Zelensky a Porta a Porta: “Non riconosceremo mai la Crimea russa”

(ilmessaggero.it) – «Per quel che riguarda le trattative con la Russia, la questione si complica ogni giorno perché ogni giorno i russi occupano villaggi, perché molte persone hanno lasciato le loro case, sono state uccise dai russi e vedo tracce di torture e uccisioni. Questo complica molto la possibilità di condurre trattative, vogliamo che capiate che la nostra società è molto pacifica, da otto anni volevamo fare una trattativa. Io sono pronto a parlare con Putin, ma senza ultimatum». Lo ha detto il premier ucraino Volodymyr Zelensky intervistato da Bruna Vespa a Porta a Porta. «Non credo che Putin riuscirà a salvare la faccia», ha aggiunto. 

«Non vedo tutta questa differenza tra la posizione europea e quella americana. Siamo tutti uniti sull’obiettivo di ripristinare l’integrità territoriale dell’Ucraina, ma senza forze armate ucraine potenti la base delle trattative con la Russia non sarà potente». Ha detto il premier ucraino. 

«Noi non dobbiamo cercare una via d’uscita per la Russia. So che Putin voleva portare a casa qualche risultato ma non lo ha trovato. Proporre a noi di cedere qualcosa per salvare la faccia del presidente russo non è corretto da parte di alcuni leader, non siamo pronti a salvare la faccia a qualcuno pagando con i nostri territori, non penso sia una cosa giusta», ha sottolineato Zelensky. «Sono molto grato a Mario Draghi e felice che l’Italia abbia adottato le sanzioni europee. Credo che questi passi, anche nell’ambito del turismo, sono stati molto forti. So che sono bloccati conti degli oligarchi russi per un valore di circa 1 miliardo, e sono grato all’Italia per questo passo».

«Non ho mai parlato di riconoscere l’indipendenza della Crimea, non la riconosceremo mai come parte della Federazione russa». Lo ha detto il premier ucraino Volodymyr Zelensky intervistato da Bruno Vespa a Porta a Porta. «Anche prima della guerra – ha aggiunto – la Crimea aveva autonomia, ma è sempre stato territorio ucraino. Noi abbiamo detto che siamo pronti a parlare con la Russia. Ora non possiamo deliberare una decisione sulla Crimea perché c’è la guerra, la lasciamo da parte se ostacola l’incontro e credo che questa proposta sia stata giusta».

Categorie:Cronaca, Media, Mondo, Politica

Tagged as: , , ,

27 replies

  1. Cedere cio che non è mai stato suo (la Crimea) ?Dipende dall’ora del giorno, dal tempo metereologico e soprattutto dal pupazzaro che lo fa muovere e parlare.

    Piace a 3 people

  2. Intanto beccati questa, “pagliaccio di sangue” (cit): “Kherson chiede l’annessione alla Federazione russa”.
    Anche lei. Ma dev’essere ” perché ogni giorno i russi occupano villaggi, perché molte persone hanno lasciato le loro case, sono state uccise dai russi e vedo tracce di torture e uccisioni.”
    Sì, sicuramente è per quello… anche perché loro non vedono la nostra tv, non leggono i nostri giornali e non sentono tutte le caxxate che tu e loro sparate a raffica.

    Piace a 2 people

    • @Anail ma non ci stanno raccontando dal 24 febbraio che l’Ucraina sta ottendo una vittoria schiacciante contro gli imberbi invasori stupratori di donne e bambini? Avevo capito che il contributo in armi e intelligence, di europei e americani, stava realizzando gli intenti revanscisti di Zelensky!
      Mi sbaglio?

      Piace a 2 people

      • A voglia…!!!
        Se senti le opinioni della popolazione, NON TAGLIATE, come quelle della tipa uscita dall’Azovstal o delle persone intervistate da Rangeloni o della ragazza incinta di Mariupol, è tutto un altro mondo…
        Hai visto la sfilata del 9maggio di Mariupol?
        Questo per quanto riguarda gli “invasori stupratori di donne e bambini”, in attesa degli spiedi con cui li arrostiscono.
        Ma poi, se stanno tanto stravincendo, che cos’è tutta questa continua e impellente richiesta di armi? E com’è che queste, poi, finiscono ai russi?
        E com’è che i territori in mano ai russi aumentano, sulle cartine, nonostante la controffensiva di Kiev, tanto sbandierata dai vari generali in vendita?

        Piace a 2 people

    • X Anail/Liana ed Elena:

      Qualcuno che non abbocca alla propaganda esiste ancora in parlamento (modello Gronchi rosa, ma per quel che vale..):

      Barbara Lezzi
      5 h ·
      Insieme ad altri colleghi del gruppo CAL, abbiamo presentato una mozione in cui si chiede al governo di interrompere l’invio di armi e di promuovere una conferenza di pace.
      Abbiamo chiesto che venisse calendarizzata entro la giornata di domani ma la proposta è stata bocciata dalla maggioranza.
      I ripensamenti sull’invio di armi da parte di tutti i leader che parlano sui media sono FALSI.
      In definitiva, tutti giocano con il Premier e si proteggono a vicenda facendo il gioco delle tre carte.
      Sono profondamente amareggiata. I cittadini non si prendono in giro in questo modo.
      Non si fa.

      Piace a 1 persona

      • Molto probabile anzi certo che non solo gli Us si arricchiranno con tutte le armi , il mercato nero in ucraina è già diventato all ordine del giorno , a chi venderanno sto sovraccarico di armi ? Visto che gli aiuti alimentari sono già in vendita ? Intanto dimenticare la miseria e il sangue lasciato dagli interventi della Nato , il braccio armato …

        "Mi piace"

      • Gli USA hanno fatto sempre grande solo una cosa: la Mafia; dove non esisteva l’hanno creata e pasciuta, dove esisteva l’hanno messa a capo dei governi.

        "Mi piace"

  3. E durante tutto questo proclama, qualche ospite presente nell’immaginifico parterre de roi di Vespa ha fatto qualche timida obiezione alla narrativa?
    Qualche domandina?
    Non ricordo un capo di uno Stato in guerra così attivo su social, tv, tribune politiche e parlamenti di mezzo mondo…. Chissà Churchill che ne avrebbe detto di questo manchurian president?

    Un dubbio atroce mi assale: chissà perché non minacciano di chiudere il talk di Vespa?

    Piace a 2 people

    • Facendo zapping/gimcana ho intravisto Vespa e un imprecisato compare armati di lunghe bacchette, in mancanza di righelli, davanti ad una maxi mappa di guerra dell’Ucraina ed evidentemente in orgasmo per la supposta riconquista del Lugansk da parte di Kiev.
      Mi sono precipitata sui tasti del telecomando.
      Uomo stron2o non avrai il mio scalpo.

      Piace a 1 persona

      • @Anail Vespa si eccita con i plastici, specie se si riferiscono a delitti efferati, e con le bacchette, specie se indicano cartine di guerra. La sera poi, sicurante con la bacchetta si fa frustate le chiappe…..magari si veste pure da nazista ucraino…

        Piace a 1 persona

      • Lo immagino benissimo… Fa parte della terna “Vespa, Ferrara, Gramo” che si innamorano delle figure autoritarie del momento. Sicuramente ora sbava per il comandante del battaglione Azov…

        "Mi piace"

      • Vespa !! Chissà? Avrà tanti santi in paradiso o molte informazioni , o forse è un ” bavo “presentatore e pessimo scrittore ( tanto non li scrive lui ) chissà??uno dei tanti misteri italiani tipo…

        "Mi piace"

    • Vespa !! Chissà? Avrà tanti santi in paradiso o molte informazioni , o forse è un ” bavo “presentatore e pessimo scrittore ( tanto non li scrive lui ) chissà??uno dei tanti misteri italiani tipo…

      "Mi piace"

  4. vogliamo che capiate che la nostra società è molto pacifica, da otto anni volevamo fare una trattativa. Io sono pronto a parlare con Putin, ma senza ultimatum»

    Capito? Vogliono che ‘capiamo’, non che sappiamo la verità. L’Ucraina pacifica che arresta e reprime i dissidenti, blogger, giornalisti, quando non li ammazza, bombarda il Donbass da 8 anni, ha il battaglione Azov, Pravy Sektor e Svoboda.

    "Mi piace"

  5. E’ vero che ‘sto Zelenskyy sta alla frutta, apparire da Vespa come un Grillo qualsiasi. credo che questo momento segni l’inizio del tragico declinio, come quello gia’ in stato di avanzata decomposizione etica di chi si affida alle pattumiere del Web, pensando di aver scoperto delle pepite d’oro.

    La deriva mentale da passeracei di fronde di mirto a palmipedi senza stagno.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...