Poltronari per il nostro bene

Da un mese e più le meglio menti del Partito del Freezer – quelli che vogliono comandare “al riparo del processo elettorale” (Monti) – s’affannano a trovare un modo di perpetuare Draghi dopo Draghi, persino in assenza del soggetto: una summa di questi pourparler è uscita domenica su La Stampa […]

(di Marco Palombi – Il Fatto Quotidiano) – Da un mese e più le meglio menti del Partito del Freezer – quelli che vogliono comandare “al riparo del processo elettorale” (Monti) – s’affannano a trovare un modo di perpetuare Draghi dopo Draghi, persino in assenza del soggetto: una summa di questi pourparler è uscita domenica su La Stampa a firma del direttore Giannini (“La road map anticrisi”). Una ricostruzione che – non essendo stata smentita né da Chigi né dal Quirinale, come pure sarebbe stato doveroso – ci permettiamo di prendere seriamente . Riassumendo: prima o poi bisogna votare e siccome tutto sta andando a ramengo, non è detto che il benedetto astensionismo faccia vincere il Partito del Freezer e il suo leader naturale (Enrico Letta). Certo, il caos dopo il voto sarebbe perfetto per far tornare Draghi, ma quello ha detto che non se la sente. E allora, intanto va messa in sicurezza “la roba”. Mossa 1: stiracchiare la legislatura fino al limite e fissare le urne tra fine maggio e inizio giugno. Questo consentirebbe all’attuale governo, in carica per gli affari correnti, di nominarsi i vertici di Eni, Enel, Leonardo, Terna, Poste, Enav e Consip, che vanno rinnovati entro giugno 2023 (con tanto di avviso di sfratto a mezzo stampa ai manager di società quotate: “In carica ne resterà uno solo: Descalzi”). Mossa 2: il mandato di Ignazio Visco in Bankitalia scade a ottobre, dopo il voto, quindi perché non farlo dimettere (“per lui ci sarebbe un’exit strategy in Goldman Sachs”) e scegliersi subito il successore? Sarebbe Mattarella, scrive Giannini, il più convinto sostenitore di questa ardita soluzione. Mossa 3: Paolo Savona in Consob scade nel 2026, ma va cacciato e allora si pensa a una riforma dell’Autorità di Borsa per far decadere l’anziano presidente (e tanti saluti ai mille peana sull’indipendenza di Bankitalia e delle Authority). Il tutto al fine di far blindare a un governo scaduto – prima che dal deserto arrivino i tartari – “poteri e poltrone che contano e conteranno nei prossimi anni”. Se questo fosse un progetto del governo polacco di Marius Draghynski a Bruxelles starebbero già attivando le clausole sullo stato di diritto, qua non gli puoi neanche dare dei poltronari da quattro soldi perché alla fine lo fanno solo per il nostro bene, no?

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

3 replies

  1. Che personaggetti vergognosi ! Si fottono i soldi delle tasse che paghiamo pure per respirare ! Prima che poi è meglio il partito della totale astensione, visto che im questo paese non ci sono mai stati rivolte! Perché a furia di rubare per costruire ville com piscine e vigne! Danno la mollica ai piccioni

    Piace a 1 persona

  2. SIAMO TUTTI FOTTUTI!- Viviana Vivarelli.

    Avevamo bisogno di un personaggio forte e deciso che contrastasse Draghi andando all’opposizione, che non votasse i suoi continui tremendi decreti, o che almeno usasse la forza dei numeri del Movimento, che nel 2018 era davvero molto grande, per patteggiare col Governo minacciando di farlo cadere e che fosse davvero “l’avvocato del popolo” che difendeva i nostri diritti e il nostri futuro. E invece nulla di questo è accaduto.
    Conte si è rivelato un debole senza palle che ci ha venduti al peggior capo di Governo esistente, arrivando a ordinare la fiducia più di 230 volte a delle decisioni orribili che ci hanno straziato, in combutta con Grillo che è stato il traditore numero 1.
    E non valgono a niente le difese insensate dei suoi fan, che ostinatamente continuano a decantare i passati successi, che nessuno può mettere in dubbio, rifiutandosi però di vedere la crisi attuale, come fossero ciechi e ottenebrati nel cervello.
    Insomma qui stiamo facendo la fine della Grecia per colpa di traditori o senzapalle e qualcuno vuole ancora trovare degli alibi o delle scuse per giustificare questa rovina che ormai la maggioranza (7 milioni!) di elettori del M5S vedono benissimo per cui hanno smesso di votare???
    Io non ce la faccio ad accettare tanta stupidità e tanto masochismo! E non ce la faccio più ad accettare il comportamento debole e remissivo di Conte che ha fatto votare il peggio del peggio, rovinandoci tutti.
    E anche questa lettera di ieri di richieste giustissime non accompagnata però dalla minaccia forte e dura di uscire dal governo risulta ormai una inaccettabile pagliacciata, tanto più che, mentre Draghi, fingeva di ascoltare Conte, passava l’ennesima fiducia che i 5 stelle governativi stavano votando per l’ennesima volta.
    Questo teatro degli orrori deve finire!
    E’ un anno e mezzo che c’è chi dice “Non è il momento di far cadere il Governo”! La cosa è di una stupidità abissale. Se non è mai il momento di passare all’opposizione, più passerà del tempo e più il M5S perderà pezzi e l’Italia tutta andrà in rovina e più rischiamo di avere un Draghi bis.
    Siamo l’unico Paese europeo che non ha una opposizione e dunque non ha una democrazia e non ha una speranza che l’opposizione vada al governo.
    E ogni giorno che passa, per colpa di Grillo e Conte, la situazione va sempre peggio. Ma c’è ancora qualche insensato che lo nega rivangando le glorie del passato. Il passato è passato. Il presente è ora.
    Qui non si tratta di fare il tifo come allo stadio. Si tratta di salvare il Paese. Invece, tra astensionisti, vigliacchi, poltronisti e fanatici ridicoli e fuori di testa quello che si vede è solo rovina.
    E ora, per colpa di tradimenti e debolezze, siamo tutti fottuti!

    Piace a 1 persona

  3. In una democrazia matura, chi governa governa , naturalmente con i dovuti contrappesi .e chi sta all’opposizione , vigila sul governo.
    Passati 4/5/6 anni sono gli elettori che decidono se chi ha governato merita la riconferma , oppure è il momento di cambiare.
    Siccome noi non siamo una democrazia matura, il nostro sistema elettorale è fatto in modo da non permettere nessun cambiamento..
    Per questo motivo sempre meno gente va a votare.

    "Mi piace"