Copasir, ovvero Comitato parlamentare soffiate irresponsabili

“L’allarme dei Servizi: ‘In tv opinionisti a libro paga di Putin’”. Davanti a questo titolo, apparso ieri su Repubblica, qualunque italiano amante del proprio Paese, della democrazia e della Costituzione farebbe un salto sulla sedia dall’indignazione […]

(di Antonio Padellaro – Il Fatto Quotidiano) – “L’allarme dei Servizi: ‘In tv opinionisti a libro paga di Putin’”. Davanti a questo titolo, apparso ieri su Repubblica, qualunque italiano amante del proprio Paese, della democrazia e della Costituzione farebbe un salto sulla sedia dall’indignazione. Io l’ho fatto. Nell’articolo c’è scritto che “dietro la presenza di opinionisti stranieri nei talk show italiani non ci sarebbe soltanto il giornalismo. O il caso”. Bensì “un’operazione di disinformazione organizzata e pensata a monte da uomini del governo russo”. Chi sostiene questa gravissima accusa nei confronti dei nostri talk show? “È il sospetto del Copasir, il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica”, che nei prossimi giorni ascolterà i responsabili della intelligence e l’ad della Rai, Carlo Fuortes. Fuori i nomi. C’è “Nadana Fridirkhson, presenza fissa in alcuni programmi (è stata recentemente a CartaBianca) che lavora per la tv del ministero della Difesa russa”. Analoghe informazioni riguardano “almeno altre tre persone”. Un diabolico meccanismo “perché se da un lato c’è Mosca che decide messaggi e volti, dall’altra c’è anche chi gli opinionisti li sceglie e li invita. C’è qualcuno, magari in ambasciata , che offre i contatti? C’è una regia?”.

E come mai le due interviste andate il 1º maggio in prima serata, “quella al ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov (Rete4) e quella al giornalista amico di Putin, Vladimir Solovyev (La7)”? Non occorreva certo il Copasir per sapere che Fridirkshon, in quanto in servizio al ministero della Difesa viene pagata dal governo russo. I “sospetti” del Copasir si concentrano invece sulle trasmissioni di Rai3, Rete4 e di La7 e, ovviamente, su chi le conduce: Bianca Berlinguer, Giuseppe Brindisi e Massimo Giletti. Che, seguendo la logica stringente del Copasir, o sono strumenti inconsapevoli di Putin (una volta si chiamavano utili idioti), oppure molto ma molto peggio fanno parte di una “regia”. A questo punto s’impongono un paio di domande. A che titolo un’istituzione parlamentare si permette di alzare un venticello calunnioso su emittenti e giornalisti senza esibire uno straccio di prova, ma solo anonime congetture? Siamo forse al metodo detto della merda del ventilatore, che sparge veleni per minacciare e intimidire l’informazione televisiva tutta? Non sarebbe opportuno che il Parlamento stesso avviasse una rigorosa indagine su eventuali traffici di fake news all’interno del Copasir (d’ora in poi Comitato parlamentare soffiate irresponsabili)?

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

7 replies

  1. Se questo fosse il metodo, quanti giornalisti-opinionisti potrebbero essere sospettati di essere pagati dalla CIA (da decenni)?
    Ci sono video del giornalista tedesco Udo Ulfkotte al riguardo, su YouTube.
    Che paese di marionette.. 🤦🏻‍♂️

    Piace a 4 people

  2. No, no, che paese di merda!! (per continuare idealmente il post di Giansenio, sopra!)
    Il problema è che questi giornalettisti e il mainstream se la fanno e se la raccontano da soli! Ci raccontano quel che vogliono, fan quel che vogliono e come per magia… si torna al punto uno: ci raccontano quel che vogliono! E chi li sgama, allora? Come fai a beccare il marcio se TUTTI son d’accordo nel raccontartelo, spacciandotelo come verità?!
    Siamo in mano alla censura, al controllo dell’informazione, un controllo lurido almeno quanto manco più si vergognano ormai di farlo alla luce (ribadisco LVCE!) del sole! E han la faccia-come-il-Q-lo di rinfacciare la mancanza di libera informazione agli altri paesi (uno per tutti, la Russia), pur essendo scesi al 58o posto nella classifica relativa! Roba che neanche certi paesi dell’Africa nera!
    Alla faccia della democrazia e dell’autodeterminazione dei popoli, che in queste settimane son discorsoni da giornaloni e televisioncione che van tanto di moda, ma che ci lasciano in braghe di tela… come al solito! Che delinquenti!
    DELINQUENTI!!! MI FATE SCHIFO! MI VERGOGNO D’ESSER ITALIANO! ANDATEVENAFFANCÙLO!

    Piace a 3 people

  3. Il caso della pagliuzza e della trave nell’occhio.
    Finanziamento PUBBLICO all’editoria:
    2020 143 milioni euro
    2021 232 milioni euro
    Quindi i ns giornalai non sono pagati per scodinzolare alla mano che li sfama e diffondere la lieta novella?
    Gli applausi al nostro zar in conferenza stampa prima ancora di parlare,che neanche in Corea del Nord si vede una roba del genere.
    Un lurido servilismo tipico della viltà e della volontà di sottomissione,lingue biforcute che lustrano stivali.
    PROPAGANDA non STAMPA

    Piace a 2 people

    • Per non omettere la geniale trovata del governo dei migliori di trasferire sotto l’INPS ( e quindi sotto la previdenza generale) il fallimentare fondo INGPI/1, che distribuisce pensioni faraoniche a gente che non paga il becco di un contributo ( relativamente parlando ) con scivoli d’oro. Ma su questo silenzio di tomba, mentre si da la caccia al reddito di cittadinanza. Ti credo che fanno la ola quando il banchiere appare.

      Fai clic per accedere a INPGI_finale_100222.pdf

      Piace a 1 persona

  4. Il problema non è tanto l’ennesima cretinata di questo gruppo di parlamentari che giocano a fare gli 007, ma il fatto che lo facciano solo nei confronti di una nazione con cui, ufficialmente, non siamo neanche in guerra.
    La propaganda straniera, fake o non fake, non la fanno solo i russi, ma anche ucraini e soprattutto americani, da sempre, per giustificare le loro guerre, e nessuno ha mai mosso un dito.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...