra mente ha già preso forma una risposta, senza nemmeno sapere quale sia mi tocca citare Quelo: la vostra risposta è sbagliata.
    E’ sbagliata perché la avete cercata e trovata all’interno di una concezione sbagliata dell’ordinamento costituzionale e del sistema democratico, nei quali non esistono i concetti di “alleanza di governo tra partiti” e di “maggioranza parlamentare di governo”.
    Non esistono in quanto sono concetti incompatibili sia con la Costituzione sia con la democrazia. E se voi continuerete a dargli credito continuerete a rimanere passivamente prigionieri di questo incubo-farsa che è la politica italiana, perché la gabbia è dentro di voi. 🙂

    "Mi piace"

  8. Guarda caso tutti questi incendi proprio quando si ragiona di termovalizzatore. Che ovviamente – comunque la si pensi a riguardo – si fa più vicino. Anzi, diviene “inevitabile”, pure lui.

    Piace a 1 persona

    • Esatto Carolina: l’ho pensato al primo incendio….ma per non fare la solita complottara NoVax me s’o stata zitta….

      "Mi piace"

  9. Intanto il “pazzo” Putin piano piano taglia il gas.
    E per fortuna che era “alle corde”. Ma noi teniamo duro. Si fa per dire. Moriremo per il Dombass, ma da eroi.

    Piace a 1 persona

  10. Stanno scadendo i vaccini che abbiamo acquistato in sovrappiù.
    Quarta dose per tutti, e subito… Linee guida… E vai!!!

    "Mi piace"

    • Curiosando qua e là
      Forse interessa

      Non c’è/c’era il COVID.. Gli autori disinformano. Tenendo presente che Sinovac e Sinopharm, (cinese vaxes) e SputnikV, (russo), sono virus morti SICURI/virus morti derivati ​​dal filamento ed è molto improbabile che siano stati deliberatamente caricati con sostanze KILLER.

      Non c’è nessun virus… solo una proteina spike prodotta in laboratorio.

      L’identità del virus: le istituzioni sanitarie/scientifiche in tutto il mondo “non hanno registrazioni” di isolamento/purificazione da SARS-COV-2. Dott.ssa Christine Massey, dicembre 2021.

      L’avvocato statunitense, il dottor Francis Boyle, che ha redatto i regolamenti sulla guerra biologica. ha prove che Harvard U Chem. Dip. Dr. Charles Lieber & Oz. L’Health Dept ha aiutato i Wuhan Labs nel progetto per creare la proteina spike dell’arma biologica, in cui sono incorporati i codici HIV.

      Un falso test è stato utilizzato per creare una demic Scare-scam.

      Il dottor Kary Mullis, inventore del test PCR ha affermato che il suo test identifica solo filamenti di DNA da Hep. e varie Influenze, e che il test NON è MAI stato inteso come strumento diagnostico.

      Gli studi statunitensi della dott.ssa Elisabeth Eads hanno rilevato che il test PCR fornisce il 97% di falsi positivi.

      Il test rapido dell’antigene dà un falso negativo del 40%! (Produttore danese). 3 kit di test rapidi contengono sodio azide, una sostanza chimica che si trova negli erbicidi e, agenti di controllo dei parassiti,

      NOTA!! L’OMS il 20 gennaio 2021 nella sua Direttiva n. 202005 ha dichiarato che il test PCR NON ha VALORE.. questo sostituisce il consiglio del 20 gennaio 2020 di eseguire il test PCR.

      FDA e CDC hanno sospeso l’autorizzazione all’uso di emergenza del “test” della PCR il 31 dicembre 2021 dopo aver ammesso di non essere in grado di distinguere tra COVID e influenza.

      Una volta creato il panico, alla popolazione spaventata potrebbe essere facilmente iniettato in massa grafene, AIDS e iniezioni senza etichetta cariche di proteine ​​spike.

      3.9.22. Le iniezioni di Pfizer hanno 1291 effetti collaterali, secondo i dati rilasciati dalla FDA con un’ordinanza del tribunale. La FDA non ha richiesto il rilascio di dati per 75 anni!

      Video: ossido di grafene: una sostanza tossica nella fiala del vaccino mRNA COVID-19? Di Ricardo Delgado e Prof Michel Chossudovsky Global Research, 19 gennaio 2022.

      Università di Almeria. Spagna. Nov 2021. Rilevazione del grafene nei vaccini COVID mediante spettroscopia Micro-Raman… Prof Pablo Campra.

      Scienziato/med. di ricerca sul grafene austriaco Il dottor Andreas Noack è stato assassinato dopo aver rilasciato la sua prova del grafene nelle iniezioni di 4 mRNA e descrivendolo come “lame di rasoio nel sangue che uccideranno tutti coloro che lo prendono”.

      Dr. Vladimir Zelenko. Le iniezioni di mRNA HANNO L’AIDS!

      Lo studio svedese 2.28.22 ha dimostrato e confermato che l’mRNA nelle iniezioni Pfizer/BioNTech Covid si infiltra nelle cellule e trascrive il suo messaggio sul DNA umano entro 6 ore, alterando il nostro stesso DNA

      Dr. Sucharit Bhakdi, le autopsie dimostrano che l’arma biologica Vax ha causato attacchi autoimmuni e morte. (Sulla base di 70 autopsie eseguite dal principale patologo tedesco, il Prof. Dr. Arne Burkhardt).

      Il vaccino del Prof Igor Chudov Pfizer, preso una volta, cambia in modo permanente il DNA delle cellule colpite… Il DNA trascritto dal vaccino mRNA Pfizer contiene cellule cancerose gp130 mutanti. 28,2,22

      Giornale di epatologia. Epatite immuno-mediata con il vaccino Moderna.. confermata.

      Brghteon. Spettacolo della dottoressa Jane Ruby. Incredibili prove di diagnosi di cancro nel jabbed, tumori che esplodono nel potenziato. 2.15.22.

      Notizie sull’impatto sulla salute. 2.6.22. 38.983 morti e 3.530.362 feriti a seguito di colpi di COVID nel database europeo come funerale di massa per i bambini morti dopo che il vaccino Pfizer si è tenuto in Svizzera.

      "Mi piace"

  11. Ringrazio Tommaso Merlo per aver ricondotto la vicenda di Roma alla realtà delle cose e per avere restituito alla povera Raggi il merito che si merita per tutto quello che ha provato a fare, avendo tutti contro!

    "Mi piace"

  12. Orbene: a portar pene nella più che no_strana ben si_strana politica italiana e pur oltre vicini e lontani confini, il real problema, a stabilire lo schema, son le sirene. Non quelle della polizia che magari qualcuno se lo portasse via, bensì quelle della mitologia che per mandarle via il prode Ulisse evitando di ascoltarle le sconfisse. Le stesse che al dolce suon di promesse di potere, denaro ed altre provocanti chimere, ammaliano da sempre chi appizza ben le orecchie ed in porco pronto al gioco sporco in politica si butta e poco importa se la propria Patria, con i suoi cittadini, n’esce distrutta…quel che conta son i quattrini che dalla losca tresca s’intasca chi ci casca alle lusinghe delle Circi maghe e portan beghe che districar divien in ver si ardua impresa ma a lor signor non frega un caxxo e pensan solo a far la spesa.e giocar tutti a rubamaxxo.

    Piace a 2 people

  13. Non si preoccupi, @Cagliostro, anche senza le sue “ricerche” alla stragrande maggioranza di noi inoculati è stata sufficiente la “performance” del preparato per averne a sufficienza.

    "Mi piace"

  14. Secondo me più che del movimento ( probabilmente,come dicono molti,ormai morto) si preoccupano dei quasi 12 milioni di persone che lo hanno votato: sanno che quella voglia di cambiamento potrebbe trovare altri ( di Battista? lo stesso Conte? un altro Carneade?) a guidarla, per questo stanno facendo di tutto,nonostante dicano il contrario, per incrementare l’astensione,meno saranno a votare più riusciranno a incanalare il voto verso i soliti noti (persone e partiti)

    "Mi piace"

  15. Segnalo:

    https://ilmondo-rivista.it/2022/07/11/maxi-incendio-roma-valori-diossine-oltre-il-limite/

    Roma brucia e Roma affoga: se non si diminuisce il consumismo e si ottimizzano le linee di produzione, razionalizzando e compiendo scelte strategiche volte alla sopravvivenza sana di pianeta e umanità non se ne esce più! E invece i nostri capoccioni pensano solo a fare buchi da riempire di rifiuti e di morti per malattie generate proprio dal sistema…..e intanto i malati di cancro nei pressi delle discariche e delle centrali crescono, si propagano, e crepano.

    "Mi piace"

      • Ho letto con interesse, ma il mio livello evolutivo non è così alto e consapevole da permettermi di guardare a questi argomenti con null’altro che un interesse letterario/antropologico.
        Sicuramente, partendo da una semplice base di istinto, posso condividere alcuni convincimenti relativi alla ciclicità del tempo umano e alla necessità di individuare un senso complessivo tale esperire, non casuale.
        Rileggerò ancora, per cogliere ciò che a una prima lettura mi è sfuggito.
        Bella la speranza che ne rimane “dopo il quale un cataclisma cosmico investirà la posizione del globo e l’aspetto del cielo, e poi la posizione dell’asse dei poli, per dare di seguito luogo a “Nuovi Cieli” e a una “Nuova Terra”, dimora prima di tutto paradisiaca di una nuova umanità che sarà diretta dal Manu del nuovo Manvantara”.”…ma la chiusa della venuta del Cristo la trovo riduttiva.
        Non ritengo che la vita possa trovare compimento nell’interpretazione esclusivamente antropocentrica….secondo me è questo che ci impedisce un salto evolutivo.
        In ogni caso, anche non credendo come me, uomini illuminati, come ad esempio Falcone, hanno sempre identificato il tempo umano e i suoi fenomeni come cicli con un inizio e una fine.
        Sicuramente sperare che la tirannide abbia fine e si passi a un’età evolutiva che ci porterà a un mondo nuovo consente di non tagliarsi le vene in questi giorni bui….
        Grazie Gatto. Voli alto….come un gatto egizio provi a condurre le anime…io sono zavorrata ma ci provo da tutta la vita.

        "Mi piace"

      • Discorsi molto complessi da affrontare in poche righe. Ti posso solo dire che è l’evoluzione che ti frega, nel senso che le dai tu (che è poi quello corrente…), cioè di “miglioramento indefinito”. Questa è una delle più gravi derive semantiche che i termini hanno acquisito, in quanto, evoluzione, non significa altro che “Svolgimento, sviluppo graduale e completo.” e riporta sempre alla ciclicità e non rettilineità degli avvenimenti.

        Da questa prospettiva, anche la venuta del Cristo acquisisce un senso che con non ha nulla da spartire con un’interpretazione antropocentrica.

        "Mi piace"

      • Ok. Quindi non devo pensarlo come il Cristo cattolico tratteggiato dal Concilio di Nicea…ma di una figura che porterà a compimento il ciclo evolutivo.
        (Per sintesi estrema…)
        Proverò a rileggere.

        Sono appena andata a prendere una copia di
        “De Umbris Idearum”….ora parto per questo viaggio!

        Guenon lo sto leggendo a tratti….fatico.

        Buona serata Gatto, e grazie.

        "Mi piace"

      • Esatto!
        Il Concilio di Nicea gli ha solo dato una forma particolare per adattarlo alla condizione spazio-temporale nella quale, la nuova tradizione ortodossa, doveva innestarsi per essere più facilmente assimilata dalla cultura della popolazione di quella precisa area geografica e di quel preciso momento storico in poi. Dopo di che, dalla legittima esclusività si è passati all’esclusivismo integralista, e da qui sono iniziati i problemi, non tanto antropocentrici, ma cattocentrici.

        "Mi piace"

  16. Chi ha impedito ai romani di votare la Raggi? Il M5S correva da solo, nessuna alleanza con nessuno, eppure la Raggi è arrivata quarta dopo Calenda! Inutile parlare di sistema, di boicottaggio, di criminalità, di corruzione, clientelismo, ecc, ecc se i cittadini non corrono a votare esponenti politici ed amministrativi come la Raggi, preferendo astenersi, evidentemente nella cloaca ci campano bene! Forse il vero sistema da abbattere, impresa difficile se non impossibile, è quello incistato nella capoccia degli italiani. ….

    Piace a 1 persona