Il gigantesco superyacht da 570 milioni di sterline “di proprietà di Vladimir Putin” viene sequestrato dalle autorità italiane

(TOM PYMAN e NICK PISA PER MAILONLINE) – Un gigantesco superyacht che si dice fosse di proprietà di Vladimir Putin sarebbe stato sequestrato ieri sera dalle autorità italiane dopo che ne avevano raccomandato il sequestro come parte delle sanzioni contro la Russia.

Le autorità italiane hanno affermato che il The Scheherazade da 700 milioni di dollari, che è lungo più di 450 piedi, e vanta spa, piscine e due piattaforme per elicotteri, è stato collegato a una “persona importante” ma non le ha nominate.

Lo yacht è oggetto di indagine da parte della Guardia di Finanza italiana da fine marzo e da settembre è in banchina a Marina di Carrara, vicino a Pisa, per un refitting.

L’annuncio a tarda notte è arrivato dopo che sono cresciuti i timori che The Scheherazde stesse per scivolare via e dirigersi verso acque internazionali ed evitare possibili sanzioni.La polizia ha sequestrato lo yacht “Scheherazade” legato a Putin nei media italiani.

La motovedetta della polizia finanziaria italiana è vista davanti al mega yacht multimilionario Scheherazade, attraccato al porto toscano di Marina di Carrara

Il governo italiano ha ordinato venerdì il sequestro di uno yacht del valore di circa 700 milioni di dollari che è stato collegato dai media al presidente russo Vladimir Putin 

Lo yacht è oggetto di indagine della Guardia di Finanza da fine marzo e da settembre è in banchina a Marina di Carrara vicino a Pisa per un refittingLa motovedetta della polizia finanziaria italiana è vista davanti al mega yacht multimilionario Scheherazade, attraccato al porto toscano di Marina di Carrara

La motovedetta della polizia finanziaria italiana è vista davanti al mega yacht multimilionario Scheherazade, attraccato al porto toscano di Marina di Carrara

L ‘”altro yacht” di Putin: una nave più piccola e più vecchia chiamata GRACEFUL

 Vladimir Putin afferma di essere solo moderatamente ricco, ma è sospettato di ospitare segretamente una fortuna di $ 100 miliardi.

Una nave più piccola e più antica, la Graceful, è stata a lungo sospettata di appartenere a Putin. 

Unico tra i superyacht del mondo, lo scafo del Graceful è stato posato in un cantiere navale russo, prima di essere finito in Germania, ha detto una fonte del settore a DailyMail.com.

Il Graceful ha lasciato il porto in Germania circa due settimane prima dell’invasione russa dell’Ucraina ed è attualmente attraccato nell’enclave russa di Kaliningrad, nel Mar Baltico, al sicuro fuori dalla portata delle sanzioni occidentali.

La Scheherazade, invece, è bloccata in un bacino di carenaggio in Italia in riparazione, e una persona esperta ha detto che sarebbe impossibile salpare prima della fine di marzo. 

https://www.dailymail.co.uk/embed/video/2680317.html

Una nave più piccola e più vecchia, la Graceful (vista in partenza da Amburgo il mese scorso), è stata a lungo sospettata di appartenere a Putin

Il Graceful ha lasciato il porto in Germania il 7 febbraio (sopra), circa due settimane prima dell’invasione russa dell’Ucraina, ed è attualmente attraccato nell’enclave russa di Kaliningrad nel Mar Baltico, al sicuro fuori dalla portata delle sanzioni occidentali

Negli ultimi giorni c’è stata una raffica di attività attorno allo yacht e quando MailOnline ha visitato a marzo è emerso che la maggior parte dell’equipaggio russo era stato portato via nel cuore della notte e sostituito da un contingente britannico.

In un comunicato della Guardia di Finanza italiana si legge: ‘Dopo la verifica da parte delle autorità fiscali è emerso che esiste un legame economico significativo tra il proprietario di The Scheherazade ed elementi di spicco del governo russo.

“Sulla base di questi elementi è stato raccomandato di inserire lo yacht nell’attuale elenco delle sanzioni dell’Unione europea e il ministro delle Finanze a Roma ha acconsentito”.

Questa sera Mariateresa Levi della Guardia di Finanza italiana ha detto a MailOnline: ‘Non sono in grado di dirvi chi è l’attuale armatore, ma siamo contenti che lo yacht venga sequestrato e nelle prossime ore gli agenti la saliranno a bordo e la sequestreranno.’

Il capitano dello Scheherazade, il britannico Guy Bennett-Pearce, ha negato che Putin sia il proprietario ma si è rifiutato di rivelare chi è.

Ci sono state affermazioni secondo cui la nave potrebbe appartenere a Eduard Khudainatov, un magnate del petrolio russo che non è stato colpito da sanzioni. È l’ex presidente e amministratore delegato di Rosneft, la compagnia statale russa che si occupa di petrolio e gas. Il signor Khudainatov è vicino a Igor Sechin, un alleato di Putin e presidente di Rosneft.

Ma attivisti e giornalisti investigativi legati ad Alexei Navalny, il leader dell’opposizione russa incarcerato, sono convinti che appartenga a Putin.

Hanno ottenuto informazioni che suggerivano che molti membri dell’equipaggio dello yacht fossero membri del Servizio di protezione federale, l’agenzia che fornisce sicurezza a Putin e ai suoi accoliti.

La decisione di sequestrare lo yacht registrato alle Isole Cayman dopo che la sostenitrice di Navalny Maria Pevchikh ha postato su Twitter: ‘Ok ragazzi abbiamo un problema, lo yacht segreto di Putin da 700 milioni di dollari sta per sfuggire alle sanzioni semplicemente decollando dall’Italia.

«È questione di giorni ormai. Le autorità italiane non stanno facendo nulla per fermarlo. Quindi dovremmo.’

Un’indagine sull’equipaggio della nave ha rivelato che quasi tutti lavoravano per l’FSB o per l’FSO – i servizi segreti russi incaricati di proteggere Putin – e volavano regolarmente da e per Mosca a turni di rotazione.

L’unico membro dell’equipaggio che non ha lavorato per i servizi segreti era il capitano britannico Guy Bennett Pierce, che ha confermato che la nave è di proprietà russa ma si è rifiutato di dire chi è l’armatore.

I documenti per la Scheherazade visti dalla squadra di Navalny mostrano che il proprietario ufficiale è una società offshore delle Isole Marshall, una tattica comunemente usata dai super ricchi per nascondere la propria ricchezza.

Putin è anche noto per elencare familiari o amici come proprietari, con il suo nome quasi mai usato sui documenti ufficiali.

La motovedetta della polizia finanziaria italiana è vista davanti al mega yacht multimilionario Scheherazade, attraccato al porto toscano di Marina di Carrara

La motovedetta della polizia finanziaria italiana è vista davanti al mega yacht multimilionario Scheherazade, attraccato al porto toscano di Marina di Carrara

Gli investigatori del rivale di Putin, Alexei Navalny, affermano che la barca - che presenta una pista da ballo che si abbassa per rivelare una piscina - appartiene al despota russo perché era quasi interamente gestita da agenti dei servizi segreti

Gli investigatori del rivale di Putin, Alexei Navalny, affermano che la barca – che presenta una pista da ballo che si abbassa per rivelare una piscina – appartiene al despota russo perché era quasi interamente gestita da agenti dei servizi segreti Un'indagine italiana sull'armatore della barca - che dispone di enormi spazi di intrattenimento dotati di un pianoforte a coda - deve ancora concludersi, il che significa che la guardia costiera è attualmente incapace di impedirle di partire

Un’indagine italiana sull’armatore della barca – che dispone di enormi spazi di intrattenimento dotati di un pianoforte a coda – deve ancora concludersi, il che significa che la guardia costiera è attualmente incapace di impedirle di partire Scheherazade è una delle barche di proprietà privata più grandi e costose al mondo, dotata di più piscine, spa, una palestra e due eliporti

Scheherazade è una delle barche di proprietà privata più grandi e costose al mondo, dotata di più piscine, spa, una palestra e due eliporti

Poco dopo la pubblicazione dei risultati delle indagini di Navalny, l’intero equipaggio russo scomparve e fu sostituito dai britannici. Non è stato fornito alcun motivo per la sostituzione.

I lavoratori che hanno preso parte al refitting della nave l’hanno descritta come una città galleggiante in miniatura, completa di “innumerevoli piscine, una spa, una sauna, un teatro, sale da ballo, una palestra [e due eliporti”.

La barca ospita persino il proprio ospedale, hanno detto i lavoratori, tra le voci secondo cui la salute di Putin sta peggiorando.

Lo yacht è arrivato al porto alla fine della scorsa estate sotto la guida del capitano Bennett-Pearce, che nega che Putin sia l’armatore o sia mai stato a bordo.

Paolo Gozzani, della locale Unione Cgil, ha parlato a MailOnline a fine marzo quando l’equipaggio russo è stato improvvisamente richiamato dallo Scheherazade. Ha detto: ‘Da quello che ho sentito, l’equipaggio russo è stato sostituito negli ultimi giorni e ora sono tutti britannici.

«Sono passati solo pochi giorni, dall’interno si dice che sono stati richiamati per fare il servizio militare e ora ci sono anche guardie armate che lo circondano. Non puoi avvicinarti a lei e il livello di sicurezza è incredibile.’

Una fonte del porto turistico ha detto: “Potresti individuare i russi a un miglio di distanza da cui erano nei bar locali quasi tutte le sere, a bere vodka e birra.

“Erano ragazzi di bell’aspetto e poi un giorno sono scomparsi tutti. Ad essere onesto per me non sembravano un equipaggio di yacht, sembravano un piccolo esercito o un dettaglio della sicurezza.’

La Scheherazade a sei ponti è una delle barche private più grandi e costose al mondo, con uno spazio equivalente a due condomini. 

Lo yacht ha spazio per 18 ospiti in nove cabine di lusso oltre a un equipaggio di 40 persone, che risiedono in 20 cabine e vanta due eliporti, una suite reale, una piscina, una spa e un salone di bellezza. 

Ma dal suo lancio nel 2020, la vera proprietà dello yacht è stata nascosta in assoluta segretezza. 

Attualmente ormeggiato per riparazioni presso il cantiere navale Italian Sea Group di Marina di Carrara, in Italia, lo Scheherazade è protetto da misure estreme anche per gli standard ultra-privati ​​del mondo dei superyacht, con coperture che nascondono la sua targa e una barriera metallica eretta per parzialmente bloccare la nave alla vista del pubblico.  

Per più di un anno, i lavoratori del cantiere hanno ipotizzato che la nave appartenga allo stesso Putin, ha detto una fonte a MailOnline l’8 marzo. “Tutti i sussurri erano che apparteneva a Putin”, ha detto la persona.

La fonte ha affermato che l’equipaggio della Scheherazade sembra essere russo e che una squadra di tedeschi che lavorava alle riparazioni della nave è stata richiamata dal loro ministero degli interni dopo che l’UE ha annunciato le sanzioni all’inizio di marzo. 

L’equipaggio russo della barca – che contava circa 40 persone – è stato completamente sostituito da britannici dopo che l’indagine Navalny ha pubblicato i suoi risultati, senza alcuna spiegazione “Scheherazade”: si dice che lo yacht da 700 milioni di dollari appartenga a Putin.

Tuttavia, il capitano Guy Bennett-Pearce ha negato che Putin possieda la Scheherazade o sia mai stato a bordo, dicendo al  New York Times : “Non l’ho mai visto. Non l’ho mai incontrato.’ 

Il nome della nave, Scheherazade, è la protagonista femminile della raccolta di racconti mediorientale conosciuta come le Mille e una notte. È anche il titolo di una suite sinfonica del compositore russo Nikolai Rimsky-Korsakov basata sui racconti.

Secondo quanto riferito, la nave presenta tocchi personali per l’uomo forte russo, inclusa una palestra di judo con immagini incorniciate delle cinture nere di Putin.   

E la Scheherazade porta i libri  The Atlas of Beauty di Mihaela Noroc, Fashion History del Kyoto Costume Institute e Photo Icons di Hans-Michael Koetzle. 

Un operaio coinvolto nella costruzione dello yacht ha detto al Sun : ‘Ogni superficie è marmo o oro. Ci sono innumerevoli piscine, una spa, una sauna, un teatro, sale da ballo, una palestra, due eliporti. È come una mini città.

‘C’è anche un ospedale che ha senso quando si sentono voci su Putin che è malato terminale. È difficile ingoiare il fatto che la nave più incredibile del mondo sia di proprietà di un uomo intenzionato a bombardare i civili in Ucraina.

“Ed è una quantità inimmaginabile di ricchezza quando lo stipendio medio di un russo è di £ 5.000 all’anno e le persone che lottano per mangiare”.

6 replies

  1. Si dice che fosse di proprietà di Putin…..
    E magari si saprà che edi proprietà di qualche merdoso nostrano, che è rimasto inculcato e ora non può neanche reclamarne la proprietà

    "Mi piace"

  2. “Si dice” che potrebbe essere di Putin. Ma anche no. Potrebbe essere la sua “seconda” barchetta, ma non si sa. La GdF l’avrebbe sequestato, ma una volta sequestrato non si capisce cosa ci dovrebbe fare. Lo smonta pezzo per pezzo e rivende le frattaglie? O lo rivende all’asta per intero? E chi lo compra? E comunque i soldi a chi vanno? Allo Stato? Per farsene cosa? Per comprare qualche altra auto-blu?
    Ha varie piscine, una palestra, due eliporti, una sala da ballo e una SPA. Va ripetuto che abbia varie piscine, una palestra, due eliporti, una sala da ballo e una SPA.
    E questo sequestro sarebbe una sanzione! Ripeto: SANZIONE! Ma ci si rende conto?!

    E pensare che coi “se” e coi “ma” mi avevano insegnato che ci si riempissero i cimiteri! O, più prosaicamente, come si dice a Florentia: “Se i’ mi’ nonno ave’a le rote, ll’era un carretto!”
    È fantastica questa informazione italiota! Davvero strepitosa. Un vaffanQ-lo (le) si può dire, o è ancora troppo presto?

    L’unico elemento che fa venire in mente cose veramente belle, almeno per il mio personale metro, è il nome della bagnarola: Scheherazade. Che fa tornare in mente uno dei più bei brani di musica classica di sempre, che sarà anche un’opera lunghetta, ma rimane sempre una cosa ammantata di magia e fascino (specie l’assolo di violino), come appunto giusto un compositore russo come Rimsky-Korsakov poteva fare.

    "Mi piace"

  3. Infatti. La stragrande maggioranza degli articoli ( di tutti i tipi) è pieno di condizionali. Tipico della propaganda.

    Al primo condizionale bisognerebbe smettere di leggere. Tutto.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...