Fine Covid? Mai

(Daily Mail) – Secondo gli scienziati dell’Imperial College di Londra, i malati di Covid che si sono infettati con la variante Omicron possono contagiarsi nuovamente. I ricercatori sostengono che Omicron e le sue varianti potrebbero spiegare perché nel Regno Unito i casi di Covid sono più alti del previsto.

Studi precedenti avevano scoperto che il contagio da Covid forniva una certa immunità contro la reinfezione, ma l’ultima ricerca indica che questo non succede con la variante Omicron.

Spiega il professor Danny Altmann del Dipartimento di Immunologia e Infiammazione dell’Imperial College: «Il messaggio è un po’ cupo. Omicron e le sue varianti sono ottime per le scoperte ma pessime nell’indurre l’immunità, quindi otteniamo reinfezioni fino alla nausea e una forza lavoro gravemente esaurita. Non solo può sfondare le difese del vaccino, ma sembra lasciare pochissimi dei segni distintivi che ci aspetteremmo sul sistema immunitario. È più furtivo delle varianti precedenti e vola sotto il radar, quindi il sistema immunitario non è in grado di ricordarlo».

I ricercatori hanno cercato di capire perché le persone si reinfettano con Omicron. Hanno raccolto quindi campioni di sangue da operatori sanitari del Regno Unito che sono stati vaccinati tre volte e con diversi modelli di infezione da Covid per comprendere l’immunità degli anticorpi, delle cellule T e B.

La ricerca ha scoperto che tra coloro che erano stati vaccinati tre volte senza infezione pregressa, Omicron ha fornito un potenziamento immunitario contro le varianti precedenti come alfa, beta, gamma e il ceppo ancestrale originale, ma praticamente nessuno contro Omicron stesso.

Anche i malati di Covid colpiti per la prima volta durante la prima ondata del virus e poi di nuovo con Omicron non hanno alcuna immunità, una tendenza etichettata dai ricercatori come «smorzamento immunitario ibrido».

22 replies

      • Scusa Blatta, e quando sarei cambiato? Saresti tu e questi fenomeni e la figura emmerda che hanno fatto (e non mi riferisco al jingle…) ad aver capito qualcosa di Covid?

        "Mi piace"

      • X Gatto?

        ”’Non solo può sfondare le difese del vaccino, ma sembra lasciare pochissimi dei segni distintivi che ci aspetteremmo sul sistema immunitario”’

        PUO’ SFONDARE LE DIFESE DEL VACCINO.

        Non ti vaccini, ti ammali, muori, ricordiamocelo, no?

        "Mi piace"

  1. Ma permane il green pass…
    In compenso niente più mascherine, per non parlare delle folle oceaniche anche nei palazzetti e tutti sudato in discoteca.
    Dato che distanziamento e mascherine ben indossate sono state le uniche cose che fin dal principio certamente rallentavano il contagio, che si fosse vaccinati o meno, si tolgono proprio quelle.
    Risultato? Virus che circola indisturbato e che muta.
    Ergo, fine pena mai, ma intanto si tolgono dalle scatole tanti scomodi vecchiacci.
    E in Autunno, nuovo vaccino “immunizzante”, nuova “immunità di gregge” e nuovo obbligo, ovviamente.

    "Mi piace"

  2. La Spagnola è definitivamente scomparsa. E senza vaccini.
    Riguardo al vaccino per l’influenza annuale si fa una scelta di tipo probabilistico che riguarda i ceppi isolati più di recente e non sempre ci si prende. Inoltre l’efficacia è circa del 60% tenendo conto che nella popolazione anziana la risposta anticorpale è assai meno puntuale ed il fatto che può non esservi corrispondenza tra il virus contenuto nel vaccino e quello circolante ( varia quindi di anno in anno).
    Promettere, come è stato fatto, una risposta precisa ed immunizzante dai vaccini anticovid ed addirittura prescriverne l’ obbligo per tutti è stato un errore ( spero consapevole ma accettato data la situazione) che ha ridotto grandemente la fiducia dei cittadini nella scienza, e questo costituirà un grave problema per il futuro.
    Quindi mascherine e distanziamento.
    Quello che mi stupisce è che non siano state avviate puntuali ricerche sui nuovi materiali per questi presidi: sono ancora quelli di decenni fa.
    Come mai, con tutti i nuovi materiali leggerissimi e performanti che si sperimentano in giro?
    Vogliamo pensare male (i vaccini fanno guadagnare di più e hanno anche altri “scopi”?).
    Chissà.

    "Mi piace"

    • “Promettere, come è stato fatto, una risposta precisa ed immunizzante dai vaccini anticovid ed addirittura prescriverne l’ obbligo per tutti è stato un errore ( spero consapevole…”: speri consapevole?

      "Mi piace"

    • Quello che dice Carolina a me sembra vero,però la scienza non ha bisogno della fiducia degli italiani;la scienza non si presenta alle elezioni,semmai il marketing che sfrutta la scienza perderà consenso a causa della risvegliata consapevolezza dei consumatori italiani di medicinali.Alla scienza non interessa niente di quello che pensano gli italiani,e per fortuna direi.

      "Mi piace"

      • Non te ne avere a male, ma a me non interessa proprio un cazzo di un cazzo di niente di quello che dice la Scienzah, e ancor meno di quello che dici tu che vale ancor meno di un cazzo di un cazzo di niente! E per essere chiari, giusto perché qualcuno non si senta offeso, frega una straminchia di niente pure degli ItaGliani né “della risvegliata consapevolezza dei consumatori italiani di medicinali”.

        Adesso vai a mettere il cero nuovo sotto il tempietto votivo dei cantori di Jingle, ché si sta per spegnere. Su, àndale…

        "Mi piace"

  3. Spero consapevole. Se non lo fosse stato… saremmo in grossi guai.

    Però nel frattempo l’OMS si dà da fare: occorre cambiare il nome al “vaiolo delle scimmie” perché discriminante nei confronti dell’Africa.
    A parte il fatto che le scimmie non sono certo solo in Africa, comincio a pensare che Putin abbia una qualche ragione a pensare dell’Occidente quello che pensa…

    "Mi piace"

    • Quindi tu ritieni che l’errore fatto consapevolmente, di guai non ne abbia portati, o perlomeno in maniera meno grave che se fosse stato inconsapevole, giusto?

      ‘Mazza oh: questi ci pisciano addosso e ci dicono che piove, ma tutto sommato non possiamo lamentarci.

      Qui non si può nemmeno più dire la famosa frase: “potrebbe piovere”!

      "Mi piace"

  4. Fine mai,altro giro ,stesso regalo.
    GP o SGP per fare qualunque cosa,per chi ha tre dosi verrà fatto scadere il certificato a 9mesi dall’ultima puntura,tutti gli altri si affrettino e i novax di nuovo sulla graticola.
    Ciò è stato e sarà,perché ce lo meritiamo.

    "Mi piace"

  5. @?
    Io spero sempre che se e quando si fanno errori ( da parte di chiunque) siano consapevoli, almeno in parte. Altrimenti, dato che chi ci comanda ce lo dobbiamo tenere, ci sarebbe ben poco da sperare per il futuro…

    "Mi piace"

    • Ma che vuol dire che siano (almeno in parte) consapevoli di sbagliare? Il movente di tale atteggiamento dicasi MALAFEDE! Tu vuoi forse dire che AMMETTANO nel caso, dopo aver agito, di AVER SBAGLIATO: questa attitudine chiamasi CORRETTEZZA, che è tutta un’altra storia…

      Appurato ciò, escludendo cioè la malafede (‘na parola, ma facciamo finta che…), mi offriresti la scelta tra l’IGNORANTE (se ha sbagliato in una certa misura, lo è in proporzione…) e l’IMBECILLE? Queste scelte le lascio volentieri a te e a tutti gli itaGliani di buona fede. Il sottoscritto fa a meno dell’uno come dell’altro, ché vorrebbe essere LASCIATO IN SANTA PACE e non essere obbligato a sottostare ad alcunché concepito dall’IGNORANTE come dall’IMBECILLE.

      L’ho ripetuto un miGliardo di volte: non è questione di vaccino sì, vaccino no, vaccino forse, ma di OBBLIGO o NON OBBLIGO. Sul mio corpicino né Einstein, né Odifreddi, né “cattivi scienziati”, né tantomeno i cantori di Jingle possono avere il benché minimo diritto di poterne disporre a piacimento, secondo le loro paturnie scientifiche.

      Il grosso, il vero, il drammatico problema di tutta indistintamente la scienza moderna (a maggior ragione delle tecniche, ché, bisogna ricordarlo, la medicina ne fa eminemtemente parte, altro che scienza, puah…) è puramente epistemologico. La scienza moderna è letteralmente una SUPERSTIZIONE e la peggiore anche, che ha creato una legione di, senza mezzi termini, folli più o meno consapevoli, da una parte e di pesci boccaloni che la seguono come le paperette seguono la madre, dall’altra.

      "Mi piace"

  6. Lei di sentirebbe più sicuro con qualcuno che qualche volta sbaglia essendone consapevole o qualcuno che non ci prende mai per imbecillità?
    Non posso pensare che un Bassetti o un Pregliasco mi dicano che una FFP3 indossata correttamente non serva contro un virus respiratorio! E ce lo dicevano anche all’inizio della pandemia…

    "Mi piace"

    • Ripubblico qui, ché ho sbagliato posizione…

      Ma che vuol dire che siano (almeno in parte) consapevoli di sbagliare? Il movente di tale atteggiamento dicasi MALAFEDE! Tu vuoi forse dire che AMMETTANO nel caso, dopo aver agito, di AVER SBAGLIATO: questa attitudine chiamasi CORRETTEZZA, che è tutta un’altra storia…

      Appurato ciò, escludendo cioè la malafede (‘na parola, ma facciamo finta che…), mi offriresti la scelta tra l’IGNORANTE (se ha sbagliato in una certa misura, lo è in proporzione…) e l’IMBECILLE? Queste scelte le lascio volentieri a te e a tutti gli itaGliani di buona fede. Il sottoscritto fa a meno dell’uno come dell’altro, ché vorrebbe essere LASCIATO IN SANTA PACE e non essere obbligato a sottostare ad alcunché concepito dall’IGNORANTE come dall’IMBECILLE.

      L’ho ripetuto un miGliardo di volte: non è questione di vaccino sì, vaccino no, vaccino forse, ma di OBBLIGO o NON OBBLIGO. Sul mio corpicino né Einstein, né Odifreddi, né “cattivi scienziati”, né tantomeno i cantori di Jingle possono avere il benché minimo diritto di poterne disporre a piacimento, secondo le loro paturnie scientifiche.

      Il grosso, il vero, il drammatico problema di tutta indistintamente la scienza moderna (a maggior ragione delle tecniche, ché, bisogna ricordarlo, la medicina ne fa eminemtemente parte, altro che scienza, puah…) è puramente epistemologico. La scienza moderna è letteralmente una SUPERSTIZIONE e la peggiore anche, che ha creato una legione di, senza mezzi termini, folli più o meno consapevoli, da una parte e di pesci boccaloni che la seguono come le paperette seguono la madre, dall’altra.

      "Mi piace"

  7. Sono d’accordo con lei, la parola “obbligo” (messa in atto solo da noi, ad esempio il Parlamento tedesco ha immediatamente bloccato la sola idea… il nostro?…) ricorda tristi pregressi. E non è servito ad alcunchè – nei fatti – se non a creare un precedente di “sottomissione” che verrà certamente nuovamente sfruttato in un lontano futuro e dividerci tra noi in “buoni e cattivi” ( anche questo sta tornando comodo: Putiniani versus Bideniani) ed aumentare l’ odio sociale che sempre conviene fa a chi si trova a governare senza essere in grado , per mille motivi, di farlo democraticamente.

    Ora i 100 euro carpiti a pensionati e disoccupati vecchi e poveri ( nessun “rappresentante in Parlamento” per loro: ) che magari non si sono mai mossi di casa, vengono a fagiolo anche per l’ invio di armi, mentre vengono continuamente sollecitati gli assembramenti scomposti di ogni genere, e pare che la mascherina alla Maturità sia il principale problema dei nostri giovani e del nostro Paese.
    Del resto, dopo la Lorenzin ( dal curriculum illuminante: da Forza Italia al… PD: il potere è Dem, meglio intrupparsi…) e i suoi millanta obblighi unici al Mondo, la prova generale era già stata fatta. E noi zitti… siamo o non siamo i Migliori?
    Si è ben visto…

    "Mi piace"

  8. Purtroppo questo… ambaradan… ha creato un precedente gravissimo: già nel nostro Paese di Scienza si è sempre parlato ( e capito) poco: troppo complicato, ora purtroppo presunti “scienziati” ( in realtà burocrati con in tutta evidenza tanto tempo libero, voglia di apparire e politicamente connotati ) ci hanno messo il carico da novanta con la loro malafede (ignoranza?) , supponenza, il qui-lo-dico-qui-lo-nego, e le loiro indegne baruffe e comparsate, per altro ben pagate da noi contribuenti.

    La scienza ( in senso lato) procede per tentativi ed errori, non per Fede e Verità. E’ tutto il contrario di una Religione, alla Scienza non dobbiamo “credere” dobbiamo cercare di capire , studiando incessantemente. Questo non significa essere “terrapiattisti” , come sprezzantemente ci vuol far credere chi, anzichè studiare h24 per tutta la vita proprio per fare quel lavoro, passa la giornata sui media a farsi pubblicità: al contrario, esercitare il dubbio come metodo è proprio ciò che la scienza fa e che ci sollecita – quella vera – a fare.
    Ricordandoci sempre che, in fondo in fondo, “after the first death there is no other” : in campana quindi…

    "Mi piace"