L’asse Niente-Nulla

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Abituata a un presidente che stringe la mano a nessuno, la stampa americana non s’è accorta della visita di Draghi a Biden, spacciata da quella italiana come un evento storico. Repubblica: “Il patto della Casa Bianca”, “L’Italia ponte sull’Oceano” (non si sa quale, visto che ci affacciamo più modestamente sul Mediterraneo). Stampa: “Draghi-Biden: patto per […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

32 replies

  1. L’asse Niente-Nulla

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Abituata a un presidente che stringe la mano a nessuno, la stampa americana non s’è accorta della visita di Draghi a Biden, spacciata da quella italiana come un evento storico. Repubblica: “Il patto della Casa Bianca”, “L’Italia ponte sull’Oceano” (non si sa quale, visto che ci affacciamo più modestamente sul Mediterraneo). Stampa: “Draghi-Biden: patto per Kiev. Il vertice rafforza l’asse transatlantico”. Sole 24 Ore: “Asse di ferro. Biden e Draghi: uniti sull’Ucraina”. Foglio: “Successo dell’incontro”, “Formidabile allineamento”. Dei contenuti si sa poco: ne ha parlato solo Draghi nella solita conferenza stampa senza domande, tipo Lavrov, mentre Biden gli ha negato quella congiunta (concessa a Scholz e persino al premier greco). Ma Palazzo Chigi ha diffuso le migliori perle dei due Grandi nella sala ovale. Tenetevi forte.

    Draghi: “Molti in Europa si chiedono anche: come possiamo mettere fine a queste atrocità? Come possiamo arrivare a un cessate il fuoco? Come possiamo promuovere dei negoziati credibili per costruire una pace duratura? Al momento è difficile avere risposte, ma dobbiamo interrogarci seriamente su queste domande”. Biden: silenzio (forse non si interroga seriamente, forse dorme, forse parla con l’altro amico invisibile, forse è in coma). Draghi: “La pace sarà quello che vorranno gli ucraini, non quello che vorranno altri” (tipo i russi: dunque la pace la fa Zelensky da solo). Biden (tornato vigile per un istante): “Sono d’accordo!”. Seguono altri brevi cenni sull’universo. Draghi: “La Libia può essere un enorme fornitore di gas e petrolio, non solo per l’Italia, ma per tutta Europa”. Biden (testuale): “Tu cosa faresti?”. Draghi: “Dobbiamo lavorare insieme per stabilizzare il Paese”. Perbacco. Draghi: “Dobbiamo chiedere alla Russia di sbloccare il grano bloccato nei porti ucraini”. Biden: “Ci sono milioni di tonnellate. Rischiamo una crisi alimentare in Africa”. Ma non mi dire. Da questi pensierini da scuola elementare, il nulla mischiato col niente, le gazzette arguiscono che Draghi ha messo alle strette Biden cantandogliele chiare. Corriere: “Draghi: ‘L’Ue vuole la pace’” (come le girl di Miss Italia). Giornale: “Draghi avverte Biden: ‘L’Ue chiede pace’”. Stampa: “Il premier preme per il negoziato” (poi SuperMario confida a SuperJoe che “Putin pensava di dividerci”, quindi Putin ha invaso l’Ucraina per dividere Draghi da Biden). Libero: “Draghi chiede a Biden di fare la pace con Putin”. Messaggero: “Draghi in Usa, spinta per la pace”. Una spinta irresistibile: infatti partono altri miliardi di armi per Kiev e dal comunicato congiunto scompare la parola “negoziato”. Resta l’“asse” che, da Cartesio in poi, è sempre a 90 gradi.

    Piace a 11 people

  2. Tutto perfetto come sempre, il mi(s)tico Travaglio, ma su una cosa ha ragione particolarmente: che il tutto sia ridotto a una roba da asilo infantile. E lo si era già ampiamente visto, sin da quando il rincoglionito scorreggione ha iniziato a insultare il boss russo con parolacce puerili da tipica persona impedita psico-fisicamente qual è. Il quale scorreggione pretende una negoziazione da Putin, la chiama pace, ma in realtà è una resa. “Se non vuole la pace per primo, non facciamo nessuna pace perché deve chiedermelo lui per primo! Sennò vo a chiamare il mio papà così gli dico di fargli il Q-lo! Uèèèèè, uèèèèè!”
    In parole povere, questa guerra continuerà a lungo, mi sa (e noi a prendercelo in quel posto tutti giulivi…!)

    Tutto per colpa di bimbiminkia sottosviluppati che litigano come alla scuola infantile e che però hanno arsenali nucleari. “Roba da pazzi!” (cit. libera. Papa Bergoglio)

    PS. Sapete se vendano case su Marte? Volevo davvero togliermi dai coglioni mollando questa umanità di merda! Non ne posso più…

    Piace a 8 people

    • Grande Cekko….”PS. Sapete se vendano case su Marte? Volevo davvero togliermi dai coglioni mollando questa umanità di merda! Non ne posso più…”!!! Hai perfettamente ragione, qui siamo in.una gabbia di matti!!!!

      Piace a 1 persona

  3. Credo che mai come nella tragedia che si sta compiendo in Ucraina siamo stati invasi da una marea di informazioni e controinformazioni di propaganda. Ma come spesso accade i veri interessi che muovono la tragedia fatta di distruzione, violenze, morti ucraini e russi non vengono mai veramente evidenziati. Meglio nasconderli sotto il tappeto e fare finta di nulla. Intanto il dramma continua a compiersi così come l’insensata aggressione al popolo ucraino, come dice l’evidente filo NATO- Russo ( a seconda della fazione per cui si tifa) Papa Francesco. Morti reali, e non figurine.

    Piace a 1 persona

  4. Gentile SM, solitamente mi faccio di educazione. Materia evidentemente sconosciuta a certi esemplari bipedi che girano fuori dalla gabbie e digitano su una tastiera. Cordialità.

    Piace a 1 persona

      • Gentile Franco, vedo che copia le risposte che le do a seguito dei suoi insulti. Magari inizia pure a capire ed imparare ad apprezzare l’educazione. Un primo passo apprezzabile in tal senso. Cordialità

        "Mi piace"

  5. Padellaro: “per Draghi “la pace sarà quella che vorranno gli ucraini non quella che vorranno gli altri” (leggi la Nato)”.
    Travaglio: “Draghi: “la pace sarà quella che vorranno gli ucraini, non quella che vorranno gli altri” (tipo i russi: dunque la pace la fa Zelensky da solo)”.
    Un tempo mi dicevo: vuoi qualcuno che ti dice la verità? Leggi Il Fatto.
    Invece la verità non esiste. Esistono i punti di vista, gli umori, le simpatie e le antipatie personali, che possono coincidere più o meno con le nostre.
    Io comunque la vedo come Padellaro.

    "Mi piace"

  6. Sul New York Times, Tom Stevenson

    L’America e i suoi alleati vogliono sanguinare la Russia. Non dovrebbero davvero.

    “All’inizio, il sostegno occidentale all’Ucraina era principalmente progettato per difendersi dall’invasione. Ora è puntato su un’ambizione molto più grande: indebolire la stessa Russia. Presentato come una risposta di buon senso all’aggressione russa, il cambiamento, in effetti, equivale a una significativa escalation.
    Espandendo il sostegno all’Ucraina su tutta la linea e accantonando qualsiasi sforzo diplomatico per fermare i combattimenti, gli Stati Uniti ei loro alleati hanno notevolmente aumentato il pericolo di un conflitto ancora più grande. Stanno assumendo un rischio di gran lunga diverso da qualsiasi guadagno strategico realistico.
    …….
    Quando ero in Ucraina durante le prime settimane di guerra, anche i devoti nazionalisti ucraini hanno espresso opinioni molto più pragmatiche di quelle che sono di routine in America ora. I discorsi sullo status neutrale dell’Ucraina e sui plebisciti monitorati a livello internazionale a Donetsk e Luhansk sono stati abbandonati a favore di magniloquenza e magnificenza.

    …..Inoltre, l’invasione ha portato direttamente a una maggiore spesa militare nelle potenze europee di secondo e terzo livello.Il numero delle truppe della NATO nell’Europa orientale è decuplicato ed è probabile un’espansione nordica dell’organizzazione. È in atto un riarmo generale dell’Europa, spinto non dal desiderio di autonomia dal potere americano, ma al servizio di esso . Per gli Stati Uniti, questo dovrebbe essere un successo sufficiente. Non è chiaro cosa ci sia di più da guadagnare indebolendo la Russia, al di là delle fantasie di cambio di regime.

    ……l rischio che le città siano ridotte in cenere [da un’escalation nucleare] rimane basso senza il dispiegamento della NATO in Ucraina, ma non è possibile escludere incidenti ed errori di calcolo. Va considerato, infatti, che il conflitto si svolge in un momento nel quale la maggior parte degli accordi sul controllo degli armamenti, siglati durante la Guerra Fredda tra Usa e Russia, sono stati lasciati decadere”.

    …..Gli sforzi diplomatici dovrebbero essere il fulcro di una nuova strategia per l’Ucraina. Al contrario, i confini della guerra vengono ampliati e la guerra stessa riformulata come una lotta tra democrazia e autocrazia, in cui il Donbas è la frontiera della libertà. Questa non è solo stravaganza declamativa. È sconsiderato. I rischi non hanno bisogno di essere indicati.”

    Piace a 1 persona

  7. Ho ascoltato la conferenza stampa (penso successiva, Biden non c’era), davvero il vuoto pneumatico, sembrava veramente l’intervista all’aspirante miss Italia.

    Piace a 1 persona

    • Scusa @Patrick, ma cosa ti aspettavi?
      La rivelazione del terzo segreto di Fatima?
      Ripeto: Draghi, di cui non sono certo un fan, ha detto cose che pronunciate da un altro presidente del consiglio, avrebbero provocato grida di giubilo, e trasformato i 90 gradi in “schiena dritta”.
      Dopodiché, gli incontri bilaterali sono di per sé il vuoto pneumatico a livello decisionale.

      "Mi piace"

  8. E rimbambidet sarebbe il tanto decantato difensore della democrazia?
    Poveri ucronazi e poveri anche gli itaggliani,
    Ci lamentiamo della nullità draghi ma ci dimentichiamo del contorno partendo dalla Melina, al cazzaro, al bomba, al berluschi, letta e tutti i vari peduncoli sinistri, Gigino, ovviamente compreso giuseppi, solo bieghi individui interessati solo al tornaconto personale,
    Il nulla siderale

    "Mi piace"

  9. Per capire meglio, consiglio: “Gruppo Wagner, il racconto senza filtri dell’ex comandante dell’armata di Putin: le “perdite enormi dell’esercito”, il ricorso (mai ammesso) ai mercenari – In esclusiva per l’Italia”
    https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/05/11/gruppo-wagner-il-racconto-senza-filtri-dellex-comandante-dellarmata-di-putin-le-perdite-enormi-dellesercito-il-ricorso-mai-ammesso-ai-mercenari-in-esclusiva-per-litalia/6586622/

    "Mi piace"

    • Anton
      Ad eccezione dello scoop del fq di questo individuo non si trova traccia sul web ad eccezione delle sue dichiarazioni per la promozione del suo libro e della programmazione del suo film,
      Sembra che in Russia non ci sia traccia fino ad ora.

      "Mi piace"

    • Tra l’altro questo ex comandante è ex da moltissimo tempo, per cui non può essere in nessun caso al fronte in ucraina,
      Cosa non si fa e si farebbe per farsi pubblicità
      Visto che più che un mercenario sembrerebbe uno scrittore.

      "Mi piace"

    • Rispondo anche qui

      Tracia
      12 Maggio 2022 alle 10:29
      Per capire meglio “Al Qaeda è dalla nostra parte in Siria”

      L’email è inviata ad Hillary Clinton da Jake Sullivan, suo stretto collaboratore e consigliere che ha avuto un ruolo importante nelle guerre degli Stati Uniti in Libia e in Siria.
      Non importa cosa si pensi del presidente siriano Bashar al-Assad: gli Stati Uniti combattono al fianco di al-Qaeda, un’organizzazione terroristica che dietro il falso pretesto religioso ammazza brutalmente e indiscriminatamente i civili. La stessa organizzazione che, secondo la versione ufficiale statunitense, è responsabile dell’11 Settembre.

      Tracia
      12 Maggio 2022 alle 10:33
      Ognuno ha la sua Wagner , anche se questa Al Qaeda e la stessa del 11/09/2001

      https://wikileaks.org/clinton-emails/emailid/23225#efmAGIAHu
      Tracia
      12 Maggio 2022 alle 10:57
      Come dire siamo tutti mercenari

      Il signore della guerra georgiano e criminale di guerra confessato Mamuka Mamulashvili visita Washington nel 2017.

      I principali legislatori del Congresso degli Stati Uniti hanno ospitato Mamuka Mamulashvili, un famigerato signore della guerra della Legione georgiana che si è vantato di aver autorizzato le esecuzioni sul campo di soldati russi prigionieri in Ucraina.

      “Non prenderemo soldati russi, così come i kadiroviani [combattenti ceceni]; in ogni caso, non faremo prigionieri, non verrà catturata una sola persona”, ha detto Mamulashvili, insinuando che i suoi combattenti giustiziano prigionieri di guerra.

      La camicia da battaglia del signore della guerra era decorata con una toppa che diceva: “Mamma dice che sono speciale

      Mamuka Mamulashvili, comandante della “Legione nazionale georgiana” in Ucraina: “Sì, a volte gli leghiamo mani e piedi. Parlo a nome della Legione georgiana, non faremo mai prigionieri i soldati russi. Nessuno di loro sarà fatto prigioniero .”

      "Mi piace"

  10. Grande Cekko….”PS. Sapete se vendano case su Marte? Volevo davvero togliermi dai coglioni mollando questa umanità di merda! Non ne posso più…”!!! Hai perfettamente ragione, qui siamo in.una gabbia di matti!!!!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...